Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Paleontologia

Grazie brontosauro! Per Stephen Jay Gould

a cura di F. Civile, B. Danesi

editore: ETS

pagine: 232

Diciotto articoli sui molteplici aspetti che hanno caratterizzato la produzione letteraria di Stephen Jay Gould. Un grande personaggio che ha trasmesso i suoi interessi e la sua passione a tutti coloro che hanno avuto occasione di leggerlo rimanendo un punto di riferimento scientifico e umano.
18,00 17,10

La costruzione della preistoria

Yves Coppens

editore: Jaca Book

pagine: 144

Il più noto paleoantropologo europeo, scopritore di Lucy e di altri nostri antenati, non si è mai ritratto di fronte alla responsabilità di raccontare la preistoria al largo pubblico. Questo volume nasce infatti da interviste di grandissimo seguito realizzate dalla radio francese. L'autore ha però riscritto ogni intervista costruendo una vera storia della preistoria, dai pre-umani a tutte le specie che il genere Homo, cioè noi, abbiamo attraversato sino ad arrivare a un'epoca intorno alla nascita di Cristo. I primi sette capitoli sono perciò un grande mosaico che attraversa milioni di anni, dai dinosauri al mondo romano. Ma il mosaico è fatto di tessere ben identificabili, ognuna è un racconto, un'avventura appassionante. Coppens infine, nell'ultima parte, ci insegna i metodi con cui studiosi come lui hanno "fatto preistoria". La preistoria è infatti una scienza storica che l'uomo ha via via articolato e costruito anche con mezzi nuovi rispetto a quelli utilizzati per la storia antica o moderna. La preistoria appare appassionante: si va dallo studio dei denti degli uomini fossili al sincrotrone, e si incontrano i grandi personaggi che l'hanno concepita, a partire da Darwin e Lamarck. Coppens li guarda divertito e suggerisce che anche il secondo dei due potrebbe tornare alla ribalta. L'autore insiste inoltre su un suo grande tema: l'influenza dei cambiamenti climatici sull'evoluzione.
16,00 15,20

Come costruire un dinosauro

Jack Horner, James Gorman

editore: Pearson

pagine: 198

Jack Horner ha lavorato, in qualità di consulente scientifico, alla realizzazione di "Jurassic Park" di Steven Spielberg immaginando di ricreare dinosauri con frammenti di DNA provenienti dalla preistoria. Ora, vent'anni dopo, Horner e i suoi colleghi stanno sviluppando nei laboratori di biologia molecolare la tecnologia per creare un vero dinosauro. Basandosi sulle ultime scoperte nel campo della biologia evoluzionistica dello sviluppo Jack Horner suggerisce di percorrere il processo evolutivo all'inverso, partendo dal codice genetico di uno dei più accreditati discendenti: il pollo!
16,00 15,20

Gli antenati. Che cosa ci raccontano i più antichi resti umani

Jill Rubalcaba, Peter Robertshaw

editore: Zanichelli

pagine: 208

Un ragazzo di 1,6 milioni di anni fa, trovato in Kenya
12,30 11,69

L'era glaciale. Come il clima influenza la storia naturale

Raffaele Sardella

editore: Il Mulino

pagine: 123

Un fenomeno iniziato poco più di 2 milioni e mezzo di anni fa che ha avuto un ruolo determinante nella formazione del paesaggi
11,00 10,45

Manuale di tecnologia litica preistorica. Concetti, metodi e tecniche

Marta Arzarello, Federica Fontana
e altri

editore: Carocci

pagine: 263

Basato sulle nuove tendenze metodologiche e critiche della materia, il manuale si rivolge a tutti coloro che per motivi professionali o amatoriali si avvicinano alla disciplina. Con un linguaggio semplice e tecnico al tempo stesso, si procede dalla descrizione dei temi preliminari ad approfondimenti mirati, che forniscono al lettore tutte le competenze necessarie affinché sia in grado di addentrarsi ulteriormente nei contenuti dell'argomento. Il volume si articola in più capitoli, che riguardano la storia della disciplina, gli aspetti concettuali e metodologici, lo studio delle materie prime, i principi, le tecniche e i metodi della scheggiatura, i prodotti e il loro riconoscimento, fino all'illustrazione di alcune procedure particolari di lavorazione. Due appendici, la prima dedicata allo studio funzionale, la seconda alle pietre focaie, precedono una ricca lista bibliografica. A corredo del testo un utile glossario tecnico.
21,00 19,95

