Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Internet

Noi siamo Anonymous

Parmy Olson

editore: Piemme

pagine: 500

Spalle larghe, capelli a spazzola e sguardo fiero, Aaron Barr è stato un militare, esperto di crittografia e sistemi informatici. Adesso si è messo in proprio e vende i suoi servizi come esperto di sistemi di sicurezza al governo. Ultimamente, per farsi un nome, ha anche deciso di far meglio dell'FBI nel risalire a un gruppo di hacker, chiamati Anonymous. Con uno pseudonimo, è entrato in contatto con alcuni di loro: Topiary, Sabu, Kayla. Una domenica di febbraio del 2011, a poche ore dalla finale del Super Bowl, Barr nota che il suo iPhone è stranamente silenzioso da un po'. Da troppo. Quello che scopre un attimo dopo, cambierà tutto. La sua mail è bloccata. Twitter pure. Il suo pensiero corre alle centinaia di file riservatissimi dell'FBI, del dipartimento della Sicurezza e di grosse banche che ha in custodia, e che ora stanno per essere rubati. Anonymous lo ha scoperto. Quella è la sua vendetta. Sono i "cyber-insorgenti", giovanissimi anarchici della rete che hanno messo sottosopra internet e minacciato la sicurezza delle principali istituzioni politiche, economiche e militari di tutto il mondo. Sono imprendibili ed estremamente organizzati. La maschera di Anonymous è il loro volto; il loro nome, LulzSec, significa "prendersi gioco della sicurezza". Parmy Olson è l'unica giornalista ad avere incontrato faccia a faccia due dei leader e ad avere avuto la loro piena collaborazione. Ora racconta tutto, come in un romanzo.
19,00 16,15

Rivoluzione Google. I segreti dell'azienda che ha cambiato il mondo

Steven Levy

editore: Hoepli

pagine: 464

Google ha trasformato Internet ed è diventata una parte irrinunciabile della nostra vita
20,90 17,77

Idea man. Io, Bill Gates e altre storie. Autobiografia del cofondatore di Microsoft

Paul Allen

editore: Rizzoli Etas

pagine: 392

Fondatore di Microsoft assieme a Gates, Allen è il più schivo tra i due e in seguito alla sua uscita dall'azienda, dopo aver s
23,00 19,55

Dossier Wikileaks. Segreti italiani

Stefania Maurizi

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 334

I misteri della Repubblica da Ustica al caso Calipari, le mazzette ai Talebani, la guerra degli americani contro la magistratu
10,90 9,27

Giocare per Wiincere

Daniel Sloan

editore: Rizzoli Etas

pagine: 288

"I videogiochi hanno sempre fatto parte di te, adesso sei tu a diventare parte di loro." Questa è la filosofia Wii. Questo è il futuro del gaming. E una metafora per il futuro del business. Nel 2006, con la console Wii, ha rivoluzionato tutti i paradigmi del settore dei videogiochi, coinvolgendo un pubblico nuovo - dalle donne agli over 60 - e diventando l'impresa da battere. Di recente ha rilanciato con 3DS, la più innovativa console 3D sul mercato. Ma la storia di Nintendo viene da lontano - dal Nintendo 64 al GameCube, a Super Mario - ed è fondata sulle decisioni strategiche, la performance sui mercati e lo scontro competitivo con Sony e Microsoft che l'hanno portata alla ribalta planetaria. Da sempre innovatrice mondiale, nel corso degli anni l'azienda giapponese ha vissuto periodi di crisi, ma è rimasta cara ai videogiocatori grazie alla scelta di mantenere il focus sulle storie, sui personaggi e sul divertimento, lontana dallo "snobismo tecnologico" e dalla passione per la violenza tipici dei concorrenti. In questo libro un profondo conoscitore dell'industria giapponese racconta come Nintendo, da piccola impresa famigliare del XIX secolo produttrice di carte da gioco, è giunta a dominare uno dei settori più competitivi del mondo e a rappresentare un esempio fondamentale per tutti coloro che vogliono innovare con vero successo.
21,00 17,85

Eretici digitali. La rete è in pericolo, il giornalismo pure. Come salvarsi con un tradimento e 10 tesi

Massimo Russo, Vittorio Zambardino

editore: Apogeo

pagine: 249

II mondo dei media e quello del Web rischiano seriamente, ognuno per proprio conto, di andare a rotoli, e con loro quel poco di libertà che racchiudono. Due accreditati opinion leader che da oltre quindici anni "si sporcano le mani" con Internet raccolgono la sfida e in dieci tesi raccontano quali scenari si profilano negli anni a venire.
15,00 12,75

