Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Disegno tecnico

Ergonomia cognitiva

a cura di F. Di Nocera

editore: Carocci

pagine: 338

Secondo la definizione fornita dalla International Ergonomics Association, l'ergonomia è la disciplina scientifica che si occupa dell'interazione tra l'individuo e gli altri elementi di un sistema e l'ergonomo è il professionista che applica teorie, principi, dati e metodi di progettazione alfine di ottimizzare il benessere dell'individuo e la prestazione dell'intero sistema. Con l'espressione "ergonomia cognitiva" viene posto l'accento sugli aspetti cognitivi di questa interazione, vale a dire il modo in cui l'utente di una tecnologia percepisce, presta attenzione, decide e programma le sue azioni al fine di raggiungere un obiettivo. Naturalmente, la progettazione di dispositivi tecnologici non può prescindere dall'analisi di questi processi. Le conoscenze sviluppate nell'ambito dell'ergonomia cognitiva consentono, difatti, di sviluppare sistemi usabili, in grado di ridurre il carico di lavoro imposto all'utente e la probabilità di commettere errori. Il volume affronta le tematiche tipicamente oggetto di studio degli ergonomi di formazione cognitiva, approfondendo sia gli aspetti teorici sia quelli procedurali.
29,50 25,08

Progetti di benessere. Ergonomia, partecipazione, consapevolezza

Ivetta Ivaldi

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Il volume raccoglie saggi editi e inediti sull'ergonomia. Quell'ergonomia che intende lavorare per il miglioramento in tutti i contesti di attività e cerca di rendere le persone più coscienti e più libere, quella che continua a proporsi con determinazione per contribuire alla ricerca dell'armonia nei rapporti di lavoro e della qualità della vita negli ambienti e nei territori. L'ergonomia è ancora oggi un campo di studi poco conosciuto in Italia. Nel mondo accademico, spesso organizzato in modo rigidamente disciplinare, trova spazio con difficoltà perché opera in modo interdisciplinare. Nei luoghi di lavoro promuove la prevenzione con studi che considerano insieme aspetti tecnologici, organizzativi e ambientali e quindi viene vista con diffidenza da chi ancora intende la sicurezza come un armamentario farraginoso che serve a evitare sanzioni. Propone inoltre una cultura del rispetto e della valorizzazione delle persone in una dimensione di benessere nei luoghi di vita e di lavoro che sfida il cinismo diffuso sulla reale possibilità di far emergere capacità e creatività da tutti. Prevede anzi di far progettare l'innovazione a quelli che dovranno affrontarla supportandoli con dei percorsi di apprendimento che li rendano più consapevoli delle prospettive e delle scelte.
27,50

Argomenti di ergonomia. Un glossario

a cura di S. Pizzocaro, M. Figiani

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Il secondo volume del glossario prosegue nel compito di chiarimento e di riflessione intorno a termini riconducibili - direttamente o indirettamente alla sfera degli studi ergonomici. Alle voci già pubblicate (Antropometria, Biomeccanica occupazionale, Benessere, Ergologos, Ergonomia olistica, Interaction design, Normativa, Salute, Sicurezza, Utente/user), questo testo fa seguire Attrezzo, Ausilio, Colore, Experience design, Immaginario, Interfacce, Macchina, Naturale/artificiale, Studi sull'utente, User centred design. I testi mantengono inalterata l'impostazione multidisciplinare che costituisce la premessa dell'opera e si incardinano sull'asse centrale del concetto di progettazione antropocentrica, argomentata nello specifico dai lemmi User centred design e Studi sull'utente. Pensato per studenti universitari delle discipline progettuali che integrano studi ergonomici, il glossario è fortemente orientato alla ricerca human centred e alle sue ricadute nel design di prodotti, sistemi e ambienti. I volumi possono essere utilizzati come fonte di consultazione oppure letti come un insieme di saggi che suggeriscono approcci trasversali a un lessico in piena trasformazione. Sono inoltre uno strumento di avanzamento (con indicazioni di approfondimento bibliografico) che fissa l'attenzione su una terminologia e un apparato concettuale che già sono entrati pienamente nell'uso.
22,00

