Nuova legge sul prezzo dei libri - Dal 25 marzo sconti non superiori al 5% Scopri di più

Psicologia dello sviluppo

Immaginazione e creatività nell'età infantile

Lev S. Vygotskij

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 160

"L'immaginazione e la creatività non sono doni divini, frutti improvvisi, folgorazioni, ma rappresentano un complesso processo di ristrutturazione dell'informazione di cui è dotato un individuo, in stretta dipendenza dai nuovi rapporti che egli istituisce con la realtà naturale e sociale. Se l'immaginazione parte dalla realtà, non ne è però una semplice copia, ma è appunto una immaginazione creatrice, la combinazione in forme nuove di elementi provenienti dall'esperienza, ma che ad essa non possono essere più ricondotti direttamente, perché ne danno una nuova configurazione che è propriamente mentale. Per cui i prodotti dell'immaginazione, scrive Vygotskij, "preso corpo, sono di nuovo rientrati nella realtà ormai come una nuova forza attiva, trasformatrice della realtà stessa"". (dalla Prefazione di Luciano Meccacci).
16,00 15,20

Lo sviluppo psichico del bambino

Lev S. Vygotskij

editore: Editori Riuniti Univ. Press

pagine: 238

19,00 18,05

Gioco da ragazze. Quello che devi sapere sull'adolescenza

Amy B. Middleman, Kate Gruenwald Pfeifer

editore: Centro Studi Erickson

pagine: 114

Diventare adolescenti è un passaggio importantissimo nella vita di ogni persona, pieno di cambiamenti e novità sì emozionanti ma anche non facili da affrontare. Il corpo si trasforma - cresce, compaiono i peli, spuntano i seni, a volte arrivano i brufoli - e d'un tratto ci si inizia a preoccupare del proprio aspetto; le emozioni sembrano diventare più forti e incontrollabili; le relazioni con la famiglia e con gli amici si complicano; arrivano le prime cotte; si desiderano maggiori libertà e autonomia, ma al tempo stesso si hanno anche mille incertezze, domande e timori. E si ha spesso pudore a chiedere. No, non è per niente facile. Ma è normale. Con questo libro l'American Medical Association spiega in modo chiaro e completo ciò che si deve sapere sull'adolescenza e sui cambiamenti che si attraversano e come parlare di tutte queste cose con i genitori e gli adulti di cui ci si fida. Si potrà così vivere il viaggio verso l'essere adulto più serenamente e fare buone scelte nei diversi ambiti della vita.
15,00 14,25

Gioco da ragazzi. Quello che devi sapere sull'adolescenza

Amy B. Middleman, Kate Gruenwald Pfeifer

editore: Centro Studi Erickson

pagine: 114

Diventare adolescenti è un passaggio importantissimo nella vita di ogni persona, pieno di cambiamenti e novità emozionanti ma anche non facili da affrontare. Il corpo si trasforma - cresce, si sviluppano le caratteristiche tipicamente maschili, a volte arrivano i brufoli... - e d'un tratto ci si inizia a preoccupare del proprio aspetto; le emozioni sembrano diventare più forti e incontrollabili; le relazioni con la famiglia e con gli amici si complicano; arrivano le prime cotte; si desiderano maggiori libertà e autonomia, ma al tempo stesso si hanno anche mille incertezze, domande e timori. E si ha spesso pudore a chiedere. No, non è per niente facile. Ma è normale. Con questo libro l'American Medical Association spiega in modo chiaro e completo ciò che si deve sapere sull'adolescenza e sui cambiamenti che si attraversano, e come parlare di tutte queste cose con i genitori e gli adulti di cui ci si fida. Si potrà così vivere il viaggio verso l'essere adulto più serenamente e fare buone scelte nei diversi ambiti della vita.
15,00 14,25

