Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Psicologia giuridica

32,00 28,80

Il vero e il falso mobbing

Guglielmo Gulotta

editore: Giuffrè

pagine: 180

15,00 13,50

La tutela dell'interesse del minore: deontologie a confronto

a cura di G. O. Cesaro

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Quali sono i limiti etici del magistrato nella valutazione giudiziaria dell'interesse del minore? Quali sono le alternative per l'avvocato di famiglia, di tenere conto dell'interesse del minore in caso di volontà contraria del genitore assistito? Entro quali confini si definisce il rapporto tra assistente sociale e avvocato delle parti? Come si articola la relazione tra lo psicologo, il cliente-genitore e il minore destinatario della prestazione? E quali sono i limiti del giornalista, tra diritto di cronaca e tutela del minore? Per rispondere a queste e ad altre domande il volume propone, per la prima volta in Italia, un interessante confronto tra tutti quei professionisti che, a vario titolo, si occupano di tutela minorile (magistrati, avvocati, assistenti sociali, medici, psicologi, giornalisti), discutendo i problemi deontologici delle diverse categorie professionali. L'obiettivo del testo è quello di offrire un'occasione di confronto tra le varie professionalità, per contribuire alla formazione di un linguaggio e di una cultura condivisi, anche a partire da quanto emerso nel recente Convegno organizzato dalla Camera Minorile di Milano, da cui il volume trae il suo titolo.
23,50

Un doppio inganno: l'abuso intrafamiliare

Giuseppe Orfanelli, Valeria Orfanelli

editore: Franco Angeli

pagine: 96

Il testo si propone di evidenziare un argomento che negli ultimi tempi è diventato drammaticamente di attualità: l'abuso sessuale sui minori. Anche se si tratta di un fenomeno sempre esistito - come mostra la storia della civiltà - oggi rispetto al passato emerge la presa di coscienza che ogni bambino ha caratteristiche proprie, con diritti che devono essere tutelati dai genitori e dalla società. Un' attenzione particolare nel testo è rivolta all'abuso intrafamiliare: come mostrano i dati statistici la maggior parte degli abusi avvengono nell'ambito familiare nucleare e allargato. La varietà delle situazioni di abuso richiede notevole elasticità nella scelta dei modelli d'intervento: tra questi il testo sceglie di prediligere il disegno, in quanto espressione diretta della vita emotiva. Nella parte finale del testo vengono delineati cinque casi clinici di bambini abusati con la descrizione dei disegni da loro eseguiti. Dalla loro analisi emergono dinamiche dolorose e vissuti d'impotenza che questi bambini vivono a causa del trauma subito che va a interrompere il loro sviluppo, danneggiando una loro crescita armonica.
15,50

Bambini, ragazzi e giudici. Scritti scelti

Paolo Vercellone

editore: Franco Angeli

pagine: 416

"Dagli scritti emerge un straordinaria capacità di spiegare il diritto di famiglia e dei minori, di leggerlo e interpretarlo alla luce dei grandi principi delle convenzioni internazionali e della Costituzione, di presentarne i punti centrali con attenzione alle discipline psicologiche e sociali, di cogliere quali sono i bisogni dei bambini e dei ragazzi cui la comunità, gli insegnanti, i volontari, i servizi, i giudici devono dare una risposta. Il magistrato Vercellone ci vaccina contro i ricorrenti allarmismi, spiegando perché e come i ragazzi qualche volta non rispettano le regole e come il mondo degli adulti deve comportarsi di fronte alle trasgressioni giovanili. Molti troveranno su questi punti indicazioni operative straordinariamente attuali. Non credo di esagerare se definisco Paolo Vercellone il fondatore di quella "scuola di Torino" che ancora oggi continua ad illuminare l'effervescente mondo del diritto minorile. I figli di Vercellone continuano a crescere." Saverio Abruzzese.
25,00

