Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Storia della medicina

Zea Mays

Mais e pellagra nel Nord Italia tra fine Ottocento e inizio Novecento

Cesare Lombroso, Pasquale Villari
e altri

editore: La Vita Felice

pagine: 121

12,00 10,20

Non ho dubbi. Vincenzo Gallucci e il primo trapianto di cuore in Italia. Storia di un cardiochirurgo e delle sue battaglie

Gianfranco Natoli

editore: in edibus

pagine: 194

A trent'anni dal primo trapianto di cuore in Italia Gianfranco Natoli ricostruisce attraverso inedite testimonianze e documenti d'epoca, la vita di Vincenzo Gallucci, padre della cardiochirurgia italiana. Un romanzo storico ricco di aneddoti che svela e porta alla luce le tante sfaccettature di un grande protagonista di un'Italia che oggi sembra non esistere più. Tante le storie, i dolori umani, le speranze, i retroscena, le miopie politiche, che hanno portato al primo trapianto di cuore in Italia e alla successiva costruzione, tra lotte di potere e gelosie del Centro di Cardiochirurgia di Padova che porta oggi il suo nome. Una lunga cavalcata attraverso il Novecento, il Secolo Breve reso migliore dalla passione, dal coraggio, dal rigore, dall'amore e dal rispetto verso il malato del medico e dello scienziato mantovano che a Padova, tra mille difficoltà e ostacoli, è riuscito a realizzare un sogno e a dare speranza a migliaia di pazienti. Nel 1991 un tragico incidente stradale ferma l'uomo ma non le sue speranze e il suo sogno che continua ancora oggi a vivere nel Centro di Cardiochirurgia a lui dedicato, vero punto di eccellenza della cardiochirurgia italiana e internazionale.
20,00 18,00

Medico d'oggi è nato in Egitto

Alle origini del pensiero medico moderno

Paola Cosmacini

editore: Piccin

pagine: 148

20,00 17,00

Uomini e pillole

Storie dell'industria farmaceutica italiana e dei suoi protagonisti

Francesco Costantini

editore: Edra Masson

pagine: 174

19,00 16,15

Ai bambini e ai fiori, lo splendore del sole. Il ruolo dell'Istituto Gaslini nella storia della pediatria

Il ruolo dell' Istituto Gaslini nella storia della pediatria

a cura di A. Infante, L. Borghi

editore: Rizzoli

pagine: 493

Dopo aver perduto la figlia Giannina, di soli undici anni, per una banale appendicite, nel pieno della prima guerra mondiale, il ricco industriale Gerolamo Gaslini decise di fare qualcosa perché simili tragedie non si ripetessero. Fece costruire su una soleggiata collina genovese in riva al mare un grande istituto pediatrico che, finalmente, venne inaugurato nel 1938 e fu intitolato alla figlia. Il grande merito di Gerolamo Gaslini fu quello di circondarsi di uomini e donne capaci di guardare oltre. Grazie a loro, l'Istituto Gaslini è stato uno dei primi ospedali, in Italia e nel mondo, a concepire e a favorire lo sviluppo della pediatria e delle specialità pediatriche, formando generazioni di medici e di infermieri dotati di armi sempre nuove e più efficaci "per la cura, difesa ed assistenza dell'infanzia e della fanciullezza". In questo libro sono gli stessi protagonisti che ripercorrono con precisione e calda partecipazione la storia emozionante dell'Istituto, che si è sempre ispirato al motto ideato dal suo fondatore: "Ai bambini e ai fiori, lo splendore del sole".
23,00 19,55

