Libri Vari Igiene: Novità e Ultime Uscite Medicina | Libreria Cortina dal 1946
Libri adottati nelle Università di Milano Tutti i libri corso per corso, esame per esame

Opere di carattere generale

Igiene, medicina preventiva, sanità pubblica

a cura di S. Barbuti, G. M. Fara

editore: Edises

pagine: 558

Un sussidio didattico agile che presenta con linguaggio chiaro tutti i temi propri dell'Igiene e della Medicina preventiva, a
44,00 41,80

Igiene, medicina preventiva e salute globale

F. Auxilia, M. Pontello

editore: Piccin-Nuova Libraria

pagine: 680

Prefazione “Ho creduto che tutti i giovani meritevoli, avviatisi tra le speranze, i sacrifici, le ansie delle loro famiglie, alla via della medicina nobilissima, avessero diritto a perfezionarsi, leggendo in un libro che non fu stampato in caratteri neri su bianco, ma che ha per copertura i letti ospedalieri e le sale di laboratorio, e per contenuto la dolorante carne degli uomini e il materiale scientifico, libro che deve essere letto con infinito amore e grande sacrificio per il prossimo. Ho pensato che fosse debito di coscienza istruire i giovani, aborrendo dall’andazzo di tenere misterioso gelosamente il frutto della propria esperienza, ma rivelarlo a loro.”  (Giuseppe Moscati, 1880-1927, ricercatore e docente Università di Napoli) Come recita la frase di G. Moscati, ho intrapreso l’idea di curare la pubblicazione di un nuovo libro di testo per un “debito di coscienza”, per non “tenere gelosamente in me il frutto” di tanti anni di docenza. La costruzione del libro e l’articolazione dei suoi contenuti devono quindi molto all’esperienza maturata negli anni nel tentativo – senza dubbio imperfetto – di trasmettere un interesse per una disciplina, tradizionalmente denominata Igiene e più recentemente “Sanità pubblica”, che appare spesso – in via pregiudiziale agli occhi della maggior parte degli studenti – come qualcosa di marginale rispetto ai temi della medicina diagnostica e curativa ed anche, in qualche misura, un po’ obsoleta. Rispetto ad altre branche delle scienze mediche si tratta di una disciplina non immediatamente facile da definire nei suoi contenuti e nei suoi scopi, ma una parola mi pare rappresentarne meglio e sinteticamente i fondamenti e costituirne la chiave di lettura: è la parola “osservare”, come affermava A. Carrell, “molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità, mentre poca osservazione e molto ragionamento conducono all’errore”. Infatti, è solo “osservando” gli eventi nel loro accadere nella realtà – a volte del tutto imprevedibile come nell’esplosione della pandemia di Covid-19 – che la strada della prevenzione può essere studiata, costruita e realizzata. Mi pare che, con un’espressionesintetica e un po’ matematica, si possa affermare che nella sanità pubblica le attività di sorveglianza (cioè di conoscenza attraverso l’osservazione della realtà) stiano alla prevenzione (risposta al problema osservato) come nella medicina clinica la diagnosi (cioè la conoscenza del caso clinico) sta alla terapia (risposta al caso diagnosticato); è quindi necessario conoscere i fenomeni che accadono per poter rispondere con gli interventi preventivi più adeguati, tenendo conto di tutti i fattori conosciuti. La dinamica di questo processo (conoscere per agire) è di grande importanza e di grande utilità per le persone e la comunità, come si è visto nell’approccio alla pandemia – ancora in corso mentre scrivo – che ha rimesso al centro dell’attenzione mondiale una patologiadi carattere infettivo, scalzando la falsa convinzione che le malattie trasmissibili fossero ormai un problema di minore impatto, specie nelle società più avanzate. È impressionante constatare che la diffusione globale di una particella virale diultramiscroscopiche dimensioni, capace “solo” di replicarsi, sia stata in grado di mettere a rischio la vita della popolazione mondiale e in discussione molte certezze date per scontate, quali il pensare che si potesse sempre progressivamente aumentare la speranza di vita. Nello stesso tempo l’evento pandemico rende ancor più evidente che la branca delle scienze dedicata allo studio epidemiologico degli eventi e alla conseguente costruzione di risposte preventive rappresenta tutt’altro che una disciplina di second’ordine!  