Città, droghe, sicurezza. Uno sguardo europeo tra penalizzazione e welfare

Monica Brandoli, Susanna Ronconi

editore: Franco Angeli

pagine: 192

Fornendo un'ampia panoramica, il volume si propone come strumento di lavoro e spunto di riflessione per quanti hanno la responsabilità della gestione e del contenimento dei danni provocati dal consumo di droghe. Il consumo di sostanze illegali in Europa riguarda milioni di cittadini: le statistiche mostrano un fenomeno in costante crescita e in continuo cambiamento sia rispetto ai tipi di sostanze sia agli stili di consumo. In questo contesto, le municipalità ancor più dei governi nazionali - si trovano ad essere il primo interlocutore della domanda di gestione e controllo di questi fenomeni, soprattutto quando l'impatto riguarda il territorio urbano e quella che è stata definita la "scena aperta della droga", lo svolgersi cioè di attività di spaccio e di consumo in modo visibile ed in luoghi urbani pubblici. Come documenta questo volume, in molti casi, nell'attuare programmi di intervento, sono emersi i limiti delle azioni di contrasto centrate solo sul controllo dell'ordine pubblico e l'inefficacia di un approccio penale tout-court rivolto ai consumatori. Sono pertanto stati messi in pratica dispositivi di governo più efficaci e politiche locali innovative: analizzando le scelte e le strategie delle municipalità europee negli ultimi quindici anni, si delinea un quadro complesso, in cui si intrecciano investimenti nel welfare, interventi di riduzione del danno e politiche di mediazione sociale.
20,50

Riparazione e giustizia riparativa. Il servizio sociale nel sistema penale e penitenziario

a cura di P. Trecci, M. Cafiero

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Il presente volume continua la riflessione avviata dal coordinamento assistenti sociali della giustizia (CASG) sul tema giustizia e servizio sociale, approfondendo il tema della riparazione nel settore penale e penitenziario. Il termine "giustizia riparativa" si presta ad una pluralità di definizioni che spesso vengono usate come sinonimi. Riparazione è però un concetto che non può e non deve essere approssimativo. Deve essere chiaro se si orienta all'evoluzione della pena o a una nuova forma di afflittività, trasformando tutto in punizione e "monetizzando" le modalità di espiazione della condanna. Non viene presentato solamente uno studio teorico sull'argomento, ma un approfondimento che vuole analizzare le criticità riscontrate da diversi professionisti (assistenti sociali, ricercatori, magistrati...) nello svolgimento della loro attività. Il volume, che costituisce quindi un utile strumento di aggiornamento, uno stimolo valido e, nel contempo, una base di dibattito, si rivolge a professionisti che si occupano di esecuzione penale e giustizia nei diversi contesti istituzionali, a docenti e studenti dei corsi universitari, finalizzati alla preparazione anche specialistica in tale settore, a responsabili di formazione permanente degli operatori.
23,00
100,00 85,00

Una nuova cultura dell'infanzia e dell'adolescenza

Alfredo Carlo Moro

editore: Franco Angeli

pagine: 320

Carlo Alfredo Moro è stato una delle figure più significative tra i giuristi degli ultimi decenni. È stato autore di testi giuridici fondamentali per lo studio della condizione minorile e di numerosissimi scritti e articoli di argomento sociale, pedagogico e giuridico di grande rilevanza e lungimiranza. L'attualità del suo pensiero è messa in luce da questo volume, in cui accanto a scritti più recenti sono raccolti anche testi di anni lontani, che conservano intatto il vigore e la forza delle sue proposte e che spaziano dal tema degli abusi a quello dell'adozione, dai problemi dell'adolescenza alle relazioni fra genitori e figli. Una selezione della sua produzione raccolta cercando di cogliere il filo che la percorre: il bambino non è solo una speranza d'uomo ma è un soggetto portatore di precisi diritti. Come scriveva nel 1996, commentando la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo: "Il bambino reale è divenuto un bambino declamato: una mera risorsa per i mass media; per la pubblicità; per il mercato del lavoro; per la criminalità organizzata; per gli appetiti sessuali di certi adulti. C'è dunque bisogno di una nuova cultura dell'infanzia e dell'adolescenza, una cultura dell'attenzione e del rispetto, una cultura della solidarietà e di un rapporto positivo fra le generazioni".
23,00
33,00 29,70
34,00 30,60

