Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Rischi professionali

Corso di formazione e aggiornamento per operatori di piattaforme di lavoro elevabili (PLE)

Lucio Fattori

editore: EPC libri

pagine: 239

L'Accordo della Conferenza Stato Regioni del 22/02/12 ha dettagliato le attrezzature da lavoro che richiedono specifiche abili
65,00 58,50

Corso di formazione sui rischi specifici per i lavoratori

Stefano Massera

editore: EPC

pagine: 392

Questo prodotto contiene la traccia di un corso di formazione con i moduli dei rischi specifici per lavoratori strutturato sec
59,00 53,10
100,00
23,00

L'analisi e la gestione del rischio nel lavoro manuale ripetitivo. Manuale per l'uso del sistema Ocra per la gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico...

a cura di D. Colombini, E. Occhipinti

editore: Franco Angeli

pagine: 592

Il volume è focalizzato sulla checklist OCRA e sulle sue diverse "varianti": la mini-checklist, la checklist classica, la checklist analitica e per compiti con cicli lunghi. Uno spazio è dedicato alle modalità di analisi preliminare, anche da parte di non esperti, del lavoro manuale ripetitivo. Un approfondimento riguarda l'indice OCRA, il metodo di studio originale, sicuramente complesso ma ora reso ancora più orientato alla (ri)progettazione dei cicli lavorativi, in particolare industriali. Viene diffusamente affrontato il complesso problema dell'analisi "multi-compiti", in presenza di rotazioni, su diversi lavori, sia giornaliere che secondo cicli settimanali, mensili o annuali. Un apposito capitolo è dedicato allo studio di alcuni lavori complessi per tipologia organizzativa (pulizie, mense, assistenza ospedaliera, lavanderie industriali, agricoltura). In tutti i passaggi vengono presentati esempi applicativi, attraverso l'uso di fogli di calcolo predisposti da EPM e scaricabili gratuitamente dal sito www.epmresearch.org. Il volume si completa con alcuni indirizzi sulle procedure, le metodiche e l'uso dei risultati della sorveglianza sanitaria per una completa ed efficace gestione del rischio, visto che le malattie professionali che ad esso conseguono sono ormai notoriamente ai primi posti tra i problemi di salute occupazionale pressoché in tutto il mondo.
52,00

Il responsabile amianto. Metodi di valutazione e di gestione del rischio amianto negli edifici e negli impianti. Con CD-ROM

Fulvio Cavariani, Fulvio D'Orsi

editore: EPC

pagine: 224

La tutela della salute dei cittadini da rischi legati alla presenza di amianto nei luoghi di vita e di lavoro è sancita dalla normativa Europea ed Italiana, e, a partire dalla sua messa al bando in Italia (L. 257/1992), è aumentata l'attenzione al problema. Nel D.M. 6/09/1994, è previsto l'obbligo per i proprietari dei fabbricati, impianti e macchine, nei quali siano presenti manufatti contenti amianto (MCA), la nomina del Responsabile del Rischio Amianto (RA). Il nuovo Piano Nazionale Amianto, nelle "Linee di intervento per un'azione coordinata delle amministrazioni statali e territoriali" del 2013, individua tra gli interventi prioritari, la formalizzazione della figura di RA con specifiche competenze, in analogia a quelle per la bonifica.
25,00 22,50

La gestione del rischio sanitario medico-legale. Dalla clinical governance ai processi medico legali

Patrizio Rossi, Alessia Comacchio
e altri

editore: Giuffrè

pagine: 268

Il volume propone un percorso di codifica delle strategie manageriali dei moderni sistemi di Risk Management. L'esigenza di introdurre ed implementare le procedure di gestione del rischio in sanità e in medicina legale deriva dalla necessità di assicurare uno standard crescente delle prestazioni. Il testo vuole rappresentare come la Medicina legale, disciplina che affronta il problema degli errori in sanità con approccio reattivo al fine ultimo di accertare la sussistenza o meno di profili di censura delle condotte sanitarie, debba, invece, mutuare dal Governo Clinico metodologie di controllo e canoni di miglioramento, realizzando un progetto di gestione del tutto proprio e specifico. Il contributo offre modelli e linee di indirizzo affinché esperti e specialisti siano in grado di assicurare una performance qualificata, trasformando i canoni di efficacia ed efficienza in sistema procedurale. Lo schema espositivo perseguito prevede una ricognizione delle codifiche e delle procedure adottate nell'ambito della Clinical Governance, vagliandone l'applicabilità nell'ambito dei processi medico legali e adeguando a tali fini i contenuti e i modelli. L'iniziale partizione della disciplina ha lo scopo di definire le attività che compongono i processi medicolegali esperiti sul vivente (dall'ambito del danno alla persona a quello della capacita/idoneità, alla responsabilità professionale/datoriale; estendendo l'interesse sia al contesto civilistico, che previdenziale e penalistico).
26,00 23,40

