Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Psicologia sociale

Psicologia sociale e promozione della salute

Paride Braibanti, Valentina Strappa
e altri

editore: Franco Angeli

pagine: 160

La salute è contemporaneamente un bene personale e un bene sociale e, come tale, la responsabilità della sua tutela spetta egualmente al soggetto, alla comunità famigliare, alla collettività sociale. La psicologia ha inaugurato una tradizione scientifica e applicativa che, aprendo un dialogo con le altre scienze, mediche e sociali, ha contribuito in modo determinante a spostare lo sguardo dal versante della diagnosi e della terapia, per aprirsi con rinnovata attenzione alle dinamiche dello sviluppo della persona e della convivenza sociale. Le "risorse" più o meno nascoste, anziché le "patologie" più o meno manifeste, costituiscono così il punto focale di riferimento. La psicologia della salute, sempre meno ancorata al contesto socio-cognitivo da cui ha mosso i suoi primi passi, rintraccia questo sguardo rinnovato anche in molte tradizioni psicologiche, sistemiche, fenomenologiche e psicodinamiche e guarda con attenzione alle recenti elaborazioni della psicologia sociale critica da cui trae alcuni tra i più significativi contributi recenti. Un manuale di riferimento, quindi, sia per gli studenti di psicologia della salute e psicologia sociale, sia per il professionisti della salute come supporto e confronto.
21,00

Osservare le famiglie. Metodi e tecniche

a cura di L. Fruggeri

editore: Carocci

pagine: 251

Osservare le famiglie è una procedura di lavoro che consente di rilevare le interazioni che coinvolgono tutti i membri della famiglia, inclusi i bambini, nella strutturazione delle dinamiche specifiche del gruppo. Grazie alla sensibilità e alla finezza delle categorie di analisi delle procedure osservative, i ricercatori possono cogliere le sfumature di queste interazioni e analizzare la complessità e la variabilità delle forme che esse possono assumere nelle diverse famiglie. L'osservazione consente, infine, un livello di analisi processuale dei cambiamenti che si verificano nei periodi di transizione e che sono espressione di un funzionamento familiare più o meno adattivo. Il volume raccoglie contributi che descrivono diversi metodi osservativi per l'analisi e lo studio delle relazioni familiari in diversi contesti e fasi del ciclo di vita delle famiglie, suggerendo soluzioni per una loro applicazione in vari ambiti di ricerca: psicologia dello sviluppo, psicologia sociale, psicologia clinica, psicoterapia.
21,60 18,36

Contratti psicologici. Aspettative, vincoli e legami impliciti nelle relazioni

a cura di G. Sangiorgi

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Ci aspettiamo tutti qualcosa. E questo "qualcosa" sembra spesso prescindere, almeno in buona parte, dal nostro diritto di ottenerlo, dalle regole formali che potrebbero far sorgere tale diritto, dalle promesse esplicite del nostro interlocutore. Così come ci aspettiamo qualcosa, siamo anche spesso convinti di dover dare qualcosa, magari di immateriale, senza che ciò derivi da un particolare accordo, sottoscritto o accettato. Percepiamo, in definitiva, un vinculum che, tuttavia, non deriva dalla legge, bensì da "altri" elementi presenti nel nostro contesto sociale e relazionale. Da un contratto psicologico. Il volume presenta alcuni di questi contratti: innanzitutto quello con se stessi, il contraente principale ed irrinunciabile con cui fare i conti quotidianamente. Segue la presentazione del contratto orientativo, tra il counsellor e il cliente che "domanda" aiuto per una decisione sul suo futuro, e del contratto formativo, che riguarda le situazioni di apprendimento e ne qualifica l'efficacia. Il contratto lavorativo descrive i legami tra il lavoratore e la sua organizzazione e il contratto di consulenza organizzativa si riferisce alla relazione professionale con un'organizzazione. La pluralità degli ambiti e l'approfondita discussione delle tesi, rendono il testo un valido spunto per la riflessione di quanti già operano nel campo della psicologia delle organizzazioni, del counselling e dell'orientamento, ma anche degli studenti che si avvicinano a tali percorsi professionali.
31,00

