Il tuo browser non supporta JavaScript!
Sei già un nostro utente? Il sito è cambiato ma il tuo account no. Scopri di più

Psicoterapia transpersonale

Manifesto della psicologia umanistica ed esistenziale. Guida alla scelta di un percorso terapeutico

Mario Mastropaolo, Maria Rita Parsi

editore: Franco Angeli

pagine: 144

Il manifesto si rivolge a tutti coloro che hanno intrapreso o stanno per affrontare un percorso di psicoterapia ed offre loro la possibilità di conoscere come ogni psicologia esprima una visione globale del mondo e quindi contenga una molteplicità coerente di risposte alla domanda: "che cos'è un uomo?". La psicologia umanistica, esistenziale e transpersonale o psicologia dell'essere, prende forma negli anni 60'ad opera di A. Maslow, e si costituisce in un movimento di pensiero che avverte come riduttive ed insufficienti a comprendere la realtà umana le teorie deterministiche del comportamentismo e pessimistiche della psicoanalisi freudiana. Così come quei tentativi operati dalle neuroscienze, di spiegare su basi oggettive, l'esperienza umana a partire dal cervello, non comprendendo il significato dell'esperienza soggettiva. Una psicologia veramente formativa, tale da aiutare un essere umano ad attraversare la vita, non centra l'attenzione sull'artificio e la malattia, bensì sullo sviluppo delle risorse individuali, non riducendole soltanto ad attività intellettuali, dal momento che è noto, ad esempio, che la conoscenza teorica della legge di Archimede non impedirà ad un uomo di affogare, se non ha imparato a nuotare. Come è vero che chi nuota, infatti, può tranquillamente ignorarla.
18,00

La nuova volontà. Un'indagine teorica e pratica

Piero Ferrucci

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 247

A differenza di pensieri ed emozioni, che possono essere antichi e radicati, la volontà nasce ogni volta nuova. Usarla ci riconduce al qui e ora, al centro di noi stessi. La volontà descritta in questo libro è nuova anche perché si differenzia radicalmente dal concetto antico di un atteggiamento forzoso e autoritario. Qui la volontà è descritta nella prospettiva della psicosintesi di Roberto Assagioli, che per primo la riportò al centro della psicologia: una funzione che può affrancarsi da condizionamenti e abitudini, diventando libera. Fino a pochi anni fa di volontà si parlava poco in campo scientifico. Ora è spesso oggetto di ricerca, magari chiamata con un altro nome: autoregolazione, resilienza, funzione esecutiva, efficacia, autonomia. L'autore si collega a studi svolti su questi soggetti nei campi della psicologia e nelle neuroscienze, ma fa spesso riferimento anche a miti, filosofie e antiche tradizioni. Non stupisce che della volontà e dei suoi molti aspetti si parli in vari ambiti: è alla base delle nostre scelte, e, più di ogni altra funzione psichica, rappresenta ciò che noi siamo e ciò che vogliamo diventare. Un deficit di volontà può produrre disagi, squilibri e patologie. Può portare a un senso di scoraggiamento e inferiorità, a un'insicurezza cronica, a un'inconcludenza e a una frammentazione che minano l'esistenza. Ma il rimedio c'è. La volontà può essere sviluppata, e questo libro mostra alcune maniere in cui ciò è possibile.
20,00 17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.