Emozione Apple. Fabbricare sogni nel XXI secolo

Antonio Dini

editore: Il Sole 24 Ore

pagine: 207

In poco più di trent'anni l'azienda fondata da Steve Jobs e Steve Wozniak in un garage della Silicon Valley si è trasformata in un colosso mondiale che ha cambiato per tre volte la nostra società. La prima volta definendo l'idea di Personal Computer, la seconda creando il mercato della musica digitale con l'iPod e la terza reinventando il telefono cellulare con l'iPhone. Le tecniche di ideazione, produzione e commercializzazione dei prodotti di Apple sono diventate una lezione fondamentale per i manager di qualsiasi settore. Ma la storia di Apple è ancor più avvincente quando si scopre il contesto culturale nel quale l'azienda è nata e si analizza in profondità l'impatto sempre maggiore che sta avendo sulla società di oggi. In questa seconda edizione, ampliata, nuovi dettagli arricchiscono il quadro di un'azienda in constante trasformazione, capace di reinventarsi continuando a innovare.
19,00 16,15
23,00 20,70

E-commerce. I sistemi di pagamento via Internet e la moneta elettronica

Antonio Chirico

editore: Edizioni Giuridiche Simone

pagine: 239

I sistemi di pagamento via Internet e la cosiddetta moneta elettronica hanno un ruolo decisivo nello sviluppo dell'e-commerce. È fondamentale, quindi, conoscere gli strumenti più diffusi, sapere come si utilizzano e quali sono i meccanismi di tutela. Questo volume approfondisce i diversi sistemi disponibili prendendo in considerazione quelli utilizzati per i pagamenti nel commercio elettronico e per i pagamenti elettronici non legati alla Rete. Di ogni servizio è analizzata la documentazione pubblicata nei siti istituzionali della Comunità Europea, della BCE e della Banca d'Italia. L'opera fornisce un'analisi normativa, evidenziando aspetti e problematiche giuridiche, e un'analisi della prassi dei sistemi di pagamento più affermati anche di provenienza internazionale. Il volume è completato da una appendice contenente le norme e i provvedimenti comunitari rilevanti in materia di pagamenti via Internet e di moneta elettronica.
22,00 18,70

Le aziende della net economy

Silvano Guelfi, Elisa Giacosa

editore: Giappichelli

pagine: 580

Nel presente volume vengono affrontati i seguenti argomenti: L'economia digitale; Internet: il canale di trasporto nell'economia digitale; L'architettura digital based e digital related; Gli incubators ed i venture capitalists; L'infrastruttura di rete; Internet service provider (ISP) e backbone provider (BP). I fornitori di accesso alla rete; Gli application service provider (ASP); I motori di ricerca; I portali; Il commercio elettronico (o e-commerce); L'equazione digitale dell'azienda competitiva e-iavcm= e-scm + e-crm; Dal crm all'e-crm; I call center, i contact center ed i web call center; L'editoria on line; L'evoluzione dei servizi offerti dai 'telefonini'; Il wi-fi (Wireless Fidelity).
39,00 37,05

Dopo Steve Jobs. Come (non) sopravvivere a un genio

Yukari Iwatani Kane

editore: Piemme

pagine: 468

Quel mercoledì dell'ottobre 2011, sull'impero calò il silenzio. In tutto il mondo, gli Apple Store fecero uscire i clienti e chiusero le serrande. A Tokyo era notte, ma gli impiegati erano al negozio. Piangevano. Tutti raccolti davanti agli schermi per seguire i funerali di Steve Jobs. Oltre al dolore per la scomparsa del loro leader visionario, una domanda vorticava nelle loro menti, mentre i Coldplay chiudevano la cerimonia sulle note di Viva la vida. Cosa succederà adesso? Cosa succederà alla Apple è anche la domanda che scuote da allora i mondi degli affari e della tecnologia. La Apple è un osservato speciale, e il nuovo Ceo Tim Cook, successore di Jobs, ha dovuto raccogliere un pesante scettro. Ogni suo insuccesso viene letto come segnale di declino, e i successi vengono vivisezionati, in cerca della crepa che si aprirà per inghiottire quella che con Jobs è stata l'azienda dieci passi avanti al resto del mondo. A più di tre anni di distanza, questa inchiesta basata su cinque anni di ricerche e centinaia di interviste a ex dirigenti, soci d'affari e osservatori fornisce una lucida e sconvolgente analisi della situazione, svelandone retroscena e tensioni, e seminando il dubbio sugli effettivi successi del dopo-Jobs.
19,50

Steve Jobs

Walter Isaacson

editore: Mondadori

pagine: 1143

Più di quaranta colloqui personali con Steve Jobs in oltre due anni, e più di cento interviste a familiari, amici, rivali e co
9,00

