Il tuo browser non supporta JavaScript!
Il secondo semestre si avvicina, crea un gruppo d'acquisto e richiedi un preventivo. Saremo lieti di valutare prezzi più convenienti per te Scopri come

Psicofisiologia/ psicobiologia

Lo sviluppo umano. Tra genetica ed esperienza

Jerome Kagan

editore: Cortina Raffaello

pagine: 407

Come diventiamo quello che siamo? In che modo i geni e l'esperienza plasmano ciò che portiamo nel mondo? Veniamo al mondo con potenzialità immense. Davanti a noi si aprono percorsi di sviluppo apparentemente infiniti. Molto presto, però, questa infinità viene meno e cominciamo a esibire i tratti unici dovuti al nostro patrimonio genetico e culturale. In che modo le esperienze plasmano ciò che portiamo nel mondo? Jerome Kagan esplora il rapporto fra biologia e ambiente passando in rassegna i progressi più significativi degli ultimi trent'anni nel campo della psicologia dello sviluppo. Lungo il cammino si interroga, fra l'altro, sull'odierna infatuazione per le neuroscienze, sui fondamenti delle teorie dell'attaccamento genitoriale, sulla diffusa tendenza a patologizzare il comportamento dei giovani. Questo libro è il risultato delle ricerche compiute nell'arco di un'intera vita da uno studioso deciso a scoprire come si diventa ciò che si è. L'opera si rivelerà una guida sia per i giovani genitori desiderosi di comprendere quale influenza possano avere i loro geni e il mondo sul proprio bambino, sia per l'educatore motivato a costruire relazioni proficue con i propri allievi, sia, più semplicemente, per chiunque voglia addentrarsi in questa affascinante tematica.
29,00 24,15

Genetica del comportamento

Robert Plomin, John Defries
e altri

editore: Cortina Raffaello

pagine: 492

Questo celebre manuale rappresenta una pietra miliare nel campo degli studi sull’importanza dei fattori genetici nella determinazione del comportamento e dunque anche nell’insorgere delle malattie mentali. Oltre a un sostanziale aggiornamento che tiene conto dei più recenti progressi, con l’aggiunta di centinaia di riferimenti bibliografici, la nuova edizione presenta una considerevole riorganizzazione dei temi trattati; in particolare, sottolinea il valore della genetica del comportamento per la comprensione delle influenze ambientali e delle interazioni fra geni e ambiente. Più spazio è stato dato anche all’esame dei processi che portano dai geni al comportamento, specialmente per quanto riguarda l’espressione genica e i meccanismi epigenetici, e alla psicopatologia.
45,00 38,25

Archeologia della mente. Origini neuroevolutive delle emozioni umane

Jaak Panksepp, Lucy Biven

editore: Cortina Raffaello

pagine: 623

Che cosa ci rende felici? Che cosa ci riempie di desiderio, collera, paura o tenerezza? Le neuroscienze comportamentali e cognitive classiche non hanno ancora fornito risposte soddisfacenti. "Archeologia della mente" propone un approccio alle neuroscienze affettive - che prendono in considerazione i processi mentali di base, le funzioni cerebrali e i comportamenti emotivi comuni a tutti i mammiferi - per localizzare i meccanismi neurali dell'espressione emotiva. Vengono sviluppati i sette sistemi affettivi di base - ricerca, paura, collera, desiderio sessuale, cura, sofferenza, gioco - che spiegano come viviamo e come ci comportiamo. Questi sistemi originano dalle aree profonde del cervello che sono straordinariamente simili nelle diverse specie di mammiferi. Il libro offre una tassonomia evolutiva delle emozioni e degli affetti basata sul metodo sperimentale e, dunque, un paradigma clinico completamente nuovo per il trattamento dei disturbi psichiatrici.
56,00 47,60

