Libri Pubblicati da Astrolabio Ubaldini | Sconti
Le librerie sono aperte, ricche di libri universitari ma anche di letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Consulta gli orari di apertura

Astrolabio Ubaldini

Pensare la psicoanalisi. Individuazione e riconoscimento

Dino Ferreri

editore: Astrolabio Ubaldini

Negli scritti di Ferreri qui raccolti, filosofia e psicoanalisi non figurano come due 'campi' indipendenti in cui si esplichi
22,00 20,90

Psicoterapia infantile centrata sulla regolazione. Un orientamento psicodinamico per trattare i comportamenti esternalizzanti

Leon Hoffman, Timothy Rice
e altri

editore: Astrolabio Ubaldini

Attraverso il costante impiego di esempi clinici, Hoffman, Rice e Prout dimostrano che il modello di intervento psicoterapeuti
29,00 27,55

Ecologia del cervello. Fenomenologia e biologia della mente incarnata

Thomas Fuchs

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 400

Le neuroscienze hanno finora troppo spesso trascurato che il cervello è un organo dell'essere vivente, non della mente
34,00 32,30

Lo spazio del bambino. Un approccio integrato allo sviluppo infantile secondo il metodo Feldenkrais

Chava Shelhav

editore: Astrolabio Ubaldini

Quali sono i fattori che consentono a un bambino di girarsi su se stesso, di sedersi o di alzarsi in piedi? Cosa può fare un g
29,00 27,55

Capisaldi dell'insegnamento di Lacan. L'orientamento lacaniano

Jacques-Alain Miller

editore: Astrolabio Ubaldini

Jacques-Alain Miller ebbe il privilegio di essere definito da Lacan il suo "unico lettore" e fu a lui che Lacan affidò la sua
32,00 30,40

Il vivente e il sacro

Domenico Chianese

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 238

Ogni uomo alberga in sé qualcosa di sacro
22,00 20,90

Coltivare la resilienza. Un metodo per trattare i traumi subiti in età precoce

Kathy L. Kain, Stephen J. Terrell

editore: Astrolabio Ubaldini

Rispondere ai pazienti che abbiano sperimentato, nel corpo e nello spirito, l'impatto di traumi evolutivi e di difficoltà nell
25,00 23,75

Il gioco della sabbia. La ricerca infinibile

Angelo Malinconico, Nicola Malorni

editore: Astrolabio Ubaldini

A Dora Maria Kalff, allieva di Jung, si deve l'intuizione delle notevoli possibilità espressive e terapeutiche del gioco della
26,00 24,70

Odio, rabbia, violenza e narcisismo

Otto F. Kernberg

editore: Astrolabio Ubaldini

Il più recente scritto di Kernberg è una summa essenziale del suo pensiero e una lucida panoramica su alcuni drammatici temi c
12,00 11,40

Imparare ad amare. La relazione di coppia come percorso spirituale

Polly Young Eisendrath

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 196

Il rapporto di coppia è una sfida ineludibile nell'esistenza dell'essere umano
18,00 17,10

Rivista di psicologia analitica. Nuova serie

a cura di S. Carta

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 214

La Rivista di Psicologia Analitica esce due volte l'anno: in primavera e in autunno
20,00 19,00

Fratelli e sorelle. Psicoanalisi delle relazioni laterali

Juliet Mitchell

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 270

Nella storia della psicoanalisi, così come in tutte le scienze sociali, i teorici hanno scelto principalmente l'asse di indagi
22,00 20,90

