Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Valutazione danno

44,00 39,60
36,00 30,60

Le novità sul risarcimento del danno alla persona tra norme e giurisprudenza

Paolo Mariotti

editore: Maggioli Editore

pagine: 112

Questo volume, nato dal coordinamento dei materiali utilizzati dai relatori al convegno AIDA svoltosi a Milano il 16 gennaio 2015, esegue un'analisi precisa e dettagliata sulle tematiche inerenti il risarcimento del danno alla persona. Si esamina la sentenza della Corte di cassazione n. 13233/2014, che ha enunciato il principio del divieto del cumulo di indennizzo e risarcimento del danno e si espone l'aspetto applicativo di tale principio. Si analizza l'art. 3 comma 1 della legge Balduzzi che, secondo il parere dei membri del gruppo di lavoro AIDA, ha comportato un revirement dell'attuale inquadramento della responsabilità degli esercenti la professione sanitaria che operano all'interno delle strutture sanitarie. Si è approfondito anche il tema della liquidazione del danno alla persona nella sanità, tenendo presente i criteri di individuazione e costruzione delle cosiddette linee guida e buone pratiche della comunità scientifica nazionale ed internazionale con riferimento anche ai profili di clinical risk management. In questo contesto ci si è occupati anche dell'obbligo assicurativo per gli esercenti la professione sanitaria prevista dalla legge Balduzzi e dell'obbligo assicurativo previsto per le strutture sanitarie nonché della disciplina e gestione del fondo previsto volto a consentire l'effettivo accesso alle coperture assicurative da parte di quei medici la cui attività comporta un rischio più elevato.
18,00 15,30

Le menomazioni psichiche nel danno alla persona. Diagnosi, nesso di causalità, valutazione. La perizia

Riccardo Dominici

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Il libro è indirizzato a psicologi, medici legali, avvocati ed in generale agli operatori del diritto che si cimentano con il problema della valutazione del danno non patrimoniale di natura psichica. È un vero manuale operativo che affronta gli aspetti più delicati e controversi del problema, quali la diagnosi delle malattie psichiche in ambito medico legale, il nesso di causalità fra fatto ingiusto e danno, la valutazione quantitativa del danno nei suoi aspetti biologici, esistenziali e morali. La problematica del danno alla persona è oggetto di una continua evoluzione che deve essere conosciuta da chi professionalmente tratta la materia; questo testo può essere un prezioso aggiornamento per chi già lavora nel settore, ed un primo impatto per chi vi si addentra adesso. Si propone di rendere familiare ai lettori una terminologia specialistica che va conosciuta ed utilizzata se si opera in questo contesto.
27,00

Danno erariale da responsabilità sanitaria

Antonio Serpetti, Paolo Mariotti

editore: Giuffrè

pagine: 70

Responsabilità del medico dipendente pubblico, "convenzionato", "putativo" e del primario. Danno: patrimoniale diretto, da disservizio, da indebita attività prescrittiva, indiretto e all'immagine. Responsabilità del Direttore generale e Direttore amministrativo. Medico e "colpa grave": abuso di attività prescrittiva e violazione di obblighi di servizio. Responsabilità amministrativo-contabile: nesso eziologico, onere probatorio, elemento soggettivo, dolo e colpa.
18,00 16,20

Guida alla valutazione psichiatrica e medico-legale del danno biologico di natura psichica