Con questa convinzione e con la collaborazione del prof. F. Auxilia e di un numeroso gruppo di docenti di diverse sedi universitarie – che vivamente ringrazio – ho progettato questo libro di testo allo scopo di offrire agli studenti del corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia una visione delle discipline igienistiche più ampia e al passo con i tempi. Il progetto del nuovo testo intitolato “Igiene, Medicina preventiva e Salute globale”, concepito nel 2019 poco prima dell’improvviso scoppio della pandemia, rappresenta un tentativo, forse un po’ ambizioso, di ridisegnare ed innovare i contenuti delle discipline tradizionalmente identificate con il termine “Igiene”, tenendo in considerazione sia i due punti-chiave – epidemiologia e prevenzione – da sempre qualificanti la disciplina, sia le più recenti linee di sviluppo nella direzione della salute globale (Global Health, Sustainable Development Goals, SDG).  Già i tre termini inclusi nel titolo dell’opera identificano le pietre angolari su cui con gli altri Autori e Collaboratori è stata costruita la struttura del libro. Infatti, se la parola “Igiene” richiama le origini della scienza dedicata alla prevenzione, prevalentemente intesa come prevenzione delle malattie infettive, il termine “Medicina preventiva” stabilisce anche i confini dell’area di competenza, quella cioè degli interventi di promozione e protezione della salute che rientrano nel campo della “medicina” (es. gli screening, le vaccinazioni), ben consapevoli che la prevenzione può contare sul contributo di molte altre aree scientifiche e coinvolge attori di diversa competenza tecnica (dagli ingegneri ai fisici, dagli educatori agli psicologi, dagli economisti ai politici…). Il terzo termine,“Salute globale”, è oggi inteso come sintesi tra la prevenzione a livello di popolazione e l’approccio clinico individuale, avente come scopo il miglioramento della salute delle persone e il raggiungimento di una maggiore equità nell’accesso alla salute per tutti. Il concetto di “salute globale”, che comporta il coinvolgimento di varie discipline (a questo proposito nel testo ci sono anche contributi della medicina del lavoro, che sempre più è una medicina preventiva dei lavoratori), è oggi ritenuto il termine più identificativo delle competenze della “sanità pubblica”, proprio perché – come anche l’evento della pandemia da Covid-19 ha ampiamente dimostrato – gli eventi che hanno un peso sulla salute e l’intento di controllarli e prevenirli non possono non essere collocati in un orizzonte globale.  I primi capitoli del libro, che forniscono un’ampia discussione sul termine “salute” (capitolo 1) e sullo scenario della salute globale (capitolo 2) hanno proprio lo scopo di inquadrare il contesto entro cui si sviluppano poi anche i contenuti più tecnici e specifici. Tenendo conto dei diversi fattori che risultano “determinanti” per la salute, nei successivi capitoli (3-8 e anche 11) sono descritti i fondamenti della sanità pubblica (i nessi causali tra fattori di varia natura e l’insorgenza della malattia, la conoscenza dello statodi salute nella popolazione, la metodologia della sorveglianza e degli studi epidemiologici e della prevenzione delle malattie trasmissibili e non trasmissibili) e quindi gli aspetti organizzativi dei servizi sanitari e i concetti di qualità e sicurezza delle cure. Nella trattazione, pur con un focus sul nostro Paese, sono ampiamente riferiti dati e informazioni di carattere internazionale (a livello globale ed europeo) e – tenendo conto del rapido mutare degli scenari – sono anche via via indicate le fonti informative che consentiranno agli studenti di attualizzare i dati sull’incidenza, sulla prevalenza, sul burden delle malattie… Nei tre capitoli dedicati alle parti “speciali” della epidemiologia e prevenzione sono state selezionate le principali patologie non trasmissibili (capitolo 9),i più significativi fattori di rischio comportamentali ed ambientali (capitolo 10) e le malattie trasmissibili (capitolo 12), più rilevanti per la salute pubblica/globale, cercando di evidenziare come la precisa conoscenza dei fenomeni rappresenti un punto di partenza indispensabile per costruire efficaci interventi di prevenzione e controllo.  20 Novembre 2021Mirella Pontello
48,00 45,60