La cultura dell'impersonalità

Roberto Infrasca

editore: Magi Edizioni

pagine: 256

Gli scenari socioculturali degli ultimi due decenni, l'epoca "postmoderna", hanno prodotto - a livello micro e macro-sociale - rilevanti modificazioni nel modello psicologico, cognitivo e comportamentale dell'individuo. Tali trasformazioni hanno introdotto modalità culturali, concettuali, relazionali ed esistenziali che rappresentano un fenomeno sconosciuto e preoccupante: le relazioni umane assomigliano sempre più a quelle elaborate e indotte da criteri automatici e commerciali, mentre le persone basano la propria sicurezza tenendosi vicino alla moltitudine, alle regole, valori e comportamenti impersonali, veicolati incessantemente dai mass-media e adottati largamente dalla società. Il sotteso vuoto comunicativo rispecchia l'arresto della maturazione intrapsichica e interpersonale dell'uomo il quale, nel tentativo di avvicinarsi agli altri, rimane disperatamente solo. Attento e appassionato studioso delle problematiche dello sviluppo psicologico della persona, l'autore rende evidenti in modo limpido i grandi problemi della vita quotidiana delle persone. La sua analisi è volta a evidenziare i fattori e i fenomeni che hanno originato e organizzato la struttura sociale, culturale e psico-comportamentale dell'entità qui definita "uomo postmoderno".
20,00 17,00

Narrazione e rappresentazione nella psicodinamica di gruppo. Teorie e tecniche

Giorgia V. Margherita

editore: Franco Angeli

pagine: 256

Se i gruppi utilizzano un pensiero e quindi un linguaggio per immagini, un discorso riconducitele al mito ed al sogno, è anche vero che ogni gruppo ha una propria identità, una storia, un progetto che origina in un contesto vincolato e vincolante, che ne definirà confini, obiettivi, modalità operative, in termini reali ed in termini di fantasie. Il lavoro con i gruppi richiede dunque coordinate nuove e composite per osservare, rappresentare e quindi ri-narrare i processi. La riflessione si sposta dal pensiero per immagini al linguaggio del sogno, dai teatri interni alla messa in scena delle relazioni nella clinica e nel gruppo. Si attraversano poi alcuni concetti chiave di teoria della tecnica (transfert-controtransfert, modello di campo, interpretazione, setting) mostrando la nascita di tali concetti in ambito psicoanalitico duale, l'evoluzione e l'applicazione nella psicoanalisi di gruppo.
29,00

La verità sui figli e il divorzio. Gestire le emozioni per crescere insieme

Robert E. Emery

editore: Franco Angeli

pagine: 256

Forte della sua ventennale esperienza come ricercatore, terapeuta e mediatore familiare Robert Emery offre con questo testo una nuova mappa ai genitori, per orientarsi in un momento difficile come quello del divorzio. Sono i sentimenti che si generano e il modo in cui vengono gestiti che influiscono potentemente sulla separazione e sulla reazione dei figli nel tempo: anche se il divorzio è necessariamente doloroso, i genitori possono promuovere una reazione positiva (di "resilienza") nei propri figli, mettendoli al centro del contesto familiare e tenendo ben saldo il legame con loro. Dosando empatia e autorevolezza, Emery spiega come gestire le emozioni potenzialmente pericolose per affrontare efficacemente i vari passaggi di questa transizione complessa: parlare ai figli, dare loro delle regole, elaborare un accordo funzionale con l'ex coniuge, avvicinare le questioni legali al momento giusto, reagire alla rabbia e ai litigi, distinguere i conflitti d'amore e di potere. Alla competenza di un terapeuta Emery unisce la sensibilità di un padre divorziato per fare dell'amore la migliore arma perché un divorzio "funzioni". Ricco di consigli pratici e strategie, il testo si propone come uno strumento essenziale per tutti i genitori alle prese con un divorzio, ma anche per quanti si occupano di mediazione familiare, consulenza tecnica e psicoterapia del divorzio.
36,00

L'effetto Lucifero. Cattivi si diventa?