Cosa passa per la testa di un bambino. Emozioni e scoperta della mente

Vasudevi Reddy

editore: Cortina Raffaello

pagine: 318

In modo decisamente innovativo, Vasudevi Reddy si sofferma sulle forme di coinvolgimento emotivo abitualmente osservate dai genitori, così come su un'ampia gamma di risultati empirici. Facendo riferimento agli studi che mostrano come i bambini molto piccoli sappiano scherzare, fingere, prendere in giro, mette in luce come già nel corso del primo anno di vita si sviluppi nel bambino la consapevolezza di differenti aspetti che riguardano la mente delle altre persone: l'attenzione, le intenzioni, le aspettative. Reddy affronta quello che viene definito come il problema delle altre menti proponendo una soluzione "in seconda persona": conosciamo le altre menti se vi rispondiamo. E vi rispondiamo con una profondità e intensità maggiore quando siamo emotivamente coinvolti nella relazione. Dunque la sintonia con le altre menti è una condizione presente fin dall'inizio della vita: questa intuizione può davvero cambiare tutte le nostre convinzioni, sia di genitori sia di ricercatori, su ciò che accade nella mente dei bambini.
23,00 21,85

Maternità in esilio. Bambini e migrazioni

M. Rose Moro, Dominique Neuman
e altri

editore: Cortina Raffaello

pagine: 204

Se guardiamo alla realtà dell'immigrazione con empatia e consapevolezza, la "società multiculturale" non appare mai una condizione ideale di integrazione fra genti di colore diverso, né si riduce mai a uno slogan ideologico pervaso di vuoto ottimismo. Così, per esempio, i bambini "venuti da altrove", ma destinati a crescere fianco a fianco con i nostri figli, ci obbligano a pensare e ad agire in una prospettiva diversa da quella evocata da certe immagini patinate proposte dai media. È questa la sollecitazione che riceviamo dalle analisi di Marie Rose Moro e colleghi, elaborate a partire dal confronto con l'impervia realtà multiculturale di una periferia metropolitana e da storie di vita ricche di senso e di speranza per tutti. Non è molto, infatti, che l'approccio al periodo che precede e segue la nascita ha incorporato la componente culturale. Gravidanza, parto, messa in atto di interazioni precoci e costruzione della genitorialità sono atti profondamente intimi, ma anche atti medici, sociali e culturali: le strategie di accoglienza, prevenzione e cura inerenti al periodo perinatale vanno dunque elaborate in un'ottica di concreto sostegno. Per questa ragione, il libro, oltre ad auspicare una più profonda comprensione del neonato e della sua famiglia, aspira dichiaratamente a sensibilizzare e a formare gli specialisti dell'infanzia, gli operatori della giustizia, gli insegnanti, gli studenti e tutti coloro che credono nell'impegno a favore degli strati più vulnerabili della nostra società.
20,00 19,00

La sfida della cogenitorialità

James P. McHale

editore: Cortina Raffaello

pagine: 335

Basandosi sull'esperienza di "Families Through Time" - uno studio longitudinale che ha coinvolto numerose coppie in attesa di un bambino e le ha seguite nei tre anni successivi alla nascita -, James McHale sposta l'attenzione, tradizionalmente centrata sulla madre, sul ruolo del padre e sull'importanza dell'alleanza genitoriale nella cura e nell'educazione dei bambini. L'autore spiega in che modo i genitori lavorano - o non lavorano insieme quando si occupano dei figli e come la qualità della loro alleanza cioè la capacità di sostenersi reciprocamente e di confrontarsi sulle decisioni che riguardano i figli - si rifletta sullo sviluppo sociale ed emotivo del bambino nei primi tre anni di vita. Arricchito da molte interviste con neogenitori, il volume offre informazioni fondamentali su come creare strategie genitoriali coerenti e coordinate durante la gravidanza e nel periodo iniziale di crescita del bambino.
33,00 31,35
28,00

