Il tuo browser non supporta JavaScript!
Il secondo semestre si avvicina, crea un gruppo d'acquisto e richiedi un preventivo. Saremo lieti di valutare prezzi più convenienti per te Scopri come

Corraini

Useless is more. Ediz. italiana e inglese

Beppe Finessi, Joe Velluto

editore: Corraini

pagine: 96

Il design industriale produce oggetti d'uso, ossia oggetti in cui la funzione determina il motivo della progettazione, e l'utilità è dunque il presupposto fondamentale. Al contrario, l'arte produce cose "inutili" (ai fini funzionali), dove cioè il ruolo determinante è giocato dal significato. A metà strada fra arte e design, l'Adesign di JoeVelluto ha precisamente lo scopo di usare la progettazione per fini inutili, rivolgendosi al significato anziché all'utilità. Dopo il Manifesto dell'Adesign, in UseLess is More JoeVelluto esplicita una provocazione e riflessione sull'ambiente di vita di oggi, saturo di oggetti non realmente necessari: un contributo per tornare a progettare per un mondo reale. Declinato in 5 principi fondanti (Disfunction, Useless, Absence, Adesign e UseLess is more), il discorso di JoeVelluto prende forma attraverso suggestioni fotografiche di disfunzione, inutilità e assenza quotidiana, per poi concretizzarsi in una serie di ipotesi ed esempi pratici di Adesign applicato ad oggetti di uso comune. La scelta di carte di consistenza e superficie diversa accompagna l'andamento del discorso nel corso del volume, assecondandone il carattere sperimentale e provocatorio.
24,00 20,40

Decrescita. Architettura della nuova innocenza

Riccardo Dalisi

editore: Corraini

pagine: 200

Da una riflessione di Friedensreich Hundertwasser, pittore, scultore, architetto ed ecologista austriaco che anticipò alcuni concetti della bioarchitettura, parte il percorso che Riccardo Dalisi intende sviluppare attorno alla "decrescita": una filosofia, una linea guida, un'attenzione al progetto architettonico e di design argomentata con testi, illustrazioni ed oggetti realizzati in materiale di recupero da egli stesso e da alcuni suoi allievi. Per ridurre in modo sensibile i pericoli di un tracollo ecologico sostiene Dalisi - non basta puntare esclusivamente sul risparmio energetico, ma occorre riappropriarsi del giusto rapporto tra spazio umano e spazio naturale, ritornare a "far fiorire" l'architettura e prestare una nuova attenzione a ciò che in prima battuta è erroneamente considerato rifiuto.
27,00 22,95

Mendini. Ediz. italiana e inglese

Beppe Finessi

editore: Corraini

pagine: 384

Il volume dedicato ad Alessandro Mendini è un flusso ininterrotto di immagini e occasioni all'interno delle opere e della filosofia progettuale del celebre architetto milanese. Progettare orizzonti, stanze, corpi e pensieri sono i quattro momenti di un percorso personale e suggestivo attraverso l'opera di Mendini: dall'arredo urbano alla decorazione d'interni, dagli oggetti e accessori progettati per il corpo all'attività di teorico dell'architettura e del design, Mendini è protagonista di un approccio personale ed estetizzante alla progettazione, che si distingue per la dimensione organica, emozionale e individuale della propria ricerca, che privilegia suggestioni psicologiche, materiche e sensoriali rispetto a un design e un'architettura più "razionali". Non a caso, "poesia visiva", "progettazione fiabesca e barocca", "dilatazione labirintica degli spazi e delle sensazioni" sono solo alcune delle definizioni associate nel tempo alla sua multiforme produzione. Nel volume, le immagini sono accompagnate da testi di Beppe Finessi (architetto, professore presso la Facoltà di Design e la Prima Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano) e di Alessandro Mendini stesso, in cui l'architetto si racconta a partire dalla propria esperienza di progetto. Conclude il libro una sintetica biografia e bibliografia su Mendini e la sua opera.
35,00 29,75

La pelle come limite. Ediz. italiana e inglese

Riccardo Blumer

editore: Corraini

pagine: 136

Luogo, mappa, limite, storia, varco, tatto, setaccio, metafora: la pelle contiene in sé una molteplicità di caratteristiche e funzioni, è il luogo d'incontro tra fenomeni fisici e psichici, confine fra lo stato interiore ed esteriore della persona. Dalla chirurgia all'agopuntura, dalla body art alle pratiche rituali come il tatuaggio, la pelle è il segno del nostro passaggio nel mondo, e ne porta con sé i significati e le tracce. Nei propri laboratori di Disegno Industriale presso l'Università di San Marino, Riccardo Blumer invita a confrontarsi con il materiale "pelle", capirne la logica e provocare la curiosità del progettare. Risultato di queste riflessioni, riportate in questo volume grazie ai testi dello stesso Blumer, Gaddo Morpurgo (Università di San Marino) e Luigi Zanzi (Università dell'Insubria), sono oggetti nati non per essere "prodotti", ovvero, non prototipi di possibile merce. Sono ricerca, esperimenti di intreccio di forma e materia, puri punti di partenza del pensiero.
16,00 13,60
10,00 8,50