Archeologia dei resti umani. Dallo scavo al laboratorio

Alessandro Canci, Simona Minozzi

editore: Carocci

In questi ultimi anni l'antropologia fisica ha fornito all'archeologia un contributo informativo importantissimo riguardante l
24,50

Il sogno sulla roccia. Visioni dalla preistoria

Fulvio Gosso, Peter Webster

editore: Altravista

pagine: 152

Un'analisi dei fenomeni legati agli stati non ordinari di conoscenza visti come aspetto fondamentale nel tessuto sociale ed evolutivo dell'uomo preistorico. Una realtà ancestrale spesso sottovalutata dalla storiografia a favore di una visione positivistica della società preistorica che senza molte difficoltà lascia comprendere quanto la nostra concezione degli antenati dell'uomo sia vittima di reinterpretazioni culturali. Dalle origini dello sciamanesimo alle espressioni testimoniate nell'arte rupestre, dalla figura dello sciamano alle testimonianze dei rituali associati, dalla comparazione dei fenomeni endoptici sino all'analisi delle sostanza allucinogene questo volume rappresenta una ricerca antropologica fondamentale per l'analisi degli stati non ordinari di conoscenza, dei rituali, delle tecniche e delle sostanze legate alle pratiche sciamaniche e ci restituisce una visione evolutiva meno lineare, più insolita e complessa dell'evoluzione umana.
13,00 12,35

Il presente del passato. L'attualità di preistoria e storia

Yves Coppens

editore: Jaca Book

pagine: 161

Chi è l'antenato diretto del genere umano? Perché la scoperta di Lucy è fondamentale? Come hanno fatto i primi Ominidi a lasciare l'Africa? Chi erano i piccoli Uomini di Flores? A quando risalgono i primi popolamenti della Cina? Chi è stato il vero scopritore del fuoco? A tutte queste grandi domande Yves Coppens, in questo libro che gli somiglia, insieme profondo e divertente, dà risposte assolutamente nuove. Partendo dalle origini dell'Uomo, ci fa anche prendere coscienza della sorprendente attualità di questo passato dal quale noi tutti discendiamo: "Ho cercato di dimostrare che l'archeologia, la preistoria e la storia permettono una nuova lettura dell'attualità. Antichità e attualità vengono qui conciliate. E interessante constatare come questa concatenazione narri senza grandi lacune (è ovviamente una esagerazione che sottintende una certa continuità) gli ultimi dieci milioni di anni della storia dell'Uomo, dai Preominidi ai Vichinghi ai Visigoti, passando per tutte le tappe, o quasi, della nostra storia, dalla filiazione Preominidi-Ominidi e dalla diffusione di questi ultimi sul pianeta al cambiamento di economia dell'umanità e allo sviluppo verso la scoperta dei metalli, la prima architettura monumentale, l'invenzione della scrittura e l'emergere delle grandi civiltà".
18,00 17,10
20,00 19,00

I lettori di ossa

Claudio Tuniz, Richard Gillespie
e altri

editore: Springer Verlag

pagine: 302

Chi possiede il passato? Come si leggono le ossa antiche? E cosa ci dicono sulle nostre origini i manufatti, il polline e il DNA dell'era glaciale? Usando tecniche sempre più raffinate, gli scienziati riescono a ricostruire gli ambienti del passato profondo e i primi esseri umani che li abitavano. "I lettori di ossa" esamina i fatti e i miti sull'arrivo dei primi uomini in Australia, spiega come il DNA degli attuali Aborigeni australiani getti luce sulle loro origini, guida alla scoperta dei misteriosi hobbit indonesiani e indaga su chi o cosa ha sterminato i marsupiali giganti dell'Australia. Dalle scoperte della paleoantropologia australiana il panorama si amplia quindi ai dibattiti sulla misteriosa fine dei Neanderthal, sull'evoluzione e sulla diffusione della specie umana nei diversi continenti. Come spesso accade, su molti di questi temi gli scienziati sono divisi: "I lettori di ossa" presenta un mondo di coloriti personaggi, impegnati in discussioni appassionate, che comprendono anche ipotesi veramente bizzarre. Questo libro chiarisce le idee a chi è incuriosito dalle ipotesi, spesso in contrasto tra loro, sul passato profondo della preistoria e spiega in modo accessibile le basi scientifiche delle più recenti metodologie di indagine e di datazione.
24,00 22,80

La storia dell'uomo. Ventidue anni di lezioni al Collège de France (1983-2005)

