18app attiva! I nati nel 2001 potranno iscriversi e ricevere 500 euro da spendere in buoni Scopri di più

Psicoanalisi infantile

Il bambino inascoltato. Realtà infantile e dogma psicoanalitico

Alice Miller

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 348

Alice Miller prosegue qui nel suo intento di smascherare ogni possibile forma di "pedagogia nera", l'educazione volta a occultare le esigenze dei genitori e degli educatori e a infondere il più presto possibile nei bambini il senso della loro colpevolezza e cattiveria. In questo quadro, anche la freudiana teoria delle pulsioni, che nel 1897 sostituì la ben più dirompente e scandalosa teoria della seduzione, può essere vista come una specie di "psicoanalisi nera", in sintonia con l'idea tradizionale del bambino colpevole: essa distoglie infatti l'attenzione dalla realtà infantile, e dunque anche dagli abusi subiti dal paziente, considerandoli un semplice prodotto delle sue fantasie inconsce o delle sue proiezioni. Al bambino presente in noi, dunque, non si dà retta neppure nello studio dell'analista, se questi bada più ad applicare dogmaticamente le sue teorie che non a recepire le angosce e le esperienze traumatiche dell'analizzando. Se nella nostra società la rimozione collettiva dei traumi infantili è un dato ormai generalizzato, la verità sull'infanzia parrebbe invece affiorare ancora nei sogni, nelle fiabe e nelle opere letterarie. Sulla scorta di alcuni testi di Flaubert, Kafka, Beckett e Virginia Woolf, oltre che di molti esempi tratti dalla pratica analitica, la Miller illustra la sua tesi: sia le messe in scena attuate dai pazienti, sia l'opera poetica in generale vanno intese come messaggi cifrati relativi alla realtà della prima infanzia.
27,00 25,65

Neuroscienze e mente adolescente

Lauro Quadrana, Gianluigi Monniello

editore: Magi Edizioni

pagine: 160

Il libro offre una visione dei vari punti di dialogo tra neuroscienze e psicoanalisi dell'adolescenza nel momento in cui la scienza compie i primi passi alla ricerca di un linguaggio comune per descrivere la complessità delle funzioni della mente. Gli autori focalizzano la loro attenzione sullo studio delle basi neurofisiologiche del processo di acquisizione dell'identità in adolescenza e sul ruolo dello sviluppo relazionale-affettivo, a partire dalla biologia delle emozioni. La possibilità di colmare il salto dal corporeo allo psichico richiederà ancora tempo, ma è davvero straordinario che l'esperienza psichica cominci a essere spiegata scientificamente. Le neuroscienze, attraverso lo studio delle relazioni fra strutture e funzioni del cervello, forniscono nuove indicazioni sui complessi meccanismi con cui le esperienze influenzano i nostri processi mentali. Trasformando l'attività e la natura delle connessioni neuronali, le esperienze plasmano in maniera diretta i circuiti su cui si basano. Comprendere, almeno in parte, il loro impatto sulla mente ci aiuta a capire come il passato continui a influenzare in maniera significativa il presente e le decisioni per il futuro.
16,00 15,20

Sentire con gli occhi. Note sull'osservazione del bambino in psicoanalisi tra formazione, clinica e ricerca

Valentina Boursier

editore: Franco Angeli

pagine: 192

L'osservazione diretta vanta una lunga tradizione in psicoanalisi. Pur presentandosi come un tema molto navigato, recentemente si è posto al centro della scena come parte di un acceso e complesso dibattito, che investe questioni relative alla misurabilità e verificabilità del metodo psicoanalitico. Anche in questa direzione va la nota contesa tra l'immagine del bambino osservato e quella del bambino ricostruito, a cui l'osservazione del comportamento infantile e dello sviluppo sempre più si associa. Il rischio, in questo contesto, è l'oblio di quell'osservazione psicoanalitica che prende origine dall'Infant observation, in favore di una convergenza monopolizzante sull'osservazione del bambino proposta dalla più recente ricerca sull'infanzia. Nello sforzo di far dialogare prospettive che vanno riconosciute e rispettate nelle loro differenze, questo lavoro volge a ricostruire le origini dell'osservazione diretta, ripercorrendone le controverse vicissitudini agli albori della psicoanalisi infantile. Il volume è diretto a studenti universitari e specializzandi in psicologia, a psicologi clinici e psicoterapeuti e a tutti quegli operatori che, nelle diverse realtà istituzionali, sociali e sanitarie, sono chiamati ad aver cura dell'altro e della relazione con l'altro.
25,00
20,00 19,00

