Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Libri di Rita D'Amico

Amori e infedeltà. Triangoli relazionali tra vecchie credenze e nuove realtà

Rita D'Amico

editore: Franco Angeli

pagine: 168

Nessun rapporto, nemmeno il più consolidato, sembra immune dall'infedeltà. Come mai? Sarà forse perché oggi essere infedeli include una più ampia categoria di comportamenti? Oppure perché siamo meno influenzati dagli effetti inibitori del senso di colpa? Che cosa ci spinge a una scappatella oppure a una relazione duratura? E perché alcuni lo fanno e altri no? Sin da quando esiste l'adulterio, abbiamo cercato di spiegarne le cause. Anche gli infedeli, colti in flagrante, hanno cercato di dare delle spiegazioni plausibili, nel tentativo di proteggere se stessi dal biasimo e dalla colpa, e di evitare troppa sofferenza al partner. Quali sono le strategie utilizzate in questi casi? Pochi eventi in una coppia creano un tumulto emotivo come l'infedeltà. Chi è tradito è travolto non solo dal dolore, ma anche dal desiderio di vendicarsi con ricatti e colpevolizzazioni. L'infedele può star male per il partner, per la paura che il rapporto finisca e per dover rompere la relazione con l'amante, verso cui, nel tempo, ha sviluppato un attaccamento affettivo. Chi è tradito, poi, a volte se la prende col partner, altre volte si accanisce contro l'amante, scaricando così tutta la rabbia che prova. Come mai questa diversità? E che dire dell'amante? Quali emozioni prova? Perché siamo attratti da chi è già impegnato? È proprio vero che sono più le donne ad avere questa propensione? Scopriremo così che l'infedeltà implica un triangolo che vede ai suoi lati l'infedele, la persona tradita e l'amante, e un intreccio relazionale che si crea tra queste persone.
19,00

Le amicizie erotiche. Cosa sono, come viverle e come difendersi

Rita D'Amico

editore: Franco Angeli

pagine: 160

In teoria, le amicizie erotiche combinano in un'unica relazione aspetti dell'amicizia con l'intimità fisica e offrono un modello leggero, poco impegnativo d'intimità e d'intesa, che appare particolarmente piacevole. In realtà, spesso nascondono l'interesse più profondo di uno dei due amici per l'altro. Mentre gli uomini sono mossi maggiormente dal desiderio sessuale, tra le donne prevalgono il bisogno di vicinanza emotiva e la fantasia di trasformare l'amicizia in una coppia. Perché tanta diversità? Come mai alcune vivono bene un'amicizia erotica, mentre altre soffrono le pene dell'inferno? Fino a che punto arriva l'influenza delle aspettative sociali riguardanti i comportamenti appropriati per i due sessi? Cionondimeno, innamorarsi invano di un amico erotico è un'esperienza che può interessare tutti. Quali sono le reazioni più comuni in questi casi? Perché alcuni reagiscono con rabbia, mentre altri semplicemente si allontanano? In un'epoca in cui prevale la cultura della freddezza e il mito dell'autosufficienza, le amicizie erotiche esprimono e, talvolta realizzano, un bisogno umano fondamentale: il desiderio di contatto e appartenenza. Questo libro si rivolge non solo a chi sta vivendo un'amicizia erotica, ma anche a tutti coloro che attribuiscono importanza alle relazioni interpersonali. Uno stimolo, dunque, per riflettere ed eventualmente ricominciare su basi diverse la nostra vita relazionale.
19,00

Vivere con l'epilessia. Aspetti clinici, psicologici e culturali

Rita D'Amico, Mafalda Cipulli
e altri

editore: Franco Angeli

pagine: 240

Tra tutte le patologie neurologiche gravi, l'epilessia è tra le più comuni. E, nonostante i progressi scientifici avvenuti recentemente, essa risulta ancora misteriosa e causa di sgomento, difficile da comprendere e da curare con serenità. Questo libro nasce dall'esigenza di ampliare e rinnovare la conoscenza di questa malattia, ancora circondata da antiche credenze e stereotipi negativi. Ne ripercorre quindi la storia, illustrandone i percorsi terapeutici dall'antichità per arrivare fino alle più recenti acquisizioni nel campo medico epilettologico e all'interpretazione dell'attuale classificazione della Lega Internazione contro l'Epilessia. Evidenzia la sterilità di alcune scelte della medicina allopatica, da cui sono scaturiti i processi di stigmatizzazione degli epilettici, a lungo considerati pazzi e, come tali, rinchiusi nei manicomi. Ma, soprattutto, spiega come possa influire sul malato e sulla malattia l'ambiente familiare e culturale in cui vive. La sua esperienza di vita, le sue emozioni e la sua sofferenza derivano non tanto dalla malattia in senso stretto, quanto piuttosto da come essa viene vissuta a livello sociale. Un punto di riferimento fondamentale sia per chi vive con il malato sia per quanti - medici, operatori, psicologi - si trovano a dover combattere al suo fianco.
31,00
33,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.