Igiene e sanità pubblica. Per scienze infermieristiche e altre professioni sanitarie

Carlo Signorelli

editore: SEU

pagine: 426

Giunge in libreria la prima edizione dei "Secrets" di Sanità Pubblica per la formazione universitaria dell'Infermiere e delle
39,00 37,05

Igiene e sanità pubblica. Secrets. Domande e risposte

a cura di C. Signorelli

editore: SEU

pagine: 484

È finalmente disponibile la terza edizione dei “Secrets” di Sanità Pubblica, frutto dell’intensa attività editoriale di Carlo Signorelli e della sua collaudata équipe, composta da 13 Associate Editors e da un numeroso gruppo di Collaboratori, scelti in diverse sedi tra i più promettenti dei giovani igienisti. Se già una più che soddisfacente copertura dei temi dell’Igiene e della Sanità Pubblica poteva considerarsi ormai raggiunta con la seconda edizione del 2019, la presente, oltre all’attualizzazione dei dati di Figure e Tabelle nel loro complesso, aggiunge a diversi Capitoli nuove voci, ciascuna delle quali o per sviluppare un tema di recentissima novità, o per concretizzare un argomento appena accennato nelle passate edizioni, o per rinforzare, con nuovi apporti, i campi tradizionali. Così vengono arricchiti i Capitolo su Digital Health, Alimenti e Tumori, Sanificazione ed altri ancora. Ma l’innesto più atteso è il capitolo 1bis “Epidemiologia e prevenzione del COVID-19”, ove si affrontano i temi di Sanità Pubblica relativi alla sindrome che ha devastato il mondo a partire del tardo autunno del 2019, con decine di milioni di infetti, milioni di pazienti e centinaia di migliaia di morti, quasi centomila nella sola Italia; e che ha visto accedere a ruoli di primo piano numerosi dei nostri Docenti ed Operatori, e venire impegnati a fondo gli allievi delle nostre Scuole di Specializzazione nell’organizzazione degli interventi, nello studio epidemiologico e nelle attività di prevenzione inclusa la campagna vaccinale in corso. La comparsa di questo nuovo ed approfondito Capitolo ha comportato inserimenti, adeguamenti ed arricchimenti dei Capitoli dedicati alla Metodologia epidemiologica (con approfondimenti sugli indicatori impiegati nello studio della COVID-19, quali R0 ed Rt), all’Epidemiologia delle Malattie Infettive, alla loro prevenzione (Disinfezione e Sanificazione), agli Screening, alla Sicurezza sul lavoro (Dispositivi di protezione individuale, mascherine). Notevole poi, a documentare l’impegno profuso nell’aggiornamento di tutti i Capitoli, l’inserimento a livello di Urban Health di secrets che affrontano il rapporto nuovo, ma ormai indispensabile, tra residenti ed abitazione indotto dall’emergere – insieme alla pandemia – di nuove esigenze di spazi per lo smart working, la didattica a distanza ed il mantenimento dell’attività fisica e dell’equilibrio psico-sociale. Pregi dell’opera quindi, oltre alla chiarezza, sono la cura attenta e precisa a non omettere alcuna delle novità importanti – e nella Sanità pubblica ve ne sono, soprattutto con l’internazionalizzazione ormai avvenuta dalla nostra Disciplina – nonché il certosino lavoro di revisione, aggiornamento e puntualizzazione dei dati, soprattutto là ove gli eventi si vanno sviluppando e nuovi traguardi vengono raggiunti nell’organizzazione e riorganizzazione sanitaria. Un ulteriore pregio del volume – mi ripeto rispetto a quanto scrissi per l’Edizione del 2019 – è l’attenzione agli aspetti giuridici ed a quelli organizzativi degli interventi di prevenzione, trattati in modo globale insieme agli aspetti scientifici, quasi a testimoniare le difficoltà, ma anche l’indiscusso fascino, delle professioni della Sanità pubblica, che si devono sempre muovere in modo consapevole tra scienza, legalità e management. Un bel volume, che rinnova ogni volta la sua originalità e la sua utilità, in modo particolare per chi vuole aggiornarsi ed anche rinfrescare, in tempi rapidi, specifici temi specialistici. Ed infine – lasciatemelo dire – un esempio di come, nella fiducia reciproca e nella collaborazione, la contaminazione tra rappresentanti di Scuole igienistiche così diverse si riveli come una strategia vincente. Roma, 15 marzo 2021 Gaetano Maria Fara Professore Emerito di IgieneSapienza Università di Roma
54,00 48,60