Psicobiologia del comportamento normale e patologico

a cura di C. Papagno, A. Gallace

editore: Il Mulino

pagine: 349

Psicobiologia del comportamento normale e patologico di C. Papagno, edito da Il Mulino. Ormai centrale in psicologia, l'attenzione alla dimensione biologica del comportamento umano ha portato a riconsiderare la relazione tra mente e corpo come due entità fortemente interdipendenti. Psicobiologia del comportamento normale e patologico fornisce un'ampia panoramica delle tematiche psicobiologiche in riferimento a quanto di più innovativo ha prodotto in materia la ricerca scientifica. Nell'ambito dell'interazione geni-ambiente sono illustrati con chiarezza i complessi fattori anatomici, ormonali, neurotrasmettitoriali e genetici che influenzano i nostri comportamenti sia normali sia patologici. Questo libro è anche cercato come: Psicobiologia Papagno, Psicobiologia del comportamento, Psicobiologia dei disturbi comportamentali
28,00 23,80

Fisiologia del comportamento

Neil R. Carlson

editore: Piccin-Nuova Libraria

pagine: 733

68,00 57,80

Sesso, crimini e il senso della vita. Indagine sulla natura umana

Douglas T. Kenrick

editore: Il Saggiatore

pagine: 252

Per garantirci la nostra sopravvivenza e quella dei nostri figli, ogni giorno, da sempre, mettiamo in atto meccanismi di risposta al mondo che ci circonda determinati da regole semplici ed egoistiche. Secondo le teorie classiche dell'evoluzione del comportamento umano, queste regole valgono solo per l'aggressività, il sesso e altri comportamenti che spesso definiamo "animaleschi". Ma è davvero così? Lo psicologo Douglas T. Kenrick - uno dei padri della psicologia evoluzionistica - sostiene qualcosa di nuovo: quello stesso insieme di regole è responsabile dell'intera gamma dei comportamenti umani, anche quelli più "umani", come la creatività artistica, il consumo economico, la religione e la politica, per non parlare dell'amore. Insomma, in ogni ambito della nostra vita facciamo scelte egoistiche, ma questo non significa che siamo egoisti: le regole che operano all'interno della nostra testa sono calibrate per aiutarci a conciliare in modo armonico il nostro comportamento con quello delle altre persone, degli amici, dei familiari, degli amanti. Inoltre, queste regole non sono rigide, ma flessibili e sintonizzate con l'ambiente circostante: le ricerche di Kenrick rivelano così che le nostre sono personalità multiple, e che ciascuno di noi può spostarsi fra vari sottosé diversi, cambiando in mondo adattativo la propria maniera di comportarsi...
22,00 18,70

Psicobiologia del comportamento. Con e-text. Con espansione online

Frederick Toates

editore: Pearson

pagine: 414

Come il titolo preannuncia, l'autore presenta argomenti di natura biologica nell'ambito del più ampio contesto della psicologia, e delinea quindi la stretta relazione fra processi mentali e meccanismi neurobiologici. È qui che si inserisce uno dei maggiori meriti di questo manuale, che riesce a dimostrare per quale ragione alcuni argomenti apparentemente lontani da quelli intuitivamente più cari a un futuro psicologo, come il funzionamento della mente e il comportamento, siano essenziali per l'indagine finalizzata alla comprensione di questi complessi costrutti. L'obiettivo viene centrato appieno non solo grazie all'impiego di argomentazioni costantemente sostenute da adeguati riferimenti alla produzione scientifica più recente ma anche per merito di un linguaggio chiaro che, pur mantenendosi sempre puntuale e pertinente, rende estremamente accessibili e comprensibili anche i concetti più complessi.
39,00 33,93

La mente biologica, psicologica e sociale

Roberto Benini

editore: Pendragon

pagine: 214

Partendo dall'esperienza di psicoterapeuta e dall'osservazione di numerosi casi clinici, in questo volume l'autore analizza le caratteristiche della mente, la sua struttura e il suo funzionamento, come essa si sviluppa durante l'infanzia e l'adolescenza e come i genitori "complessati" possono impedirne la corretta evoluzione, minando il rapporto tra la mente stessa e i bisogni dell'essere umano. Solo una chiara decodifica dei processi mentali, infatti, permette di comprendere e curare sofferenze e traumi che determinano l'incapacità di adattarsi alla vita, con cui l'uomo è costretto a misurarsi quotidianamente. Un testo che sviluppa ulteriormente la psicologia biopsicosociale, una nuova e "rivoluzionaria" teoria che suggerisce una strada non ancora percorsa nella prevenzione e nel trattamento di numerose psicopatologie.
15,00 12,75

