Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Paleontologia

Com'è nata l'Italia. All'origine della grande bellezza

Mario Tozzi

editore: Mondadori

pagine: 193

Davanti alla maestosità delle Alpi, al verde dei boschi appenninici, ai suggestivi e irripetibili scorci della laguna veneta,
19,00 16,15

Il canto degli antenati. Le origini della musica, del linguaggio, della mente e del corpo

Steven Mithen

editore: Codice

pagine: 470

La storia evolutiva dell'uomo si arricchisce, con "il canto degli antenati", di un nuovo e importante contributo
29,00 24,65

Memorie dal sottosuolo e dintorni. Metodologie per un «recupero e trattamenti adeguati» dei resti umani erratici e da sepolture

a cura di F. Mallegni

editore: Pisa University Press

pagine: 175

I reperti scheletrici umani o qualsivoglia altro resto biologico (ad es
16,00 14,40

Archeologia proibita. Storia segreta della razza umana

Michael A. Cremo, Richard L. Thompson

editore: Newton Compton

pagine: 350

La teoria dell'evoluzione è così scientificamente documentata e inattaccabile? Una recente interpretazione archeologica condot
12,00 10,20

La scimmia vestita. Dalle tribù dei primati all'intelligenza artificiale

Claudio Tuniz, Patrizia Tiberi Vipraio

editore: Carocci

pagine: 271

Per capire chi siamo, e dove andiamo, dobbiamo sondare il passato profondo
21,00 17,85

Homo Sapiens e altre catastrofi. Per una archeologia della globalizzazione

Telmo Pievani

editore: Meltemi

pagine: 352

"Telmo Pievani, con grande capacità, racconta la meravigliosa storia dell'evoluzione umana, mostrando come l'evoluzione della
22,00 19,80

Mio caro Neanderthal. Trecentomila anni di storia dei nostri fratelli

Silvana Condemi, François Savatier

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 211

I veri europei, gli autoctoni del nostro continente, sono i neandertaliani
24,00 20,40

Il canto degli antenati. Le origini della musica, del linguaggio, della mente e del corpo

Steven Mithen

editore: Codice

pagine: 470

La storia evolutiva dell'uomo si arricchisce, con "il canto degli antenati", di un nuovo e importante contributo
29,00 24,65

La storia della vita in 100 fossili

Paul D. Taylor, Aaron O'Dea

editore: Sironi

pagine: 231

"La storia della vita in 100 fossili" è un viaggio attraverso i tre miliardi e mezzo di anni in cui si è evoluta la vita sulla
24,90 21,17

Umani da sei milioni di anni. L'evoluzione della nostra specie

Gianfranco Biondi, Olga Rickards

editore: Carocci

pagine: 274

La storia della specie umana data da sei milioni di anni ed è stata ricostruita grazie ai numerosi fossili rinvenuti in tutto
19,00 16,15

Dinosauri. Giganti dall'Argentina. Catalogo della mostra (Milano, 15 marzo-9 luglio 2017)

a cura di O. Alcober

editore: 24 Ore Cultura

pagine: 160

L'Argentina, uno dei territori più ricchi e importanti per lo studio dei dinosauri, possiede una tradizione paleontologica lun
23,00 19,55

Palæontographica. Il disegno e l'immaginario della vita antica

Emanuele Garbin

editore: Quodlibet

pagine: 384

Palæontographica - ovvero "il disegno della vita antica" - è il titolo dato ad un certo tipo di monografie scientifiche pubblicate a partire dalla metà del diciannovesimo secolo, in cui la materia fossile è descritta nella sua forma e consistenza concreta, e rappresentata con un ampio e accuratissimo apparato grafico. Nel corso di più di un secolo e mezzo, si è formato un repertorio sterminato fatto di migliaia e migliaia di immagini d'ossa, di gusci e di impronte fossili, una sorta di grande e sparso museo di carta a suo modo altrettanto impressionante delle collezioni originali. In questo libro l'autore ha messo assieme una raccolta esemplare fatta per lo più di disegni pubblicati nell'Ottocento e poi mai più ristampati, con l'intento di comprendere le ragioni del loro speciale potere di stupefazione e fascinazione, mantenuto e quasi accresciuto dopo avere ormai perduto il valore primario di documentazione scientifica. Trattenendosi nelle stanze di questa particolare galleria si è portati, un poco alla volta, a sospendere il giudizio strettamente scientifico, e quindi a scoprire una strana analogia tra quelle impronte fossili e i disegni che le riproducono, perché impronte e disegni sembrano fatti di una medesima materia oscura, di qualcosa di denso e indefinito che si mantiene in gran parte invisibile e incomprensibile.
26,00 22,10