Fabio Buzzi, Mario Vanini

editore: Giuffrè

pagine: 340

Questa seconda edizione della guida è stata impostata sulla classificazione fortemente innovativa - del DSM-5, diffusa in Italia nell'aprile 2014. Dall'amplissimo novero dei disturbi classificati nel manuale sono stati necessariamente presi in considerazione soltanto quelli che possono assumere interesse ai fini valutativi medicolegali, da un lato in ragione della loro correlabilità eziologica ad eventi psico-traumatici (non a caso espressamente presa in considerazione dallo stesso DSM-5, nonostante la sua tradizionale impostazione aneziologica), dall'altro in quanto utilizzabili come categorie nosologiche rappresentative di condizioni invalidanti assumibili come paradigmi di riferimento quantificativo, adottando un doveroso rapporto proporzionalistico tra l'intrinseca gravità di ciascuna categoria nosologica. Ovviamente, anche all'interno delle singole categorie nosologiche sono stati scanditi diversi livelli di gravità, modellati secondo una sinossi comprensiva del risalto sintomatologico stimabile sulla scorta della letteratura psichiatrica e dell'esperienza clinica, oltre che delle indicazioni del DMS, con l'aggiunta di quelle del PDM: queste ultime atte a conferire una maggiore ampiezza prospettica ai criteri del primo, attraverso l'integrazione con quelli di stampo psicodinamico del secondo.
32,00 28,80

Manuale pratico dei sistemi tabellari per il risarcimento del danno alla persona

Umberto Genovese, Filippo Martini
e altri

editore: Maggioli Editore

pagine: 200

L'opera, contenente le Tabelle di Milano e Roma oltre alle Tabelle medico-legali relative al danno alla persona, aggiornata alla sentenza della Corte costituzionale 16 ottobre 2014 n. 235 che ha legittimato la Tabella relativa alle micropermanenti (0-9% di postumi permanenti a titolo di danno biologico), si pone come strumento di ausilio per i professionisti che, a vario titolo, sono coinvolti nella valutazione del danno e nella quantificazione del risarcimento dovuto. È necessario e fondamentale conoscere i criteri di liquidazione previsti dalle Tabelle milanesi e romane che in questa sede vengono analizzate anche secondo l'interpretazione della giurisprudenza. Criteri che, tra l'altro, manterranno comunque la loro importanza, anche laddove dovesse essere adottata la Tabella ex art. 139 del CdA, in tutte le ipotesi di danni alla persona conseguenti a fatti illeciti di origine diversa rispetto alla responsabilità civile automobilistica o sanitaria. Questi sistemi Tabellari mirano, sostanzialmente, ad evitare una "anarchia" risarcitoria. Indispensabile, però, che alla base dei calcoli economici esistano delle Tabelle medico-legali relative al danno alla persona, così da evitare una "anarchia" valutativa, che - a priori - condurrebbe ad una "lotteria" del risarcimento, in quanto la monetizzazione del danno sarebbe inevitabilmente basata su apprezzamenti e percentualizzazioni della menomazione affidati alla "sensibilità" del singolo medico valutatore.
28,00 23,80

La prova del danno biologico

Marco Rossetti, Luigi Mastroroberto
e altri

editore: Giuffrè

pagine: 430

Il volume costituisce un focus sui corretti criteri di allegazione e prova del danno alla salute, patrimoniale e non patrimoniale. Consulenza tecnica, testimonianza, prove documentali e atipiche, confessione, giuramento, vengono esaminati sia sul piano del valore e dell'efficacia probatoria, sia sul piano del processo e delle corrette modalità di deduzione ed assunzione. Un linguaggio piano e semplice guida il lettore nell'individuazione delle prove necessarie per la stima del danno e nella scelta delle corrette modalità per formulare le relative istanze. Ampio spazio e dedicato alla consulenza tecnica sul piano processale: di essa vengono esaminati i contenuti, i limiti, le forme, le criticità. Altrettanto spazio e dedicato ai criteri medico legali di svolgimento delle operazioni peritali e di stima de danno biologico. Il testo si rivolge ai giuristi e ai medici legali ed intende fornire a quanti si accostino per la prima volta alla materia, un agevole vademecum; e a quanti vi fossero già addentrati un prezioso strumento di approfondimento teorico e pratico.
43,00 38,70

