Il tuo browser non supporta JavaScript!
Sei già un nostro utente? Il sito è cambiato ma il tuo account no. Scopri di più

Artiterapie

Psicologia della musica

Daniele Schön, Lilach Akiva-Kabiri
e altri

editore: Carocci

pagine: 144

Che cosa succede nella mente quando ascoltiamo la nostra canzone preferita? Il cervello come elabora l'informazione musicale? Suonare uno strumento favorisce lo sviluppo del bambino? Che cos'è la musicoterapia? E a che cosa è dovuto il suo successo? Il volume, in edizione rivista e aggiornata, risponde a queste e altre domande, presentando le diverse teorie sulla psicologia della musica e gli sviluppi più recenti nell'ambito delle neuroscienze cognitive.
12,00 10,20

Musicoterapia e relazione. Interventi riabilitativi in ambito psichiatrico-geriatrico e psicoeducativo

a cura di G. Avanzini, C. A. Boni

editore: Franco Angeli

pagine: 194

Il volume raccoglie contributi pluridisciplinari inerenti alla dimensione terapeutica della musica con particolare attenzione agli aspetti clinici, neurofisiologici e psicologici. Sono illustrate le molteplici prospettive dell'intervento musicoterapico in ambito psichiatrico, geriatrico e psicopedagogico, con riferimento a esperienze professionali concrete di oltre due decenni in Italia e, dal 2011, in Svizzera. Con un approccio musicoterapico incentrato sulla relazione e sull'utilizzo di tutte le componenti del linguaggio musicale (ritmo, melodia, armonia), i partecipanti al setting vengono stimolati e coinvolti sul piano psicocorporeo, affettivo-emozionale e cognitivo. La prima parte del volume è relativa alla relazione terapeutica, con riflessioni in ambito psicologico e psichiatrico; la seconda parte riguarda l'ambito geriatrico e le esperienze musicoterapiche con gli anziani; l'ultima parte riguarda gli effetti della musica sull'entrainment motorio, sulla vocalità, unitamente ad esperienze della musica e della musicoterapia nell'ambito dei disturbi specifici dell'apprendimento (DSA). Il libro si rivolge principalmente a psicologi, medici, musicoterapeuti, musicisti e quanti sono interessati alla materia musicoterapica. La presenza di indicazioni pratiche sull'approccio in musicoterapia e le riflessioni più generali, lo rendono utile anche per iniziare la professione con un certo rigore metodologico.
25,00

Terapie distrazionali nei contesti clinici, sanitari ed educativi. Pet-therapy, musicoterapia, arteterapia e teatroterapia

Angela Guarino, Riccardo Lancellotti

editore: Franco Angeli

pagine: 262

Il volume si configura come un manuale che descrive, con un'essenziale classificazione nosografica, le principali "terapie distrazionali": pet-therapy, musicoterapia, arteterapia, teatroterapia, aggiornandole alla letteratura scientifica odierna. La trattazione di ognuna delle forme di terapia distrazionale si articola presentando basi teoriche, evidenze empiriche, metodologia e applicazioni nell'ambito sociosanitario ed educativo, con riferimento a diversi modelli e a diversi approcci, per consentire al lettore una panoramica esaustiva e la possibilità di farsi un'idea critica sul tema. La descrizione di ogni tipologia di terapia distrazionale è preceduta da un capitolo introduttivo nel quale vengono presentati i presupposti psicologici che ne costituiscono il fondamento: psicologia animale, psicologia della musica, psicologia dell'arte, psicologia del teatro. Il testo è concepito come un compendio introduttivo destinato a studenti dei corsi di laurea in psicologia e scienze dell'educazione, ma anche agli studenti delle scuole di specializzazione in psicologia e psichiatria. È inoltre rivolto agli operatori sociosanitari, agli insegnanti e agli educatori che lavorano in questo ambito.
31,00