Un medico d'avanguardia. Gianni Bonadonna e la chemioterapia dei tumori

Domenico Ribatti

editore: Carocci

pagine: 125

Gianni Bonadonna è stato un pioniere della ricerca sui tumori e ha rivoluzionato la storia dell'oncologia clinica mondiale. Laureato a Milano, rientrato in Italia nel 1964, dopo un tirocinio al Memorial Sloang Kettering Cancer Center di New York, ha sempre lavorato presso l'Istituto nazionale dei Tumori di Milano, dove nel 1976 è stato nominato direttore della Divisione di Oncologia medica e, successivamente, direttore del Dipartimento di Medicina oncologica. Le sue ricerche di maggior rilievo comprendono le prime valutazioni cliniche sull'efficacia dell'adriamicina, vari studi sulla chemioterapia adiuvante e primaria del carcinoma mammario, sulla malattia di Hodgkin, per il cui trattamento ha messo a punto una nuova combinazione di farmaci, nota come ABVD. Nel 1995, un ictus ha interrotto bruscamente la sua carriera professionale. Nel 2013, ha lasciato definitivamente l'Istituto dei Tumori di Milano, per dedicarsi alle attività della "Fondazione Michelangelo", organizzazione non lucrativa di utilità sociale per l'avanzamento dello studio e della cura dei tumori, che egli stesso ha fondato nel 1999. L'American Society of Clinical Oncology ha istituito il "Gianni Bonadonna Award and Lecture" come riconoscimento dell'importante attività clinico-scientifica svolta dal grande medico. Bonadonna ha ricevuto varie onorificenze nazionali e internazionali e nel 2004 è stato insignito della laurea honoris causa in Medicina dall'Università di Torino.
14,00 11,90

Tanatologia della vita e stetoscopio

Bichat Laennec e la "nascita della clinica"

Giorgio Cosmacini

editore: AlboVersorio

pagine: 75

7,50 6,75

Medicina tra storia e storie

Adelfio E. Cardinale

editore: Magi Edizioni

pagine: 372

Nel volume trova spazio una galleria di uomini e di avvenimenti che hanno segnato - nei più svariati contesti - il complesso cammino e l'evoluzione dell'arte medica. Il percorso si dipana attraverso ritratti di personaggi e racconti di credenze, di terapie misconosciute e/o ignorate, intrighi, corporazioni del malaffare, scoperte secolari. Quasi un'enciclopedia di storie che hanno fatto nascere la medicina e i cui protagonisti sono tanto ciarlatani quanto geni, tanto alchimisti quanto astrologi, farmacisti, fitoterapeuti ante litteram. Per secoli e secoli la concezione della vita e della morte si fondava su incantesimo, magia naturale e diabolica, scienze occulte, divinazione, talismani e feticci, intuizione. Ma anche con l'avvento del secolo dei lumi e della medicina scientifica, l'arte del curare continua a nutrirsi - a tanti torti e a tante ragioni - presso le sue antiche fonti. Le odierne rinascite delle medicine antiche, come quella cinese, ayurvedica, omeopatica ecc., testimoniano la pluralità e la continuità delle correnti mediche e determinano, assieme alla cosiddetta medicina ufficiale, le questioni più cocenti del curare oggi, tra cui spicca quella dell'etica medica.
25,00 21,25

History of Aortic Surgery in the World

Angelo Argentieri, Carlo Setacci
e altri

editore: Minerva Medica

pagine: 406

50,00 42,50

Della tarantola. Lo studio di un medico nel Salento del XVII secolo

a cura di C. Pennuto

editore: Carocci

pagine: 184

Il tarantismo, questo curioso male che si diceva tipico della Puglia meridionale, era tradizionalmente curato con la musica. Suonata al giusto ritmo e per il tempo necessario, induceva il malato, di solito una donna, a una danza sfrenata e conduceva alla guarigione. Il "De anatome, morsu, et effectibus tarantulae" del medico Giorgio Baglivi è uno dei primi tentativi di spiegazione scientifica complessiva del fenomeno, attraverso osservazioni ed esperienze raccolte nel Salento e grazie agli strumenti teorici di cui la medicina del Seicento disponeva.
19,00 16,15