Il bambino e le relazioni sociali. Strumenti per educatori e insegnanti

a cura di A. Marchetti, A. Valle

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Le competenze socio-relazionali dei bambini in età prescolastica e scolastica sono spesso oggetto di valutazione da parte di insegnanti ed educatori, secondo i quali la capacità di instaurare e mantenere relazioni adeguate con i pari e con gli adulti costituisce una competenza fondamentale in età evolutiva. A fronte di tanto interesse, tuttavia, non sempre gli operatori dispongono di adeguati strumenti di approfondimento: la capacità di creare e gestire relazioni, infatti, risulta complessa e composta da molteplici sotto-competenze. Per essere un partner sociale adeguato, infatti, il bambino deve essere in grado di cogliere le emozioni e i pensieri propri e altrui, di comprendere il linguaggio nelle sue svariate sfaccettature, di prendere decisioni sulla base di ragionamenti che coinvolgono se stesso e altre persone, integrando abilità che si manifestano in momenti diversi dello sviluppo. Il volume riunisce una serie di strumenti - italiani e internazionali - volti a valutare altrettanti aspetti specifici delle competenze relazionali dei bambini, allo scopo di raccogliere un'ampia gamma di informazioni relative a tale interessante oggetto di indagine. Il testo si rivolge a insegnanti, educatori, psicologi dell'infanzia e a tutti gli studenti interessati a conoscere strumenti di ricerca e di intervento applicabili nei diversi contesti di vita dei bambini.
24,50

Lo sviluppo socio-emozionale nella prima infanzia. Applicazione di uno strumento di osservazione nell'asilo nido

Rosa Ferri, Alessia Carleschi
e altri

editore: Franco Angeli

pagine: 128

In questo libro vengono descritti i principali studi e contributi di ricerca, presenti nella letteratura internazionale degli ultimi venti anni, in merito allo sviluppo socioemozionale nella prima infanzia ed ai relativi strumenti di osservazione e valutazione. Viene anche illustrata una ricerca realizzata con bambini che frequentano l'asilo nido, mediante l'applicazione della Scala di Sviluppo Socioemozionale di Lewis e Michalson (1983) adattata al contesto italiano. Dai risultati emerge l'utilità di osservare i comportamenti socioemozionali in un contesto naturale come l'asilo nido, che per sue caratteristiche e finalità rappresenta una risorsa aggiuntiva alla famiglia nella crescita sociale del bambino. L'osservazione delle componenti emotive dello sviluppo va a completare la conoscenza globale delle condotte infantili, permettendo così di programmare idonee strategie di intervento educativo.
20,50

La famiglia che vogliamo. Nuovi valori guida nell'educazione dei figli e nei rapporti di coppia

Jesper Juul

editore: Apogeo

pagine: 119

Su quali valori possono fondarsi l'educazione e la relazione di coppia se vogliono davvero essere all'altezza della situazione delle famiglie odierne? Le generazioni precedenti avevano valori ben precisi, un consenso su cosa era giusto e cosa era sbagliato. Oggi questo consenso non esiste più. Ci troviamo in una fase di trasformazione radicale, nella quale devono trovare strada linee guida attuali. Abbiamo bisogno di valori di riferimento nuovi e chiari, che ci aiutino a prendere buone decisioni - tali da poterle difendere con convinzione sia davanti a noi stessi che alla famiglia. Jesper Juul presenta numerosi esempi di vita quotidiana per dimostrare come madri e padri possano utilizzare i valori al pari di una bussola, per far sì che la loro relazione di coppia e quella con i figli si mantengano solide e stabili, anche nei momenti difficili.
11,00 10,45