Alternative al cielo a scacchi. Problema abitativo e sistema penale

a cura di L. Massari, A. Molteni

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Il volume ha origine dalla riflessione che si è sviluppata intorno all'esperienza del progetto "Un tetto per tutti, alternative al cielo a scacchi". Si tratta di un progetto di accoglienza abitativa rivolto a persone sottoposte a misure penali che è nato grazie ad alcune associazioni di volontariato e cooperative sociali che operano in ambito penale sul territorio della Diocesi di Milano. Il libro è rivolto a chi riflette ed opera intorno ai temi della giustizia, delle povertà e dell'abitare. Il rapporto nei confronti della criminalità da parte di una collettività richiede la capacità di sentire una corresponsabilità sociale, una compartecipazione diffusa al male e quindi anche al male penalmente rilevante. Il male, infatti, non può banalmente essere portato fuori, espulso, secondo la logica del capro espiatorio. È assolutamente necessario evitare la dicotomia tra buoni e cattivi, evitare l'illusione di poterci ritenere, tutto sommato, scevri da ogni responsabilità. Non si tratta di prendere parte per chi ha compiuto o per chi ha subito un reato: noi dobbiamo cercare ostinatamente di fare in modo che la risposta al reato compiuto non sia un ulteriore male da infliggere all'autore del reato ma costituisca, in qualche modo, una responsabilità che l'autore di reato assume verso la vittima, verso la società nel suo complesso.
19,00

Scena del crimine e profili investigativi. Quale tutela per le vittime

a cura di R. Bisi

editore: Franco Angeli

pagine: 176

L'efficacia della comunicazione delle informazioni diviene elemento di primaria importanza allorquando ci si trova dinnanzi a delitti che necessitano, per essere risolti, dell'apporto di varie competenze. La consapevolezza che tale finalità può essere raggiunta soltanto se, nella ricostruzione del caso, vengono attentamente esaminate le vittime e i processi di vittimizzazione pone in evidenza l'esigenza di una ricostruzione dei profili vittimologici, analizzati alla luce del mutamento avvenuto, negli anni più recenti, nel sistema della tutela risarcitoria della persona. Partendo dallo studio di queste tematiche, l'attenzione è poi rivolta alla categoria del danno esistenziale.
19,00

La prostituzione nell'Unione Europea tra politiche e tratta di esseri umani

Andrea Di Nicola

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Il modo in cui un paese sceglie di gestire la prostituzione può influenzare il numero e le modalità di sfruttamento sessuale di donne e minori trafficati? Per rispondere a questo interrogativo, il libro passa in rassegna le politiche in materia di prostituzione esistenti nell'Unione Europea, identificando quattro modelli: l'abolizionismo, il neo-abolizionismo, il proibizionismo e il regolamentarismo. A partire da tali modelli e da una panoramica della raccolta dati sulla tratta a scopo di sfruttamento sessuale nei venticinque stati membri, il volume si concentra sugli undici paesi che dispongono di statistiche più affidabili sulle vittime. Di questi paesi approfondisce sia le politiche e le prassi applicative, sia gli aspetti quantitativi e qualitativi della tratta. Quest'analisi è volta a comprendere se e come l'approccio nazionale alla prostituzione condizioni i luoghi dello sfruttamento di donne e minori, il livello di violenza sulle vittime e la loro quantità. È un primo passo per interventi nel campo della prostituzione che abbandonino un'ottica emergenziale, di stampo moralistico o di mera gestione dell'insicurezza che il fenomeno genera nei cittadini, per abbracciarne una basata sulla valutazione oggettiva delle politiche. Proprio una valutazione oggettiva delle politiche può portare a strumenti migliori di riduzione del danno complessivo derivante dal mercato del sesso a pagamento.
24,50

