Libri Architettura e Design: Novità e Ultime Uscite | Libreria Cortina dal 1946
Novità Libri adottati nelle Università di Milano Tutti i libri corso per corso, esame per esame

Novità di Architettura e Design

Case milanesissime. Piante dell'abitare del XXI secolo

Alvar Aaltissimo

editore: Corraini

pagine: 120

"Alvar Aaltissimo manomette i valori sacri della disciplina
13,00 12,35

Maniera di pensare l'urbanistica

Le Corbusier

editore: Laterza

pagine: 192

Il libro-manifesto di Le Corbusier, punto di riferimento per organizzare una città a misura d'uomo
16,00 15,20

L'architettura di Milano. La città scritta dagli architetti dal dopoguerra a oggi

Marco Biraghi, Adriana Granato

editore: Hoepli

pagine: 496

L'architettura di Milano dal 1945 al XXI secolo rende la città unica in Italia per il respiro internazionale: attraverso 150 s
54,90 52,16

Storia dell'architettura d'Italia

Arsenio Frugoni

editore: Morcelliana

pagine: 256

Arsenio Frugoni tra il 1943 e il 1946 scrisse un ciclo completo e molto impegnativo di storia dell'arte, Trentuno conferenze d
35,00 33,25

Piero Portaluppi

Patrizia Piccinini, Lorenzo Pennati

editore: Mondadori Electa

pagine: 226

150 fotografie inedite raccontano un maestro dell'architettura del 900, a cavallo tra eclettismo e razionalismo
62,00 58,90

Kuma. Complete works. 1988-today

Ediz. inglese, francese e tedesca

a cura di P. Jodidio

editore: Taschen

pagine: 460

Dopo Tadao Ando, Toyo Ito e Fumihiko Maki, Kengo Kuma ha infuso un rinnovato vigore e una nuova leggerezza nell'architettura g
150,00 142,50

Vico Magistretti. Case rosse a Framura

Andrea Savio

editore: Jaca Book

pagine: 168

Framura non esiste
22,00 20,90

Il mondo non è più un giardino. Verso una nuova estetica tra qualità del paesaggio e ragioni dell'ambiente

Laura Zampieri

editore: Quodlibet

pagine: 165

Il volume indaga le condizioni per le quali - a partire dall'invenzione dell'idea di "Natura Selvaggia" nel XVIII secolo - nel
18,00 17,10

L'alfabeto della moda. Il mondo della moda di oggi in 26 lettere

Andrea Batilla

editore: Gribaudo

pagine: 224

Che cosa accomuna Cher a Orietta Berti? Qual è il legame che unisce moda, mondo digital e influencer marketing? Che cos'ha por
19,90 18,91

Heliopolis 21. Architettura: tra natura e artificio

a cura di M. Perbellini, T. Auer

editore: Skira

pagine: 160

Il volume, chiamato a raccontare il perché e il come della progettualità di Heliopolis 21, consegna al lettore una visione che
21,00 19,95

Primitivismo e architettura

Roberto Secchi

editore: Quodlibet

pagine: 237

La ricerca dell'originario, dell'autentico, dell'essenziale nell'aspirazione a oltrepassare la relatività indotta dal tempo e
22,00 20,90

Architetture nell'Italia della ricostruzione. Modernità versus modernizzazione 1945-1960

Carlo Melograni

editore: Quodlibet

pagine: 438

Il quindicennio della ricostruzione postbellica è stato segnato tra tanti avvenimenti, dalla rinascita dell'architettura e urb
28,00 26,60

Il piano aperto

Carlo Doglio

editore: Elèuthera

pagine: 200

Ma che razza di società vogliamo? Da una parte c'è il piano rigido proprio di una società preordinata secondo schemi astratti
17,00 16,15

Placemaker. Gli inventori dei luoghi che abiteremo

Elena Granata

editore: Einaudi

pagine: 176

P come Placemaker
16,50 15,68

Recinti

a cura di G. Spirito, S. Leoni

editore: Quodlibet

pagine: 365

Il recinto è un archetipo: definisce l'atto originario dell'insediarsi in un luogo e dell'edificare un rifugio
26,00 24,70

Metodi e modelli matematici per le dinamiche urbane

a cura di S. Albeverio, P. Giordano

editore: Springer Verlag

pagine: 358

Il testo presenta metodi e modelli per lo studio delle città viste come sistemi evolutivi che interagiscono con il territorio
34,99 33,24

10 viaggi nell'architettura italiana. Ediz. italiana e inglese

a cura di M. Balduzzi, A. Cerroti

editore: Silvana

pagine: 332

Il volume propone una raccolta di 100 architetture, organizzate secondo gli itinerari percorsi da dieci fotografi che, tra set
35,00 33,25

