Libri della collana Saggi pubblicati da Bollati Boringhieri
Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Bollati Boringhieri: Saggi

Perché fidarsi della scienza?

Naomi Oreskes

editore: Bollati Boringhieri

I medici sanno davvero di cosa stanno parlando quando ci dicono che i vaccini sono sicuri? Dovremmo prendere in parola gli esp
20,00 19,00

Il numero dei cieli. Una storia del multiverso e della ricerca per comprendere il cosmo

Tom Siegfried

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 320

Quasi per definizione l'universo è «tutto ciò che è»
26,00 24,70

Il principio territoriale

Alberto Magnaghi

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 336

Il territorio è il «bene comune» per eccellenza
30,00 28,50

Storia ed evoluzione. Un nuovo ponte tra umanesimo e scienze

Edmund Russell

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 304

Tendiamo a vedere storia ed evoluzione come due entità profondamente separate e non comunicanti, una attinente al mondo umano
28,00 26,60

Biologia dell'omosessualità. Eterosessuali o omosessuali si nasce, non si diventa

Jacques Balthazart

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 336

Tollerata in numerosi luoghi e differenti circostanze per gran parte dell'antichità e del Medioevo, l'omosessualità ha dovuto
26,00 24,70

Presi per la gola. Perché quasi tutto quello che ci hanno detto sul cibo è sbagliato

Tim Spector

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 256

Il primo mito da sfatare, parlando di cibo, è che le linee guida e i piani dietetici siano buoni per tutti
24,00 22,80

Intelligenza artificiale. Cos'è davvero, come funziona, che effetti avrà

a cura di C. G. Ferrauto, S. Quintarelli

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 144

L'Intelligenza Artificiale è la rivoluzione tecnologica che stiamo vivendo
16,00 15,20

Cosa rispondere a un razzista. Storia, scienza, razza e realtà

Adam Rutherford

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 144

In questo suo nuovo libro, Adam Rutherford è cristallino fin dalla prima frase sulle motivazioni che lo hanno spinto a scriver
16,00 15,20

La mente in fiamme. Un nuovo approccio alla depressione

Edward Bullmore

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 225

La depressione è la bestia nera delle patologie mentali
24,00 22,80

Identità culturale e violenza. Neuropsicologia delle lingue e delle religioni

Franco Fabbro

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 186

Oggi parlare di identità culturale significa addentrarsi in una zona di pencolo, perché in suo nome si sono perpetrati crimini
20,00 19,00

Il calcolo del cosmo. La matematica svela l'universo

Ian Stewart

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 389

La matematica è stata la vera forza motrice della cosmologia e dell'astronomia fin dall'inizio
26,00 24,70

Le magnifiche 100. Dizionario delle parole immateriali

Edoardo Boncinelli, Massimo Arcangeli

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 359

Universali, pervasive, necessarie come l'aria: sono le 100 parole che il linguista Massimo Arcangeli e il biologo Edoardo Bonc
20,00 19,00

I filosofi e il cervello

John Z. Young

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 263

Come è possibile conciliare il determinismo dei fenomeni fisici con l'impressione che gli esseri umani siano dotati di libero
22,00 20,90

Complesso, archetipo, simbolo nella psicologia di C. G. Jung

Jolande Jacobi

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 190

Un'attività scultorea esercitata sulle cristallizzazioni del «magma incandescente» delle «esperienze interiori»: è la celebre metafora con cui C. G. Jung qualificò la propria attività scientifica. Per più di mezzo secolo, e in migliaia e migliaia di pagine, cesellò le forme concettuali tratte da quell'originaria incandescenza. Del loro riordino chiarificatorio - necessario anche per sciogliere «gravi malintesi» e sfatare i «pregiudizi» dei critici - s'incaricò una delle più strette collaboratrici di Jung, Jolande Jacobi. Questo saggio è il risultato di un'impresa espositiva che ottenne il plauso del maestro. Grazie a Jolande Jacobi viene in luce la fitta tessitura che connette le tre nozioni capitali del pensiero junghiano: il complesso individuale, l'archetipo universale e impersonale e il simbolo in cui l'energia psichica dell'archetipo si manifesta. Dissipati i vecchi fraintendimenti, oggi abbiamo modo di apprezzare la modernità di aspetti della teoria qui meritoriamente illustrati, come il ruolo svolto dai complessi, la cui molteplicità contraddittoria è costitutiva della psiche stessa. Paragonati da Jung a «folletti» ossessivi e possessivi che disturbano e ostacolano l'azione di «adattamento della coscienza», appaiono così imprescindibili da rendere pressoché sinonimiche le espressioni «psicologia analitica» e «psicologia dei complessi». Se n'era accorto subito anche Freud, che aveva via via rinunciato a parlare di «complesso», imputandogli quella duttilità che adesso ci sembra tanto attuale.
19,00 18,05

Internet e l'Io diviso. La consapevolezza di sé nel mondo digitale

Ivo Quartiroli

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 253

Ovunque nel mondo, quando usiamo Internet, facciamo click a miliardi sulle stesse icone, in una vera e propria globalizzazione delle menti. La nostra cultura, che considera i miracoli come una prova dell'esistenza di Dio, ha già creato in passato tecnologie che hanno qualcosa di prodigioso e di divino: Internet non è che l'ultimo di questi messia. Oggi confondiamo la libertà con la trasmissione di gigabyte. La rete e i social media hanno ormai fatto irruzione nelle nostre vite, promettendo di appagare il nostro bisogno più profondo di comunicazione, di conoscenza e di creatività, giungendo a toccare la nostra natura più intima, modificando la nostra sessualità. Per molti, la tecnologia digitale si è già sostituita alla ricerca della verità e dell'amore, i due motori più potenti dell'essere umano. Ma se non riusciremo a radicare saldamente questi mezzi di comunicazione nel profondo delle nostre qualità umane - nell'esperienza e nella ricerca interiore - saremo ancora più vulnerabili e mostreremo ancora di più tutta la nostra fragilità. Ivo Quartiroli utilizza materiali provenienti da campi tra loro distanti, dai media studies alla psicologia alla spiritualità, per comprendere gli effetti sulla nostra mente e sulla nostra vita di questo gigantesco flusso di informazioni che chiamiamo Internet, che è certamente in grado di connettere tra loro gli uomini, ma è capace anche di far perdere il contatto con la realtà e con la fisicità dei corpi.
26,00 24,70

Che forma ha un fiocco di neve? Numeri magici in natura

Ian Stewart

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 224

Si pensi alle strisce del manto di una zebra, alla complessità di una tela di ragno, all'uniformità delle onde dell'oceano e delle dune del deserto, alle spirali secondo cui sono disposti i semi in un fiore di girasole; si pensi alla forma di un fiocco di neve. Da secoli questi e altri schemi naturali sono stati riconosciuti da scienziati che ne hanno dato una descrizione matematica. Questo libro mostra come le apparentemente fredde leggi della matematica trovino espressione nella bellezza della natura.
48,00 45,60

Il linguaggio della matematica. Rendere visibile l'invisibile

Keith Devlin

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 398

Il libro tratta del ruolo vitale svolto dalla matematica nella perpetua ricerca che l'uomo svolge per comprendere se stesso e il mondo. La matematica ci fornisce i mezzi per riconoscere e descrivere gli schemi nascosti che esistono nei mondi fisico, biologico e sociale, nonché nel regno delle idee e dei pensieri. Devlin ci mostra cosa tiene un jumbo jet in aria, ci spiega come possiamo vedere una partita di calcio alla televisione e descrive la matematica che ci permette di prevedere il tempo, l'andamento della borsa o i risultati delle elezioni. Lungi dell'essere un argomento arido ed esoterico la matematica è una parte ricca e vivente della nostra cultura.
35,00 33,25

Storia culturale del clima. Dall'era glaciale al riscaldamento globale

Wolfgang Behringer

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 349

Chi sa quanto sia variabile il clima e quanto sia elastica la reazione culturale dell'uomo ai suoi mutamenti, sarà in grado di comprendere meglio il dibattito che si sta svolgendo in questi anni sul Riscaldamento globale. Gli uomini sono figli dell'Era glaciale: solo quando il freddo intenso dell'ultima glaciazione cominciò a stemperarsi, oltre 10 000 anni fa, iniziò la coltivazione, e con questa l'urbanizzazione e - in definitiva - l'inizio della storia. Può apparire paradossale, ma è stato il riscaldamento del clima a crearci. Nel corso di tutta la storia umana, d'altra parte, il clima non è certo rimasto stabile e i suoi effetti sulle culture sono stati enormi. Non si può prescindere dalle condizioni climatiche nello studio delle civiltà, dei popoli, delle guerre, delle migrazioni, delle carestie, delle religioni e persino dell'arte e della letteratura. Diventa sempre più chiaro che il clima della Terra è parte integrante e motore inconsapevole dello sviluppo storico, politico e culturale dell'uomo.
26,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.