Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Bioetica

Terapie palliative e cure di fine vita in medicina veterinaria

Giorgia Della Rocca, Maria Beatrice Conti

editore: Poletto

pagine: 186

Questo testo riassume quanto riportato in letteratura in merito ai princìpi di applicazione delle terapie palliative e di hosp
23,00 20,01

Dalla predazione al dominio

La guerra contro gli animali

Gianfranco Mormino, Raffaella Colombo
e altri

editore: Cortina Libreria Milano

pagine: 247

Come è nato il nostro dominio sugli animaoi? Attraverso quali strumenti materiali e concettuali abbiamo plasmato le loro vite e i loro corpi, fino a renderli esistenze sacrificabili, oggetto di consumo? Quale ruolo hanno avuto la religione, il diritto e la scienza in questa vicenda, iniziata in epoca remota e solo da pochissimi anni divenuta oggetto di riflessione critica? Seguendo la storia del progressivo ampliamento del nostro potere sul vivente, gli autori indagano la genesi e lo sviluppo della guerra che abbiamo dichiarato agli altri animali, evidenziando come le tecniche che ci hanno permesso di vincerla siano state impiegate anche contro ampie categorie di esseri umani.
21,00 19,00

Cavie? Sperimentazione e diritti animali

Gilberto Corbellini, Chiara Lalli

editore: Il Mulino

pagine: 160

Usiamo gli animali per cibarcene e per divertimento, per lo sport, il lavoro, la compagnia, i combattimenti, la pet therapy. Ma quando parliamo di sperimentazione animale il dibattito pubblico diventa feroce. Un dato di fatto: se la ricerca biomedica nel campo dei vaccini, dei trapianti, dei farmaci, della chirurgia e di molti trattamenti terapeutici ha raggiunto risultati indiscussi per il miglioramento della nostra salute è grazie all'uso, peraltro sempre più controllato, di modelli animali. Un libro che affronta la controversa questione dello statuto morale e dei diritti degli animali smascherando con lucidità incoerenze, ideologismi, autoinganni delle posizioni contrarie alla sperimentazione.
14,00 11,90

La fabbrica dei cuccioli. Fermiamo il traffico internazionale: l'amore non si compra

Ilaria Innocenti, Macri Puricelli

editore: Sonda

pagine: 94

Negli ultimi cinque anni, il traffico dei cuccioli - in particolare da Ungheria e Slovacchia - è aumentato in modo considerevole. I trafficanti li acquistano per 30-50 euro e li rivendono nei Paesi dell'Europa occidentale a partire da 600 euro. Solo in Italia ne arrivano illegalmente circa 8mila ogni mese. Possono avere poche settimane di vita, possono essere privi di documenti e di vaccinazioni di legge. Possono essere malati o avere tare genetiche. Nel business illegale, che si stima generi un affare da 300 milioni all'anno in tutta Europa, sono coinvolti gruppi di trafficanti organizzati. Il libro offre non solo gli ultimi dati di questo traffico legato alla zoomafia, ma illustra le attuali leggi, anticipa i futuri regolamenti che la Commissione europea varerà, dà conto dell'impegno delle associazioni animaliste, delle forze dell'ordine e della magistratura. E affronta, attraverso testimonianze, racconti, interviste, le problematiche che a livello europeo questo traffico illegale sta provocando in termini di benessere animale e potrebbe provocare a livello di salute pubblica.
12,00 10,20

Contro i diritti degli animali? Proposta per un antispecismo postumanista

Roberto Marchesini

editore: Sonda

pagine: 188

In questi ultimi anni lo spinoso tema dello specismo, come argomento di dibattito, o come bersaglio verso cui indirizzare una proposta o un movimento volto a criticarne i principi, ha ricevuto una forte attenzione. Il saggio lo affronta nella speranza di renderlo il più riccamente pluralistico e di far emergere uno stile che sia riconoscibile perché frutto di condivisioni. È indispensabile quindi stanare le incongruenze e le incoerenze nascoste nelle maglie di un dibattito che pretende di sospendere l'antropocentrismo, rimanendo all'interno di una cornice umanistica. La critica allo specismo è innanzitutto una critica del paradigma umanistico, ovvero una proposizione di una filosofia postumanistica che sia liberazione dell'animale non umano dallo sfondo dove l'umanismo l'ha inchiodato. L'autore passa in rassegna le varie forme in cui l'antropocentrismo può manifestarsi e discute di retaggi specisti con cui l'umanismo si è trovato a dover fare i conti, confermandoli o mutandone l'accezione. Esamina lo specismo umanistico, mostrando come il passaggio a una filosofia postumanista possa risolvere molti dei nodi discriminativi che caratterizzano l'ideologia antropocentrica.
18,00 15,30