Regolazione emotiva. Nello sviluppo e nel processo terapeutico

Edward Tronick

editore: Cortina Raffaello

pagine: 438

Sono raccolti nel volume gli scritti più significativi di Edward Tronick, considerato uno dei maggiori studiosi a livello internazionale nell'ambito della psicologia evolutiva. Vengono esaminate le prime fasi dello sviluppo socio-emotivo, attraverso l'introduzione di un paradigma sperimentale, quello del volto immobile della madre, che costituisce un punto di svolta per la psicologia dello sviluppo. L'autore introduce quindi il modello della mutua regolazione, un modello innovativo secondo il quale, nel rapporto con la madre, il bambino mostra precoci capacità di sintonizzazione emotiva.
36,00 34,20

L'essere-bebè

Bernard Golse

editore: Cortina Raffaello

pagine: 279

Come fare in modo che l'incontro tra il mondo del neonato e il mondo che egli scopre sia un incontro possibile e fruttuoso? Come aiutare i bambini a costruire se stessi e a diventare persone, evitando di distruggerli nella loro essenza, in ciò che l'individuo ha di più prezioso? A queste domande risponde Bernard Colse, creando un ponte tra psicoanalisi e fenomenologia. Studenti e professionisti che operano nel campo della prima infanzia troveranno qui numerosi spunti di riflessione per raggiungere una visione d'insieme, utile per migliorare la prassi terapeutica.
27,00 25,65
12,00 11,40

Una bambina di nome «Piggle»

Donald W. Winnicott

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 171

Ritrovato fra le carte di Winnicott e pubblicato postumo, questo lavoro ricostruisce la storia del trattamento psicoanalitico di una bambina (chiamata in famiglia "Piggle", porcellino), dai due anni e mezzo ai cinque anni. Il libro ci offre la registrazione fedele delle sedute, i commenti e altro materiale fornito dai genitori della bambina, e le osservazioni di Winnicott. Il lettore ha così la rara opportunità di seguire dal vivo il rapporto fra terapeuta e paziente in un resoconto che appare di eccezionale interesse per quanti si occupano dei problemi dello sviluppo infantile. Il rendiconto testuale di quello che l'analista diceva, e di come lo diceva, ha un doppio interesse teorico e tecnico. Per la sua stessa formazione e la lunga pratica pediatrica, Winnicott era maestro nell'adattare la propria tecnica al caso particolare, senza farsi condizionare da schemi troppo rigidi. Il lettore assiste all'incontro di due persone, che lavorano e giocano insieme, con impegno e con piacere. La drammatizzazione del mondo interno della bambina, operata da Winnicott, mette "Piggle" in grado di fare esperienza delle fantasie che tanto la disturbano, e di viverle nel gioco.
18,00 17,10

Analisi in età evolutiva

Gianni Nagliero, Wanda Grosso

editore: La Biblioteca di Vivarium

pagine: 528

30,00 28,50

Il bambino adulterato. Psicoanalisi e questione infantile: ipotesi di lettura

Angelo Villa

editore: Franco Angeli

pagine: 96

Nella ormai vasta letteratura psicoanalitica dedicata all'infanzia mancava un libro come questo che Angelo Villa, uno psicoanalista che da anni si occupa della clinica del bambino, ci propone con un linguaggio chiaro e rigoroso. Per un verso il lettore vi troverà raccolte in modo sintetico le principali teorizzazioni psicoanalitiche intorno a quel mistero che ogni bambino incarna nel suo essere al mondo: Sigmund Freud, Melanie Klien, Anna Freud, Donald Winnicott, Jacques Lacan e Francoise Dolto. Per un altro potrà apprezzare il tentativo dell'autore di restituirci un bambino il meno "adulterato" possibile, dunque liberato dalla morsa terribile del fantasma degli adulti. Ne scaturisce il ritratto di un soggetto in bilico tra il suo essere oggetto delle cure e delle aspettative degli adulti - "assoggettato" afferma Lacan - e il suo divenire creativo, capace di gioco e di invenzioni singolari.
14,50

Intersoggettività. Origini e primi sviluppi

Manuela Lavelli

editore: Cortina Raffaello

pagine: 260

Quando, e in che modo, i lattanti di pochi mesi iniziano a entrare in contatto con gli stati affettivi degli altri? Il volume affronta tali interrogativi alla luce delle ricerche più attuali nel panorama internazionale. La prima parte mette a confronto le principali teorie sulle prime forme di intersoggettività, la seconda illustra le origini dell'esperienza intersoggettiva dal periodo neonatale ai dodici mesi di vita, mostrando che questa prima compartecipazione emotiva costituisce la base per la condivisione di ogni altro stato mentale che si manifesta nella comunicazione del bambino con gli altri.
23,00 21,85

Il bambino e le sue relazioni. Attaccamento e individualità tra teoria e osservazione