Philip G. Zimbardo

editore: Cortina Raffaello

pagine: 769

Cosa fa sì che i buoni diventino cattivi? Philip Zimbardo, noto come l'ideatore dell'Esperimento carcerario di Stanford, racconta qui la storia di questo studio. A un gruppo di studenti furono attribuiti a caso i ruoli di "guardia" e "detenuto" in un ambiente carcerario simulato. Dopo una settimana lo studio fu interrotto perché quei normalissimi studenti si erano trasformati in guardie brutali e in detenuti emotivamente distrutti. Zimbardo descrive come certe dinamiche di gruppo possano trasformare in mostri uomini e donne perbene e ci permette di comprendere meglio fenomeni di estrema crudeltà, dalla disonestà delle multinazionali a come soldati americani prima degni di stima siano giunti a perpetrare torture su detenuti iracheni ad Abu Ghraib.
39,00 33,15

Trauma, deumanizzazione e distruttività. Il caso del terrorismo suicida

Franco De Masi

editore: Franco Angeli

pagine: 128

Le sofferenze individuali che sfociano nel martirio suicida potrebbero essere catalogate tra i traumi di guerra se le persone traumatizzate non fossero calamitate verso l'organizzazione terroristica e non fossero attratte dalla cultura di morte della loro comunità. Il fenomeno del terrorismo suicida non può realizzarsi senza l'incontro e l'azione sinergica di due componenti: la rete (la parte psicotica) e l'adesione compiacente del singolo individuo con la sua rabbia impotente, il suo desiderio di martirio e di sacrificio ideale.
18,50

Il tempo dell'integrazione. I centri interculturali in Italia

Graziella Favaro, Lorenzo Luatti

editore: Franco Angeli

pagine: 192

I centri interculturali in questi anni hanno rappresentato per gli operatori dei servizi, i volontari, gli insegnanti, i mediatori stranieri, l'ambito privilegiato per costruire insieme il cammino dell'integrazione. Ricostruirne il lavoro significa anche ripercorrere la "via italiana all'integrazione" degli ultimi vent'anni, in un panorama che ha visto cambiare profondamente paesaggi socio-culturali delle città, fisionomia dei servizi, soggetti e modi di intervento. La ricerca si rivolge agli immigrati e agli operatori che li accolgono e ancora poco aiuta a leggere e accompagnare le trasformazioni che avvengono nelle comunità locali, negli scambi quotidiani, nella città e nei luoghi per tutti. Si delinea dunque la necessità, per i centri interculturali di aprirsi a un orizzonte che miri, oltre che all'integrazione degli immigrati, all'inclusione dei futuri cittadini e a una modalità di coesione sociale e culturale che coniughi l'unità e la diversità. Il libro, rivolto a quanti operano in ambito interculturale e nei servizi con utenza immigrata in particolare al mondo associativo, educativo e scolastico, sociale e bibliotecario - si configura come una guida pratica a supporto di coloro che intendono costituire un centro interculturale, rafforzarne l'azione e lavorare nei territori per sviluppare le risorse per l'intercultura, l'accoglienza e l'integrazione della popolazione straniera.
19,50

Ragazzi immigrati. L'esperienza scolastica degli adolescenti attraverso l'intervista biografica

Paola D'Ignazi

editore: Franco Angeli

pagine: 224

Il volume propone una lettura critica delle questioni connesse al percorso d'istruzione/formazione degli alunni stranieri attraverso un'indagine esplorativa sulle percezioni scolastiche di adolescenti immigrati di prima e seconda generazione, evidenziando aspetti problematici che difficilmente emergono nelle interazioni educative. La prima parte, proponendo un quadro di riferimento teorico e metodologico, affronta il tema della ricerca qualitativa in educazione e sottolinea la specificità del metodo biografico, lo strumento adottato per conoscere in modo più approfondito la realtà complessa della popolazione scolastica immigrata. Partendo dall'assunto che, qualora si trascurino le condizioni d'origine e la storia dell'alunno straniero, si corre il rischio di averne una visione parziale ed etnocentrica, la seconda parte prende in esame i racconti biografici di alunni ed ex alunni immigrati, in età compresa tra i 15 e i 21 anni, utilizzando tre assi interpretativi: la diversità delle storie di vita, la percezione di sé tra due culture, le percezioni scolastiche.
25,00

