Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Medicina e scienze umane

Cibo, salute e libertà. Nutrizione, dipendenze e democrazia nelle società contemporanee

Jonathan Wells

editore: Aboca Edizioni

pagine: 926

Le malattie croniche hanno rapidamente raggiunto il ruolo di principali cause globali di patologie e decessi, eppure siamo anc
38,00

Il metodo anticancro. Trasforma la tua salute e la tua vita con 6 semplici mosse

Lorenzo Cohen, Alison Jefferies

editore: Sperling & Kupfer

pagine: 435

Ormai è dimostrato: si può ridurre il rischio di tumori e coadiuvare il trattamento delle neoplasie concentrando l'attenzione
18,90 16,07

#Comunicare i #vaccini per #salute pubblica

Daniel Fiacchini, Pier Luigi Lopalco
e altri

editore: Edra

pagine: 256

Grazie ai vaccini alcune malattie infettive sono state completamente sradicate, altre sono state poste sotto controllo tanto da non rappresentare più un rischio per la salute pubblica. Proprio qui nasce il problema: una volta scomparso il carico di sofferenza, disabilità e morte associato a tali malattie, la comprovata efficacia – e sicurezza – dei vaccini rischia di diventare quasi ugualmente invisibile agli occhi dell’opinione pubblica. Per quanto infatti nel corso della storia le pratiche vaccinali sono state spesso accompagnate da sospetti e scetticismo, oggigiorno una consistente parte dei genitori italiani ha perso del tutto la consapevolezza della pericolosità di molte infezioni e dell’importanza individuale e sociale delle vaccinazioni. Accanto agli aspetti strettamente sanitari, la sfida che coinvolge ora tutti gli operatori della salute è quella della comunicazione: occorre saper informare in maniera corretta, trasparente e credibile, basandosi sull’ascolto e sull’empatia per costruire un rapporto di fiducia con la propria comunità di riferimento. Il modo in cui le notizie vengono diffuse da media tradizionali e Social e dai canali istituzionali può influenzare le decisioni sulla scelta vaccinale per sé stessi o per i propri figli. Gli autori, tra i più noti esperti italiani in materia,raccontano con semplicità e chiarezza come si devono Comunicare i vaccini per la salute pubblica, per vincere i dubbi e le perplessità legati a un fenomeno così complesso come quello dell’esitazione vaccinale.
19,90 16,92
29,00 24,65
13,90 11,82

Salvare una vita

La voce di un medico in prima linea

James Maskalyk

editore: Einaudi

pagine: 224

14,00 11,90

Rapporto prevenzione 2017. Nuovi strumenti per una prevenzione efficace

Faggiano

editore: Franco Angeli

pagine: 320

L'importanza strategica della prevenzione e la necessità di adeguati investimenti in questo settore continuano a essere, in Italia forse più che in altri Paesi, ancora sottostimate. Sebbene gli interventi realizzati dal Governo negli ultimi anni, inclusi i Piani Nazionali della Prevenzione, sembrino indicare un'importante inversione di tendenza, la convinzione, tra gli studiosi di sanità pubblica e gli operatori del settore, è che il cammino da fare per il raggiungimento di una prevenzione realmente al passo dei tempi sia ancora lungo. In quest'ottica si inserisce l'iniziativa della Fondazione Smith Kline, nell'ambito delle attività istituzionali dedicate alla propria area operativa di medicina preventiva e in collaborazione con la Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI), di pubblicare anche quest'anno il tradizionale Rapporto Prevenzione, suddiviso in una prima parte dedicata alle attività dell'Osservatorio Italiano sulla Prevenzione (Oip) e una seconda relativa a uno specifico tema di approfondimento. Il volume si apre con l'aggiornamento delle attività dell'Oip, che ha raggiunto una copertura che supera l'80% delle strutture di prevenzione a livello nazionale e che si va configurando sempre più come un centro di monitoraggio stabile sulle attività di prevenzione in Italia, uno strumento diventato fondamentale sia per la dimensione della copertura dell'indagine sia per l'unicità della sua configurazione. La seconda parte è dedicata alle "buone pratiche in prevenzione". Il Rapporto Prevenzione 2015 già conteneva una sezione denominata Dalle buone pratiche agli Ipest: un nuovo strumento per la prevenzione efficace, che presentava le Ipest (Interventi Preventivi Efficaci, Sostenibili e Trasferibili) come modello di prevenzione efficace. Il Rapporto 2017 ripropone il modello insieme a sei nuove Ipest: anche se deve essere ancora considerata un'esperienza pilota, supera alcuni limiti della prima, per esempio attraverso la condivisione dell'Ipest con chi (operatori sanitari e della prevenzione) dovrebbe avvantaggiarsi di questo strumento per la pratica quotidiana; i nuovi Ipest sono quindi un consolidamento del modello che attende ora di essere implementato su scala più ampia.
30,00
19,00 17,10