Medicina e rivoluzione

La rivoluzione francese della medicina e il nostro tempo

Giorgio Cosmacini

editore: Cortina Raffaello

pagine: 320

La storia della medicina non è separabile da quella politica e sociale nella quale si inscrive, ma non sono pochi gli storici che, trattando dell'una, tacciono dell'altra, considerandola inessenziale ed estrinseca. Hanno dimenticato che, tra il XVIII e il XIX secolo, Parigi fu il centro della medicina universale, resa illustre da protagonisti del pensiero filosofico, dell'innovazione clinica, dell'agire politico. In seguito, la medicina ha cessato di essere una scienza dell'uomo per diventare una confederazione di tecniche. Quale contromisura? Per rimediare agli eccessi dello scientismo e del tecnicismo ci si augura oggi il ritorno a quella "medicina della persona" che si affermò durante la Rivoluzione francese. Giorgio Cosmacini contribuisce qui a recuperare la memoria di un patrimonio ideale in gran parte dissipato o dimenticato, ricercando anche le cause e le conseguenze di tale perdita culturale.
29,00 24,65

E si salvò anche la madre. L'evento che rivoluzionò il parto cesareo

Paolo Mazzarello

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 195

Fino al tardo Ottocento, quando insorgevano complicazioni nelle fasi finali di una gravidanza e si rendeva necessario un inter
16,50 14,03

Ti regalo le stelle. Storie di un neurochirurgo

Giulio Maira

editore: Sedizioni

pagine: 192

"Il professor Maira ci ricorda la sua vita, la sua passione per la medicina intesa come soccorso all'altro. Per lui mettere la propria scienza a servizio dell'altro è dovere ma anche consolazione. Ciò emerge nei mille incontri con personaggi diversi, statisti, artisti, le suore di madre Teresa a Calcutta e soprattutto i pazienti, con i quali come con parenti stretti, si condividono gioie e dolori. Una vita dedicata al prossimo ma con entusiasmo perché fare del bene fa bene. In Giulio c'è come un continuo ringraziamento, per quello che vede, per quello che legge, per quello che fa, un 'cantico delle creature' che sorge spontaneo dalla sua anima." (dalla Prefazione di Lamberto Maffei)
20,00

Storia della dermatologia e della venereologia in Italia

a cura di C. Gelmetti

editore: Springer Verlag

pagine: 410

Questo libro potrebbe intitolarsi: "Storia dell'importanza dell'aspetto e della sessualità in Italia" tanto questi due punti g
93,59 79,55

The Wondrous Story of Anesthesia

Edmond I. Eger, Lawrence J. Saidman
e altri

editore: Springer-Verlag New York Inc.

pagine: 962

Edited and written by an international "who's who" of more than 100 authors, including anesthesiologists, nurse anesthetists, bench scientists, a surgeon, and representatives of industry, this text provides a comprehensive history of anesthesia, unique in its focus on the people and events that shaped the specialty around the world, particularly during the past 70 years when anesthesia emerged from empiricism and developed into a science-based practice.
120,00 102,00

L'estasi farmacologica. Uso magico-religioso delle droghe nel mondo antico

Paolo Nencini

editore: Giovanni Fioriti Editore

pagine: 238

Prodotti tra i maggiori della rivoluzione tecnologica di questi ultimi due secoli, i farmaci sono ormai così connaturati alla quotidianità dell'uomo contemporaneo da apparire come se fossero stati compagni inseparabili fin dai primordi della nostra specie. Strumenti di dominio sulla natura nella lotta per la sopravvivenza, ai farmaci viene ora attribuita l'ulteriore capacità di trascinare oltre le soglie della percezione, come se anche ciò fosse il frutto di un rapporto primordiale tra farmaco e uomo, fisiologicamente ineluttabile. Ma l'instaurarsi di questo rapporto ha avuto bisogno di un lunghissimo periodo di incubazione.
26,00 22,10