Ergonomia antropologica

Enrica Fubini

editore: Franco Angeli

pagine: 160

In questo volume vengono analizzate alcune tipiche applicazioni delle conoscenze ergonomiche alla progettazione di posti, attrezzature e ambienti di lavoro, nonché di dispositivi di protezione individuale, il cui uso effettivo da parte degli utenti dipende dal bilanciamento tra le esigenze di protezione e quelle di usabilità. La progettazione di tutti questi elementi può influenzare sia la salute, sia il benessere delle persone, ed anche la loro sicurezza ed efficienza. Vengono fornite indicazioni su come organizzare il layout dei posti di lavoro e su come scegliere gli arredi e gli utensili in relazione ai compiti e alle caratteristiche dimensionali e posturali degli operatori/utenti. Per quanto concerne gli ambienti, le indicazioni riguardano sia la configurazione spaziale e gli aspetti dimensionali delle aree di lavoro, sia il microclima, la qualità dell'aria indoor, il rumore, le vibrazioni e l'illuminazione, con alcuni richiami alla normativa sui diversi argomenti.
21,00
26,00

Ergonomia antropologica

Enrica Fubini

editore: Franco Angeli

pagine: 320

L'ergonomia è una disciplina relativamente recente, strettamente legata allo sviluppo della tecnologia e della società, ed ha
33,00

Illustrare in digitale

Giuseppe Amoruso

editore: Pàtron

pagine: 160

20,00 18,00

Ergonomia e design

Andrea Lupacchini

editore: Carocci

pagine: 480

Nato come strumento per fornire un quadro generale dell'ergonomia moderna, il libro accompagna il lettore attraverso un agile percorso di assimilazione delle caratteristiche distintive di questa disciplina. Tra arte e psicologia, tra biologia umana e creatività, tra sport e comunicazione: un percorso interdisciplinare in grado di riconoscere definitivamente alla materia la capacità di fungere da cerniera tra discipline scientifiche e scienze umanistiche, puntando all'individuazione di approcci olistici e all'attitudine alla ricognizione e all'integrazione. Dopo aver affrontato i temi della qualità, dell'usabilità e della gradevolezza, il libro compie incursioni in ambiti specifici: dai microspazi agli abitacoli, dalle calzature alle architetture corporali, dallo yacht design al design for all. Concetto invariante è che gli strumenti di conoscenza debbano sempre essere impiegati in funzione ergonocentrica, indirizzandoli verso i limiti dell'uomo, le caratteristiche naturali, le capacità psichiche e fisiche nonché verso i suoi bisogni, siano essi effimeri o profondi. L'ergonomia e la moderna filosofia del progetto possono farsi portavoce di un nuovo "umanesimo scientifico", dove intersezioni operative tra aree diverse dello scibile possono rendere possibile la "riduzione" di fratture innaturali, come per esempio quella tra arte e tecnologia.
43,50
 
Momentaneamente non disponibile

Argomenti di ergonomia. Un glossario

a cura di S. Pizzocaro, M. Figiani

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Proposto al lettore come una raccolta di voci redatte da un gruppo di autori, docenti e ricercatori, la cui attenzione si concentra sulle trasformazioni che investono ambiti di studio riconducibili in tutto o in parte all'ergonomia, questo glossario vuol essere uno strumento di chiarimento, di consultazione e, per le indicazioni bibliografiche e le estensioni che suggerisce, di contaminazione della riflessione. Il piano dell'opera prevede due volumi. Le voci contenute nel primo volume sono Antropometria, Biomeccanica occupazionale, Benessere, Ergologos, Ergonomia olistica, Interaction design, Normativa, Salute, Sicurezza, Utente/user.
23,50

Informatica e fondamenti scientifici della rappresentazione

a cura di L. De Carlo

editore: Gangemi

pagine: 336

Il Dottorato in Scienze della Rappresentazione e del Rilievo, che nasce dalla fusione dei due Dottorati del Dipartimento, riprende, in un rinnovata veste editoriale, la pubblicazione degli Strumenti del Dottorato. Questo volume raccoglie gli esiti di un seminario e di un laboratorio che si sono svolti alla Sapienza nel mese di Febbraio del 2007. Il tema del seminario, i fondamenti scientifici della rappresentazione, non è nuovo; ma decisamente inedito è il modo di affrontarlo. È ormai tempo, infatti, di riconoscere nelle applicazioni dell'informatica alla scienza della rappresentazione, il nuovo volto della geometria descrittiva. Chi considera obsolete le complesse costruzioni grafiche dei manuali di tradizione ottocentesca e tuttavia percepisce nell'addestramento all'uso di questo o di quel programma CAD un decadimento della nostra tradizione accademica, potrà forse trovare in queste pagine una possibile soluzione del suo dilemma: una disciplina non nuova ma profondamente rinnovata, che rileggendo con le tecniche attuali il proprio passato, si proietta nel futuro, capace di dialogare, come nei suoi tempi migliori, con il progettista, con il matematico, con l'industria.
32,00 27,20
16,99
 
