Novità Libri adottati nelle Università di Milano Tutti i libri corso per corso, esame per esame

Franco Angeli: Quaderni CeDoc

Il «Festival Internazionale del cinema di frontiera». Marzamemi tra svago, cultura e competitività

a cura di V. Ruggiero, N. Correale

editore: Franco Angeli

pagine: 112

Da ormai dieci anni, nell'ultima settimana di luglio, l'antico borgo marinaro di Marzamemi ospita il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera. Per una settimana il borgo di Marzamemi si trasforma nella sala cinematografica a cielo aperto più grande e più a sud d'Europa e diventa, anche se in modo virtuale, il centro del Mediterraneo, punto di incontro di tre continenti: Europa, Asia e Africa. Questo volume raccoglie i risultati di una ricerca sull'impatto economico e culturale che il Festival ha avuto sul territorio, non soltanto di Marzamemi, bensì di questa ampia area geografica che occupa l'intera punta meridionale della Sicilia a cavallo tra le province di Siracusa e Ragusa. Insieme a questi risultati, il volume contiene un'analisi di contesto che ricostruisce sia i movimenti turistici sia l'offerta turistica di questo vasto territorio; quest'ultima intesa in un'accezione più ampia che guarda oltre alla capacità turistica, anche al ricco patrimonio paesaggistico, di risorse materiali e immateriali, che animano il territorio. I due capitoli sono preceduti da una riflessione sulla valenza dei festival in termini di competitività territoriale e da un'articolata ricostruzione del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera. Completano il volume un'appendice documentaria e statistica.
16,50

Turismo e competitività urbana

a cura di L. Scrofani, L. Ruggiero

editore: Franco Angeli

pagine: 260

I lavori raccolti nel volume si soffermano in particolar modo sulle strategie di alcune città del Mezzogiorno, che perseguono la competitività sviluppando da un lato la rigenerazione fisica del tessuto urbano e dall'altro una vera e propria pianificazione culturale. I progetti, che coinvolgono attori pubblici e privati, riguardano principalmente il risanamento dei centri storici e la valorizzazione del patrimonio artistico ed architettonico, la conversione degli spazi strategici e dei contenitori dismessi, il rilancio dei musei e dei molteplici aspetti delle risorse naturali. Anche se ispirati da una comune metodologia, gli autori dei diversi saggi hanno attinto a strumenti analitici e a indicatori di natura diversa, da quelli di competitività a quelli di coesione sociale, di qualità della vita e di sicurezza, con l'obiettivo di far emergere la natura complessa dei legami che si sviluppano in alcune città del Mezzogiorno tra il turismo urbano e le loro capacità competitive in termini di qualità e attrattività residenziale.
31,00

Turismo nautico e distretti turistici siciliani

a cura di V. Ruggiero, L. Scrofani

editore: Franco Angeli

pagine: 212

In questo volume sono raccolti i risultati di una ricerca coordinata da Vittorio Ruggiero e Luigi Scrofani, nella quale si propone una "lettura" del territorio regionale che rompe vecchi schemi consolidati sulle contrapposizioni tra la costa e le aree interne siciliane, per sollecitarne una fruizione integrata e lo sviluppo di interdipendenze tra ambiti territoriali e funzionali differenti. In tale contesto, i porti turistici della Sicilia e le loro funzioni sono oggetto di studio sia nei confronti della navigazione da diporto e come fulcro dello sviluppo turistico delle aree costiere, che in chiave di riorganizzazione dei rapporti tra il mare e le aree interne e marginali. Un approccio sperimentale, espressione di geografia attiva, che si pone come base di riferimento per proposte locali e d'area vasta, oltre che regionali e interregionali. Ma nel contempo un contributo scientifico destinato agli organi responsabili della Regione Siciliana e agli altri attori pubblici e privati che operano nel settore turistico dell'Isola, perché sostengano e promuovano lo sviluppo di distretti e percorsi integrati, valorizzando le potenzialità dei principali porti turistici dell'Isola. Non si può ignorare, infatti, che in una regione ad imprenditorialità debole come la Sicilia l'iniziativa pubblica, e quella regionale in particolare, debba svolgere un ruolo centrale di riequilibrio.
24,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.