N. 210/211 Gion A. Caminada 1995 2021

Ediz. inglese e spagnola

editore: El Croquis

pagine: 400

Gion Caminada was born in Vrin, Switzerland, in 1957. After working as an apprentice carpenter in Vrin, he attended a school of applied arts in Zurich and an art school in Florence prior to completing his postgraduate studies in architecture at the Swiss Federal Institute of Technology (ETH) in Zurich. He has had his own architectural practice in Vrin since 1986. In 1998 he was appointed Assistant Professor at the ETH Zurich, where he was Associate Professor of Architecture and Design from 2008 to 2020. Since 2020 he has been a Full Professor of Architecture and Design at ETH Zurich.
89,00 84,55

Autodesk Revit 2022 per l'architettura. Guida completa per la progettazione BIM. Strumenti avanzati, personalizzazione famiglie, modellazione volumetrica e gestione progetto

Simone Pozzoli, Marco Bonazza
e altri

editore: Tecniche Nuove

pagine: 1048

Il binomio BIM (Building Information Modeling) e Autodesk Revit è ormai indissolubile, essendo da diversi anni Revit il softwa
59,90 56,91

L'architettura italiana nel Duecento

Carlo Tosco

editore: Il Mulino

pagine: 376

Il Duecento è stato forse il secolo di maggiore sperimentazione nella storia dell'architettura medievale italiana
25,00 23,75

Expost. Il riciclo dell'evento, l'evento del riciclo

Mariacristina D'Oria

editore: Libria

pagine: 224

Fantasmagoriche macchine di meraviglie, le esposizioni universali hanno intrecciato il proprio destino alle principali metropo
18,00 17,10

Il paesaggio. Teorie, storie, luoghi

Paolo D'Angelo

editore: Laterza

pagine: 216

Siamo sempre più consapevoli che ogni paesaggio armonioso, vivibile, è una forma di equilibrio tra natura e cultura, tra ciò c
20,00 19,00

La saggezza del giardiniere. L'arte del giardino planetario

Gilles Clément

editore: DeriveApprodi

pagine: 96

Il giardino è quel recinto destinato a proteggere quanto abbiamo di meglio: il meglio dei frutti e degli ortaggi, il meglio de
12,00 11,40

Nudità

Adolf Loos

editore: Editori Vari

Io ho l’occhio del portiere. L’espressione è mia ed è liberamente adattata da «occhio del gioielliere». Il gioielliere sa distinguere a cento passi di distanza la pietra falsa dalla vera. Il portiere di hotel deve essere in grado, sulla base del vestiario, di collocare il forestiero al primo piano (balcone) o al quinto (cortile a lucernario). Quando non lo è, l’hotel va in malora. Risvolto Adolf Loos (1870-1933) è considerato uno dei padri dell’architettura moderna. Operò in quel contesto viennese che ha contribuito in modo decisivo alla fondazione della cultura del Novecento. Fu amico, fra molti altri, di personaggi come Karl Kraus, Arnold Schönberg, Oskar Kokoschka e Peter Altenberg. Celebri le sue opere Ornamento e delitto e la raccolta Parole nel vuoto, entrambe uscite per Adelphi. Nel saggio che sta al centro di questa raccolta di scritti inediti venuti alla luce solo pochi anni fa, Adolf Loos – universalmente celebrato come maestro di stile e di eleganza nei campi dell’architettura, della moda e del design – si concentra su un tema radicale: il significato della nudità nella sua epoca e in ogni epoca, nella sua cultura e in ogni cultura, trattando l’argomento con arguzia e ironia, e riuscendo a mettere in evidenza tutta una serie di paradossi logico-antropologici che la dimensione fisica del corpo umano porta inevitabilmente con sé. Fra gli altri scritti, dedicati ai principali temi cari a Loos, dalla città e la sua organizzazione all’abbigliamento e i suoi accessori (con un occhio sempre attento anche ai problemi tecnico-produttivi: non si dimentichi che Vienna aveva generato una fondamentale scuola di studiosi delle cosiddette arti minori o applicate), c’è un pezzo di critica d’arte su un autore a proposito del quale non risulta che Loos abbia scritto altrove, ovvero una intensa disamina dell’arte di Gustav Klimt.
12,00 11,40

Basilico. Territori intermedi

a cura di L. Molinari, F. Maggia

editore: Skira

pagine: 160

"Territori Intermedi" si dispone come una raccolta di fotografie in gran parte inedite, realizzate da Gabriele Basilico tra il
45,00 42,75