Il bambino inascoltato. Realtà infantile e dogma psicoanalitico

Alice Miller

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 348

Alice Miller prosegue qui nel suo intento di smascherare ogni possibile forma di "pedagogia nera", l'educazione volta a occultare le esigenze dei genitori e degli educatori e a infondere il più presto possibile nei bambini il senso della loro colpevolezza e cattiveria. In questo quadro, anche la freudiana teoria delle pulsioni, che nel 1897 sostituì la ben più dirompente e scandalosa teoria della seduzione, può essere vista come una specie di "psicoanalisi nera", in sintonia con l'idea tradizionale del bambino colpevole: essa distoglie infatti l'attenzione dalla realtà infantile, e dunque anche dagli abusi subiti dal paziente, considerandoli un semplice prodotto delle sue fantasie inconsce o delle sue proiezioni. Al bambino presente in noi, dunque, non si dà retta neppure nello studio dell'analista, se questi bada più ad applicare dogmaticamente le sue teorie che non a recepire le angosce e le esperienze traumatiche dell'analizzando. Se nella nostra società la rimozione collettiva dei traumi infantili è un dato ormai generalizzato, la verità sull'infanzia parrebbe invece affiorare ancora nei sogni, nelle fiabe e nelle opere letterarie. Sulla scorta di alcuni testi di Flaubert, Kafka, Beckett e Virginia Woolf, oltre che di molti esempi tratti dalla pratica analitica, la Miller illustra la sua tesi: sia le messe in scena attuate dai pazienti, sia l'opera poetica in generale vanno intese come messaggi cifrati relativi alla realtà della prima infanzia.
27,00 25,65

Neuropsicologia dello sviluppo. Normalità e patologia

a cura di S. Vicari, M. C. Caselli

editore: Il Mulino

pagine: 384

Questo manuale presenta le basi teoriche e di ricerca più aggiornate sui disturbi cognitivi in età evolutiva. Frutto del contributo dei maggiori studiosi in questo ambito, il testo si caratterizza per una descrizione delle diverse disabilità, degli spazi di recupero delle medesime e degli strumenti di riabilitazione, con un'ottica attuale in cui vengono presi in considerazione gli apporti delle neuroscienze cognitive.
33,00 31,35

La teoria della mente nell'arco di vita

Serena Lecce, Elena Cavallini
e altri

editore: Il Mulino

pagine: 205

Il volume presenta i più importanti contributi scientifici che hanno per oggetto la teoria della mente in una prospettiva di ciclo di vita. Ogni capitolo è dedicato all'analisi di una specifica fase evolutiva e per ciascuna di esse viene fornita una trattazione teorica sulla natura della teoria della mente e sui suoi correlati cognitivi e sociali. Vengono infine presentati i principali strumenti di misura (talvolta originali e curiosi) e le nuove prospettive di ricerca.
20,00 19,00

Parenting. Psicologia dei legami genitoriali

Loredana Benedetto, Massimo Ingrassia

editore: Carocci

pagine: 203

L'essere padre o madre e lo svolgere i compiti fondamentali di protezione, educazione e cura dei propri figli sono competenze che solo in minima parte hanno un'origine biologica. Nell'uomo il parenting mostra una variabilità che non si ritrova in nessun'altra specie animale. Tra le popolazioni africane !kung i figli a tredici anni sono spronati a costruire la propria capanna e a vivere da soli; in Europa, invece, i figli crescono in famiglia per oltre vent'anni e, anche se autonomi da un punto di vista professionale, spesso attraversano una lunga transizione verso la condizione di adulti indipendenti. Il volume passa in rassegna teorie e concetti psicologici classici, come l'attaccamento e gli stili educativi familiari, rivisitati secondo una prospettiva ecologica, più aderente alla realtà delle relazioni genitoriali che si riequilibrano e cambiano dinamicamente nello sviluppo secondo i bisogni mutevoli dei figli.
19,60 18,62
10,00 9,50

Il gioco dei bambini

Emma Baumgartner

editore: Carocci

pagine: 128

Come si può distinguere il gioco dal non gioco nell'infanzia? A che età si inizia a giocare? E che differenze ci sono con il comportamento esploratorio? Tali questioni rappresentano il filo conduttore del volume che analizza anche il rapporto tra gioco e funzioni cognitive, sociali e affettive, e la natura individuale o sociale dei comportamenti ludici.
12,00 11,40