Corporeo, affetti e pensiero. Intreccio tra psicoanalisi e neurobiologia

Antonella Granieri

editore: UTET Università

pagine: 151

Qual è il ruolo svolto dagli affetti nello sviluppo della mente? E quali forme arcaiche di funzionamento mentale si celano dietro quei pazienti che non hanno parole per esprimere i loro sentimenti e si affidano a vaghe manifestazioni psicosomatiche o abbozzi di pensiero per dar voce alle loro emozioni? Per riflettere su questi e altri quesiti, seguendo una prospettiva che integra le più recenti ricerche di orientamento psicoanalitico con i dati provenienti dalle neuroscienze cognitive, l'autrice ha delineato un percorso che prende l'avvio dalla teoria delle emozioni di Bowlby e, attraverso l'esame degli elementi a forte valenza strutturante propri delle interazioni di attaccamento, giunge a considerare gli effetti che i fenomeni di microregolazione affettiva hanno sulla maturazione dipendente dall'esperienza del cervello destro. Grazie all'analisi delle caratteristiche delle relazioni attorno alle quali si organizza il mondo interno dell'individuo e dei sistemi cerebrali che mediano l'instaurarsi delle funzioni psichiche in senso sia sano sia patologico, il testo consente, quindi, una migliore comprensione dei processi mentali, spesso estranei e inquietanti, propri di quei pazienti che hanno sperimentato relazioni di attaccamento disfunzionali e che, pertanto, necessitano di un lavoro clinico capace di sintonizzarsi su un registro comunicativo non verbale e presimbolico per cogliere significati là dove le parole rimangono soffocate.
18,00 16,20

Come funziona la memoria. Meccanismi molecolari e cognitivi

Larry Squire, Eric R. Kandel

editore: Zanichelli

pagine: 368

"Cogito ergo sum", penso dunque sono
28,10 24,45

Biological Psychiatry

Mark S. George, Michael R. Trimble

editore: Wiley-Blackwell (an imprint of John Wiley & Sons Ltd)

pagine: 432

Biological psychiatry has dominated psychiatric thinking for the past 40 years, but the knowledge base of the discipline has increased substantially more recently, particularly with advances in genetics and neuroimaging. The third edition of Biological Psychiatry has been thoroughly updated taking into account these developments. As in the earlier editions of the book, there are comprehensive reviews and explanations of the latest advances in neurochemistry, neuroanatomy, genetics and brain imaging- descriptions not only of methodologies but also of the application of these in clinical settings. It is within this context that there is a considerable emphasis in the book on brain-behaviour relationships both within and without the clinical setting. This edition has been enhanced by the inclusion of new chapters, one on anxiety and another on motivation and the addictions. The chapter that relates to treatments has been extended to include the latest information on brain stimulation techniques. The overall book is well illustrated in order to help with an understanding of the text. For the third edition, Professor Michael Trimble has been joined by Professor Mark George as co-author. These are two of the world's leading biological psychiatrists who both have considerable clinical as well as research experience which they have brought to the book. Unlike multiauthored texts, it has a continuity running through it which aids understanding and prevents repetition. This book is strongly recommended for all practising psychiatrists and trainees wishing for an up-to-date, authoritative, easy to digest and acessible review of the latest advances and conceptualizations in the field. It will also appeal to neurologists interested in neuropsychiatry and biological psychiatry or the psychiatric aspects of neurological disorders, as well as other practising clinicians (psychologists, social workers, nurses) in the mental health field.
83,00 70,55