La battaglia dei titani. Come Apple e Google sono entrati in guerra e hanno dato inizio a una rivoluzione

Fred Vogelstein

editore: Mondadori

pagine: 253

Il 9 gennaio 2007 Steve Jobs annunciò di voler rivoluzionare il mondo della telefonia mobile lanciando sul mercato l'iPhone. Critici e addetti ai lavori pensarono subito che, questa volta, il carismatico dominus di Apple, dopo aver messo a soqquadro l'industria discografica grazie all'iPod e a iTunes, avesse fatto il passo più lungo della gamba: i grandi operatori telefonici avevano sempre esercitato un controllo ferreo sull'intero settore delle telecomunicazioni ed era difficile ipotizzare che qualcuno potesse anche solo intaccarne il predominio. In realtà, il nuovo smartphone si sarebbe rivelato il primo vero computer tascabile che, grazie alla tecnologia dello screen multitouch, avrebbe concentrato nei polpastrelli delle dita le funzioni fino ad allora svolte da mouse, tastiera e stilo. Google, altra multinazionale dotata di ingenti capitali e di un'incredibile capacità di innovazione, che già alla fine del 2007 presentò la sua ultima creatura, Android, un sistema operativo in grado di contendere lo scettro a iOS. Inevitabile, dunque, che si scatenasse una guerra senza esclusione di colpi, destinata a finire nelle aule di tribunale: la posta in gioco non era solo il primato nelle vendite, ma la conquista dell'intero ecosistema web. Fred Vogelstein ripercorre le fasi salienti di questa sfida a suon di brevetti tra Apple e Google, che coinvolge alcune delle maggiori aziende di telefonia come Samsung e Motorola.
17,50

Cyberworld. Capire, proteggersi e prevenire gli attacchi in rete

a cura di Osservatorio per la sicurezza nazionale

editore: Hoepli

pagine: 448

La "società dell'informazione" è oggi paragonabile a una piazza virtuale nella quale gran parte delle attività giornaliere vie
29,90

Stop agli incantatori del web. Scegliere i professionisti giusti per un progetto digital di successo

Elena Schiaffino

editore: Hoepli

pagine: 160

Essere presenti su internet oggi è "obbligatorio" ma, per compiere la scelta più adeguata alle proprie esigenze e alle proprie tasche, è necessario rivolgersi a professionisti con comprovata esperienza. Per questo sempre più aziende hanno bisogno delle digital company. Ma cosa sono esattamente? Cosa fanno? E soprattutto: come sceglierle? Come capire chi è competente e chi non lo è? In base a cosa distinguere chi è affidabile da chi utilizza un gergo suggestivo ma spesso fuorviante? Il mondo del web, infatti, è popolato anche di "incantatori" o più spesso di agenzie che vendono più di quello che obiettivamente possono offrire. Questo libro cerca proprio di illustrare cosa è e cosa fa una digital company e si propone di essere la "cassetta degli attrezzi" per tutti coloro che devono sceglierne una. In questa guida pratica, anche attraverso l'esame dei tranelli e degli equivoci più comuni, troverete suggerimenti e criteri da seguire per orientarvi in una selva di offerte che spazia dal servizio accurato e ben fatto per mano di professionisti affidabili, ai pacchetti preconfezionati a pochi euro o addirittura gratis, fino alle truffe vere e proprie. Stop agli Incantatori del Web è una mappa per orientarsi in un mondo sempre più complesso e articolato, in attività anche molto diverse fra loro, come: siti, reputation, SEO, social network, e-commerce, ascolto della rete, app ecc. Perché, per operare al meglio su internet, è fondamentale saper scegliere il professionista più adatto.
14,90

Steve Jobs

Walter Isaacson

editore: Mondadori

pagine: 642

Più di quaranta colloqui personali con Steve Jobs in oltre due anni, e più di cento interviste a familiari, amici, rivali e co
14,00

Digital wars. Apple Google Microsoft e la battaglia per la conquista del web

Charles Arthur

editore: Hoepli

È il 1998 e il mondo digitale sta prendendo forma. In questo panorama in evoluzione si affermano tre aziende: Apple, Google e Microsoft. Erano aziende profondamente diverse tra loro e le attendeva una serie di aspre battaglie per il controllo del mercato: la tecnologia di ricerca, i lettori musicali portatili, gli smartphone e i tablet. Non potevano sapere quale sarebbe stata la prossima guerra: ma era un conflitto che avrebbe trasformato il mondo. Per sempre. Dalla fine degli anni Novanta fino alla morte di Steve Jobs, "Digital Wars" ripercorre ciascuna di queste battaglie e analizza le diverse culture aziendali dei tre colossi, decretando chi di loro ha trionfato su ciascun fronte. La posta in gioco è altissima, perché al vincitore spetta non solo una ricchezza smisurata, ma anche la possibilità di dominare un'area del panorama digitale, scalzare i rivali e plasmare il nostro futuro.
19,90