Yves Coppens

editore: Jaca Book

pagine: 224

Presso il Collège de France, Coppens, titolare della cattedra di Paleoantropologia e Preistoria, è stato il successore dei grandi maestri francesi della preistoria: Henri Breuil, Pierre Teilhard de Chardin, André Leroi-Gourhan: «Ho avuto la fortuna di vivere, momento per momento, una delle più esaltanti avventure che le scienze dell'evoluzione abbiano conosciuto sin dalle loro origini». Da un cinquantennio a questa parte, la paleoantropologia non ha cessato di avanzare, con la scoperta di nuovi fossili, come quello di Lucy, ma soprattutto grazie all'apporto di nuovi metodi scientifici. È un eccezionale salto in avanti del sapere sulle nostre origini che in questo libro viene ricostruito da Coppens, che ne è stato uno dei grandi protagonisti. Le lezioni qui raccolte costituiscono un documento unico per misurare il profondo rinnovamento conosciuto da questa disciplina essenziale per la conoscenza che l'umanità ha di sé, ma anche il riflesso del cammino di un ricercatore senza pari.
26,00 24,70

Il primo uomo. L'avventura della scoperta dei nostri antenati

Ann Gibbons

editore: Codice

pagine: 291

Dimenticatevi l'immagine classica del paleontologo, chiuso in un museo a misurare ossa e a fare analisi di laboratorio. Le vite di Michel Brunet, Tini White, Richard Leakey e degli altri "cacciatori di fossili" che incontrerete in questo libro ricordano più Indiana Jones che non i rarefatti ambienti accademici. Funambolici atterraggi su piste sterrate appena segnalate, temperature da girone infernale, spionaggio, corruzione, furti, delicati rapporti diplomatici con instabili governi africani. Ma soprattutto una passione sconfinata per la scienza, alla ricerca dei reperti fossili in grado di determinare l'alba del genere umano e ricostruire le origini e la storia evolutiva di Homo sapiens. Ann Gibbons ripercorre in questo libro le scoperte che negli ultimi venticinque anni hanno accompagnato gli studi di paleoantropologia.
28,00 26,60

Storia della vita sulla Terra

Raffaele Sardella

editore: Il Mulino

pagine: 119

Sin dalla comparsa della vita sulla Terra, circa 3,6 miliardi di anni fa, è esistita una stretta connessione fra le trasformaz
11,00 10,45

La lunga storia di Neandertal. Biologia e comportamento

a cura di F. Facchini, G. M. Belcastro

editore: Jaca Book

pagine: 326

La storia dell'uomo di Neandertal è la storia dell'umanità vissuta in Europa per alcune centinaia di migliaia di anni. Alla luce delle nuove scoperte sembra che caratteri neandertaliani siano già presenti nei fossili europei a partire da almeno 600.000 anni, indicando il carattere endemico del popolamento dell'Europa nel Pleistocene medio. L'evoluzione dei Neandertaliani si è svolta prevalentemente nello scenario europeo. Intorno a 100.000 anni fa essi si portarono nel Vicino Oriente. Centocinquanta anni di scoperte e di studi evidenziano caratteristiche fisiche, interessi culturali, spirituali e sociali che fanno cadere molti pregiudizi sui Neandertaliani, visti spesso come un livello inferiore di umanità. Recentemente si sono aggiunte le analisi del DNA dei reperti. Restano però aperte alcune questioni, come i rapporti con l'umanità moderna, proveniente dall'Africa intorno a 35.000 anni fa, e le cause della loro estinzione. Il volume, a cura di Fiorenzo Facchini e Maria Giovanna Belcastro, riporta contributi di specialisti di livello internazionale e fa il punto delle attuali conoscenze sui Neandertaliani.
32,00
13,00 12,35

Morfologia dell'immaginario. L'arte delle origini fra linguistica e neuroscienze

Gabriella Brusa Zappellini

editore: Arcipelago Edizioni

pagine: 218

Le prime forme d'arte visiva create dall'uomo nelle profondità delle grotte e nei ripari sotto roccia presentano, accanto a un bestiario naturalistico di straordinaria bellezza, immagini enigmatiche che non trovano riscontro nella percezione della realtà sensibile. Esseri ibridi e segni geometrizzanti convivono con grandi animali dipinti, spezzando l'incanto del loro linguaggio figurativo. Queste presenze irreali costituiscono la sfida maggiore alla nostra capacità di comprensione delle culture preistoriche, il punto più buio dell'universo oscuro della nostra spiritualità nascente. Le diverse ipotesi che, dalla fine dell'Ottocento a oggi, sono state avanzate sul loro significato non hanno mai trovato un consenso unanime. Si potrebbe però tentare l'azzardo di procedere 'obscurum per obscurius", cercando di capire se non siano proprio queste emergenze visionarie a offrire un ponte insperato per una maggiore comprensione delle più antiche espressioni della creatività e, insieme a queste, delle strutture profonde dell'immaginario.
20,00 19,00