Interventi di sostegno alla genitorialità nelle famiglie ricomposte. Giuristi e psicologi a confronto

Cesare Massimo Bianca, Marisa Malagoli Togliatti
e altri

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Come è possibile creare una cultura che permetta un linguaggio comune alle diverse figure professionali (avvocati, psicologi, psicoterapeuti, mediatori familiari, assistenti sociali) che ruotano attorno alle famiglie ricomposte? Come creare i presupposti, anche legislativi, adeguati alla complessità di tale fenomeno? Il tema centrale affrontato è quello delle relazioni e della migliore tutela delle stesse, permettendo così alle diverse discipline di orientarsi verso un linguaggio comune e comprensivo delle esigenze reciproche.
21,50

Supervisione per gli operatori penitenziari. Il progetto «Pandora» con i gruppi di osservazione e trattamento

a cura di G. Concato, L. Mariotti Culla

editore: Franco Angeli

pagine: 384

Il volume illustra la sperimentazione sulla supervisione dei Gruppi di Osservazione e Trattamento in carcere, realizzata dall'Istituto Superiore di Studi Penitenziari, diretto da Luigia Mariotti Culla, in collaborazione con l'Università di Firenze, nell'ambito del progetto "Pandora". Obiettivo del progetto era quello di incrementare, nelle équipe multiprofessionali del trattamento, la cultura e la pratica del lavoro di gruppo basato sull'integrazione delle diverse competenze e finalizzato alla progettazione/pianificazione degli interventi e alla definizione di obiettivi chiari e condivisi.
40,00

Per non morire di carcere. Esperienze di aiuto nelle prigioni tra psicologia e lavoro di rete

a cura di G. Concato, S. Rigione

editore: Franco Angeli

pagine: 336

Scopo di questo libro è quello di riaprire la questione del malessere prodotto o aggravato dalla condizione detentiva e di illustrare le iniziative intraprese per individuarlo, arginarlo e possibilmente contrastarlo, evitandone gli esiti estremi e più tragici: autolesionismi, tentati suicidi, suicidi. Nella prima parte psicologi, educatori e dirigenti di istituti penitenziari presentano un resoconto delle esperienze di aiuto più significative da loro realizzate. Su di esse, nella seconda parte, si pronunciano criminologi, giuristi, magistrati e sociologi. Nella terza parte, infine, esponenti regionali rispondono con proposte concrete alla richiesta di un'attenzione diretta del territorio alle problematiche del carcere.
32,50

Formazione all'ascolto. Contesti educativi e terapeutici per l'età evolutiva

a cura di S. Rossi, R. Travaglini

editore: Franco Angeli

pagine: 144

La società odierna, per lo più protesa a un incessante accumulo materialistico e individualistico, perdendo i naturali confini tra sé e l'altro, si mostra spesso sorda e insensibile alla dimensione altrui, ai bisogni dell'altro, alle sue specifiche caratteristiche originali: formare all'ascolto potrebbe significare spostare l'attenzione (un'attenzione culturale) al diverso (da sé), a un'alterità che può essere anche la propria (come spesso lo è il proprio corpo), sollecitando chi opera con (e per) l'altro a costruire un ambiente facilitante il dialogo e l'emersione di un'intimità altrimenti destinata a non proporsi, soprattutto nelle critiche e delicate età dello sviluppo, quella infantile e adolescenziale.
16,00

Psicodiagnostica e storie di vita in criminologia. Un'analisi attraverso l'omicidio

a cura di R. Bisi

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Il volume focalizza l'attenzione sul ruolo svolto dalla storia di vita e dalla psicodiagnosi in ambito criminologico al fine di giungere ad una valutazione della personalità del soggetto per delinearne un eventuale inquadramento diagnostico (psico) patologico. Un percorso ragionato porta il lettore, attraverso l'esame di un caso di un autore di duplice omicidio, all'acquisizione delle modalità che caratterizzano gli accertamenti peritali, soffermandosi poi sull'importanza della metodologia psicodiagnostica propria della Scuola Romana Rorschach.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.