Rapporto medico-paziente. Responsabilità e risarcimento del danno

Giuseppe Cassano

editore: Maggioli Editore

pagine: 728

La giurisprudenza più recente analizza quelle problematiche che scaturiscono nel rapporto tra medico e paziente, generando il contenzioso per la responsabilità civile e il relativo risarcimento del danno. Si esaminano tutti quegli aspetti particolari che si creano quando interviene un danno recato al paziente. Tra questi si individua in particolare il rapporto tra medico e paziente che inizia con il contratto di spedalità o di prestazione professionale e prosegue con la capacità di dare il consenso per le singole attività svolte dal medico. Si tratta anche di tutti gli aspetti processuali, dall'onere della prova al nesso di causalità.
74,00 62,90
95,00 80,75

Il danno in ortopedia e traumatologia

editore: Griffin

pagine: 216

70,00

Il danno da amianto

Ezio Bonanni, Massimo Fabiani

editore: Giuffrè Editore

pagine: 404

45,00 40,50

Il danno biologico. Con CD-ROM

Massimiliano Di Pirro

editore: Edizioni Giuridiche Simone

pagine: 448

La figura del danno biologico è stata anatomizzata, da dottrina e giurisprudenza, in quei settori nei quali compare più frequentemente, ovvero la circolazione stradale e l'attività medica. Quest'ultima, in particolare, è stata investita come detto dal D.L. 158/2012, conv., con modif., dalla L. 189/2012, che delinea, nell'art. 3, un'area di non punibilità a favore di tutti gli operatori sanitari che commettano un reato lievemente colposo nel rispetto delle linee-guida e delle buone prassi. Tale disposizione è già stata inviata alla Corte costituzionale dal tribunale di Milano. Capitoli ad hoc sono dedicati alla consulenza medico-legale (che costituisce l'aspetto più importante di ogni processo sul danno biologico, perché "dà un prezzo" alle lesioni subite), al danno da vita malformata (poiché nel 2012 la Cassazione, per la prima volta, ha riconosciuto, al soggetto che al momento della nascita presenti gravi patologie destinate a menomarlo per l'intera esistenza, la legittimazione a far valere il danno ricollegabile all'omessa diagnosi prenatale), al danno esistenziale (figura ormai ridotta in schiavitù dal danno biologico, di cui rappresenta l'aspetto dinamico-relazionale), al danno biologico causato da sinistri stradali (che presenta aspetti di particolare interesse sul piano teorico) e ai criteri di liquidazione del danno biologico.
45,00 38,25

La sofferenza «psicofisica» nel danno alla persona

Enrico Pedoja, Francesco Pravato

editore: Maggioli Editore

pagine: 94

Nella presente pubblicazione gli autori descrivono una metodologia di valutazione della sofferenza psicofisica intrinseca conseguente a lesione personale. L'introduzione di natura giuridica a cura del prof. Giorgio Gallone (professore di medicina assicurativa presso l'Università "La Sapienza" di Roma) ed il commento sui presupposti di diritto della sofferenza psicofisica come danno giuridico di Marco Bona, illustrano gli elementi che connotano la necessità di attenzione all'entità della sofferenza psicofisica nell'apprezzamento del danno alla persona, nell'ottica della persistente rilevanza della componente di sofferenza morale nel risarcimento del danno non patrimoniale. Gli autori illustrano una metodologia di valutazione medico-legale della sofferenza psicofisica intrinseca al danno alla persona attraverso parametri di riferimento qualitativi e quantitativi finalizzati a fornire all'operatore del diritto una gradazione motivata, a parere degli autori, indispensabile per una equilibrata successiva quantificazione in via equitativa connessa al danno morale. Vengono con ciò forniti i parametri tecnici per tale valutazione, discussi, approfonditi e condivisi nel contesto della Società Medico-Legale del Triveneto. La pubblicazione riporta quindi i dati emersi da un'indagine statistica sull'applicazione pratica della metodologia nel Veneto, elaborata sulla base di circa 8 mila casi di valutazione della sofferenza psicofisica da parte di numerosi specialisti.
20,00 17,00