Le bestie siamo noi. Cosa possiamo imparare dagli animali sul bene e sul male

Jeffrey M. Masson

editore: Sonda

pagine: 190

Le orche sono uno dei superpredatori del pianeta. Insieme agli esseri umani, hanno il cervello più complesso mai studiato in natura. A differenza nostra però, non si uccidono mai tra di loro; noi invece, solo nel ventesimo secolo, abbiamo contato 200 milioni di vittime. Cos'hanno di diverso gli esseri umani? Jeffrey M. Masson sa bene che gli animali possono insegnarci molto sulle nostre emozioni - come l'amore (i cani), l'appagamento (i gatti), il dolore (gli elefanti)... Ma possono insegnarci moltissimo anche sulle emozioni negative, come la rabbia e l'aggressività, e in modi inaspettati. Invece attribuiamo i comportamenti umani più spregevoli agli animali, considerati come "bestie", e rivendichiamo di continuo la superiorità della nostra specie, pensando di essere meno "umani" quando cediamo ai nostri istinti animali primitivi. Niente di più falso. I predatori animali uccidono per sopravvivere; non si è mai verificata una sola aggressione animale con una ferocia simile a quella che l'umanità si è autoinflitta. Gli esseri umani, e in particolare quelli vissuti dall'industrializzazione in poi, sono la specie più violenta mai esistita. A differenza di tutti gli altri animali, non abbiamo il controllo sull'aggressività, che ci impedirebbe di autodistruggerci. Ed è per questo che dagli animali abbiamo solo da imparare.
16,00 13,60

Oltre il filo spinato di Green Hill. La vivisezione esiste ancora. Come e perché superarla

Gianluca Felicetti, Michela Kuan

editore: Sonda

pagine: 107

La vivisezione è poco scientifica e molto sostituibile, anzi è così poco scientifica che non è nemmeno sostituibile, perché dire "sostituibile" implica che ci sia qualcosa di valido al posto del quale si mette qualcos'altro (si sostituiscono le scarpe, non le non scarpe). Quindi la vivisezione va semplicemente abbandonata, ci siano o non ci siano metodi alternativi (è improprio anche "alternativi"). Probabilmente la critica scientifica alla vivisezione è stata preceduta e mossa anche dall'etica, cioè dall'empatia; ma l'empatia come sentimento intuente ha anche solide basi scientifiche nella neurologia animale e nell'etologia, che essa a sua volta, in un circolo virtuoso, ha contribuito a potenziare. Fatto sta che oggi la scienza in quanto scienza, non in quanto etica, è sempre più antivivisezionista. Il progresso etico ha fatto da motore al progresso scientifico. E dovrà farlo ancora.
12,50 10,63

Finalmente la liberazione animale! La strategia efficace per garantire i diritti degli animali

Melanie Joy

editore: Sonda

pagine: 186

Dopo Green Hill il movimento degli animalisti non solo sta crescendo di numero, ma si sta organizzando, mentre si diffonde una nuova sensibilità e coscienza del nostro rapporto con gli altri animali. Tuttavia, anche le industrie che sfruttano gli animali continuano ad espandersi e possono contare su molte più risorse a disposizione. Gli attivisti per la liberazione animale come possono sperare di competere? Secondo Melanie Joy c'è un modo per spostare l'equilibrio di potere a favore del movimento: una buona strategia. L'autrice illustra principi e pratiche in chiave strategica, affinché sia possibile valorizzare al massimo gli sforzi di coloro che hanno a cuore la sorte degli animali. "Finalmente la liberazione animale!" presenta un approccio strategico esaustivo, in quanto fornisce linee guida per un'azione strategica a tutti i livelli: costruzione del movimento, organizzazione, attivismo individuale. Tratteggia gli elementi fondamentali di un movimento strategico e descrive il suo processo di sviluppo. Inoltre spiega come costruire un'organizzazione strategica, diventare organizzatori capaci e carismatici e prevenire problemi debilitanti che tendono a piegare il movimento.
16,00 13,60