La psicoanalisi

editore: Astrolabio Ubaldini

22,00 20,90

La psicoanalisi. Letteratura e letterarietà

n.62

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 300

Questo numero de La Psicoanalisi ha sulla copertina una foto di Judith Miller, figlia di Jacques Lacan. Judith ci ha lasciati nella notte tra il 6 e il 7 dicembre scorso. Abbiamo pensato di ricordarla dedicandole questo numero. Il lettore vi troverà un suo testo dal titolo Scientismo, rovina della scienza. Eric Laurent, che riprende il testo, mostra in che modo Judith sia stata capace di rivelarsi una valida guida alla lettura di Lacan. Inoltre questo numero riporta la giornata di studio tenuta al Centre Saint Louis dell'Ambasciata di Francia presso la Santa Sede. La giornata, organizzata dall'Università di Palermo in collaborazione con l'Istituto freudiano, ha avuto come titolo Letteratura e letterarietà in Jacques Lacan. Il lettore troverà interventi su Joyce, Althusser e Derrida, Raymond Queneau, Antonin Artaud, André Gide, perfino un intervento sulla Dolce Vita di Fellini, inoltre un testo sull'origine della lirica europea e un altro sul pronome 'Tu'. L'articolo di J.-A. Miller ripreso dal volume L'orgeuil de la littérature(Genève) pubblicato in onore di Roger Dragonetti completa questi testi riuniti come in un florilegio.   Veniamo ora al brevissimo testo di Lacan del 22 ottobre 1978. Jacques-Alain Miller spiega, nel corso 2007-2008 del suo Orientamento lacaniano, l'origine di questo breve scritto. Egli aveva chiesto a diverse persone una testimonianza di quanto era stato fatto nel Dipartimento di Psicoanalisi dell'Università di Parigi VIII. Naturalmente l'aveva chiesto anche a Lacan. Lacan aveva preso un foglio e aveva vergato qualche breve frase, lasciando poi che J.-A. Miller completasse la parte dove vengono elencati gli apporti sorti in quattro anni di insegnamento. Lacan parte dai quattro discorsi. Fa riferimento dunque al discorso del padrone, al discorso dell'universitario, al discorso dell'isterica e al discorso dell'analista. Ora, solo quest'ultimo, afferma, non si prende per la verità. Per questo motivo sarebbe opportuno che fosse lui a dominare. Purtroppo il discorso dell'analista esclude, di per sé, ogni dominio e potere. Perché? Per il fatto che il discorso dell'analista non si appoggia sul significante. Quindi "non insegna niente. Non ha niente di universale: proprio per questo non è materia di insegnamento". Allora, "come fare a insegnare quello che non si insegna?", si domanda Lacan. "Ecco dove Freud ha mosso i primi passi", continua. E conclude: Freud "ha considerato che tutto è sogno e che tutti (se è consentita una tale espressione), tutti sono folli, ossia deliranti". L'universale affonda le sue radici nel sapere. Ma il sapere sa distinguersi forse dalla credenza? Chi è veramente bravo da riuscire a separare il sapere dalla credenza? Ora, della credenza, almeno di quella, tutti ne sono imbevuti. Proprio come tutti i folli, appunto. Tutto ciò è dimostrato nel primo passo che, rispetto all'universale, fa l'insegnamento. Ma il secondo passo, ossia quello fatto dall'insegnamento rispetto al particolare, occorre dimostrarlo, dice Lacan. E' quello che egli fa dopo aver modulato, per non cadere in contraddizione, il suo 'tutti' nel suo inciso messo tra parentesi, ricorda J.-A. Miller. Il particolare, dunque. Ossia, in termini analitici, l'oggetto. Lacan dice che "qualunque oggetto è buono [sebbene] si presenti sempre male". Certo, dopo il bombardamento che il capitalismo ci propina tramite i media, non ci troviamo forse con una profusione di oggetti simil-oggetto a, come si direbbe simil-pelle? A dire il vero, capitalismo o no, basterebbe il fantasma per constatare che vediamo il mondo attraverso un prisma, il quale ce lo fa vedere - strutturalmente - in modo deformato. Così anche nel particolare ci troviamo a fare i conti con la credenza - delirante, anche qui. Non c'è dunque solo la credenza delirante per gli ideali, per quanto altisonanti essi siano. C'è anche la credenza delirante per il plusgodere. Credenza delirante che ha gamme cangianti, che vanno dagli oggetti futili del capitalismo all'oggetto della sublimazione, all'oggetto degno di amore (o di odio), ma anche a quell'oggetto che uno psicoanalizzante scova nel suo cammino: sinthomo, lo chiama Lacan.
22,00 20,90

Le radici dello yoga

James Mallinson, Mark Singleton

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 480

L'enorme popolarità di cui gode oggi lo yoga in tutto il mondo ha comportato una sorta di metamorfosi: adattandosi a condizion
37,00 35,15

EMDR e disturbi sessuali

Elena Isola, Bruna Maccarrone

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 208

In un'epoca di cambiamenti sociali e culturali così rapidi e significativi, per orientarsi nella cura dei vari disturbi legati
18,00 17,10

Coinvolgimenti analitici con gli adolescenti. Sessualità, genere e sovversione

Mary T. Brady

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 162

Intraprendere un cammino psicoanalitico con un adolescente non è mai facile, né per l'analista né per l'adolescente: pone sfid
16,00 15,20

Neuroscienze del bilinguismo. Il farsi e disfarsi delle lingue

Franco Fabbro, Elisa Cargnelutti

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 310

Più della metà della popolazione mondiale è bilingue
20,00 19,00

Clinica delle passioni

Massimo Termini

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 208

Dalla vergogna alla colpa, dall'amore all'odio, dal malumore alla tristezza e altri ancora, senza dimenticare il luogo cruciale dell'angoscia: è nel variegato campo degli affetti che Lacan introduce il concetto di passione, smarcandosi al tempo stesso da quello di emozione. L'autore, psicoanalista lacaniano, propone un vero e proprio viaggio nel concetto di passione. Un fondamentale nodo soggettivo lega e stringe gli affetti all'inconscio e ai destini della pulsione, e il suo avvicinamento, la sua esplorazione, la sua riformulazione nello svolgimento dell'esperienza analitica è quanto costituisce il tema centrale del libro.
19,00 18,05

Guarire i traumi dell'età evolutiva

Laurence Heller, Aline LaPierre

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 288

La capacità di essere in connessione con se stessi e con gli altri è la condizione imprescindibile per un'esistenza vitale e per un contatto profondo con le proprie emozioni. Questa connessione può venire a mancare a causa di blocchi inconsapevoli: una difesa, una reazione di sopravvivenza, che la persona ha sviluppato in risposta a un trauma. Raccogliendo l'esperienza del Somatic Experiencing sviluppato da Peter Levine, integrato con vari orientamenti clinici psicodinamici e utilizzando la consapevolezza somatica per favorire la regolazione del sistema nervoso, il Modello Relazionale NeuroAffettivo (NARM), elaborato da Laurence Heller e presentato in questo libro, parte da questi punti cardine per lavorare sui traumi dell'età evolutiva e avviare un processo di guarigione.
26,00 24,70

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.