Cristina Riva Crugnola

editore: Cortina Raffaello

pagine: 286

Il volume prende in esame le prime fasi dello sviluppo relazionale alla base della costruzione della personalità nel bambino. Adottando un punto di vista innovativo che integra le più recenti acquisizioni di differenti teorie psicoanalisi, teoria dell'attaccamento, psicologia evolutiva - viene tracciato un quadro unitario dello sviluppo infantile. Particolare rilevanza assume l'analisi dell'influenza della trasmissione intergenerazionale dei modelli relazionali e di attaccamento da parte dei genitori sulla formazione dei primi nuclei del Sé infantile. L'analisi teorica è integrata da una ricerca longitudinale - svolta con Alessandro Albizzati, Claudia Caprin, Simona Gazzotti, Samanta Sagliaschi e Mauro Walder - condotta con 34 coppie madre-bambino da zero a tre anni, che evidenzia l'intreccio tra rappresentazioni materne, stili di interazione madre-bambino e modalità di regolazione emotiva del bambino, mostrando l'influenza di tali fattori sulla formazione dei suoi modelli relazionali e di attaccamento. La valutazione di casi singoli riguardanti differenti "storie relazionali" fornisce elementi preziosi per valutare l'adeguatezza dello sviluppo relazionale ed emotivo del bambino e al contempo per evidenziare indicatori di rischio precoci.
23,00 21,85

Sistemi viventi. L'emergere della persona attraverso l'evoluzione della consapevolezza

Louis Sander

editore: Cortina Raffaello

pagine: 313

"Sistemi viventi" riunisce per la prima volta, in un edizione che anticipa quelle annunciate in altri paesi e negli stessi Stati Uniti, i contributi più significativi del pensiero di Louis Sander. Medico psichiatra e psicoanalista, l'autore, considerato il padre dell'infant research, ha svolto uno straordinario lavoro di ricerca, che ha consentito di giungere a visioni innovative sia dei possibili percorsi dello sviluppo infantile sia della relazione terapeutica adulta. Negli anni Sessanta ha avviato uno studio longitudinale, che consiste nell'osservazione diretta delle prime fasi di vita dei bambini. Ma la ricerca empirica non è che la base per l'elaborazione del suo pensiero. Al centro dell'interesse restano anche il lavoro psicoterapeutico con gli adulti e l'integrazione delle sue scoperte con gli insegnamenti di altre discipline, come la biologia e la neurologia. I risultati delle ricerche e l'acutezza della riflessione teorica sono documentati dalla varietà dei suoi numerosi scritti di cui qui viene offerta la scelta più significativa, scritti che spaziano da resoconti dettagliati di interazioni neonato-caregiver a formulazioni generali di una visione del funzionamento dei sistemi viventi, compreso quello formato dalla coppia terapeuta-paziente. Tale ricchezza è frutto della scelta specifica dell'autore volta a rappresentare la traiettoria del lavoro di una vita.
29,80 28,31

Attualità del transfert. Articolazioni, varietà cliniche, evoluzioni

a cura di A. M. Nicolò

editore: Franco Angeli

pagine: 352

Di che natura è fatto il transfert? E il controtransfert? Quali sono le evoluzione attuali e le controversie su questo tema? Traduzione, comunicazione, trasmissione, proiezione, spostamento o trasporto: sono questi i significati della parola Übertragung. Alcuni di essi saranno poi ritrovati e sviluppati da diversi modelli psicoanalitici. Dalle prime concezioni di ripetizione, cliché, ristampa, fino a considerare il transfert un rifacimento che si lega ad un aspetto nuovo del presente e che considera le caratteristiche attuali dell'oggetto, questo concetto si è progressivamente allargato, sviluppando i significati già contenuti all'interno della parola ed esplorando anche quell'inconscio primario non rimosso di cui parlava Bollas. Nato dal lavoro condotto dagli psicoanalisti del Centro di Psicoanalisi Romano, questo volume mette in luce una straordinaria ricchezza e profondità sia clinica che teorica. Sono così approfonditi temi importanti come il transfert in relazione ai livelli di funzionamento della mente, ai fattori terapeutici, alle caratteristiche emergenti nell'ora analitica. A questi si sono aggiunti lo studio di alcune patologie particolari come gli stati limite o di setting specifici come quelli con i bambini, gli adolescenti e i genitori.
41,00
28,00 26,60
24,00 22,80

Scritti 1921-1958

Melanie Klein

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 587

Gli scritti più significativi di Melanie Klein, ossia quelli compresi fra l'arrivo a Berlino nel 1921 - chiamata da Abraham - e il 1958, due anni prima della morte, offrono l'opportunità di seguire l'evoluzione del suo pensiero e di apprezzarne l'eccezionale contributo non solo nell'ambito dell'analisi infantile, ma anche in quello, ben più chiuso e sospettoso rispetto a una prospettiva psicoanalitica, dell'alienazione psichica vera e propria.
58,00 55,10

Psicanalisi per educatori

Anna Freud

editore: Armando Editore

pagine: 112

14,00 13,30
20,00 19,00

Cure di bambini

Laurence Kahn

editore: Borla

pagine: 144

16,00 15,20

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.