Elena Mendia. Un'architetta nella Napoli del Secondo Dopoguerra - Chiara Ingrosso | Consegna Gratis
Novità Libri adottati nelle Università di Milano Tutti i libri corso per corso, esame per esame

Elena Mendia. Un'architetta nella Napoli del Secondo Dopoguerra

Elena Mendia. Un'architetta nella Napoli del Secondo Dopoguerra
titolo Elena Mendia. Un'architetta nella Napoli del Secondo Dopoguerra
autore
argomento Architettura e Design Architettura Singoli architetti e studi di architettura
collana Alleli/Research, 77
editore LetteraVentidue
formato Libro
pagine 176
pubblicazione 2020
ISBN 9788862425124
 
18,00 17,10 (-5%)
 
Disponibilità immediata
Sullo sfondo della ricostruzione post-bellica e del boom economico, il volume ripercorre la storia professionale di Elena Mendia, una delle prime architette napoletane. Progettista dell'Ufficio Tecnico della Mostra d'Oltremare a Napoli dal 1950 al 1954 e, subito dopo, socia con Delia Maione dello Studio Architetti Mendia Carile-Maione, riuscì a farsi strada con talento e dedizione nel mondo dell'architettura e dell'ingegneria, progettando per più di quarant'anni palazzine, edilizia popolare e edifici industriali. L'originale cifra espressiva rigorosa ma, al contempo, gioiosa e sensibile, che caratterizza tutta la sua opera, traspare soprattutto nel Teatro dei Piccoli (1950-52) e nel Centro per la formazione dell'IRI - Camim (1957-63). La vicenda, ricostruita in base ai ricordi vividi e preziosi della stessa Mendia, nonché grazie ai documenti inediti del suo archivio, è costellata da continui rimandi al professionismo napoletano del secondo dopoguerra e all'imponente produzione edilizia di quegli anni. L'edilizia residenziale privata, costruita e abitata dall'architetta, diventa l'occasione per l'autrice per riprendere il tema dei condomini napoletani, da lei già affrontato in un precedente volume degli stessi tipi, cui questo lavoro costituisce un completamento.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.