La valutazione della colpa medica e la sua tutela assicurativa

a cura di U. Genovese, F. Martini

editore: Maggioli Editore

pagine: 198

L'opera, aggiornata al d.l. 158/2012 convertito con modifiche in L.189/2012, meglio nota come "legge Balduzzi", raccoglie l'analisi tecnico - giuridica dei professionisti che vengono coinvolti nell'applicazione del dettato normativo. La promulgazione ripropone ulteriori aree di difficile ipotesi applicativa, che non mancheranno di arricchire nuova giurisprudenza e conseguenti esercizi interpretativi da parte di tutti gli attori protagonisti del delicato comparto delle professioni sanitarie. I nuovi profili di responsabilità attribuibili ai singoli professionisti, e inevitabilmente alle strutture sanitarie eventualmente coinvolte, potrebbero riplasmarne i rispettivi comportamenti durante l'esercizio quotidiano del "fare" in Sanità. A questi si accompagna parallelamente l'assolvimento dei necessari obblighi assicurativi che dovrebbero trovare puntuale corrispondenza nei dettati della nuova norma. L'articolo 3 della Legge - Responsabilità professionale dell'esercente le professioni sanitarie - prevede criteri e requisiti delle nuove polizze assicurative, a copertura dei rischi derivanti dall'esercizio della professione sanitaria, di iniziale complessità interpretative tale da farne prevedere una difficoltosa applicabilità contrattuale di non poca rilevanza. Su questi temi verteranno i contributi dei diversi e qualificati esperti che hanno fornito la loro preziosa disponibilità nella realizzazione di questo libro.
24,00 20,40

La liquidazione del danno alla persona da incidente stradale. Rassegna giurisprudenziale con le tabelle per la liquidazione del danno

Gianni Bellagamba, Giuseppe Cariti

editore: Giuffrè

pagine: 514

L'opera riporta la giurisprudenza della Corte di Cassazione relativa alla liquidazione del danno alla persona da incidente stradale (ed in genere da fatto illecito). Di particolare rilievo le massime di questi ultimi anni in tema di liquidazione del danno non patrimoniale (danno biologico, danno morale, danno da lesione di altri interessi costituzionalmente protetti), che hanno segnato un'importante evoluzione dell'indirizzo giurisprudenziale sulla materia. Sul tema sono peraltro sono presenti le pronunce più rilevanti della Corte Costituzionale e delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione. Sono anche riportate le tabelle per la liquidazione del danno non patrimoniale adottate dal Tribunale di Milano, che la Corte di Cassazione ritiene (con le massime pure riportate) debbano essere assunte dai giudici quale criterio generale di liquidazione; nonché le tabelle degli indici ISTAT di rivalutazione monetaria e della pensione sociale. Sono altresì riportate le tabelle delle menomazioni e degli importi da liquidare per le micropermanenti. Arricchisce l'opera, infine, la nuova legge sull'assicurazione obbligatoria nella parte relativa al risarcimento del danno, commentata per articolo, nonché il regolamento per il risarcimento diretto.
60,00 54,00

Danni micropermanenti da sinistro stradale

Paolo Mariotti, Antonio Serpetti

editore: Giuffrè

pagine: 325

Il volume affronta varie ipotesi di lesioni c.d. micropermanenti conseguenti a sinistri stradali, indicando al lettore la procedura da seguire per richiedere il risarcimento dei danni subiti, patrimoniali e non, distinguendo i casi in cui è applicabile la procedura di indennizzo diretto, esperibile nei confronti del proprio assicuratore, ovvero la procedura risarcitoria ordinaria, esercitabile nei confronti del responsabile civile e del suo assicuratore.
34,00 30,60
27,00 24,30

La sicurezza del paziente

Charles Vincent

editore: Springer Verlag

88,39 75,13

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.