Vietato l'ingresso agli addetti al lavoro

Marco Romanelli

editore: Corraini

pagine: 88

Bruno Munari, ovvero la creatività vista attraverso le sue opere più significative, il racconto di idee e oggetti lungo i novant'anni della sua vita. Dalle prime esperienze con Marinetti e il "Secondo Futurismo" alle sperimentazioni teoriche sul concetto di "negativo-positivo", dai laboratori creativi per bambini alla storica attività di grafica editoriale per Einaudi, Domus, Bompiani e molti altri, scorrono fra le pagine la fantasia e la genialità di un poeta del quotidiano che non può essere "incasellato" in una categoria del contemporaneo. Non solo artista, non semplicemente designer, non didatta di professione: come dice il titolo, la sua è "opera aperta" ad ogni pubblico che abbia la voglia e la capacità di stupirsi, raccontata da Marco Romanelli attraverso una personale lettura delle idee e dei progetti del maestro. Questo volume nasce originariamente dalla mostra omonima tenutasi a Tokyo presso Shiodomeitalia Creative Center, prodotta da La Triennale di Milano in collaborazione con CLAC, Cantù.
15,00 12,75

Eureka!

Giulio Iacchetti

editore: Corraini

pagine: 12

"Elaborare il concetto di design democratico non è stata solo una sfida appassionante, di cui oggi vediamo i frutti, ma è soprattutto la consapevolezza di aver aperto una strada nuova per il progetto e per il design italiano" (Giulio Iacchetti, designer creatore e ideatore del progetto). Dopo la presentazione del 15 febbraio a Torino, nasce ufficialmente per Coop la nuova linea di oggetti di design democratico "Eureka!" 12 oggetti di uso quotidiano trasformati da designer italiani in invenzioni pratiche, utili, esteticamente piacevoli e a prezzi accessibili. Per Eureka! Corraini ha realizzato il libretto di presentazione del progetto, con una filastrocca di Giulio Iacchetti e illustrazioni di Federico Maggioni ispirate agli oggetti della collezione Eureka!
2,00 1,70

Restart. Un progetto di Maurizio Navone

Michele Calzavara

editore: Corraini

pagine: 132

Ci sono oggetti del passato che il tempo ha sedimentato da processi progettuali, mentali, modalità produttive e tradizioni d'uso. Ora, lo sguardo isola e inscatola questi oggetti in "kit della memoria", li sceglie e li accosta creando loro attorno un nuovo contesto. Non si tratta di una ricerca di stimoli per nuove forme, che non mancano nel panorama del design, ma dell'osservazione e del riavvio di oggetti e situazioni indelebili per produrre cortocircuiti con il presente, dialoghi tra il non più e il non ancora. Dalla produzione di lusso in ogni ambito agli oggetti di "design anonimo", segnalati da Munari e utilizzati come archivio d'ispirazione da Castiglioni, "Restart" è l'illustrazione di questo progetto e della ricerca che lo ha guidato. "Restart" sta per ripartire, rimettere in moto, ridare inizio a qualcosa: dunque, non si riparte da zero, ma da qualcosa che già esiste e ha avuto una storia. "Restart" vuole riconoscere l'irrinunciabile e farlo dialogare, riappropriarsene, in modo personale.
38,00 32,30

Restart. A project by Maurizio Navone

Michele Calzavara

editore: Corraini

pagine: 132

Ci sono oggetti del passato che il tempo ha sedimentato da processi progettuali, mentali, modalità produttive e tradizioni d'uso. Ora, lo sguardo isola e inscatola questi oggetti in "kit della memoria", li sceglie e li accosta creando loro attorno un nuovo contesto. Non si tratta di una ricerca di stimoli per nuove forme, che non mancano nel panorama del design, ma dell'osservazione e del riavvio di oggetti e situazioni indelebili per produrre cortocircuiti con il presente, dialoghi tra il non più e il non ancora. Dalla produzione di lusso in ogni ambito agli oggetti di "design anonimo", segnalati da Munari e utilizzati come archivio d'ispirazione da Castiglioni, "Restart" è l'illustrazione di questo progetto e della ricerca che lo ha guidato. "Restart" sta per ripartire, rimettere in moto, ridare inizio a qualcosa: dunque, non si riparte da zero, ma da qualcosa che già esiste e ha avuto una storia. "Restart" vuole riconoscere l'irrinunciabile e farlo dialogare, riappropriarsene, in modo personale.
38,00 32,30