Le IPO delle aziende internet. Il piu grande inganno della storia finanziaria e delle valutazioni aziendali

Luigi Guatri, Laura Zanetti

editore: EGEA

pagine: 104

"Il tema della valutazione quantitativa delle aziende di Internet esercita un fascino enorme, ma rappresenta anche una delle questioni più controverse della finanza moderna". Ciononostante è indispensabile tentare di definire quale è il "valore intrinseco" di queste società (per quanto divergente dai prezzi espressi dal mercato) per effettuare scelte consapevoli di investimento". Così, nel suo libro "Valutazioni.com" uscito nel 2000, Michael Livian esordiva nel tentativo di spiegare le "stranezze" di quelle valutazioni. A distanza di undici anni il padre della bocconiana "Scuola del Valore" analizza gli errori di metodo all'origine della bolla di Internet supportato da numerosi casi pratici frutto di una ricerca accurata sul campo, richiamando alle regole incancellabili della razionalità economica e finanziaria che stanno alla base del processo valutativo e ridimensionando la funzione delle informazioni non finanziare che hanno giocato un ruolo importante nella valutazione delle "aziende senza storia". Un tassello indispensabile alla comprensione di ciò che è accaduto nel mondo della finanza e di quanto possa aver influito sulla crisi che sta interessando il mondo occidentale.
18,00

Steve Jobs

Walter Isaacson

editore: Mondadori

pagine: 642

Più di quaranta colloqui personali con Steve Jobs in oltre due anni, e più di cento interviste a familiari, amici, rivali e colleghi, hanno permesso a Walter Isaacson di raccontare l'avvincente storia del geniale imprenditore la cui passione per la perfezione e il cui carisma feroce hanno rivoluzionato sei settori dell'economia e del business: computer, cinema d'animazione, musica, telefonia, tablet, editoria elettronica. Mentre tutto il mondo sta cercando un modo per sviluppare l'economia dell'era digitale, Jobs spicca come la massima icona dell'inventiva, perché ha intuito in anticipo che la chiave per creare valore nel ventunesimo secolo è la combinazione di creatività e tecnologia, e ha costruito un'azienda basata sulla connessione tra geniali scatti d'immaginazione e riconosciute invenzioni tecnologiche. Nonostante abbia collaborato in prima persona alla stesura di questo libro, Jobs non ha imposto nessun vincolo sul testo né ha preteso di leggerlo prima della pubblicazione. E non ha posto alcun filtro, incoraggiando anzi i suoi conoscenti, familiari e rivali a raccontare onestamente tutta la verità. Lui stesso parla candidamente, talvolta in maniera brutale, dei colleghi, degli amici e dei nemici, i quali, a loro volta, ne svelano le passioni, il perfezionismo, la maestria, la magia diabolica e l'ossessione per il controllo che hanno caratterizzato il suo approccio al business e i geniali prodotti che ha creato.
20,00

Siate affamati. Siate folli. Steve Jobs in parole sue

a cura di G. Beahm

editore: Rizzoli Etas

pagine: 216

Il 24 agosto 2011 Steve Jobs ha annunciato pubblicamente l'intenzione di abbandonare la carica di CEO di Apple: nonostante la sua riservatezza tutto il mondo sapeva che le sue condizioni di salute erano peggiorate; e tutti sono rimasti con il fiato sospeso in attesa degli sviluppi della malattia sino all'annuncio della sua morte. Dopo aver contribuito a fondare Apple nel 1976, Jobs è tornato alla direzione della sua creatura alla fine degli anni Novanta, traghettandola verso il nuovo millennio con una serie di innovazioni e prodotti che sono diventati un'icona e che hanno fatto di lui, per dirla con il Wall Street Journal, l'uomo più influente della prima decade del XXI secolo. Il suo segreto, ciò che lui chiamava la "vision thing": la sua abilità senza uguali di immaginare, e di portare con successo sul mercato, prodotti che i consumatori trovano semplicemente irresistibili. Composto da una raccolta delle sue parole, pronunciate in più di tre decenni, questo libro che sarà pubblicato in 19 paesi - offre il meglio del pensiero di Jobs: una lettura essenziale per tutti coloro che cercano soluzioni innovative da applicare al business e un omaggio alla memoria di un uomo che secondo Barack Obama può essere annoverato "tra i più grandi innovatori americani".
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.