Ne vale sempre la pena

Il Dottor sorriso. i suoi pazienti e il vero valore della vita

Momcilo Jankovich, Salvatore Vitellino

editore: Baldini + Castoldi

pagine: 208

16,00 13,60

La storia del corpo umano

Evoluzione, salute e malattia

Daniel E. Lieberman

editore: Codice Edizione

pagine: 480

31,00 26,35

Alla fine della vita

Marzio Barbagli

editore: Il Mulino

pagine: 351

20,00 17,00

Cosa dice il malato, cosa sente il medico

Danielle Ofri

editore: Il Pensiero Scientifico

pagine: 296

Troppe volte ciò che il medico ascolta è differente da quello che il malato ha detto. Danielle Ofri, con tono lieve e spesso spiritoso, spiega che questa distanza non è incolmabile. Attraverso il racconto di storie di persone reali, nella maggior parte dei casi incontrate nella sua attività quotidiana di medico nel più grande ospedale degli Stati Uniti, suggerisce soluzioni concrete a uno dei problemi che più condizionano l'assistenza sanitaria. Senza farsi travolgere da prospettive irrealistiche, l'autrice auspica una piccola rivoluzione del rapporto fra medico e paziente che, a partire da una maggior consapevolezza da parte di entrambi, porti a migliori esiti di salute.
24,00 20,40

Engagement. Un nuovo modello di partecipazione in sanità

Guendalina Graffigna, Serena Barello

editore: Il Pensiero Scientifico

pagine: 192

Attraverso la proposta e la descrizione approfondita di un nuovo modello psico-sociale (Patient Health Engagement Theory), questo libro contribuisce a dare concretezza alla trasformazione in atto, proponendo un modello che parte da casi clinici reali. Si tratta di un'opera che offre un contributo eminentemente operativo e pratico per l'aggiornamento professionale degli operatori sanitari.
28,00 23,80

La speranza. Vivere con positività le difficoltà momentanee

Alberto Scanni

editore: Tecniche Nuove

pagine: 86

La speranza è uno dei sentimenti "forti" della nostra vita. Lo è fin dai primi anni di vita e ci accompagna in tutti gli accadimenti successivi, belli o brutti che siano. Speranza universale (la pace, la fame, i dolori del mondo) e speranza individuale che accende moti d'animo e spinge a ricercare "attracchi" per continuare a vivere. Della speranza non si può fare a meno, è un "vibrare" irrazionale che vuole soprattutto il bene e che, anche se non arriva, lo continua a credere possibile. L'uomo vuole la felicità e la speranza è viatico alla sua ricerca. La sapienza greca affermava che tutta la nostra vita è piena di speranze e che la speranza è una "consolazione naturale" che quando siamo afflitti dalla disgrazia ci spinge a superare la paura. In questo libro l'autore espone esperienze e costruisce regole pratiche di comportamento che possano aiutare il lettore nel momento del "bisogno".
12,00 10,20

Primo non nuocere. Storie di vita, morte e neurochirurgia

Henry Marsh

editore: TEA

pagine: 328

Cosa significa essere un neurochirurgo? Come ci si sente ad avere in mano le sorti di una persona, mentre ci si apre un varco tra la materia grigia che ne genera i pensieri, i sentimenti e le emozioni? E, se qualcosa va storto, come si convive con le conseguenze? È ciò che scopriremo attraverso le pagine di questo libro, la confessione intensa di un famoso neurochirurgo inglese che, alla luce dell'esperienza quarantennale, rievoca le vittorie nelle battaglie combattute al fianco dei pazienti, ma anche le inevitabili sconfitte. «Primo non nuocere» è la narrazione di una professione eroica, chiamata a confrontarsi ogni giorno con i momenti di maggiore fragilità dell'essere umano - la scoperta della malattia, la speranza di una cura -, a prendere decisioni cruciali che, in un modo o nell'altro, cambieranno il destino dei pazienti, ma anche del medico stesso che porterà sempre con sé le storie di gioia o di dolore delle persone che hanno confidato nell'abilità delle sue mani e nella generosità del suo cuore.
12,00 10,20