Tattoo book

Martí Guixé

editore: Corraini

pagine: 28

Terapeutico, religioso, rituale, punitivo, contestativo, erotico, modaiolo, magico, di riconoscimento, estetico, ornamentale, simbolico, ambiguo, nascosto, ostentato. Un tatuaggio è un linguaggio. Per declinare forme e colori, e creare il proprio corpo di carta personale. Seguendo la direzione tracciata da "Blank book", un nuovo volume in cui i suggerimenti grafici di Martí Guixé sono completati da ogni "lettore" in maniera totalmente personale. "Tattoo book" è un libro di grande formato: in ogni pagina un dettaglio del corpo da "rifinire" con un tatuaggio, senza limiti alle sperimentazioni.
16,00 13,60

Verbale scritto

Bruno Munari

editore: Corraini

pagine: 88

Una raccolta di alcuni testi brevi di Bruno Munari, sparsi nella sua multiforme produzione editoriale. Dagli aforismi all'haiku giapponese, le invenzioni verbali di Bruno Munari innescano scintille imprevedibili che gettano una luce nuova sui temi più diversi. Dall'arte al design, dalla valorizzazione dell'inutile all'utilizzazione dei valori. Pubblicato per la prima volta nel 1982 per i tipi de "Il Melangolo", il libro è suddiviso in cinque sezioni (Promemoria, Teoremi, Canzoni, Pensare confonde le idee e Due autobiografie), che riprendono spunti e discorsi di altri volumi di Munari seguendo il filo della sua personalissima originalità.
15,00 12,75
15,00 12,75
15,00 12,75
15,00 12,75
15,00 12,75

Indagini tra decor e decus

Maurizio Matrone

editore: Corraini

pagine: 136

18,00 15,30
15,00 12,75

Bruno Munari. Tuttotondo tuttoquadro. Ediz. italiana e inglese

Beppe Finessi

editore: Corraini

pagine: 48

Le piastrelle stanno attaccate al muro per trent'anni, gli stili artistici cambiano a ogni stagione...". Bruno Munari realizza nel 1982 per Gabbianelli due progetti di piastrelle d'arredamento, "Tuttotondo" e "Tuttoquadro", applicando a semplici piastrelle 20x20 decorazioni astratte ispirate alla forma del cerchio e del quadrato. Giocando su come l'occhio umano riconosce ritmi, proporzioni e armonie visive, Munari realizza piastrelle tanto rivoluzionarie nella loro semplicità quanto pratiche da posare: non esiste un verso giusto e uno sbagliato, è la posa del piastrellista a creare l'effetto decorativo, che è perciò sempre diverso. Beppe Finessi racconta quest'esperienza e la inquadra in tutta una serie di sperimentazioni (Movimenti di forme, Immagini texturizzate, Sequenze cinetiche) che Munari ha condotto durante tutta la vita.
12,00 10,20

Blank book

Martí Guixé

editore: Corraini

pagine: 32

Blank Book è un "libro vuoto", che offre infinite soluzioni possibili per essere "riempito"; non è un libro da leggere, ma un libro "da fare". Le immagini accese che scorrono sotto gli occhi sono una sorta di canovaccio, vivaci suggerimenti abbozzati da Martí Guixé per stimolare a creare racconti sempre diversi. Compito di chi "legge" è infatti quello di "prendere la parola", calarsi al centro del processo creativo e inventare la storia attraverso la scrittura. Seguendo la direzione tracciata dalle Edizioni Corraini con i precedenti "Un libro di linee" e "Mostra di pittura", "Blank Book" si concentra sull'immaginazione e la partecipazione attiva di bambini e adulti, proponendo non di leggere una storia ma di contribuire alla sua creazione.
16,00 13,60

Sorry, out of gas

a cura di G. Borasi

editore: Corraini

pagine: 236

Dal 7 novembre 2007 al 20 aprile 2008 il Canadian Centre for Architecture di Montreal ospita l'esposizione 1973: Sorry, Out of Gas, curata dal Direttore del CCA Mirko Zardini con Giovanna Borasi. La mostra analizza la crisi petrolifera del 1973 quale primo significativo precedente delle contemporanee discussioni sulla dipendenza dalle risorse energetiche: l'improvvisa irreperibilità di alcuni combustibili fossili ebbe infatti come conseguenza l'aumento esponenziale delle ricerche sulle energie rinnovabili, unitamente ad esperimenti sociali destinati ad avere un duraturo influsso politico e progettuale in America e in Europa. Il catalogo della mostra è frutto di una co-edizione del Canadian Centre for Architecture e Corraini Edizioni. Il book design è curato da Massimo Pitis. Un inserto illustrato di Harriet Russell, realizzato appositamente in occasione della pubblicazione di questo volume, presenta i problemi del risparmio energetico al pubblico dei bambini, accompagnandoli con i propri colorati disegni alla scoperta di situazioni quotidiane e divertenti.
35,00 29,75

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.