Crescere nel bilinguismo. Aspetti cognitivi, linguistici ed emotivi

a cura di S. Contento

editore: Carocci

pagine: 124

Il volume nasce dall'interesse che alcuni docenti di psicologia, psicologi, logopedisti e operatori dei Servizi di Neuropsichiatria infantile condividono da alcuni anni per approfondire e applicare le conoscenze sul bilinguismo infantile in relazione ai recenti flussi migratori in Italia. Il confronto tra attività didattica e attività clinica ha permesso di distinguere quanto è tipico e atipico nello sviluppo linguistico-cognitivo di coloro che crescono in un ambiente "mistilingue". A una presentazione dei tipi di bilinguismo seguono una breve sintesi sullo sviluppo cognitivo, il DSL (disturbo specifico di linguaggio), lo sviluppo delle abilità di letto-scrittura, il mondo affettivo. Concludono il volume delle schede tecniche sulle lingue maggiormente rappresentate sul territorio, risposte a domande frequenti sul bilinguismo, un glossario dei termini riferiti al bilinguismo evolutivo.
14,00 13,30

Psicologia dello sviluppo linguistico

Luigi Aprile

editore: Giuffrè

pagine: 339

Che cos'è il linguaggio? Come viene studiato oggi dagli psicologi, con quali metodi e strumenti? Quali sono le problematiche fondamentali della psicologia dello sviluppo linguistico, non solo nelle prime fasi di acquisizione, ma anche nel ciclo di vita? Come si sviluppa il lessico e quali relazioni sono ipotizzabili con lo sviluppo semantico e pragmatico? La lettura come si trasforma nel corso dello sviluppo? Come possiamo intervenire nello sviluppo linguistico e comunicativo in modi efficaci in relazione alle teorie, ai modelli, ai dati emersi nella ricerca? Il testo cerca di fornire risposte a tutti questi interrogativi. Teorie, modelli e interventi possibili sono esposti in modo chiaro e sintetico.
28,00 26,60

Mille e un modo di diventare adulti. Il limite come esperienza

a cura di M. Di Renzo, F. Bianchi Di Castelbianco

editore: Magi Edizioni

pagine: 328

È compito dei ragazzi rompere con la tradizione per contrapporre nuove forme identitarie, ma è compito degli adulti leggere nella trasgressione quella trama che permette un'integrazione tra il vecchio e il nuovo e che consente di fare cultura con il fare degli adolescenti anche alla periferia del mondo. Se possiamo cogliere nei comportamenti dei ragazzi anche la spinta individuativa che li porta ad essere ciò che sono al di là di ogni influenza ambientale, forse possiamo ridare il giusto valore a molte manifestazioni relegando invece, con atteggiamento rigoroso, all'ambito patologico solo ciò che rischia di risolversi in un pericoloso acting-out. Cosa trovano i ragazzi nel gruppo di appartenenza? Perché preferiscono il rap o il metal? Essere emo in che cosa lo rende diverso dagli altri? Arrampicarsi sui muri di notte per lasciare la propria tag provoca la stessa emozione dei percorsi che permettono di saltare da un muro all'altro? Che significato ha segnare o ferire il proprio corpo? Il libro tenta di rispondere a queste domande entrando all'interno delle culture giovanili per rintracciarne le origini e segnarne il percorso e ritrovare le trame che consentono anche agli adulti di oggi di comprendere il significato del processo adolescenziale. I ragazzi spesso si muovono in aree che non sono nemmeno pensabili dagli adulti e rischiano di infrangersi nella concretezza delle loro azioni, virtuali o reali che siano, senza poter nemmeno comprendere il senso della propria trasgressione.
20,00 19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.