I disturbi del sé. La disregolazione degli affetti

Allan N. Schore

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 479

Il sé non è una struttura isolata, ma un sistema dinamico che fonda le proprie basi nelle relazioni interpersonali formate nella primissima infanzia tra il bambino e la sua principale figura di accudimento. Insieme al suo volume gemello, "La regolazione degli affetti e la riparazione del sé", questo libro rappresenta la summa dell'ambizioso lavoro interdisciplinare del neuropsichiatra americano sulla neurobiologia dello sviluppo emotivo. Partendo dalla teoria dell'attaccamento di Bowlby, Schore ha formulato una propria 'teoria della regolazione', che da Bowlby prende le mosse ma acquista un nuovo spessore scientifico grazie all'incessante confronto empirico con discipline confinanti: neuroscienze, psichiatria, psicologia, biologia comportamentale, studi sociali, studi sul trauma, psicologia clinica. Nella prima parte, dedicata alle neuroscienze dello sviluppo affettivo, Schore illustra con dovizia di dati l'impatto positivo che hanno le prime comunicazioni affettive sull'organizzazione di un sistema di controllo nell'emisfero destro del cervello in formazione del bambino. Nella seconda parte del volume, incentrata sulla neuropsichiatria dello sviluppo, l'autore esamina l'incidenza negativa che i traumi relazionali della prima infanzia possono avere sul percorso di sviluppo del cervello destro, generando predisposizioni a psicopatologie e disturbi di personalità.
38,00 32,30

Attaccamento e biologia. La regolazione affettiva in una prospettiva psicobiologica

Angela Balzotti

editore: Franco Angeli

pagine: 320

Che ruolo ha avuto l'attaccamento nel corso dell'evoluzione? Può essere considerato un legame biologico quello tra madre e bambino? Che conseguenze hanno le interazioni precoci di cura della prole nei mammiferi e nei primati sui diversi sistemi biologici del piccolo? Partendo dalle illuminanti intuizioni di John Bowlby, attraverso le più recenti e contemporanee ricerche di neurobiologia e genetica del comportamento, il testo ripercorre ed esplora l'effetto regolativo nel bambino delle interazioni di cura e della separazione dalla madre.
39,50

La vita nascosta del cervello

Alberto Oliverio

editore: Giunti Editore

pagine: 144

Noi riteniamo di essere consapevoli di gran parte dei nostri processi mentali ma la verità è diversa in quanto gran parte delle attività nervose sono inconsce. Il nostro cervello lavora anche quando riteniamo di aver "staccato la spina" e gran parte dei processi mentali, dalla visione, alla memoria, alle decisioni accadono a livello inconscio. Un inconscio diverso rispetto a quello freudiano ma non per questo meno inquietante in quanto numerose funzioni mentali si verificano nostro malgrado o, più semplicemente, a nostra insaputa. Dai primi stati di formazione della mente infantile alla memoria, alle decisioni, ai desideri, alle gratificazioni, ai processi creativi, la dimensione inconscia della mente gioca un ruolo fondamentale e indica che non tutto ciò che accade nel cervello traspare all'Io.
12,00 10,20

Psicosomatica integrata complessa. Ipotesi teorico-pratiche per una nuova prospettiva psicoterapeutica

Giuseppe Sacco, Donato Testa

editore: Franco Angeli

pagine: 272

È possibile costruire una prospettiva psicoterapeutica più incisiva ed efficace del trattamento dei disturbi e delle sofferenze psicosomatiche? Partendo dalla constatazione dei limiti attuali degli approcci psicoterapeutici esistenti, gli autori propongono qui un nuovo concetto di "integrazione", inteso come costruzione di una condivisione teorica e metodologica interdisciplinare. Sulla base di una "rilettura" degli esperimenti classici di Pavlov e passando attraverso le scoperte attuali della plasticità neuronale, dei neuroni-specchio ecc., gli autori propongono nuovi concetti come quello di "inversione emotiva", di "paradosso", di "unità funzionale psicofisiologica". Affrontano poi la tematica di alcune conseguenze pratiche di questa impostazione nel concreto operativo della psicoterapia, approfondendo in modo particolare il senso di un lavoro psicoterapeutico che non può prescindere dalla visione unitaria corpomente, senza pagare un prezzo a volte troppo alto in termini di efficacia e di stabilità dei risultati. A tal proposito viene presentato il senso di metodologie come il biofeedback, l'Heart Rate Variability (HRV) e il neurofeedback, il loro utilizzo nel processo terapeutico nell'ambito della sincronia "cuore-cervello".
33,50

I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri

Marco Iacoboni

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 260

Come descrivere la capacità umana di leggere nella mente degli altri individui, comprendendo in modo immediato i loro pensieri
22,00 18,70