Studiare insieme, crescere insieme. Un'indagine sulle seconde generazioni in dieci regioni italiane

editore: Franco Angeli

pagine: 288

L'integrazione della seconda generazione degli immigrati in Italia, i figli nati nel nostro paese o ivi giunti in tenera età, appare una tra le sfide più importanti per il futuro della società attuale. Questi ragazzi avviati a costituire una componente sempre più rilevante della popolazione giovanile del paese vanno messi in condizione di confrontarsi "alla pari" con i coetanei italiani soprattutto per quanto riguarda la partecipazione al sistema educativo e al mercato del lavoro. Sfruttando il ricco materiale raccolto con l'indagine ITAGEN2 nell'anno scolastico 2005/2006 - coordinata da Gianpiero Dalla Zuanna, Università di Padova - e comprendente oltre 21mila interviste ad alunni delle scuole secondarie di primo grado, il volume fa il punto della situazione anche attraverso il confronto con i coetanei italiani. Il testo fornisce un'immagine inedita dei figli di immigrati in Italia, li descrive sotto varie prospettive e costituisce un utile strumento anche per gli operatori locali che potranno trovarvi un quadro approfondito della situazione in ciascuna delle dieci regioni coinvolte nell'indagine sul campo.
23,50

Tempi moderni. Psicologia per la politica

Gian Vittorio Caprara

editore: Giunti Editore

pagine: 320

Mai come oggi l'uomo ha esercitato un controllo tanto esteso sulla natura e ha goduto di tanta discrezionalità nel decidere del proprio futuro. Questo libro suggerisce come sfruttare le proprie potenzialità, armonizzando le motivazioni al successo individuale con le mete collettive, per assicurare che la competitività continui a generare creatività e garantire che l'incontro fra le diverse culture segni un progresso di civiltà. È ovvio che la psicologia non può sostituirsi alla politica, ma per il buon funzionamento della democrazia, le istituzioni per riuscire ad operare, devono avere il consenso e l'impegno delle persone.
9,50 8,08

Elogio del conflitto

Miguel Benasayag, Angélique Del Rey

editore: Feltrinelli

pagine: 206

II libro muove da un'osservazione fulminante: nella nostra vita pubblica e privata l'idea stessa di conflitto è stata bandita. O, più precisamente, tendiamo a essere intolleranti verso qualunque forma di opposizione e conflittualità, rendendoci di fatto ciechi verso gli aspetti positivi, progressivi, di crescita sociale e individuale che il "conflitto" racchiude (come ben sanno, per esempio, gli psicologi). In questo libro Miguel Benasayag e Angélique del Rey esplorano le radici e gli effetti perversi della rimozione del conflitto dallo scenario contemporaneo: rifiutiamo il conflitto e ci lasciamo invadere dall'ideale della trasparenza, decisi a sradicare ogni ombra, ogni opacità nella nostra relazione con l'altro o con gli altri.
16,00 13,60
14,00 12,60
55,00 49,50

Sicurezza e qualità della vita. Il contributo della polizia locale

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Le Polizie locali svolgono da tempo un ruolo insostituibile fra gli operatori della sicurezza, soprattutto in un quadro che rivaluta le attività preventive e la qualità della vita dei cittadini, e assegna maggiori responsabilità agli amministratori locali (sindaci e presidenti delle province). Un ruolo, peraltro, non sufficientemente supportato dall'attuale legislazione, sorpassata e lacunosa. Gli autori, da tempo impegnati nel campo delle Polizie locali in diverse realtà regionali e partecipi anche di significative esperienze internazionali, hanno affrontato alcuni fra gli aspetti più problematici di questo settore, quali la comparazione dell'organizzazione internazionale, il quadro dell'impiego teorico nell'ambito della sicurezza urbana e dell'azione dello Stato, l'identità e la formazione, l'etica e la quotidianità. Il libro fornisce soluzioni innovative e spunti di riflessione per chi, tecnici e politici, sia interessato a raffinare uno strumento di intervento nelle comunità locali che si rivela sempre più di fondamentale importanza in un momento in cui la socializzazione e la convivenza si presentano problematiche e cariche di novità.
21,00

