Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Servizi sociali

Oltre il trauma. Il reinserimento sociale e lavorativo di persone con disabilità acquisita

a cura di La Ghianda

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Le persone con disabilità acquisita sono persone normodotate che a seguito di incidente, malattia, utilizzo di sostanze stupefacenti altamente debilitanti perdono in parte le loro abilità. La condizione di disabilità acquisita non può essere equiparata a quella di disabilità esistente sin dalla nascita. La persona, infatti, deve fare i conti con una nuova condizione invalidante che coinvolge la persona e tutta la rete di soggetti che ruota intorno al soggetto. Il percorso e il trattamento di questa specifica categoria di persone deve tenere conto della necessità di rielaborazione del cambiamento e di un sostegno significativo alla rete di soggetti più vicini. Nel trattamento di queste condizioni vengono coinvolte differenti strutture - sanitarie, assistenziali, formative/educative - che concorrono nell'individuazione di percorsi di cura, riabilitazione, recupero e inserimento/reinserimento lavorativo. Il progetto La Ghianda - Oltre il trauma, attraverso l'elaborazione e la sperimentazione del Modello di servizio, ha come obiettivo il reinserimento sociale e lavorativo dei beneficiari finali del progetto attraverso la ricostruzione dei rapporti sociali, l'istituzione di iniziative di gruppo e di modelli di vita collettiva e la scoperta/riscoperta e valorizzazione delle abilità residue e delle nuove abilità.
22,50

La differenza c'è. Gestire la diversità nell'organizzazione dei servizi

Ida Castiglioni

editore: Franco Angeli

pagine: 128

Da tempo le società multiculturali occidentali stanno affrontando la sfida della coesistenza di culture diverse. Non più solo nuovi arrivi, ma seconde e terze generazioni di persone che acquisiscono cittadinanza e allo stesso tempo rimangono portatrici di stili di comunicazione e di riferimenti valoriali diversi dal cosiddetto mainstream. Il diversity management o gestione della diversità come strategia organizzativa, nasce agli inizi degli anni Novanta negli Stati Uniti proprio con l'intento di affrontare tale complessità negli ambiti del lavoro e della scuola; negli ultimi dieci anni si è diffuso nel Nord Europa e sta approdando in Italia. Questo volume intende presentare le potenzialità di tale approccio nel nostro Paese attraverso dati empirici e pratiche da testare. Coniugando la prospettiva interculturale dinamica ed elementi di change agentry delle organizzazioni, l'autrice sottolinea la necessità di intervenire su più livelli al fine di aprire il sistema a partire dalla valorizzazione delle sue risorse lavorative.
16,00

Metodo e risultati di una comunità per tossicodipendenti. L'esperienza di Città della Pieve

a cura di A. Addazi, R. Marini

editore: Franco Angeli

pagine: 288

Quali sono i dipendenti che traggono maggior vantaggio dalla Comunità terapeutica? Quali fattori favoriscono il buon esito dei trattamenti? Come ampliare gli obiettivi della cura per andare incontro all'eterogeneità dei pazienti? In che modo la conoscenza dei comportamenti post-trattamento può aiutarci a dinamizzare la definizione di cronicità? Questi sono alcuni degli interrogativi su cui riflettono i curatori del volume, alla luce dell'esperienza della Comunità per tossicodipendenti di Città della Pieve. Attraverso la storia della Comunità, dalla sua fondazione ai giorni nostri, emerge una puntuale riflessione sulla dipendenza, sulla cultura dei Servizi, sull'immagine sociale della Comunità e sul suo ruolo nella rete dei Servizi. Ma si definisce anche un metodo di intervento, che negli anni si è evoluto verso livelli di professionalità più elevati, avvicinando la Comunità al resto del mondo, contrastandone l'autoreferenzialità, personalizzando e diversificando i programmi. Per tutte queste caratteristiche, il testo si rivolge a psichiatri, psicologi, psicoterapeuti e operatori del settore delle dipendenze che intendano approfondire o confrontare la propria conoscenza dell'organizzazione di una Comunità per tossicodipendenti, e riflettere sull'evoluzione di un metodo di lavoro.
29,00

Elementi di psicopedagogia

a cura di S. Marsicano

editore: Franco Angeli

pagine: 464

Il sistema di formazione postdiploma è stato da alcuni anni articolato secondo un doppio percorso interno ai tradizionali cors
33,00