Una palla di neve in una tormenta. Note di un medico sull'incertezza in medicina

Steven Hatch

editore: Giovanni Fioriti Editore

pagine: 256

Tra i radiologi si dice che trovare un tumore in una mammografia è come trovare una palla di neve in una tormenta. Umorismo nero tra medici che illustra le difficoltà di trovare segnali (palle di neve) entro un ambiente pieno di segnali disturbanti (tormenta). I medici affrontano problemi simili ogni giorno quando vagliano montagne di dati provenienti dagli esami del sangue, dai raggi X o dall'infinita lista dei sintomi dei pazienti. Ammettiamolo, le diagnosi sono spesso soltanto fondate congetture e le prognosi sono ancora meno certe. C'è una significativa quota di incertezza nella pratica medica quotidiana che dà luogo a confusione e a complicazioni potenzialmente letali. Questo libro è un'indagine sui molti aspetti dell'incertezza nella medicina moderna con l'obiettivo di dare al lettore un'idea delle sfide che si incontrano in tutti i campi della medicina, dal cancro alle patologie cardiovascolari, alle malattie infettive e altro ancora, con l'idea di fondo che riconoscendo piuttosto che negando l'incertezza si possono prendere decisioni migliori sulla salute delle persone. La medicina può fallire - qualche volta spettacolarmente - quando pazienti e dottori ripongono troppa fede nella tecnologia medica moderna. Questo libro ci rende al contempo più umili e più in grado di padroneggiare il lavoro clinico, togliendo i veli all'oscurità che permea la teoria e la pratica della medicina moderna. È dunque una lettura essenziale per medici e pazienti. Steven Hatch è professore di medicina all'Università del Massachusetts Medical School. Lavora nella divisione di malattie infettive e immunologia. Paradossalmente, nell'era della comunicazione globale, è davvero difficile, per tutti noi, orientarci nel panorama dell'informazione medica. Anche il cittadino mediamente istruito può confondersi e fare scelte sbagliate, nel tentativo di destreggiarsi tra il bombardamento quotidiano di fake news e di un giornalismo medico-scientifico superficiale quando non addirittura fuorviante. Che i vaccini siano una delle scoperte più vantaggiose per la salute dell'umanità dovrebbe essere, e non lo è ancora, fuori discussione. Ma è davvero necessario che tutte le donne tra i 40 e i 50 anni si sottopongano ogni anno alla mammografia? O che gli uomini rilevino annualmente il PSA per la prevenzione del cancro alla prostata? O che i sessantenni cerchino di portare la loro pressione arteriosa a 120-80? In realtà, come ci insegna pazientemente e con dovizia di esempi Steven Hatch in questo libro, diagnosi, prognosi e terapia in medicina sono dominate dall'incertezza. Si procede per tentativi, guidati da esperienza e buon senso. E una maggiore dose di umiltà tra medici e pazienti ci aiuterebbe a prendere decisioni migliori per la nostra salute.
26,00 22,10

Autodeterminazione in salute

Simona Cacace

editore: Giappichelli Editore

pagine: 377

45,00 42,75

paziente cittadino

L'Ospedale come sistema e come esperienza

Simona Totaforti

editore: Franco Angeli

pagine: 117

17,00

Nuovi scenari di salute. Per una sociologia della salute e della malattia

Mara Tognetti Bordogna

editore: Franco Angeli

pagine: 198

I forti cambiamenti in atto nella medicina, nei sistemi sanitari e nel quadro nosologico dell'attuale società - cronicità, malattie degenerative, malattie rare, ecc. - richiedono riflessioni e ricerche coerenti con un processo di trasformazione in atto i cui scenari futuri sono tutti da indagare e delineare. Partendo da queste riflessioni prende origine il testo che proponiamo per coloro che si avvicinano alla sociologia della salute e della malattia, ma anche per coloro che di questo campo fanno il loro ambito privilegiato di ricerca. Nel testo, oltre a ripercorrere l'evoluzione della disciplina, si mettono a fuoco alcune questioni particolarmente rilevanti per il mondo della salute - l'ambiente, la presenza di soggetti migranti, le malattie rare e quelle croniche - ma anche temi legati al cambiamento del ruolo del cittadino rispetto al proprio star bene, come la medicalizzazione, la farmacologizzazione, l'introduzione e l'uso delle nuove tecnologie. Il volume non solo affronta i temi in chiave teorica ma riflette anche su nuovi ambiti di ricerca e di programmazione delle politiche per la salute, particolarmente utili per gli operatori.
26,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.