Divieto di caccia. Tutto quello che i cacciatori non vogliono farci sapere

Carlo Consiglio

editore: Sonda

pagine: 75

La caccia è una pratica che si perde nella notte dei tempi, le cui origini risalgono addirittura tra i 2 e i 3 milioni di anni fa. Con il passare dei secoli, però, la sua funzione è cambiata: da mezzo di sostentamento necessario a "disciplina sportiva" o passatempo. Si è creata così una netta divisione: ferventi sostenitori da una parte, accaniti avversari dall'altra. Questo saggio esamina, in tutte le loro contraddizioni, le giustificazioni e i luoghi comuni più diffusi sulla caccia, confutandoli uno a uno: con uno stile limpido, senza giri di parole, affronta i danni che questa attività causa non solo agli animali e alla natura, ma anche a coloro che la praticano (e la subiscono); si sofferma sui suoi aspetti patologici e morbosi; sui suoi eccessi, come il bracconaggio, e illustra cosa prevede la nostra legislazione in materia. Arricchito da informazioni e sondaggi aggiornati sulla situazione italiana, e con un contributo di Massimo Tettamanti sulla scottante questione della sicurezza della caccia per gli esseri umani (oltre 100 vittime all'anno).
10,00 8,50

Guida alla prevenzione e repressione dei maltrattamenti agli animali

editore: Maggioli Editore

pagine: 354

Questo volume rappresenta un contributo di assoluta novità negli studi in materia di tutela degli animali. Esso è rivolto essenzialmente ai protagonisti del settore giuridico quali avvocati di parte lesa, operatori di settore e forze di polizia giudiziaria, ma anche agli attivisti di associazioni animaliste che quotidianamente debbono districarsi in un reticolo normativo, costituito da un corpus spesso disarticolato di norme nazionali e sovranazionali e fonti di rango inferiore. Gli autori analizzano le fattispecie di reato in danno agli animali, alla luce delle recenti disposizioni introdotte dalla L. 4 novembre 2010, n. 201, nonchè dal D.Lgs. 7 luglio 2011, n.121, che, incidendo sulla preesistente disciplina, contribuiscono a rafforzare l'effettiva tutela giuridica degli animali. Ancora, in modo del tutto originale, passano in rassegna le "visioni filosofiche" antiche e le fonti sulla tutela giuridica degli animali non umani, approfondendo la "fenomenologia del maltrattamento", anche sotto il profilo psicopatologico. Vengono, infine, presi in esame istituti giuridici di moderna attualità, quali "gli animali da compagnia, d'affezione pets, gli animali in condominio". Il testo si completa con un'analisi delle vicende processuali e con una ricca rassegna giurisprudenziale aggiornata ed alcuni casi concreti che potranno fornire un utile supporto agli addetti ai lavori.
39,00 33,15

Il lamento inascoltato. La ricerca scientifica di fronte al dolore e alla coscienza animale

Bernard E. Rollin

editore: Sonda

pagine: 423

Contro ogni evidenza, nel mondo scientifico è diffusa la convinzione che non possiamo essere certi che gli animali provino dolore, paura, sofferenza, disagio, ansia e tutti gli altri stati soggettivi attribuiti invece agli esseri umani. Per modificarla è necessaria una teoria etica ben radicata nelle credenze morali comuni che estenda i principi etici che la società fa valere per le persone anche agli animali. Bernard E. Rollin, filosofo accademico ed esperto di benessere animale, affronta questa problematica attraverso un approccio "socratico": ci aiuta a ricordare e a riappropriarci consapevolmente di qualcosa già dentro di noi, rivolgendosi sia alle persone comuni sia agli "addetti ai lavori", dei laboratori di ricerca ma non solo, coinvolti nella gestione degli animali. Scopo di Rollin è dimostrare che scienza ed etica non sono due discipline in antitesi, ma che devono invece coesistere e collaborare, anche e soprattutto per quanto riguarda lo studio del mondo animale. Una visione rigorosa e innovativa della complessità della coscienza animale attraverso un excursus storico e una riflessione sui cambiamenti verificatisi nella società e nella scienza nei confronti degli animali. Una testimonianza della forza con cui la crescente sensibilità sociale verso il trattamento degli animali può generare cambiamenti radicali.
19,00 16,15