Momentaneamente non disponibile

Ospedali e sistemi per la sicurezza del paziente

a cura di M. Fiorani, F. Ranzani

editore: Moretti & Vitali

pagine: 80

10,00 8,50

La geometria animata. Lezioni multimediali di geometria descrittiva

Alessandra Pagliano, Antonella Gesuele
e altri

editore: Libreria Editrice Cafoscarina

pagine: 31

Il supporto della multimedialità fornisce al tradizionale insegnamento del disegno e della geometria uno strumento di provata
22,00

Fognature in Autocad. Progettazione e verifica di reti urbane

Claudio Granuzzo

editore: Flaccovio Dario

pagine: 126

Il software "Fognature" permette la ricostruzione, il progetto e la verifica di intere reti fognarie direttamente in AutoCAD, esporta i dati in tabelle di Excel allegabili direttamente al progetto esecutivo, disegna automaticamente i profili longitudinali, calcola ed esporta il computo metrico dei collettori.
120,00 108,00

Il design delle strategie. Un modello interpretativo della relazione tra design e impresa

Loredana Di Lucchio

editore: Gangemi

pagine: 206

"Il design delle strategie" rientra negli studi finalizzati alla comprensione delle modalità di interazione tra il Disegno Industriale e il sistema tecnico/produttivo delle Piccole e Medie Imprese. Attingendo alle discipline del Management e del Marketing, viene indagato il contesto nel quale l'impresa opera, avvisandone due peculiarità interdipendenti - la produzione parlante e il ruolo della conoscenza - dalle quali emerge che la sostenibilità sociale delle organizzazioni produttive, condizionate delle ICT, si misura sulla capacità di gestire i processi di sviluppo della conoscenza e la sua traduzione in valore.
24,00 20,40
17,00

Gli oggetti di qualità e i loro significati. Il design tra ergonomia di prodotto, di processo e di consumo

Pietro Rutelli, Elisa Bortolanza

editore: Cortina Raffaello

pagine: 217

Quali significati veicolano gli oggetti di design? Come riflettono la personalità di chi li acquista e come possono, al tempo stesso, rispecchiare in sé l'intero ciclo di progettazione, produzione, distribuzione e consumo? A queste domande cercano di rispondere gli autori, mostrando come la psicologia del lavoro e delle organizzazioni, la psicologia dei consumi e della personalità, nonché il marketing, siano discipline coinvolte in questa nuova definizione del rapporto tra domanda e offerta.
21,00 17,85

L'ergonomia tra innovazione e progetto. Sistemi di lavoro e stili di vita. Atti del 8° Congresso nazionale SIE (Milano, 9-11 febbraio 2006)

a cura di S. Bagnara, R. Tartaglia

editore: Moretti & Vitali

pagine: 421

Fino a pochi anni fa la distinzione tra casa e luoghi di lavoro, fra attività lavorative e ricreative era netta. Luoghi, tempi, tecnologie, strumenti impiegati in ambito lavorativo non trovano spazio nelle altre attività umane. Oggi capita quotidianamente di utilizzare i medesimi strumenti per svolgere il lavoro propriamente detto, per lo svago, per la conduzione della casa, per lo studio e l'apprendimento. La diffusione del personal computer prima, e di Internet poi, ha reso evidente, per esperienza comune, la continuità tra vita e lavoro. L'ergonomia, il settore di ricerca e di applicazione che studia e progetta le interazioni tra individui e tecnologie con l'obiettivo di adattare strumenti e compiti alle capacità e ai limiti dell'essere umano, ha spesso anticipato, e, sicuramente, sempre accompagnato questo processo di trasformazione del lavoro e del vivere. Il tema di questo congresso nazionale - "sistemi di lavoro e stili di vita" - vuole intenzionalmente sottolineare la continuità fra vita quotidiana e lavoro, e si propone di stimolare un fruttuoso dialogo tra professionisti e ricercatori impegnati in diverse aree: dall'apprendimento, alla vita ricreativa, ai servizi, ai sistemi produttivi industriali.
25,00
 
Momentaneamente non disponibile

Ergonomia

Monique Noulin

editore: CLUEB

pagine: 175

L'ergonomia parte dal principio che il lavoro non è mai una semplice esecuzione di ordini, ma è un insieme di iniziativa, compromesso e decisione. Lo spazio del lavoro, la disposizione del mobilio nei locali, gli ambienti fisici (luminoso, sonoro, termico, ecc.) non sono considerati come condizioni, ma come mezzi di lavoro. Il lavoro si inserisce all'interno di un tempo: quello fatto di orari e ritmi, ma anche quello del percorso professionale. L'attività lavorativa, infine, trova spazio sempre all'interno di una collettività e possiede quindi una dimensione sociale.
20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.