Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri universitari scontati fino al 15% - Disponibilità immediata Scopri di più

Disegno tecnico

Verso l'era post-digitale disegnare il progetto, tra design e architettura

editore: Maggioli Editore

pagine: 228

Il digitale ha trasformato i modi del progetto e la sostanza della rappresentazione, con forme figurative ispirate alle arti visive del XX secolo. Le nuove tecnologie offrono strumenti di grande versatilità che integrano il disegno, ma una malintesa nostalgia per la mano sottolinea un'insoddisfazione latente per le debolezze irrisolte che hanno accompagnato le potenzialità della rappresentazione digitale, che alla sua origine poco si è preoccupata di affinare la sua espressione in riferimento alla cultura visiva delle arti formali. Per questo abbiamo pensato di promuovere il dibattito tra le parti interessate: i "progettisti" e i "docenti del disegno", chi "usa" il disegno e le sue alternative contemporanee e chi lo insegna e ha la responsabilità della formazione delle nuove generazioni di architetti e designer. Il confronto tra i "migranti" e i "nativi" digitali mette in risalto che è determinante la concezione dell'immagine e del suo ruolo nel processo del progetto. Occorre quindi partire dai riferimenti delle rispettive culture figurative per riconoscere le specificità delle diverse forme di rappresentazione che affiancano e completano il disegno, per favorire la definizione di codici che trasformino le contaminazioni in ricchezza espressiva. In questo senso si intravede l'avvicinamento della fase post-digitale, nella quale si assesteranno i linguaggi espressivi propri ai nuovi strumenti con un controllo consapevole delle loro capacità espressive.
15,00 13,50

Il disegno come ricerca

editore: Maggioli Editore

pagine: 250

"Questo testo è interessante proprio perché indaga le diverse modalità con cui il disegno, da quello analogico a quello digitale, è chiamato a restituire un ambiente, sia esistente ed in attesa di essere trasformato, sia nella sua forma di anticipazione di ciò che sarà, in tutte le sue specificità. Nel primo caso ricorrendo agli strumenti tradizionali del rilievo ma anche a quelli, penso allo schizzo, alla fotografia o alla ripresa con videocamera, che sono in grado di restituire ciò che il solo rilievo tecnico non è in grado di fare. Vale a dire il carattere di quel luogo o il timbro, per tornare alla metafora musicale, determinante nell'azione di riconoscimento di un ambiente su cui si deve operare, e che è già parte fondante del progetto. Carattere che dipende non soltanto dalla sua morfologia e dalle dimensioni ma anche dalla luce, dal colore, dalla sua stessa storia. Nel secondo adottando una pluralità di strumenti indirizzati anche a "raccontare" il progetto in tutte le sue fasi." (Luciano Crespi). Da quella iniziale, in cui l'idea è ancora allo stadio della metafora e che si manifesta perlopiù attraverso diagrammi e schizzi preliminari, a quella in cui il progetto viene descritto compiutamente attraverso disegni tecnici, viste tridimensionali, simulazioni. L'apporto delle tecniche digitali è diventato fondamentale. Occorre, però, saper utilizzare le potenzialità di questi strumenti in modo coerente, per non correre il rischio di trasformare il medium in messaggio.
19,00 17,10

Modellando-modellando. Modello digitale e modello fisico, esperienze e riflessioni sul ruolo della rappresentazione

Maria Pignataro

editore: Maggioli Editore

pagine: 128

La stretta relazione fra modello digitale e modello fisico, determinata dalle recenti introduzioni tecnologiche, costituisce un elemento innovativo nella rappresentazione dell'architettura. La disponibilità di nuove tecnologie, mutuate dal settore industriale, consente di trasferire i file di disegno alle macchine di prototipazione rapida, adottando gli stessi linguaggi cad-cam, utilizzati nella produzione più evoluta dei componenti edilizi. Si stabilisce, in tal modo, un continuum fra idea progettuale, sviluppo del progetto e sua realizzazione, nel quale la rappresentazione costituisce, come non mai, l'elemento maestro di riferimento. La possibilità di far dialogare modello digitale e modello fisico in un processo iterativo di reciproca verifica e adeguamento, consente di procedere, appunto modellando-modellando, nello sviluppo del progetto in maniera più precisa, soprattutto quando si tratta di rappresentare e realizzare forme geometriche complesse. Il dialogo fra due ambienti profondamente differenti, come quello digitale e quello fisico, anche se mediato da basi matematiche del linguaggio macchine, implica inevitabilmente, un processo di trasformazione degli elaborati grafici del modello digitale, che comporta una approfondita conoscenza delle scienze della rappresentazione. Nel libro, questa realtà viene descritta attraverso esemplificazioni pratiche sviluppate nei laboratori di modellazione e di prototipazione rapida del Politecnico di Milano.
15,00 13,50

Le energie sottili del disegno utile

Giorgio Garzino

editore: Maggioli Editore

pagine: 284

Nella prima parte, il libro tratta il tema del rapporto fra il "disegno utile" ed il "disegno inutile". La disamina è compiuta non solo in termini di disegno di e per il progetto, di disegno per la costruzione in senso stretto quindi, quanto di disegno quale linguaggio per la conoscenza e per la sperimentazione delle innovazioni tecnologiche in ambito edilizio. In seguito, affrontando la questione circa i codici del disegno di progetto e del disegno per il progetto tecnologico, viene compiuta un'approfondita analisi circa i contenuti degli elaborati e la loro classificazione, con riferimento ad esempi e da casi diretti. Si parla poi delle strutture e dei dispositivi operativi propri per la rappresentazione del disegno di progetto, anche a livello di dettaglio. In ultimo, con riferimento al tema della complessità degli edifici contemporanei (ove il termine complesso è da intendersi secondo il significato di molteplice e non solo di difficile), viene indagato il rapporto fra geometria, forma e tecnica costruttiva degli edifici stessi: il tutto con il supporto di un ricco apparato iconografico e con il rimando ad una diffusa e puntuale bibliografia.
29,00 26,10