L'uso terapeutico della metafora

Emanuela Masseria

editore: Psiconline

pagine: 117

Questo lavoro si pone come un excursus e contemporaneamente come una sorta di piccolo manuale sul concetto e sugli usi della metafora in varie discipline, concentrandosi in particolare sugli aspetti terapeutici della scrittura e della fotografia. Al suo interno figurano spunti analitici, legati a consolidate scuole psicologiche e psicoterapeutiche, ma anche tecniche più esperienziali ed espressive tratte da diversi ambiti arteterapeutici, tra esempi pratici e proposte laboratoriali. La metafora diventa così un elemento di dialogo tra il mondo della logica digitale e quello della percezione globale, oltre che una risorsa creativa che cura, sblocca, amplia e integra vissuti altrimenti stagnanti. La conoscenza che se ne ricava può essere definita come una sintesi che mira a un cambiamento di natura positiva nella persona. L'approccio di base è teso a scommettere sull'opzione che l'uomo, in quanto emettitore e elaboratore di messaggi consci e inconsci, simbolici e logici, possa beneficiare, in un suo percorso di ipotetica e consapevole evoluzione, di stimoli guidati provenienti da testi (paradossi, racconti, poesie, aneddoti, etc.) e immagini, proprie e altrui.
18,00 15,30

Musica e inclusione. Teorie e strategie didattiche

Lucia Chiappetta Cajola, Amalia L. Rizzo

editore: Carocci

pagine: 219

Nella scuola italiana, caratterizzata dalla scelta della full inclusion, il rapporto tra la musica e la Special Education si inserisce nel quadro complesso e dinamico dei principi fondamentali dell'inclusione scolastica e sociale. In relazione a tali principi, il volume offre un contributo al dibattito educativo-musicale, in atto in ambito nazionale, relativo in particolare alla dialettica tra musica e inclusione nel curricolo di istituto e di classe. Per fornire agli insegnanti e agli operatori esempi di pratiche progettuali e di strumenti di lavoro, sono presentate alcune modalità di organizzazione didattica del laboratorio musicale per l'inclusione e viene proposto un ampio repertorio di giochi che, opportunamente programmato nel curricolo di classe, ha anche l'obiettivo di orientare alla realizzazione di attività che promuovono la motivazione necessaria a sviluppare potenzialità e competenze.
18,00 15,30

Neuroestetica ed esperienza immaginativa in psicoterapia

Alberto Passerini, Manuela De Palma

editore: Alpes Italia

pagine: 138

L'uso psicoterapeutico dei temi ricavati dall'arte pittorica apre una prospettiva di accesso a vari livelli della coscienza. Riferimenti teorici, metodologia e casi clinici illustrativi, di una psicoanalisi estesa che trova nell'immaginario una via di espressione dell'essere.
15,00 12,75

Musicoterapia Umanistico Trasformativa

M.U.T. un approccio in divenire

Roberto Ghiozzi

editore: Borla

pagine: 215

18,00 16,20

Crescere è una danza. La danzaterapia nei processi evolutivi

a cura di V. Bellia

editore: Alpes Italia

pagine: 180

Può esserci distinzione tra i processi evolutivi e il gioco creativo? Possiamo immaginare uno sviluppo psichico che non sia soprattutto psicomotorio? Crescere è la dinamica creativa dei corpi in movimento - crescere è una danza: ecco perché la danzamovimentoterapia (Dmt) è una preziosa risorsa nelle scuole e nei servizi che si curano dello sviluppo e delle sue disarmonie. In un ambito disciplinare ancora giovane e non sempre rigoroso, la Dmt-ER®, il metodo che sta alla base di questo testo, può contare su oltre 20 anni di prassi applicative, di studio, formazione e ricerca. Inoltre la recente Norma UNI sulle arti terapie offre finalmente ai cittadini e alle istituzioni indicazioni chiare e discriminanti sulle competenze richieste per una pratica realmente professionale. Il libro presenta esperienze realizzate con piccoli e piccolissimi, con pre-adolescenti e adolescenti, ma anche adulti, perché crescere (danzare) è qualcosa che riguarda tutti. I testi provengono da una rete di danzamovimentoterapeuti, professionisti della salute mentale, insegnanti e soggetti del privato sociale. Il testo si rivolge a chi opera nei servizi e nelle comunità, al settore delle arti terapie.
18,00 15,30