Psicologia economica

a cura di R. Rumiati, E. Rubaltelli

editore: Carocci

pagine: 200

La psicologia economica si occupa dei comportamenti degli individui in relazione alle molteplici attività economiche svolte quotidianamente. Tali attività riguardano tipicamente l'uso del denaro, il risparmio e il consumo, la contribuzione fiscale e le decisioni prese per fronteggiare i rischi, le scelte di investimento e le decisioni che garantiscano il benessere individuale. I curatori del libro hanno raccolto e organizzato in una struttura manualistica contributi di studiosi italiani che costituiscono il valore aggiunto del volume. In questo terreno fecondo di ricerca psicologia ed economia possono confrontarsi e collaborare.
15,60 13,26

Teorie e metodi della psicologia italiana: tendenze attuali. In memoria di Angelo Majorana, psicologo in terra di confine

a cura di S. Di Nuovo, G. Sprini

editore: Franco Angeli

pagine: 640

Angelo Majorana, professore di psicologia nelle Università di Catania e Roma, venuto a mancare nel gennaio 2007, è stato uno degli ultimi grandi "vecchi" della psicologia italiana. Gli scritti in sua memoria raccolti in questo volume vedono la partecipazione di numerosi colleghi che lo conobbero e lo stimarono durante la sua lunga vita. Il libro, in considerazione della varietà - peraltro prevista, ed anzi auspicata - delle proposte, costituisce una ampia e articolata testimonianza delle varie anime della psicologia. Ognuno degli autori dei contributi presenta e testimonia lo stato dell'arte nel suo settore di interesse con un saggio teorico-metodologico oppure con una concreta esemplificazione di ricerca. I testi raccolti spaziano dalla ricerca sperimentale sui processi cognitivi ed emotivi allo studio dei fenomeni sociali e del ciclo di vita, dall'approccio clinico-terapeutico a quello di comunità, alle molteplici applicazioni della scienza psicologica in ambiti quali l'arte e la letteratura, l'educazione, la psicomotricità, l'orientamento, il lavoro organizzativo. Teorie ed applicazioni che formano una sorta di interessante e stimolante quadro della psicologia italiana, tra passato e presente: quella psicologia di cui Angelo Majorana fu parte non secondaria.
58,50

All'origine era. La nuova storia del generare e dell'essere generato. Dinamiche psico-logiche in provetta

Sara Invitto

editore: Franco Angeli

pagine: 128

Questo lavoro introduce il lettore nel complesso campo della procreazione medicalmente assistita (PMA), cercando di presentare un quadro sintetico e generale che analizzi le rappresentazioni psicosociali della fertilità, le varie tecniche di fecondazione assistita, le norme sulle varie tecniche, le possibili cause dell'ipofertilità, l'influenza dello stress sul sistema riproduttivo, la bioetica e la neuroetica relativa all'embrione e alla diagnosi genetica preimpianto. Sono affrontate, inoltre, le dinamiche psicologiche della coppia che accede a PMA, del bambino nato da PMA e gli interventi e le interpretazioni terapeutiche in funzione di diversi modelli teorici.
21,00

E fissatolo lo amò. «Basta che siate giovani perché io vi ami assai». Indagine su giovani e immigrati a Latina

editore: Franco Angeli

pagine: 304

Il focus dell'attenzione è stato posto anzitutto sui loro bisogni formativi, quale indicatore privilegiato dell'attuale condizione giovanile. Il loro grado di soddisfazione dei bisogni è infatti significativamente legato alla loro crescita evolutiva, che avrà poi una diretta ricaduta sulla qualità della vita dell'area in osservazione, con particolare riferimento a quelle generazioni che ne costituiscono il futuro. La ricerca si colloca all'interno delle attività di studio/intervento promosse dalla Regione Lazio, e all'iniziativa hanno collaborato anche le Amministrazioni del Comune e della Provincia di Latina e la Comunità Educativa Pastorale dell'Opera Salesiana di Latina, che si è fatta promotrice e al tempo stesso coordinatrice in loco dell'intero progetto il quale prevede, oltre all'indagine, interventi mirati sulla base dei risultati conseguiti. All'indagine hanno partecipato, mediante il ricorso a metodologie quali-quantitative che richiedevano di rispondere a tutta una serie di strumenti di rilevamento, circa un migliaio di studenti in rappresentanza dell'universo studentesco del I e II ciclo della Secondaria Superiore, più gruppi di genitori, docenti ed esperti di varie istituzioni locali.
36,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.