Storia e teorie della salute e della malattia

Gilberto Corbellini

editore: Carocci

pagine: 255

Che cosa sono la malattia e la salute? Come sono cambiati nella storia i problemi medico-sanitari? Quali idee hanno guidato gli sforzi compiuti per spiegare, prevenire e trattare le patologie umane? Il libro suggerisce alcune coordinate per orientarsi nell'evoluzione delle strategie di categorizzazione degli stati di sofferenza e di benessere, con particolare attenzione per le teorie e i modelli utilizzati per spiegare e manipolare la realtà empirica delle patologie, delle situazioni cliniche e dei rischi sanitari.
17,00 14,45

La medicina antica

Valentina Gazzaniga

editore: Carocci

pagine: 176

La storia della medicina greca e romana è, insieme, una storia delle idee di salute e malattia, una storia delle pratiche di cura, una storia della religione, una storia archeologica dei luoghi e degli strumenti utilizzati per ottenere guarigione. Lo studio dei testi medici antichi offre, dunque, una prospettiva di indagine ampia e articolata sulle civiltà greca e romana, che permette, oltre la riflessione tecnica specialistica, di comprendere in che modo culture diverse ma profondamente integrate tra loro si siano relazionate con i temi della sofferenza del corpo, della malattia, della morte, della nascita, dell'imperfezione, della cura. In costante dialogo con il mito, la letteratura, la storiografia e la filosofia, la medicina antica è molto più di una tecnica di guarigione: è, essa stessa, tentativo di costruire un'immagine armonica del mondo, al di là delle epidemie, delle carestie, delle malattie inguaribili che costituiscono lo sfondo tormentato di una storia secolare.
13,00 11,05

Regimen sanitatis. Flos medicinae scholae salerni-Il fiore della medicina della scuola salernitana

Andrea Sinno

editore: Ugo Mursia Editore

pagine: 740

Nel Medioevo la Scuola Medica Salernitana è stata la prima e più importante istituzione medica d'Europa. Si fondava sulla sintesi della tradizione greco-latina completata da nozioni provenienti dalle culture araba ed ebraica e ha rappresentato un momento fondamentale nella storia della medicina per le innovazioni che ha introdotto nel metodo e nell'impostazione della profilassi. A quell'epoca giungevano alla "Schola Salerni" persone provenienti da tutta Europa, sia ammalati che speravano di essere guariti, sia studenti che volevano apprendere l'arte della medicina. Il prestigio dei medici di Salerno è infatti largamente testimoniato dalle cronache dell'epoca e dai numerosi manoscritti conservati nelle maggiori biblioteche europee. Nell'ambito di questa Scuola, tra il XII e il XIII secolo, viene redatto il Regimen Sanitatis, un trattato in versi latini in cui vengono esposte nozioni di medicina e d'igiene, e indicazioni sulle erbe e sulle loro proprietà terapeutiche.
30,00 25,50

L'industria delle medicine. Una storia rapida

Giuliano Zirulia

editore: Edra

pagine: 254

Il volume racconta, con numerosi e interessanti dettagli, la nascita, lo sviluppo ormai bisecolare e le più recenti trasformazioni del mondo industriale del farmaco. Le carrellate storiche, rivolte al trascorrere del tempo e ai principali eventi farmaceutico-industriali che caratterizzano a livello mondiale le diverse epoche, si alternano con discese verticali nelle storie delle singole aziende, con i loro prodotti e i loro personaggi di maggior spicco. La trattazione segue un doppio binario: da un lato quello meramente cronologico dal 700 ai giorni nostri, dall'altro per ciascun periodo storico l'autore espone la storia dell'industria farmaceutica nelle diverse nazioni, soffermandosi sulle peculiarità di ciascun Paese, in un continuo intrecciarsi di scoperte scientifiche, nascita di realtà locali, per poi, nell'ultima parte del testo, confluire in un unico racconto sulle fusioni e acquisizioni che hanno caratterizzato la storia recente.
29,00 24,65

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.