The Eiffel Tower. Ediz. italiana, inglese, francese e tedesca

Bertrand Lemoine

editore: Taschen

pagine: 176

Quando Gustave Eiffel ultimò la sua torre in ferro battuto sul Campo di Marte a Parigi per l'esposizione universale del 1889,
30,00 28,50

L'arte del manifesto giapponese

Gian Carlo Calza

editore: Skira

pagine: 520

Il volume più completo, finora mai realizzato, sul graphic design giapponese
55,00 52,25

Milano, il grattacielo e la metropoli. Riletture moderniste dello spazio urbano tra architettura, cinema e letteratura (1956-1963)

Alessandro Bosco

editore: Cesati

pagine: 144

Forse nessun altro oggetto architettonico possiede la carica mitico-simbolica del grattacielo, il quale funge qui da cartina a
18,00 17,10

La Bibbia del colore. La guida definitiva ai colori nell'arte e nel design

Laura Perryman

editore: Apogeo

pagine: 320

Il colore è parte fondante dell'esperienza umana
29,90 28,41

Questo non è un manifesto

Luca Galofaro

editore: LetteraVentidue

pagine: 128

Una raccolta di testi scritti nel corso degli anni, che seguono un nuovo montaggio di senso e danno vita ad un racconto sulla
16,50 15,68

La moda contemporanea

Fabriano Fabbri

editore: Einaudi

pagine: 791

Folle e spregiudicata, libera, nera o colorata, strappata, povera, o limpida e regale, la moda contemporanea è ammirata da mol
38,00 36,10

La terra chiama. Il nostro futuro lontano dalle città

Valentina Boschetto Doorly

editore: Il Saggiatore

pagine: 304

Si stanno muovendo a decine, a centinaia, a migliaia: caricano tutto ciò che hanno sulla macchina e si trasferiscono per sempr
22,00 20,90

Milano Verticale. Ediz. italiana e inglese

FONDAZIONE OAMI

editore: Editori Vari

L'ottavo libro della collana “Itinerari di architettura milanese”, a cura della Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano, Milano Verticale (pp. 96, ita-eng), è dedicato agli edifici alti della città a partire dall'itinerario Milano Alta, realizzato nel 2010. Una riflessione sulla città alta come dispositivo urbano, alla luce dell’emergenza ambientale, dell’attenzione alla qualità urbana e della ricerca di un diverso rapporto fra il contesto naturale e quello costruito, che si arricchisce di un saggio di Fulvio Irace, i testi di Federico Ferrari, Simona Galateo e Stefano Andrea Poli e del dialogo tra Carles Muro e Jacques Herzog, dello studio Herzog & de Meuron, in cui si discute di grattacieli, di idee di metropoli in una prospettiva critica e contemporanea. Le foto sono state realizzate da Giovanna Silva. Arricchisce il volume un inserto pieghevole che illustra le torri più alte della città della Milano con un disegno di Studio Folder.“Nel XX secondo la modernità di una città ha avuto coincidenze, a volte ingenue, con la città sviluppata verticalmente”: è con questa considerazione di Maurizio Carones che si apre il volume “Milano Verticale”, un viaggio critico e per immagini nello skyline meneghino pubblicato nella collana degli itinerari di architettura della Fondazione dell’Ordine di Architetti della Provincia di Milano. Curato da Simona Galateo, il volume offre gli strumenti per riflettere sul ruolo dei grattacieli alla luce della spinta verso l’alto che dall’inizio del XX secolo “percorreva come un fremito di modernità una parte della società milanese attratta dal fascino del futuro”, come scrive Fulvio Irace.Il saggio di Irace, tagliente e scritto con quel giusto distacco che rende il testo appropriatamente poco celebrativo, introduce la progressione storica sulla Milano verticale partendo da tentativi di edifici alti fino ai più arditi ed internazionali skyscraper. Sarà nel 1914, con il primo grattacielo milanese per eccellenza disegnato da Antonio Sant’Elia e riconosciuto da Banham come la matrice delle avanguardie megastrutturali, che si inaugurerà la “visione quasi biblica dell’apocalisse prossima ventura”. Così dagli anni Venti tutti si cimentarono con il mito del verticale, interpretato però con un approccio ed un impianto fortemente saldato al tessuto urbano, dalla torre Littoria (e poi Branca) di Gio Ponti del 1933 fino a quella che, oggi, viene individuata come la prima svolta significativa con il progetto di Alessandro Rimini per la Torre Snia Viscosa in Corso Matteotti del 1935.
18,00 17,10

Cosmowomen. Places as constellations. Ediz. italiana e inglese

Izaskun Chinchilla

editore: Silvana

pagine: 448

L'architettura, come disciplina e come professione, sta fronteggiando varie crisi per le quali, per il momento, è ben lontana
40,00 38,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento