Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Manuale di medicina osteopatica

Manuale di medicina osteopatica
titolo Manuale di medicina osteopatica
curatori ,
argomento Medicina Osteopatia e Tecniche di manipolazione
editore Noi Edizioni
formato Libro
pagine 832
pubblicazione 2019
ISBN 9788832128017
 
158,00 132,72
Risparmi: € 25,28
 
Disponibilità immediata

Questo testo raccoglie un’accurata selezione di contenuti che descrivono la medicina osteopatica come una disciplina sanitaria completa, coerente, basata su saldi principi e con dimostrata efficacia per un’ampia gamma di disturbi della salute, che vanno ben al di là dei dolori e delle disfunzioni a carico del sistema muscoloscheletrico.

Il Manuale di Medicina Osteopatica considera la pratica osteopatica includendo differenti visioni filosofico-scientifiche e abbraccia quella diversità professionale che a tutt’oggi caratterizza la professione dell’osteopatia nel mondo. Tra i numerosi autori che hanno dato il loro contributo all’opera, infatti, figurano i più importanti osteopati clinici e accademici a livello internazionale (solo per citarne alcuni: Barral, Comeaux, Fossum, Hartmann, King, Kuchera, Raab, Schleip, Tyreman, Willard) la cui provenienza da differenti continenti sottolinea il fatto che si tratta di un tentativo “di amalgama” che tiene conto di differenti punti di vista e sapientemente li include all’interno di una visione complessa dell’osteopatia.

Il Manuale di Medicina Osteopatica si apre con una prima parte storica e filosofica introduttiva, alla quale seguono alcuni capitoli sulle basi scientifiche dell’osteopatia,capitoli rilevanti perché includono le ricerche più avanzate riguardo alla fascia, all’embriologia, al sistema nervoso, alla meccanotrasduzione, alla neurobiologia, che danno interessanti spunti di riflessione sulla competenza sociale e psicoterapica e sulla prospettiva antropo-ecologica.

Segue una parte dedicata alla ricerca, con capitoli sulla storia della ricerca in ambito osteopatico, sui principi statistici, sui principi dei metodi qualitativi e quantitativi e su come questi elementi possano essere fondamento di riflessione per ottimizzare la valutazione dell’efficacia del trattamento, cosi come la diagnosi e i fondamenti del trattamento osteopatico. Inoltre sono presenti capitoli su anamnesi, visita e diagnosi e sul trattamento.

La parte successiva verte sulle strategie terapeutiche e chiarisce le eventuali differenze tra visioni di osteopati differenti. Seguono poi alcuni capitoli specifici sulle diverse regioni del corpo mentre l’ultima parte del testo prende in considerazione alcuni «rami dell’osteopatia» tra i quali, per esempio, l’osteopatia pediatrica, geriatrica, nel campo della psicologia, della reumatologia, della medicina dello sport, della terapia del dolore, della neurologia.

 

Un'opera di respiro enciclopedico, un trattato di osteopatia

È con grande piacere che presentiamo ai lettori italiani la traduzione di questo testo. Si tratta di un'opera di respiro quasi enciclopedico. In estrema sintesi, un trattato di osteopatia.
Tra i numerosi autori che hanno dato il loro contributo, figurano i più importanti osteopati clinici e accademici a livello internazionale (solo per citarne alcuni: Barral, Comeaux, Fossum, Hartmann, King, Kuchera, Raab, Schleip, Tyremann, Willard). Interessante è la provenienza da differenti continenti degli autori: ciò per sottolineare che si tratta di un tentativo "di amalgama", che tiene conto di differenti punti di vista e sapientemente li include all'interno di una visione complessa dell'osteopatia.
La realizzazione di un testo come quello di Mayer e Standen nel presente momento storico si potrebbe definire fisiologica, stante il fatto che l'osteopatia è nata in USA, nel Missouri, e ha cominciato a svilupparsi in Inghilterra dopo il 1920 e in Europa in epoche ancora successive. In Italia è approdata a partire dagli anni Ottanta. Quindi, in sostanza, ha avuto uno sviluppo globale e nello specifico europeo nel corso degli ultimi 30 anni, entrando ufficialmente all'interno dei sistemi sanitari e/o sociali.
L'opera si articola in una parte storica e filosofica introduttiva, alla quale seguono alcuni capitoli sulle basi scientifiche dell'osteopatia, rilevanti perché includono le ricerche più avanzate riguardo alla fascia, all'embriologia, al sistema nervoso, alla meccanotrasduzione, alla neurobiologia, che danno interessanti spunti di riflessione sulla competenza sociale, psicoterapica e prospettiva antropoecologica.
Segue la parte sulla ricerca, con capitoli sulla storia della ricerca in ambito osteopatico, i principi statistici, i principi dei metodi qualitativi e quantitativi e come questi elementi possano essere fondamenti di riflessione per ottimizzare la valutazione dell'efficacia del trattamento, così come la diagnosi e i fondamenti del trattamento osteopatico. Inoltre sono presenti capitoli su anamnesi, visita e diagnosi (con dettagli sulla palpazione, sulla lesione primaria e su red e yellow flag - ovvero i "campanelli di allarme" che possono costituire una controindicazione al trattamento e devono indurre l'osteopata a differenziare la diagnosi ed eventualmente a inviare il paziente a consulto da un medico) e sul trattamento (principi, autoguarigione, sviluppo storico delle tecniche, attività fisica, altre medicine non convenzionali).
La quinta parte verte sulle strategie terapeutiche e chiarisce le eventuali differenze tra differenti visioni di osteopati. Seguono alcuni capitoli specifici sulle regioni del corpo (per esempio, testa, collo, torace, bacino, estremità).
La sesta parte prende in considerazione alcuni "rami dell'osteopatia", tra i quali, per esempio, l'osteopatia pediatrica, geriatrica, nel campo della psicologia, della reumatologia, della medicina dello sport, della terapia del dolore, della neurologia.
Si tratta di un volume ciclopico, che ha tutte le qualità per porsi come opera di riferimento per l'osteopatia. Senz'altro consigliabile come prima scelta di adozione in tutti gli istituti di formazione osteopatica europei.

Diego Lanaro
Francesco Cerritelli
Curatori dell'edizione italiana

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.