Medicina del lavoro. Lavoro, ambiente, salute

a cura di P. A. Bertazzi

editore: Cortina Raffaello

pagine: 618

65,00 55,25

Manuale operativo per la sicurezza in cantiere

a cura di M. Giuntoli

editore: CELID

pagine: 244

Questo volume è nato con l'intento di offrire al professionista che opera come Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione (CSP) e in fase di Esecuzione (CSE) un utile strumento da utilizzare anche in cantiere. È ormai noto che, secondo quanto indicato dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i., la figura del Coordinatore è centrale per garantire la corretta applicazione del sistema sicurezza. È compito del CSE e del CSP non solo conoscere in modo puntuale e aggiornato le numerose norme, linee guida e sentenze necessarie a una corretta riduzione del rischio, ma anche applicarle concretamente nel contesto del cantiere. In caso di mancato adempimento dei propri doveri, infatti, queste figure sono passibili di sanzioni amministrative e penali particolarmente pesanti, anche per mancanze che a volte non sono tanto riconducibili a una loro negligenza, quanto indotte dalle circostanze o dai comportamenti impropri degli altri attori del cantiere. Il contenuto del volume deriva dai molteplici contributi didattici che i relatori dei corsi organizzati dall'Ordine degli Architetti e dalla Fondazione OAT hanno offerto negli ultimi anni.
30,00 28,50

Corso di formazione sul rischio chimico e cancerogeno

Fulvio D'Orsi, Eva Pietrantonio

editore: EPC

pagine: 240

Secondo il Titolo IX del D.Lgs. 81/2008 s.m. e l'Accordo della Conferenza Stato-Regioni per la formazione del 21 dicembre 2011. La formazione professionale ha acquistato un posto centrale nella gestione della sicurezza sul lavoro. Non a caso, nel D.Lgs. n. 81/2008 sono fissati principi e norme ben precise. Il volume si inserisce proprio su questa scia per offrire tutti gli strumenti necessari per realizzare un corso sul rischio chimico e cancerogeno, aggiornato sia alla luce delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro che di quelle sull'etichettatura (Regolamenti REACH e CLP). La materia, infatti, ha subito recenti aggiornamenti e chiarimenti interpretativi che devono essere tenuti ben presenti dai formatori. Il libro fa parte di una collana che comprende l'esame dei principali aspetti di salute e sicurezza sul lavoro trattati con il coinvolgimento di professionisti esperti nelle specifiche materie oggetto di approfondimento. La collana risponde quindi all'esigenza di effettuare una raccolta sistematica delle informazioni necessarie per gli incontri di formazione e informazione. Un materiale che può essere facilmente adattato alle specifiche esigenze aziendali e incrementato al mutare delle condizioni e delle normative di riferimento. Vengono presentate le diapositive da proporre all'aula con le nozioni pratiche sulla materia. Con un CD con le diapositive in PowerPoint, i questionari di valutazione e il modello dell'attestato di formazione.
45,00 40,50
28,00 25,20

Malattie da amianto. Danni alla persona ed esperienze giurisprudenziali

a cura di G. Moro, R. Tosato

editore: Ediesse

pagine: 194

Esiste e funziona egregiamente in Francia un Fondo vittime di amianto che indennizza indistintamente tutti i lavoratori affetti da malattie da asbesto, senza la necessità per questi di dover dimostrare la colpa del datore di lavoro. L'indennizzo viene così erogato sul solo presupposto del nesso tra esposizione ad asbesto e malattia anche ai lavoratori che, ad esempio, sono stati dipendenti di aziende non più esistenti o non solvibili. Anche in Italia esiste un Fondo vittime di amianto, che però, pur essendo stato istituito, non è mai decollato compiutamente. A differenza della Francia, infatti, il tema della "riparazione economica" per i lavoratori ammalati o per le famiglie dei lavoratori deceduti è stato integralmente devoluto al sistema giudiziario con una conseguente miriade di controversie giudiziali, civili e penali. Intanto agiscono in giudizio solo quei lavoratori che possono farlo nei confronti di aziende tuttora esistenti e soprattutto solvibili. Inoltre ad essi, per ottenere il risarcimento del danno, compete l'onere di provare non solo il nesso tra l'esposizione e la malattia, ma anche la colpa del datore di lavoro. I contributi di medici e giuristi raccolti nel volume fanno quindi il punto sullo stato della giurisprudenza, sul diritto sostanziale e sugli aspetti processuali, in tema di patologie da amianto e diritto al risarcimento.
13,00 11,05
14,00 11,90

La valutazione dei rischi di incendio

Luca Fiorentini, Luca Marmo

editore: EPC

pagine: 720

L'opera si prefigge la diffusione delle tecniche di analisi per stimare il rischio di incendio connesso con le attività produttive, industriali e civili oppure, anche nell'ambito di un approccio prestazionale della sicurezza antincendio (FSE) per individuare gli scenari di incendio da assoggettare ad un approfondimento di tipo deterministico. Previa illustrazione del corpo normativo italiano di riferimento vengono forniti: una panoramica delle definizioni, degli standard e delle metodologie di analisi, valutazione, gestione del rischio di incendio maggiormente diffuse a livello internazionale; i concetti chiave del fenomeno di incendio e della trasmissione del calore che l'analista è chiamato a conoscere per meglio individuare le sequenze incidentali associate ai pericoli di incendio; una serie di casi studio sviluppati secondo metodologie di analisi differenti riconosciute ed attuali. IL Cd-Rom allegato al libro contiene lo strumento F.R.A.M.E. Fire Risk Assessment Method for Engineering, del Prof. E. De Smet (Belgio), già utilizzato in più di 70 Paesi, tradotto in lingua italiana e corredato da 76 esempi completi. L'opera contiene la traduzione autorizzata ed inedita di standard e pubblicazioni internazionali NFPA, SFPE, ASTIVI, FISE, VTT, BS1, ELSEVIER.
57,00 51,30