Il burnout in psicoanalisi

Ornella Manca Uccheddu, Antonello Viola

editore: Giovanni Fioriti Editore

Una caratteristica comune delle professioni socio-assistenziali è che la natura del lavoro svolto comporta un intenso coinvolgimento emotivo: l'interazione tra operatore e utente è focalizzata su problemi e disagi di quest'ultimo (psicologici, sociali, fisici, lavorativi) ed è in quanto tale frequentemente gravata da sensazioni d'ansia, imbarazzo, inadeguatezza, paura, fino a raggiungere talvolta livelli di disperazione. Poiché non sempre la soluzione delle difficoltà disadattative o disfunzionali dell'utente è semplice o facilmente raggiungibile, la situazione può diventare ancora più ambigua e frustrante e generare una condizione cronica di stress, la cui esposizione prolungata può logorare emotivamente l'operatore e condurlo al burnout.
19,00 16,15

La frontiera della cittadinanza nei servizi sociali. Citizen satisfaction e qualità percepita

Silvia Scanagatta, Barbara Segatta

editore: Centro Studi Erickson

pagine: 169

Un operatore nel settore dei servizi sociali, come quelli di molti altri settori, si trova sempre più frequentemente di fronte al problema della rilevazione di opinioni, informazioni, dati o altro rispetto alla struttura in cui opera. Non può però avere, qualunque sia la sua professionalità specifica, né la capacità né la presunzione di una conoscenza delle metodologie e delle tecniche di indagine sufficiente per gestire autonomamente la rilevazione. Questo libro - che descrive i risultati di una ricerca condotta in Veneto apre una riflessione su quali elementi siano indispensabili e fondamentali, per comprendere da un lato la centralità della Citizen satisfaction e dall'altro quale sia la migliore tipologia di inchieste di cui ha necessità l'operatore per giungere ad una adeguata misurazione.
19,00

Esperti di troppo. Il paradosso delle professioni disabilitanti

Ivan Illich

editore: Centro Studi Erickson

pagine: 120

Uno dei poteri forse più indiscussi del nostro tempo è quello degli esperti, che mettono la propria conoscenza al servizio degli altri. Ma le enormi risorse che impieghiamo, come singoli e collettivamente, per i servizi sanitari, per l'istruzione, per l'assistenza legale, per i servizi socio-assistenziali, portano davvero a ottenere risultati altrettanto consistenti? I professionisti dispongono di un pericoloso potere a doppio taglio, perché il loro aiuto può accompagnarsi a una sistematica disabilitazione dei cittadini rispetto al controllo della propria vita. Questa raccolta di saggi, con i contributi di alcuni altri studiosi, è apparsa per la prima volta nel 1977 e viene qui riproposta in una nuova traduzione italiana. Una lettura che anticipa con acutezza concetti fondamentali, oggi ancor più di ieri, per la lettura e la comprensione della società attuale.
12,00 10,20
34,00

Manuale per OSS e ASA (Operatori socio-sanitari e ausiliari socio-assistenziali). Formazione in campo assistenziale, sociale e sanitario

a cura di M. Di Virgilio, I. Mussi

editore: Franco Angeli

pagine: 448

Le figure di operatori che si occupino con competenza e professionalità di assistenza in ambito sociale e sanitario sono sempre più richieste. Questo testo presenta i contenuti didattici per la formazione degli Operatori Socio-Sanitari (OSS) e degli Ausiliari Socio-Assistenziali (ASA), soggetti che assistono anziani, disabili, pazienti psichiatrici, malati terminali e quanti necessitano di un sostegno specializzato, in ambiente assistenziale e sanitario. Per fornire maggiori strumenti didattici, il manuale si arricchisce di esempi operativi, di un glossario dei principali termini e di un'aggiornata bibliografia tematica. Inoltre, sul sito www.francoangeli.it all'Area Università, si può disporre dell'allegato multimediale con un test di autovalutazione per verificare il proprio grado di apprendimento. La completezza dei contenuti e la chiarezza del linguaggio rendono il volume un esaustivo manuale per quanti frequentano corsi OSS e ASA, ma anche un utile strumento di consultazione per gli operatori già nel mondo del lavoro.
45,00