La regolazione degli affetti e la riparazione del sé

Allan N. Schore

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 465

Secondo Peter Fonagy l'opera di Schore ha "radicalmente trasformato la nostra comprensione psicoanalitica dei disturbi psicologici". La questione di come e perché le prime relazioni della vita abbiano un'influenza così straordinaria su tutto ciò che avverrà in seguito va molto oltre ogni previsione della psicoanalisi degli inizi e costituisce un problema fondamentale non solo per la disciplina di Freud ma per tutte le scienze umane. Come fanno le esperienze precoci, specialmente le esperienze affettive vissute con chi si prende cura dell'infante nei primi momenti di vita, a organizzare i modelli di crescita strutturale che hanno come esito l'espansione delle capacità funzionali dell'individuo in via di sviluppo? Per Schore, la possibilità dell'infante di sintonizzarsi con la mente di altre persone si rivela fondamentale per la maturazione dei circuiti cerebrali che mediano le sue capacità di autoregolazione: la relazione madre-bambino produce dunque veri e propri cambiamenti cerebrali. Questo studio, che fa parte di una trilogia sul rapporto tra regolazione affettiva e organizzazione del Sé, affronta i temi cruciali dello sviluppo della mente, analizzando e illustrando con approccio interdistiplinare i possibili apporti delle neuroscienze alla psicoanalisi e alla psicoterapia.
36,00 30,60

Viaggio straordinario al centro del cervello

Jean-Didier Vincent

editore: Ponte alle Grazie

pagine: 519

L'avventura più esotica ed esaltante che possiamo vivere oggi è dentro la nostra scatola cranica. Grazie all'impetuoso progresso delle neuroscienze, negli ultimi anni si è spalancato un continente incredibilmente affascinante e complesso, al centro del quale vi sono il cervello e le sue cellule, neuroni e sinapsi dove prendono vita tutte le azioni (e reazioni) umane: mangiare, bere e dormire, ma anche ridere e innamorarsi. Niente di meglio, per orientarsi in un simile viaggio, di un libro pensato come una vera e propria guida e di un accompagnatore del calibro di Jean-Didier Vincent. Con tutta la sua autorevolezza di studioso di fama mondiale e il contributo di esperti di diverse discipline, con una buona dose di humour e il giusto senso della suspense, guida alla scoperta del cervello e di tutte le sue meraviglie, ma anche delle sue insidie e dei misteri che tiene ancora riserva.
22,00 18,70

Attenzione e cognizione. Festschrift in onore di Carlo Umiltà

a cura di R. Nicoletti, E. Làdavas

editore: Il Mulino

pagine: 373

Dopo un lungo periodo di oblio, a partire dagli anni ottanta del Novecento il tema dell'attenzione è divenuto oggetto di un rinnovato interesse da parte di psicologi e neuroscienziati. Gli studi sui vari aspetti dell'attività attentiva hanno da allora conosciuto un periodo di grande successo che è andato via via consolidandosi. Oggi l'attenzione viene studiata da diverse prospettive di indagine che coinvolgono ambiti di ricerca, metodologie sperimentali e contesti teorici anche molto diversi tra loro. Questo volume raccoglie i contributi di ricerca e la descrizione dei principali modelli interpretativi sull'attenzione. Nella prima parte si affrontano gli aspetti generali e i metodi e gli strumenti di indagine. Le tematiche attentive vengono poi messe in relazione agli ambiti della neuropsicologia, della percezione e del ciclo di vita. Sono infine affrontati i rapporti che legano l'attenzione alle rappresentazioni dello spazio e dei numeri.
30,00 25,50

Mente e psichismo. Il successo di una teoria neurofisiologica

Matilde Pelagalli

editore: Armando Editore

pagine: 112

II problema del rapporto mente-corpo è un problema che affonda le sue radici nel tempo ed è una delle questioni di fondo che hanno assillato tutti coloro che si sono posti degli interrogativi sulla condizione umana. li saggio afferma e riconferma, dunque, l'unitarietà mente-corpo e mente-cervello, attraverso l'entità "psichismo".
15,00 12,75

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.