La musica nella terapia psicomotoria. Esperienze e proposte di intervento

Anne-Marie Wille

editore: Erickson

pagine: 119

Il libro presenta un modello di psicomotricità che utilizza la musica come strumento per sintonizzarsi con lo stato emotivo del bambino, favorendo la liberazione della sua espressività corporea. Dalla scelta del brano musicale fino all'improvvisazione in prima persona, l'adulto sostiene e accompagna il bambino creando quel clima emotivo e relazionale peculiare della pratica psicomotoria e ne migliora la coordinazione motoria grazie a specifiche proposte ritmico-musicali. Il volume si rivolge a tutti i professionisti impegnati nel mondo educativo e riabilitativo infantile e ai genitori che intendano sperimentare una tale modalità di relazione con il loro bambino per valorizzare il suo piacere di sentirsi, viversi, essere. Il testo presenta con una concreta programmazione didattica composta da organizzazione di spazi, tempi, materiali e disponibilità dell'adulto che costituiscono la specificità tecnica e professionale del setting psicomotorio. Questa programmazione può così diventare un valido strumento pedagogico per rispondere alle esigenze espressive del bambino oltre che un'efficace risposta preventiva nei confronti del disagio infantile.
18,50 15,73

Fototerapia psicocorporea. Il lavoro con le fotografie in psicoterapia corporea

Riccardo Musacchi

editore: Franco Angeli

pagine: 138

Questo testo insegna la FotoTerapia psicocorporea, metodica strutturata dall'autore partendo dalle intuizioni di Judy Weiser, pioniera nel campo della FotoTerapia. Il metodo combina un insieme di tecniche terapeutiche che si avvale dell'uso delle fotografie o delle immagini con il lavoro di connessione a livello corporeo: le fotografie permettono a ricordi e sensazioni di affiorare alla consapevolezza e il lavoro terapeutico con il corpo permette di elaborare al meglio i vissuti emersi dalle immagini. In questo testo psicologi, psicoterapeuti e chiunque lavori a vario titolo con le relazioni possono apprendere le conoscenze teoriche per condurre una sessione di FotoTerapia psicocorporea. L'assunto di fondo, che deriva dagli ultimi studi neuroscientifici e dalla Biosistemica, è che la nostra esistenza è inevitabilmente "incarnata": noi siamo corpo. Davanti alle immagini il nostro corpo reagisce, aumenta o blocca il respiro, diventa teso, impallidisce o arrossisce, distoglie lo sguardo. In presenza di un professionista, che aiuta con estremo rispetto a stare in contatto con queste modificazioni e guida nella loro esplorazione, queste reazioni si trasformano in comunicazioni chiare con noi stessi. Le foto diventano uno strumento per stimolare dialoghi interni più profondi e consentire un'espressione più libera e spontanea di sé. Il volume, ricco di tecniche, indicazioni pratiche e casi, è un utile manuale per i professionisti della salute emotiva di ogni orientamento.
18,50

Teoria e pratica arteterapeutica. Il primo colloquio clinico

Piera Pandozy

editore: Alpes Italia

pagine: 292

Arteterapia è: psicodinamica di relazione contestuale tra paziente e psicoterapeuta. Il primo Colloquio Clinico è il momento d'inizio di tale relazione: per questo è cruciale sia per il paziente che per il terapeuta. Nel libro quel momento viene esaminato dal punto di vista della teoria e della pratica. Nella teoria se ne descrive il "perché". Nella pratica se ne descrive, in un numero di casi significativi, il "come". Come un attore sulla scena, ogni psicoterapeuta, dovunque sia, mentre aiuta il paziente a rielaborare le dinamiche disturbate della sua psiche, deve affrontare altresì, questa intima necessità deontologica: "essere consapevole anche delle proprie dinamiche personali durante la relazione con il paziente", con un'attenzione che dovrà durare tutto l'arco della sua vita professionale.
22,00 18,70

Musicalità e musicoterapia. Teorie e prassi per la formazione

a cura di P. L. Postacchini

editore: Carocci

pagine: 285

La musicoterapia, professione complessa che nasce dall'incontro di varie discipline, ha urgente bisogno di definirsi nella sua propria specificità musicale. Il testo - frutto della collaborazione fra esperti provenienti da diverse aree disciplinari - offre studi, indagini e proposte mirati a chiarire tanto il territorio delle competenze musicali dirette alla formazione di questa professione, quanto alcune operatività specifiche, per rendere il lavoro terapeutico con i suoni e la musica più analitico, più responsabile e quindi meglio controllabile dal punto di vista sia della relazione umana sia del lavoro logico-scientifico che viene richiesto in questa complessa e articolata area professionale. Considerata la vastità della professione musicoterapeutica in rapporto alle varie patologie, il testo si sofferma in particolare a definire le pertinenze e le priorità della formazione musicale in musicoterapia.
28,50 24,23
32,00 28,80