Famiglie in mutazione: la famiglia adottiva. Contributi per la formazione continua

a cura di G. Pianu, S. Cavalli

editore: Franco Angeli

pagine: 128

Secondo le Leggi n.476/1998 e n.149/2001, ai servizi sociali del Comune di appartenenza viene demandato il compito di informazione ed orientamento delle coppie richiedenti adozione nazionale e/o internazionale, di valutazione delle risorse e delle capacità genitoriali, di sostegno e potenziamento del nuovo ruolo genitoriale. La fase di preparazione delle coppie che intendono adottare un bambino rappresenta, pertanto, un percorso esplorativo delle risorse che una coppia può mettere in campo per fare il genitore di un bambino particolare. In questo percorso gli operatori si pongono con una funzione di comprensione e di accoglienza anche di quelle fragilità che, nel tempo, possono trasformarsi in risorse. Questo delicato compito impone la realizzazione di momenti di aggiornamento continuo degli operatori e di confronto tra servizi per approfondire problemi aperti e temi ancora irrisolti. I materiali qui presentati costituiscono un'importante occasione di approfondimento specialistico su questi temi, destinato agli operatori dei servizi territoriali, ai responsabili delle politiche locali, ai tecnici degli organismi di gestione, agli operatori e alle famiglie attive in enti ed associazioni.
17,00

Progettare nella formazione e nel sociale. Una cassetta degli attrezzi per soluzioni concrete e interventi efficaci nel territorio

Roberta Furlotti, Veronica Ceinar

editore: Franco Angeli

pagine: 120

Da dove partire per creare un progetto? Come porre in relazione la progettazione con il contesto? Di quali risorse è possibile disporre? Quali sono necessarie? Quali attori sono rilevanti o, addirittura, essenziali nella corretta costruzione di un progetto? Come individuare le esigenze dei destinatari potenziali e reali? La necessità di riflettere sui processi di progettazione nasce dall'esperienza quotidiana di lavoro delle autrici con enti ed istituzioni rispetto a tematiche e obiettivi diversi e, in questo ambito, dai problemi concreti che attività e funzioni differenti richiedono di affrontare: dalla scelta dei processi metodologicamente più corretti e concretamente meglio sostenibili; all'ideazione, all'avvio ed al mantenimento di interventi di diversa natura; fino all'organizzazione di un servizio, alla strutturazione di un percorso formativo, al rafforzamento di reti interprofessionali ed alla sperimentazione di metodologie d'intervento. Le autrici scelgono di fondare la soluzione di questi problemi su tre principi di metodo: la molteplicità, come rimando all'articolazione di una realtà sociale complessa e in costante mutamento; la pluralità, come differenza tra le prospettive possibili di osservazione; la diversità, come ciò che ciascuno porta nel rapporto con la realtà e che ne struttura le preferenze, i comportamenti, i bisogni, le possibilità, le opportunità.
24,50

Buone pratiche e procedure terapeutiche nella gestione del paziente alcolista

a cura di A. Lucchini, F. Nava

editore: Franco Angeli

pagine: 432

Nei dipartimenti delle dipendenze sono in cura sempre più pazienti alcolisti. L'alcol inoltre è parte importante di ogni forma di dipendenza che appare alla nostra osservazione. FeDerSerD, tramite la sua Commissione nazionale Alcologia, ha organizzato nel settembre 2006 un Congresso tematico nazionale per fare il punto sulla realtà nei dipartimenti territoriali dell'intervento sul paziente alcolista, affrontando alcune delle tante problematiche che il tema alcol richiama. Il Congresso, che ha visto oltre 500 partecipanti, si è caratterizzato per una forte visione di integrazione tra la lettura biologica e quella psicologica. Sono state valorizzate moltissime pratiche specifiche innovative terapeutiche farmacologiche, psicoterapiche e riabilitative. Obiettivo rilevante è stato anche centrare la riflessione non solo sull'alcolista ma anche sugli operatori impegnati nei servizi. Il volume riprende i contenuti scientifici dell'iniziativa e risulta utile ai professionisti del settore, ma anche a chi voglia comprendere meglio l'universo dell'alcolismo.
35,00