Europei senza se e senza ma. Storie di neandertaliani e di immigrati

Guido Barbujani

editore: Bompiani

pagine: 280

Convivere in pace, vecchi e nuovi cittadini, ci sembra difficile e probabilmente lo è, ma un problema identico si è posto con ben altra urgenza 40 mila anni fa, quando i veri europei, gli uomini di Neandertal, hanno visto arrivare dall'Africa le avanguardie dei Cro-Magnoidi, i nostri antenati. Da allora, due gruppi umani diversi nell'aspetto, nella cultura e nel DNA, probabilmente due diverse specie umane, hanno coabitato in Europa per millenni: ma alla fine i vecchi europei si sono estinti. E dalla loro scomparsa, attraverso migrazioni, contatti e contaminazioni fra culture diverse, che a poco a poco ha preso forma la popolazione che oggi chiamiamo europea, e con lei un continente dai limiti incerti e (a volte temiamo) dall'incerto futuro. Soprattutto, un continente i cui abitanti hanno avuto una storia complessa, che non si presta a facili semplificazioni, neanche oggi che i test del DNA ci promettono (ma spesso sono promesse da marinai) di rivelarci le nostre caratteristiche più nascoste. Partendo da un passato remoto e dai metodi con cui la scienza riesce a ricostruirlo attraverso lo studio dei fossili, dei reperti archeologici e soprattutto dei nostri geni, questo libro ci accompagna a una sorprendente riscoperta dell'identità europea. Un'identità che non riposa su basi biologiche, e che trae la sua forza non da una o poche radici etniche o religiose, ma dalla molteplicità di contributi che hanno continuato ad aggiungersi, ad arricchirla e a ridefinirla.
12,00 11,40

Exaptation. Il bricolage dell'evoluzione

Elisabeth S. Vrba, Stephen Jay Gould

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 133

Il concetto di exaptation è stato introdotto dai paleontologi Stephen J. Gould ed Elisabeth S. Vrba nel 1982, ma ha una lunga storia che risale alla risposta data da Charles Darwin nel 1872 alle obiezioni dello zoologo George Mivart circa la presunta incapacità della selezione naturale di render conto degli stadi incipienti di strutture naturali particolarmente complesse. Con il neologismo pre-adaptation Darwin introdusse la possibilità che in natura il rapporto fra organi e funzioni fosse potenzialmente ridondante, in modo da permettere che un tratto sviluppatosi per una certa ragione adattativa potesse essere "cooptato" o convertito per una funzione anche del tutto indipendente dalla precedente. Questa cooptazione funzionale, che integra e non sostituisce l'azione di implementazione graduale della selezione naturale, fu rinominata da Gould e Vrba exaptation, per indicare come gli organismi spesso riadattino in modo opportunista, come bricoleur, strutture già a disposizione per funzioni inedite. Il concetto di exaptation è quindi un caso di studio evoluzionistico particolarmente interessante, perché evoca il rapporto fra strutture e funzioni, fra ottimizzazione e imperfezione in natura, mettendo in discussione la visione "adattazionista" a lungo prevalente nel Novecento. Esso è inoltre il miglior antidoto contro gran parte delle argomentazioni neocreazioniste relative alla presenza in natura di un supposto "progetto intelligente".
10,00 9,50

Evoluzione umana

Bernard Wood

editore: Codice

pagine: 160

La domanda che sta alla base di tutte le ricerche, di tutti gli studi e di tutti i dibattiti (talvolta molto accesi) che nell'Ottocento hanno dato origine alla paleoantropologia, è in definitiva quella che l'uomo si pone da sempre: da dove veniamo? Qual è il nostro posto nel pianeta che abitiamo e nella sua storia? Questa disciplina, così affascinante e per sua natura eclettica, che da più di due secoli ricostruisce faticosamente, reperto dopo reperto, le tappe della nascita e dell'evoluzione dell'uomo, sta in questi ultimi anni godendo del fondamentale apporto di altri rami della scienza. Accanto al rinvenimento e all'analisi dei resti fossili, i paleoantropologi attingono sempre più dagli studi sul clima del passato e sulle credenze magiche e religiose di popoli ormai scomparsi, dai progressi della genetica e da quelli della biologia, fino alle recenti misurazioni della geocronologia.
11,00 10,45

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.