Musicoterapia

P. Luigi Postacchini, Andrea Ricciotti
e altri

editore: Carocci

pagine: 198

Le applicazioni cliniche e terapeutiche della musica in ambito di handicap neuropsichico si sono ormai affermate anche in Italia, postulando sia l'uso di tale "arte" come parametro relazionale non verbale sia l'individuazione di quei "fondamenti comuni" tra forme musicali e vita mentale. Giunto alla seconda edizione, questo manuale mantiene la struttura complessiva della stesura originale, adottando necessari aggiornamenti, dovuti alle nuove conoscenze e acquisizioni, quali il musicale in musicoterapia, la trascrizione e l'intersoggettività. Il testo è dedicato ai professionisti della musica, a educatori, riabilitatori e terapeuti che credono nel valore del sistema di significazione musicale, improvvisato e ascoltato, nel loro quotidiano lavoro accanto a persone con vari gradi e tipologie di handicap e che operano in strutture di rieducazione, riabilitazione, centri di accoglienza. Tali professionisti potranno constatare quotidianamente il supporto di facilitazione, elicitazione e contenimento emozionale che tale modalità espressiva contiene.
19,00 16,15

Music Therapy. An art beyond words

Brynjulf Stige, Leslie Blunt

editore: Routledge

pagine: 255

Music therapy is recognised as being applicable to a wide range of healthcare and social contexts. Since the first edition of Music Therapy: An art beyond words, it has extended into areas of general medicine, mainstream education and community practice. This new edition revises the historical and theoretical perspectives and recognises the growing evidence and research base in contemporary music therapy. Leslie Bunt and Brynjulf Stige document the historical evolution of music therapy and place the practice within seven current perspectives: medical, behavioural, psychoanalytical, humanistic, transpersonal, culture-centred and music-centred. No single perspective, individual or group approach is privileged, although the focus on the use of sounds and music within therapeutic relationships remains central. Four chapters relate to areas of contemporary practice across different stages of the lifespan: child health, adolescent health, adult health and older adult health. All include case narratives and detailed examples underpinned by selected theoretical and research perspectives. The final two chapters of the book reflect on the evolution of the profession as a community resource and the emergence of music therapy as an academic discipline in its own right. A concise introduction to the current practice of music therapy around the world, Music Therapy: An art beyond words is an invaluable resource for professionals in music therapy and music education, those working in the psychological therapies, social work and other caring professions, and students at all levels.
62,00 52,70

Mettersi in scena. Drammaterapia, creatività e intersoggettività

Salvo Pitruzzella

editore: Franco Angeli

pagine: 208

La drammaterapia è un metodo creativo fondato sulla conoscenza e l'uso consapevole dei processi drammatici, che può essere orientato verso obiettivi educativi, terapeutico-riabilitativi e sociali, e in generale verso il benessere di persone, gruppi e comunità. Nata in Gran Bretagna nella seconda metà del secolo scorso, è oggi diffusa in tutta Europa e in molte altre parti del mondo. In Italia, quella del drammaterapeuta è una professione regolamentata ai sensi della L. 4/2012 (come le altre professioni concernenti le ArtiTerapie). Il presente volume propone una sintesi dei fondamenti della disciplina. Esso esplora il "paradigma drammatico", vale a dire un modello della natura umana e del suo articolarsi nel mondo, secondo il punto di vista drammatico. Da tale esplorazione ricava delle ipotesi sul funzionamento della drammaterapia e sui processi che essa mette in moto, esaminando alcune costanti metodologiche che costituiscono una base comune per i molteplici stili e approcci che essa comprende. Esso è rivolto principalmente alle persone che studiano per diventare drammaterapeuti, ma anche ai professionisti della drammaterapia, che troveranno un modo utile e originale di mettere in ordine i concetti fondamentali della materia.
27,00