Prima infanzia e salute mentale. Tempestività diagnostica ed appropriatezza dei trattamenti attraverso il lavoro di rete

a cura di M. G. Melegari

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Questo volume presenta un modello originale di servizio sanitario rivolto alle situazioni di disagio/disturbo affettivo-comportamentale, evolutivo, psicosociale in prima infanzia (0-3 anni). Il servizio è basato sul coordinamento organizzativo e sulla cooperazione di risorse professionali appartenenti a più strutture dell'azienda sanitaria, e non solo. Scopo del volume è aiutare gli operatori ed i servizi sanitari a fare prevenzione e diagnosi precoce nel proprio territorio e a saper prendere in carico tempestivamente ed efficacemente i piccoli pazienti e i rispettivi contesti familiari e sociali. Il volume intende rendere pubblici i risultati di una consolidata pratica locale.
19,00

Oltre la tortura. Percorsi di accoglienza con rifugiati e vittime di tortura

a cura di A. Morrone

editore: Magi Edizioni

pagine: 301

In molti Paesi del mondo avviene una sistematica violazione dei diritti umani, tra cui la pratica della tortura. Le carte dei diritti e le legislazioni internazionali unanimemente la condannano. Se però è vero che la tortura è vietata, certamente non è impedita e in molti, troppi casi è ancora praticata. Dal 1985 a Roma, presso la Struttura Complessa di Medicina Preventiva delle Migrazioni, del Turismo e di Dermatologia Tropicale dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Santa Maria e San Gallicano, vengono accolti e curati decine di migliaia di immigrati, regolari e privi del permesso di soggiorno, provenienti da oltre centocinquanta Paesi del mondo. Nel volume vengono presentati la nascita e il funzionamento di questo servizio, la casistica dei pazienti accolti, il lavoro terapeutico svolto e alcune delle storie personali più significative. Per la prima volta il Servizio Sanitario Nazionale si rende disponibile a divenire un luogo di presa in carico, di studio e di ricerca scientifica per quanto riguarda l'accoglienza di persone immigrate, il percorso di riabilitazione psicologica e sociale di rifugiati politici e di vittime di tortura.
22,00 18,70

Il servizio sociale e le famiglie con minori. Prospettive giuridiche we metodologiche

Simonetta Filippini, Simona Ardesi

editore: Carocci

pagine: 167

Il servizio sociale si trova implicato in situazioni che coinvolgono nuclei familiari con figli di minore età. A che titolo si interviene? Per quale via l'assistente sociale si deve chiamato in causa? Quali norme sono a fondamento dell'intervento sociale? Il percorso del volume richiamerà da un lato i principi sottesi alle norme del nostro ordinamento e, dall'altro, le norme relative a competenze e responsabilità del servizio sociale.
17,20 14,62

Servizio sociale e libera professione. Dal lavoro dipendente alle opportunità di mercato

Ugo Albano, Luigi Bucci
e altri

editore: Carocci

pagine: 199

Il nuovo welfare apre interessanti prospettive per realizzare la libera professione nel servizio sociale. Il testo analizza la libera professione dal punto di vista sociologico, ne verifica la fattibilità nell'odierno mercato, dà gli strumenti al lettore per poter realizzare un proprio progetto imprenditoriale. A tal fine vengono esaminati tutti i modelli attuali di servizio sociale libero-professionale in Italia e vengono fornite le coordinate giuridico-economiche per la realizzazione di simili esperienze.
20,00 17,00

Traiettorie di vita, esperienze di lavoro. Percorsi socio-lavoratori per persone in situazioni di disagio

a cura di A. Giangrandi, E. Serventi

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Il volume ricostruisce in senso storico l'approccio socio-lavorativo, descrivendone gli orientamenti culturali e le metodiche, riattraversando e ridefinendo l'area semantica di termini quali "lavoro", "fascia debole", "accompagnamento", "autonomia". Si tratteggiano storie e culture degli attori che hanno realizzato la co-progettazione sottolineando gli sforzi compiuti per superare gli ostacoli posti dalla tendenza all'autoreferenzialità. Il volume, la cui struttura aspira ad integrare teoria e pratiche operative, è rivolto in particolare a operatori sociali, formatori, responsabili di organizzazioni e servizi impegnati in attività di progettazione che abbiano come obiettivo l'inserimento socio-lavorativo. L'auspicio è che il testo possa essere uno strumento utile nell'operatività quotidiana, ma anche uno stimolo alla riflessione per la costruzione di altre esperienze, nonché di azioni politiche sensibili al tema dell'inclusione sociale. .
19,50