Storie di mondi scomparsi. I fossili raccontano: qualcuno è stato qui

Raffaele Sardella

editore: Il Mulino

pagine: 126

Scrigni preziosi provenienti dagli abissi del tempo profondo: grazie ai fossili il paleontologo - al pari di un investigatore sulla scena del delitto - può ricostruire i capitoli più remoti della storia della vita sul nostro pianeta. Semi, gusci, denti, ossa, ma anche indizi di azioni e spostamenti, come ad esempio le "piste" lasciate dal passaggio di molte specie di dinosauri, o i segni delle grandi estinzioni di massa fanno luce sui fragili equilibri che hanno caratterizzato la storia della Terra.
11,00 9,35

Il mistero di Homo naledi. Chi era e come viveva il nostro lontano cugino africano: storia di una scoperta rivoluzionaria

Damiano Marchi, Adelaide Barigozzi

editore: Mondadori

pagine: 165

Il 13 settembre 2013 due speleologi sudafricani scesi nel vasto sistema di gallerie di Rising Star, nei dintorni di Johannesburg, individuarono casualmente una "camera segreta", colma di ossa fossili. Sarebbero poi risultate essere circa 1550. È così, in modo del tutto imprevedibile, che avviene la scoperta più rivoluzionaria e misteriosa sull'origine dell'uomo, quella di Homo naledi ("stella" in lingua locale sotho), una nuova specie ominine dalle caratteristiche uniche. Dall'eccezionale ritrovamento prende il via un'entusiasmante avventura scientifica e umana, che apre scenari inediti sulla nostra storia più antica e ci spinge a guardare con occhi diversi anche il presente. A raccontarla è uno dei suoi protagonisti, Damiano Marchi, paleoantropologo dell'università di Pisa, l'unico studioso italiano chiamato a partecipare al workshop scientifico internazionale su Homo naledi. Esperto nello studio degli arti inferiori e dell'evoluzione della locomozione, Marchi, insieme ad alcuni tra i più brillanti paleoantropologi del mondo, ha analizzato i fossili rinvenuti a Rising Star, tracciando ipotesi estremamente precise e sorprendenti sulle abitudini e il comportamento di questo nostro remoto predecessore. Alto circa un metro e mezzo, dotato di mani adatte ad arrampicarsi sugli alberi e, insieme, di gambe perfettamente in grado di camminare in posizione eretta, con un cervello piccolo come un'arancia, Homo naledi unisce caratteristiche arcaiche e moderne.
19,00 16,15

L'uomo preistorico in frammenti

Yves Coppens

editore: Jaca Book

pagine: 215

Conosciuto a livello internazionale come scopritore di fossili umani che hanno contribuito a far progredire enormemente la paleoantropologia, come quello di "Lucy", "Australopithecus afarensis" rinvenuto in Africa orientale nel 1974, Yves Coppens è anche un abile, brillante prefatore e conferenziere. Questo libro raccoglie e organizza in un vero e proprio trattato i suoi "frammenti". "I 'frammenti' - scrive lo stesso Coppens - sono stati accuratamente scelti e organizzati in temi legati agli uomini fossili di cui mi sono sempre occupato, che ho spesso cercato, a volte trovato, e ai prodotti artigianali o artistici (o entrambi) del loro ingegno; è un vero libro di paleoantropologia e di preistoria che fa una panoramica degli argomenti di cui queste discipline si occupano. Al di là dei fatti sempre citati e spesso illustrati, spero che il lettore, e soprattutto il giovane lettore, trovi in questi testi la passione della ricerca, la rilevanza dei risultati e l'eleganza delle dimostrazioni, in altre parole quello spirito scientifico che mi ha sedotto, che ho vissuto e che tutt'ora continuo a vivere".
25,00 21,25