Il diritto degli animali da esperimento

Paola Fossati

editore: Edizioni Medico-Scientifiche

pagine: 144

L'impiego degli animali per scopi di ricerca interessa la biologia e la scienza medica dai loro albori. Con l'affermarsi della medicina sperimentale di indagine sulle disfunzioni della fisiologia e sulle cause delle patologie nell'uomo, la sperimentazione animale si è imposta come strumento indispensabile per la ricerca applicata. Gli animali sono stati man mano sempre più coinvolti nel procedimento di sviluppo progressivo, che ha interessato la società nelle sue diverse dimensioni, scientifica e culturale. Il ruolo degli animali è stato da subito correlato alla rapidità del progresso della ricerca in campo biomedico, sia per la conoscenza delle funzioni fiso-metaboliche derivate, sia per le possibilità di studio dell'eziopatogenesi di molte malattie. Senza dimenticare l'impulso fornito alla terapia delle malattie stesse, che in mancanza dell'animale da laboratorio si sarebbe dovuta fondare, almeno all'inizio, direttamente sull'uomo. È altrettanto risaputo che in molti campi d'indagine, in primis la tossicologia, i ricercatori avvertono che i risultati ottenuti, se pur tangibili, sono spesso controbilanciati da altrettanti svantaggi.
24,00 20,40

Il canile come presidio zooantropologico. Da struttura problema a centro di valorizzazione del rapporto con il cane

Roberto Marchesini

editore: Edizioni Medico-Scientifiche

pagine: 344

Il canile rappresenta oggi uno dei nodi cruciali del rapporto uomo-animale, e fino ad oggi è stato affrontato essenzialmente con un approccio sanitario e/o protezionista. Il canile che qui viene presentato ha poco da condividere con la visione tradizionale dove ci si riferisce al cane come entità da ospitare e basta: nel testo viene presentato il canile stesso come struttura formativa e educativa. Volume indispensabile per veterinari, educatori cinofili, addestratori e per tutte le persone sensibili ad un problema sempre più sentito nella nostra società.
42,00 35,70

L'uccisione degli animali. Eutanasia. Strumenti per l'analisi morale

a cura di P. Santori, L. Canavacci

editore: Edizioni Medico-Scientifiche

pagine: 184

9,81

La tutela degli animali durante il trasporto

a cura di L. Canavacci, P. Santori

editore: Edizioni Medico-Scientifiche

pagine: 128

9,81

Amati, odiati, mangiati. Perché è così difficile agire bene con gli animali

Hal Herzog

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 420

La scena l'abbiamo vissuta tutti. A cena, di fronte a un invitante piatto di arrosto, sempre più spesso qualcuno solleva il dubbio: è eticamente lecito nutrirsi di carne? È l'argomento più volte sentito dall'amica vegetariana o il cavallo di battaglia del combattivo commensale, laureato in filosofia: mangiare carne è moralmente sbagliato, così come costringere certi animali a vivere in gabbia nei nostri minuscoli appartamenti, per non dire dell'abominio delle lotte tra galli o delle sperimentazioni mediche sui topi. La discussione prende spesso la piega di una distinzione netta tra buoni e cattivi, tra chi si mette dalla parte degli animali e chi, per varie ragioni, non lo fa. Ragionando con grande rigore scientifico, Hal Herzog usa qui tutto il suo umorismo e l'esperienza accumulata in vent'anni di studi per regalarci un libro spiazzante. Non c'è niente da fare: più a fondo si va nelle questioni legate all'etica delle nostre relazioni con gli animali più le carte si mescolano, le contraddizioni affiorano e il confine tra bene e male si fa incerto. Poco importa quali siano ora le vostre opinioni sugli animali e sull'uomo: dopo aver letto questo libro probabilmente saranno cambiate.
22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.