Corso di formazione per il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

Gabriella Galli, Ilaria Massardi

editore: EPC

pagine: 544

I rappresentanti dei lavoratori hanno un ruolo fondamentale per la sicurezza nei luoghi di lavoro. E, proprio per questo, devono essere adeguatamente formati. Un'operazione non sempre facile dal momento che le competenze del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza devono essere per forza di cose molto varie ed estese. Di qui l'importanza di questo libro che, partendo da un'analisi dei fabbisogni formativi di questa importante figura del sistema di prevenzione aziendale, delinea un vero e proprio percorso didattico con materiali (slide, role play e studio di casi) da utilizzare direttamente in aula. E con tre obiettivi precisi: definire il ruolo del Rappresentante dei lavoratori, delineare il perimetro delle sue competenze e precisare le interazioni con le altre figure previste dal D.Lgs. 81/2008. Il libro fornisce inoltre le prove standardizzate per la valutazione dell'apprendimento in specifici ambiti disciplinari previsti dalla normativa. Nel Cd Rom allegato, infine, tutto il materiale contenuto nel volume, diapositive, role play, esercitazioni e prove di valutazione, direttamente utilizzabile e modificabile.
35,00 31,50
38,00 34,20
38,00 34,20

Le malattie professionali: i soggetti penalmente responsabili

Giovanni Lageard, Mario Gebbia

editore: Il Sole 24 Ore

pagine: 225

Il volume fornisce una guida alla individuazione dei soggetti responsabili nell'ambito delle imprese. In un ordinamento fondato sul principio di personalità della responsabilità penale, il tema assume rilevanza centrale anche perché il dibattito giurisprudenziale è ancora lontano dal fornire indicazioni univoche in merito a tutta una serie di questioni rilevanti. A incrementare e a rendere estremamente attuale il problema contribuiscono le recenti modifiche del diritto della prevenzione (Legge 3 agosto 2007, n. 123 e circolare 14 novembre 2007, n. 24), che hanno esteso la responsabilità dell'ente, ai sensi del D.lgs n. 231/2001, anche ai reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi e gravissime, commessi con violazione delle norme antinfortunistiche o di igiene sul lavoro. Lo sviluppo della trattazione è imperniato sulla figura del datore di lavoro dell'impresa privata, e quindi sui suoi collaboratori di line e di staff; quelli interni e quelli esterni all'azienda; quelli la cui designazione è obbligatoria per legge e quelli la cui nomina rientra invece nella discrezionalità organizzativa dell'imprenditore. Sono poi considerati gli aspetti di differenziazione che gli istituti e le figure presentano nella loro applicazione in ambito pubblico. L'intento è quello di esaminare le problematiche sotto un profilo pragmatico, dedicando attenzione prevalente agli orientamenti emersi dalla copiosa giurisprudenza e dalla prassi degli enti di controllo.
25,00 21,25

Guida ai rischi del cantiere edile. Manuale di informazione per i lavoratori

editore: Il Sole 24 Ore

pagine: 201

II volume è rivolto a tutti gli operatori dell'edilizia, soggetti attivi della prevenzione, ma soprattutto ai lavoratori. Gli argomenti trattati sono stati scelti in base ai problemi realmente riscontrati nei cantieri, di diversa tipologia e dimensione. Il manuale, dopo una breve introduzione relativa agli obblighi introdotti dal D.Lgs. n. 626/1994 e dal D.Lgs. n. 494/1996, analizza, in modo schematico e con l'ausilio di fotografie e disegni esplicativi, le prescrizioni minime di sicurezza da attuare nei cantieri temporanei, dall'abbigliamento da lavoro e l'uso dei dispositivi di protezione individuale alla segnaletica di sicurezza, dalle sostanze chimiche usate in edilizia alla prevenzione incendi alle installazioni igienico assistenziali. Il testo fornisce numerose informazioni inerenti alle principali macchine utilizzate in cantiere, i rischi derivanti dall'uso e le istruzioni per gli addetti e una sintetica descrizione delle opere provvisionali. Dopo un sintetico accenno alle normative che regolano il pronto soccorso, si analizzano gli eventi acuti che si possono verificare a seguito di un infortunio: come questi si presentano visivamente, i sintomi in caso di traumi non visibili esternamente, come riconoscere e descrivere la situazione che si presenta sia per attuare un efficace intervento immediato, sia per un corretto allertamento del soccorso avanzato. È presente anche una sezione esplicativa dedicata alle manovre di rianimazione.
35,00 29,75
48,00 40,80

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.