Fare e pensare l'arteterapia. Metodi di conduzione dei laboratori esperienziali

Laura Grignoli

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Le strategie di conduzione dei laboratori di arteterapia, che in questo nuovo testo dell'autrice di Percorsi trasformativi in arteterapia vengono narrate, si basano come è evidente sull'impiego di strumenti artistici, ma anche sull'ascolto silenzioso, sull'intuizione, servendosi, là dove è possibile, anche dell'interpretazione/decifrazione in modo interattivo dell'esperienza soggettiva in atelier. Narrando una vasta gamma di esperienze laboratoriali sperimentate e rielaborate negli anni, l'autrice offre al lettore, in un modo vivo, partecipato, la possibilità di entrare nel suo Artelieu, lo accompagna con una modalità quasi maieutica in un percorso di introspezione ed esplorazione del metodo arteterapeutico da lei utilizzato. L'arteterapia, in quest'ottica, non è un farmaco per i sintomi delle malattie, ma piuttosto la riscoperta di un linguaggio dimenticato. Si rivolge in particolare a quei "malati terminali" delle emozioni che, attraverso il recupero dell'immaginario, possono reimparare a "provare" i moti dell'animo. L'arte serve ad arginare il "collasso del simbolico" di un apparato psichico evidentemente in panne, riavviandone il processo di soggettivazione. Il libro è rivolto a psicologi e arteterapeuti, ad animatori, a insegnanti, ad operatori della salute e della rieducazione, a quanti amano confrontarsi con il linguaggio profondo delle arti.
24,00

Arte terapia. Una straordinaria risorsa per migliorare la vita dei pazienti

Cathy A. Malchiodi

editore: Red Edizioni

pagine: 416

Un libro aggiornato che comprende temi attuali come l'arte digitale. Il volume contiene molte storie vere e casi di cui l'autrice ha fatto esperienza.
49,00 41,65

Media attivi e solidali. Laboratori di comunicazione e arti-terapie nella relazione educativa e d'aiuto

a cura di M. G. Di Tullio

editore: la meridiana

pagine: 240

Ormai è evidente il legame tra mezzi di comunicazione e sentimento d'impotenza. Ogni giorno c'è una notizia drammatica che si presenta davanti agli occhi dello spettatore globale. La logica dei media impone che, per fare audience, si propongano sempre le notizie più drammatiche. Eppure essere spettatori del dramma di altri uomini e non far nulla crea un senso di colpa. L'unico modo per non sentirsi in colpa è affermare la propria impotenza: se non posso fare nulla, non mi posso sentire responsabile di nulla. In tal modo l'ascolto del telegiornale ogni sera è diventato un quotidiano rito collettivo di impotenza. I laboratori qui descritti propongono una strada esattamente contraria: uscire da un atteggiamento passivo nei confronti dei media e imparare ad usarli, uscire dall'impotenza e ritrovare la creatività. Questi laboratori aiutano a costruire uomini e donne che non sono prigionieri della paura e dell'impotenza, perché usano tutti i mezzi a loro disposizione per allargare i loro orizzonti e andare incontro, con fiducia, agli altri.
20,00 18,00

Fototerapia. Metodologia e applicazioni cliniche. Con espansione online

Judy Weiser

editore: Franco Angeli

pagine: 272

Il lavoro della Weiser "rende realmente evidente il potere terapeutico delle fotografie... consente anche a chi non si intende di fotografia di aggiungere la fototerapia nel repertorio delle proprie tecniche..." (Ronald E. Hays, direttore creativo Arts in Therapy Hahnemann University, Philadelphia, Pennsylvania). In questo libro, Judy Weiser spiega in modo completo ed esaustivo come utilizzare in terapia foto personali e album di famiglia dei pazienti per poter dare avvio ad una corretta comunicazione. Iniziare un dialogo basandosi su foto personali e simboliche, sostiene, consente di dare forma a sentimenti che altrimenti potrebbero rimanere celati all'indagine verbale. La Weiser spiega quindi come usare questo dialogo per riportare alla memoria informazioni e ricordi dimenticati, frenati o respinti, e come applicare queste intuizioni ad una efficace strategia terapeutica. Guida completa alla Fototerapia, questo libro fornisce principi teoretici, tecniche dettagliate, illustrazioni aneddotiche ed esercizi pratici che aiuteranno gli psicoterapeuti ad avvicinarsi a questa pratica. Guardando tutti i tipi di fotografie - sia che esse siano quelle che il paziente colleziona, per le quali posa, o che scatta - la Weiser descrive come far entrare il paziente in contatto con il linguaggio fotografico.
37,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.