Bambini con l'etichetta. Dislessici, autistici, iperattivi: cattive diagnosi ed esclusione - Michele Zappella | Consegna Gratis
In omaggio il libro "L'evoluzione a fumetti" se spendi più di 50 €

Bambini con l'etichetta. Dislessici, autistici, iperattivi: cattive diagnosi ed esclusione

Bambini con l'etichetta. Dislessici, autistici, iperattivi: cattive diagnosi ed esclusione
titolo Bambini con l'etichetta. Dislessici, autistici, iperattivi: cattive diagnosi ed esclusione
autore
argomenti Psicologia e Psichiatria Autismo
Psicologia e Psichiatria Disturbi dell'apprendimento
Psicologia e Psichiatria Disturbi dell’attenzione e del comportamento
collana Urra, 1
editore Feltrinelli
formato Libro
pagine 176
pubblicazione 2021
ISBN 9788807091506
18app Carta del docente Acquistabile con bonus 18app o Carta del docente
 
14,00 13,30 (-5%)
 
Disponibilità immediata
Spese di spedizione gratis sopra i 29,00 €
Una nuova emarginazione, basata su diagnosi di disabilità trasformate in etichette di "diversità" irrecuperabile, è in pieno sviluppo nel nostro Paese e coinvolge un numero crescente di bambini e ragazzi. Le diagnosi più comuni, e più facili da rendere "etichette", si riferiscono ad abilità considerate oggi importanti anche in una prospettiva lavorativa, come leggere bene e relazionarsi con gli altri adeguatamente. Si tratta di dislessia e autismo, cui non di rado si aggiungono discalculia e iperattività. Spesso, infatti, si confondono ritardi di lettura con la dislessia, oppure si certifica l'autismo mentre si è di fronte a ritardi del linguaggio, depressioni, mutismo elettivo, o persino transitorie timidezze. Dietro la loro pretesa "oggettività", le diagnosi sbagliate nascono dall'importanza attribuita a determinati test e sono quasi sempre rese pubbliche, diventando marchi indelebili che definiscono il bambino, e danneggiano l'emotività sua e dei genitori compromettendone l'identità. Come può avvenire tutto ciò? Perché? E con quali conseguenze? Cosa ha portato all'esplosione di diagnosi, spesso senza fondamento, degli ultimi anni? A queste domande e a molto altro risponde Michele Zappella, con una chiarezza e una semplicità rara, preziosa e utile per tutti. La ricca casistica, la profonda esperienza clinica e di ricerca dell'autore, invita i genitori e gli educatori ad aprire gli occhi senza cedere al "fascino sottile dell'etichetta", e i professionisti a mantenere aggiornata la cultura specialistica sperimentando modi di approccio ai bambini che ne stimolino fantasia e creatività. Gli effetti possono essere sorprendenti!
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento