Officina Gio Ponti. Scrittura, grafica, architettura, design - autori-vari | Consegna Gratis
Vai al contenuto della pagina
Consegna gratis sugli ordini superiori a 29 €

Officina Gio Ponti. Scrittura, grafica, architettura, design

titolo Officina Gio Ponti. Scrittura, grafica, architettura, design
Curatori ,
argomento
Collana Habitat, 41
Editore Quodlibet
Formato
libro Libro: Brossura con bandelle 16,7x24 cm
Pagine 275
Pubblicazione 2023
ISBN 9788822920232
18app Carta del docente Acquistabile con bonus 18app o Carta del docente
 
32,00 30,40 (-5%)
 
Disponibilità immediata
Spese di spedizione gratis
«Di fronte alle preferenze italiane del primo quarto del secolo, l’attività di Ponti rappresenta la responsabilità del gusto europeo e la sua necessità di essere moderno ad ogni costo».
– Edoardo Persico

Il volume raccoglie otto saggi inediti sulla multiforme attività di Gio Ponti distribuiti in quattro aree tematiche, dedicate alla scrittura per le riviste che ha fondato («Domus», «Stile», «Bellezza») o per altri giornali («Corriere della Sera»), alla grafica e all’illustrazione editoriale, al progetto di architettura e, infine, al progetto di design. È certo arduo scomporre l’opera di una personalità poliedrica come quella di Ponti, che non a caso si è costantemente servito di pseudonimi. Il suo lavoro, del resto, va considerato il prodotto di un’officina di progetto, composta di volta in volta di collaboratori e discipline differenti, che deve la sua coerenza all’adozione di un metodo unitario, teso a far prevalere l’intenzione progettuale sul processo attraverso cui essa si realizza. La sua impronta non è mai standardizzata, anche se sempre riconoscibile, come nel caso degli artigiani che Ponti ha costantemente frequentato, promosso e amato per la loro semplicità, «cioè sincerità, ordine, il che vuol dire in sintesi essenzialità». I contributi qui riuniti dunque cercano di leggere disegni, pubblicazioni, edifici decisivi per la sua carriera (Palazzo Montecatini, Torre Pirelli), progetti di oggetti diversissimi tra loro, dal cucchiaio all’automobile, nonché il suo impegno pubblicistico specie all’estero in virtù del quale, secondo Alessandro Mendini, Ponti va considerato come il «generoso moltiplicatore della cultura dei designer italiani». Seguendo le diverse tipologie di prodotto che escono dall’officina di Ponti, questo libro offre dunque nuove interpretazioni corredate da fotografie e documenti spesso inediti, in collaborazione con i Gio Ponti Archives.

Saggi di Elena Dellapiana, Manfredo di Robilant, Fulvio Irace, Gabriele Neri, Manuel Orazi, Francesco Parisi, Mario Piazza, Paolo Rosselli e Cecilia Rostagni.
Con un’intervista a Joseph Rykwert
 

Indice testuale

Manfredo di Robilant, Manuel Orazi, Introduzione

SCRITTURA
Cecilia Rostagni, Gio Ponti come scrittore
Manuel Orazi, Gio Ponti, un chierico che non ha tradito. Un bilancio storiografico

GRAFICA
Francesco Parisi, Gio Ponti e l’illustrazione del libro 1910-1945
Mario Piazza, Gio Ponti e la grafica

ARCHITETTURA
Un atlante visuale degli edifici costruiti di Gio Ponti
Manfredo di Robilant, L’estetizzazione degli impianti: la sede Montecatini a Milano, 1936-1939
Fulvio Irace, Dietro e davanti alle quinte. L’edificio Pirelli, 1955-1961

DESIGN
Elena Dellapiana, Gio Ponti e le cose. Fatto in Italia è bello
Gabriele Neri, Un’automobile in mostra. La Linea Diamante

APPENDICE
Paolo Rosselli, Joseph Rykwert, Una conversazione su Gio Ponti
Paolo Rosselli, Incorniciare Gio Ponti

APPARATI
Bibliografia su Gio Ponti
Notizie sugli autori
Indice dei nomi

Ti potrebbe interessare anche

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Photo gallery principale