Inquietudine migratoria. Le radici profonde della mobilità umana

Guido Chelazzi

editore: Carocci

pagine: 240

Un lungo viaggio dal Pleistocene alle soglie della modernità rivela che la mobilità è sempre stata elemento fondamentale e necessario del processo di autocostruzione bioculturale di Homo sapiens. Lo studio delle antiche migrazioni umane fra preistoria e storia, condotto con gli strumenti della paleoclimatologia, dell'antropologia, dell'archeologia e della genetica, mostra l'intreccio di fattori ambientali e culturali che hanno spinto l'umanità a muoversi fin dalle sue origini e offre una prospettiva diversa e più oggettiva per comprendere anche le drammatiche espressioni della migrazione contemporanea.
16,00 13,60

Ötzi, Tutankhamon, Evita Perón. Cosa ci rivelano le mummie

Albert Zink

editore: Il Mulino

pagine: 106

Mummie del ghiaccio, delle cripte e delle catacombe, arrivate fino a noi dalle Ande alla Cina. I diversi processi di mummificazione, a cui sono stati sottoposti - per citare tre casi famosi - Ötzi, Tutankhamon, Evita Perón, ci permettono di affondare lo sguardo nelle condizioni di vita degli uomini del passato. Grazie ai metodi più avanzati della bioarcheologia molecolare, inoltre, si può far luce sulle patologie antiche e trarne informazioni importanti sull'evoluzione di alcune malattie del nostro tempo.
11,00 9,35

Storia invisibile della razza umana. Come il DNA e la storia danno forma alla nostra identità e al nostro futuro

Christine Kenneally

editore: Mondadori

pagine: 408

Miliardi di dati personali immagazzinati nel cuore di granito delle Montagne Rocciose, archivi polverosi contenenti i registri dei deportati nelle prigioni della Tasmania, un laboratorio di Oxford che segue le tracce delle popolazioni dell'antica Britannia, moderne società private che custodiscono in immense banche dati il DNA di milioni di individui e nuovi detective della genetica in grado di documentare un'ascendenza diretta con Gengis Khan... Come si conserva il passato dell'umanità? Quale ruolo svolgono i cromosomi dell'uomo di Neanderthal nel nostro corredo genetico attuale? In che modo l'eredità biologica e culturale caratterizza la nostra specie? Attingendo a ricerche all'avanguardia nel campo della genetica, Christine Kenneally, pluripremiata giornalista australiana, in "Storia invisibile della razza umana" risponde a queste e ad altre domande, le stesse che da sempre gli uomini si pongono riguardo alle proprie origini, come del resto testimoniano le innumerevoli genealogie dell'Antico Testamento, le ossessioni dinastiche delle famiglie reali e, più di recente, il crescente interesse per la genealogia reso possibile dai progressi nella decodificazione del genoma. Infatti, se l'eredità della razza umana è un tesoro che ci è stato trasmesso sotto forma di antichi manufatti storici, essa è custodita anche nel nostro DNA, e quindi nei nomi che portiamo, nelle emozioni e persino nelle credenze e negli atteggiamenti che si tramandano da un'epoca all'altra...
28,00 23,80

Archeologia proibita. Storia segreta della razza umana

Michael A. Cremo, Richard L. Thompson

editore: Newton Compton

pagine: 350

Le origini dell'uomo moderno sono davvero così recenti? La teoria dell'evoluzione è così scientificamente documentata e inatta
12,00 10,20

Questioni emergenti in osteoarcheologia. Studio su un campione osteologico della Lombardia nord-occidentale

Marta Licata

editore: Mimesis

pagine: 181

Gli archeologi devono sempre più confrontarsi con gli specialisti di altre discipline sulle nuove frontiere delle scienze e delle tecnologie che vengono in aiuto agli studi dell'antichità. Questo volume propone una discussione sopra le questioni emergenti, in particolare nelle indagini sui resti umani recuperati dall'archeologia. Con esemplificazioni tratte da una casistica proveniente dagli scavi della Lombardia Nord Occidentale, qui si affrontano le problematiche di archeologia funeraria e di antropologia fisica presenti nella pratica archeologica.
18,00 15,30

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.