Il libro della porta. Studio su una forma

25,00 23,75 (-5%)
 
Disponibilità immediata
Spese di spedizione gratis sopra i 29,00 €
«È singolare il modo in cui la porta colpisce emotivamente ogni volta che sia raffigurata in immagini o in storie». Lo stupore di Ernst Bloch è il nostro stesso stupore di fronte all'attrazione misteriosa che esercita immancabilmente una Porta. Forma variabile ma sempre necessaria, la Porta è simbolo determinato e tuttavia sconfinato, costitutivamente non racchiudibile in un'unica, univoca definizione. Indagata attraverso alcune delle sue infinite "epifanie" letterarie, filosofiche, artistiche, e architettoniche, e suddivisa in base ai suoi stati "fenomenologicamente" determinanti - aperta, chiusa, socchiusa - la Porta si mostra qui non semplicemente bifrons, come Giano che ne è il nume tutelare, bensì addirittura multifrons: molteplice, sfaccettata, "plurale". Luogo notevole dello spazio fisico come di quello interiore, la Porta sta a segnalare, insieme ad ingressi, passaggi ed esodi del tutto concreti, la presenza di un'inesauribilità, di una vitalità spirituale, che ne fa in qualche modo il simbolo per eccellenza, il simbolo del simbolo.