ELEMENTI DI IGIENE E PATOLOGIA

LIBRO MISTO SCARICABILE

CARNEVALI G. , BALUGANI E. , MARRA L.

editore: Zanichelli

pagine: 459

33,60 31,80

Igiene

editore: Monduzzi

pagine: 484

Questa terza edizione dell'opera Igiene di Barbuti, Fara e Giammanco, edita da Monduzzi Editori, è stata completamente revista nei contenuti e nello stile espositivo a causa dell'introduzione dellinsegnamento dellIgiene in nuovi corsi di laurea triennale e di laurea specialistica al fine di rendere più facile lapprendimento dei concetti e delle procedure per la promozione e la protezione della salute. Con l'obiettivo di agevolare lapprendimento dellepidemiologia e della prevenzione, nucleo centrale dellIgiene, nel volume sono stati introdotte nozioni relative alleziologia delle malattie, con particolare attenzione per le cause microbiche e per i rapporti tra i microrganismi e luomo, ed alle difese naturali dellorganismo, comprese le difese immunitarie e gli adattamenti fisiologici ai fattori ambientali. Inoltre, specifici capitoli sono stati dedicati alla prevenzione degli handicap, al benessere negli ambienti di vita, alligiene ed alla sicurezza nel lavoro.   Questo libro è cercato anche come: Barbuti Igiene Monduzzi Editore, Igiene Barbuti
55,00 52,25
35,00 33,25

Igiene per le lauree delle professioni sanitarie

Cesare Meloni

editore: CEA

pagine: 320

L'Igiene, come è noto, rappresenta una disciplina complessa che, per conseguire il fine che si prefigge (promuovere e conserva
38,20 36,29

Igiene e medicina preventiva

Salvatore Barbuti, Giuseppe Giammanco
e altri

editore: Monduzzi

pagine: 784

80,00 76,00

Russell, Hugo and Ayliffe's Principles and Practice of Disinfection, Preservation and Sterilization

Adam P. Fraise, Jean-Yves Maillard
e altri

editore: Blackwell Publishing Ltd

pagine: 688

Highly respected, established text -- a definitive reference in its field -- covering in detail many methods of the elimination or prevention of microbial growth "highly recommended to hospital and research personnel, especially to clinical microbiologists, infectioncontrol and environmental--safety specialists, pharmacists, and dieticians." New England Journal of Medicine WHY BUY THIS BOOK? * Completely revised and updated to reflect the rapid pace of change in this area * Updated material on new and emerging technologies, focusing on special problems in hospitals, dentistry and pharmaceutical practice * Gives practical advise on problems of disinfection and antiseptics in hospitals * Discusses increasing problems of natural and acquired resistance to antibiotics * New contributors give a fresh approach to the subject and ensure international coverage * Systematic review of sterilization methods, with uses and advantages outlined for each * Evaluation of disinfectants and their mechanisms of action
179,00 170,05
47,00 44,65

Igiene, medicina preventiva e sanità pubblica

editore: Piccin-Nuova Libraria

pagine: 450

40,00 38,00
50,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.