Disegno di forme e strutture nel costruito contemporaneo

Giorgio Garzino

editore: Maggioli Editore

pagine: 292

Dare forma alla materia attraverso il disegno delle sue geometrie e concepire idee statico-funzionali idonee per rispondere e sottolineare l'essenza della concezione progettuale è una sfida che tanti autori di opere d'architettura hanno affrontato, con esiti che è possibile riconoscere in molte realizzazioni, testimonianze concrete di questa qualificata simbiosi e patrimonio fondamentale da custodire e curare. Questo saggio si affianca ad analoghe esperienze di ricerca ma, nello stesso tempo, si caratterizza fortemente rispetto agli studi già pubblicati, sia per l'esplicita tensione speculativa dichiarata dagli stessi gli autori, sia per la modalità di narrazione scelta per esporre le tesi proposte. Come amalgama concettuale, nel ruolo di media tra ideazione e calcolo, ipotesi e realizzazione, sapere e fare, la Rappresentazione, il Disegno, nelle loro infinite accezioni, strumenti intellettuali e dispositivi pratici, filtri per l'analisi e distillatori di sintesi, documenti delle alternative e testimonianze della scelte, sostegni per progettare e basi operative per costruire.
29,00 26,10

Ergonomia e creatività

Andreas Sicklinger, Giulia Testore

editore: Maggioli Editore

pagine: 195

Esistono ancora problemi di design irrisolti? È possibile migliorare le proprie condizioni di vita attraverso un approccio ergonomico? Come affrontiamo quotidianamente le difficoltà nel relazionarci con gli oggetti che ci circondano? A queste e a tante altre domande cerca di rispondere questo volume con numerosi esempi e immagini basati sull'osservazione della vita di tutti i giorni. Le persone possono modificare anche le cose più banali attraverso un'applicazione creativa: un insieme di soluzioni che vanno a delineare il fenomeno del Non Intentional Design (NID). Il design non intenzionale come risorsa progettuale da cui i designer in futuro potranno trarre spunto per ideare nuovi oggetti o trasformare quelli obsoleti. Con un saggio introduttivo sulla "Creatività in noi": in ognuno risiede una capacità progettuale innata, che una volta stimolata porta ad una aumentata qualità di vita.
25,00 22,50

Ergonomia applicata al progetto. Cenni storici e antropometria

Andreas Sicklinger

editore: Maggioli Editore

pagine: 192

Il presente volume vuole dare gli strumenti per una progettazione consapevole, legato alle capacità fisiche e dimensionali del corpo umano. Trattando due principali tematiche, cenni storici e antropometria. Con una introduzione storica, viene tracciato un percorso dagli albori fino ai concetti moderni dell'ergonomia, dando così una visione ampia sui contenuti odierni di questa disciplina. La seconda parte descrive i dati antropometrici, dando ampio spazio alla loro interpretazione. Un apparato con tavole antropometriche rende questo volume utile anche durante la progettazione.
20,00 18,00

Libretto di disegno

Cecilia Bolognesi

editore: Maggioli Editore

pagine: 146

15,00 13,50
10,00 9,00

Disegno tecnico industriale

Franco Persiani, Giovanni Arienna
e altri

editore: Pitagora

pagine: 524

39,00 35,10
39,00 35,10

Disegno tecnologico

Giordano Conti

editore: Pitagora

pagine: 328

25,00 22,50

Disegno tecnologico

Giordano Conti

editore: Pitagora

pagine: 348

25,00 22,50

Disegno di invenzione. Disegno di progetto

a cura di M. Petrantoni

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

pagine: 140

18,08
41,32

Scienza del disegno

Mario Docci, Diego Maestri
e altri

editore: CittàStudi

pagine: 448

L'enorme sviluppo dell'informatica grafica in questi ultimi anni ha, da un lato, ampliato enormemente il proprio campo di applicazione nell'ambito della progettazione architettonica e ingegneristica, dall'altro ha messo in luce che il disegno di progetto e i metodi di rappresentazione sono alla base del processo informatico grafico su cui operano i programmi software che elaborano le diverse forme di rappresentazione e ha confermato, quindi, il ruolo ancora centrale dei principi della geometria descrittiva. Il disegno a mano libera e i fondamenti scientifici del disegno stesso risultano indispensabili per comprendere e utilizzare con consapevolezza i sistemi grafici informatici, nonché per cogliere lo spazio come realtà tridimensionale rappresentabile. Questa seconda edizione di "Scienza del disegno", arricchita di esercizi e di approfondimenti bibliografici, si configura come un prontuario di argomenti ed esercizi, destinato a integrare le lezioni dal vivo del docente, nel quale trovano spazio tutti i temi principali dei corsi di disegno e di rappresentazione, dal disegno geometrico e dalla geometria descrittiva fino alla percezione visiva, al disegno dal vero, ai grafici di progetto e agli strumenti informatici per la progettazione architettonica.
43,00

Scienza del disegno

Mario Docci, Diego Maestri
e altri

editore: CittàStudi

pagine: 400

41,00
19,50

Ergonomia e lavoro

a cura di I. Ivaldi

editore: Liguori

pagine: 328

18,99

Linguaggio grafico nel disegno industriale

Stefano Boraso

editore: Armando Editore

pagine: 190

20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.