Il tuo browser non supporta JavaScript!
Le spese di spedizione sono gratis per ordini superiori a 39 €

Libri di Anne-Marie Wille

Il bambino ipercinetico e la terapia psicomotoria. Un approccio terapeutico al bambino instabile

Anne-Marie Wille

editore: Armando Editore

pagine: 135

Questo libro è la sintesi tra un'esperienza clinica con bambini che presentano difficoltà di controllo emotivo e neurologico s
12,00 11,40

La musica nella terapia psicomotoria. Esperienze e proposte di intervento

Anne-Marie Wille

editore: Erickson

pagine: 119

Il libro presenta un modello di psicomotricità che utilizza la musica come strumento per sintonizzarsi con lo stato emotivo del bambino, favorendo la liberazione della sua espressività corporea. Dalla scelta del brano musicale fino all'improvvisazione in prima persona, l'adulto sostiene e accompagna il bambino creando quel clima emotivo e relazionale peculiare della pratica psicomotoria e ne migliora la coordinazione motoria grazie a specifiche proposte ritmico-musicali. Il volume si rivolge a tutti i professionisti impegnati nel mondo educativo e riabilitativo infantile e ai genitori che intendano sperimentare una tale modalità di relazione con il loro bambino per valorizzare il suo piacere di sentirsi, viversi, essere. Il testo presenta con una concreta programmazione didattica composta da organizzazione di spazi, tempi, materiali e disponibilità dell'adulto che costituiscono la specificità tecnica e professionale del setting psicomotorio. Questa programmazione può così diventare un valido strumento pedagogico per rispondere alle esigenze espressive del bambino oltre che un'efficace risposta preventiva nei confronti del disagio infantile.
18,50 17,58

L'inerzia decisionale. La terapia psicomotoria con persone senza iniziativa motoria e con grave ritardo mentale

Anne-Marie Wille

editore: Cuzzolin

pagine: 148

L'inerzia decisionale (ID) è la definizione data dall'autrice al comportamento di quei soggetti che, nonostante l'integrità del loro apparato neuromuscolare e neuromotorio, sono parzialmente o completamente privi di iniziative sul piano dell'azione. Essi non mostrano interessi verso il mondo esterno e spesso neanche verso le persone. Gli obiettivi della terapia psicomotoria riguardano l'attivazione della sensibilità somatica, considerata come fonte di energia per l'azione tramite una continua e intensa interazione corporea e la scelta attenta degli stimoli esterocettivi (in particolare oggetti e suoni), che siano sufficientemente pregnanti affinché nasca nei soggetti la curiosità per il mondo esterno e il desiderio di interagire con l'altro. L'efficacia dell'intervento psicomotorio dipenderà da come viene adattato alle caratteristiche senso-percettive, cognitive e relazionali di ciascuno. A tale fine, lo psicomotricista deve creare una motivazione per l'azione e conseguentemente ridurre lo stato di inerzia affinché il soggetto possa decidere di interagire con oggetti, spazi e persone.
22,00

L'inibizione psicomotoria

Anne-Marie Wille

editore: Cuzzolin

pagine: 140

L'inibizione è un insieme di meccanismi fisiologici neurali, cognitivi ed emotivi, senza i quali l'essere vivente non potrebbe sopravvivere. Il tema di questo lavoro riguarda invece l'inibizione in un'accezione negativa, intesa come "non poter agire" o "agire nel disagio". L'inibizione può colpire ciascuno di noi, e in tal caso la si può considerare come un processo adattivo, ossia come un meccanismo di difesa contro l'ansia e la paura. Tuttavia, quando questo meccanismo non è più una semplice reazione, bensì una condizione permanente, essa stessa diventa fonte di ulteriore disturbo, come l'Inibizione Psicomotoria (IPM) del bambino che non è una sindrome, ma una reazione dell'organismo che colpisce in modo specifico l'atto motorio. L'IPM è quasi una sfida per il terapista della psicomotricità che si confronta con chi evita il movimento, vissuto come disagio, anziché come espressione gioiosa. L'allentamento, o la scomparsa del sintomo diventano possibili solo se il terapista si accosta al problema con la prudenza e le strategie del gatto, che esplora un nuovo ambiente, prima di trovare un nicchia confortevole.
26,00
12,00 11,40
11,50 10,93

Manuale di terapia psicomotoria dell'età evolutiva

Anne-Marie Wille, Claudio Ambrosini

editore: Cuzzolin

pagine: 424

Il Manuale di Terapia Psicomotoria dell'Età Evolutiva rappresenta la sintesi dell'esperienza trentennale degli Autori in ambito psicomotorio maturata in ambito clinico, prevalentemente con bambini e adolescenti, ed attraverso l'insegnamento della disciplina nei suoi diversi aspetti. I suoi contenuti sono rivolti soprattutto all'età evolutiva e all'intervento psicomotorio stesso, sottolineando come sia proprio il ruolo terapeutico il più idoneo a tener conto, in modo costante, della totalità dell'essere, ed alla particolare integrazione tra il suo organismo e il contesto ambientale in cui vive, dando luogo al proprio adattamento. L'intervento psicomotorio è spesso necessario in tutte quelle situazioni di disabilità neuromotorie centrali e periferiche, neuromuscolari, e di menomazione somatica in cui la presa in carico riabilitativa del soggetto deve tenere conto delle implicazioni emotive e cognitive e delle loro ricadute sulla disabilità stessa. Tale intervento non punta solamente all'acquisizione ed alla riacquisizione di una competenza, ma fa scoprire al paziente nuove soluzioni adattive, attraverso l'utilizzazione di aree potenzialmente sane, correlabili con quelle danneggiate.
44,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.