Il racconto del servizio sociale. Memorie, narrazioni, figure dagli anni Cinquanta ad oggi. Con CD-ROM

Maria Cacioppo, Mara Tognetti Bordogna

editore: Franco Angeli

pagine: 336

Per molti anni in Italia il servizio sociale, e la sua storia, sono stati tramandati per via orale più che per fonte scritta e per ricostruzione puntuale sulla base di documenti. L'attenzione che da alcuni anni, con il consolidarsi della professione, si è rivolta in modo più sistematico alle fonti storiche, fa da sfondo all'interesse delle autrici verso le origini e l'evoluzione del servizio sociale da un punto di vista particolare: quello di chi in quei periodi si è formato come assistente sociale e ha contribuito in prima persona al diffondersi ed all'affermarsi della professione, in diverse realtà regionali italiane. Il volume propone le interviste effettuate a 23 di questi protagonisti, condotte tra il 2000 e il 2007, e arricchite con una ricerca documentale sia rispetto alla nascita dei Grandi Enti, che in parte hanno fatto il servizio sociale, sia alle Scuole di Servizio Sociale, ma anche alla storia e all'evoluzione della società di quel periodo. Il materiale, raccolto ed elaborato nel corso della ricerca, è molto ricco e di diverso genere: documentazione, materiale iconografico, curricula degli assistenti sociali, la legislazione, i dati, le interviste, schede sintesi e tabelle. Nel Cd-Rom sono inoltre proposte schede cronologiche relative alla vita dei nostri protagonisti, medaglioni sintetici della biografia personale e la rete relazionale delle persone che sono state indicate come significative nel corso dell'intervista.
30,50

La cooperazione sociale protagonista del welfare locale. Il caso del Consorzio Nuovo Futuro

Marco M. Burgalassi

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Il testo propone uno studio di caso su una esperienza che per molti versi può essere considerata esemplare. La vicenda del Consorzio Nuovo Futuro (attivo nella forma di Cooperativa Nuovo Futuro sin dal 1980) rappresenta infatti in modo puntuale ciò che la cooperazione sociale è stata nella sua fase pionieristica, la trasformazione che ha conosciuto nel corso del tempo e quello che indubbiamente continua a simboleggiare e ad essere nei contesti in cui l'ispirazione valoriale di natura socio-solidaristica e la simbiosi con il tessuto sociale di riferimento sono rimaste in buona misura inalterate. In particolare, la storia e il presente del Consorzio Nuovo Futuro propongono un modello di cooperazione sociale contrassegnato da una solida legittimazione sociale, da un ampio riconoscimento del suo ruolo propulsivo per lo sviluppo del sistema di welfare, da una positiva ricaduta della sua azione sul benessere della comunità locale (in termini economici ma soprattutto di accrescimento del capitale sociale primario e secondario), da un radicamento territoriale che si traduce nella capacità di assumere - e anche di vedersi diffusamente attribuiti - impegni e responsabilità di grande rilievo sociale. L'immagine che una esperienza del genere offre è insomma quella di una cooperazione sociale pienamente protagonista del welfare locale.
17,00

Salute e benessere. Dalla cultura un orientamento per la clinica

a cura di F. Banfi, G. Pozzi

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Il benessere sociale, familiare e personale risultano essere il miglior antidoto ad ammalarsi ed il miglior strumento per potersi curare con consapevolezza. In Europa si progetta "la società della conoscenza", basata, però, su strumenti ed informazioni tecnologiche. C'è da chiedersi quale possa essere il posto riservato al soggetto. Il dibattito insolito ed avvincente che si propone vuole analizzare lo scenario possibile del riscatto del soggetto, con il valore della sua cultura, in un sistema che impone standard e controlli, dimenticando, a volte, i principi che li ispirano. I costi del sistema sanitario dipendono in gran parte dalla capacità di gestire l'incontro tra chi domanda e chi risponde in modo che ogni soggetto, uno per uno, possa testimoniare la responsabilità sulla propria vita. Delegare completamente al discorso medico o alla tecnologia dei sistemi sanitari non è più efficace. Forse la poesia ed un po' di buona cultura sono ancora salutari ai cittadini ed a chi si occupa di salute.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.