Libri Pubblicati da Ermes | Sconti
Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Ermes

Emergenze urbane e paesaggio: esperienze internazionali-Urban emergencies and landscape: international experiences

Gabriella Restaino

editore: Ermes

pagine: 112

Non c'è un'unica risposta al tema "cultura/territorio/paesaggio" in quanto dipende da singole culture in singoli periodi stori
15,00

Inversione di sguardi/sbarchi. Migrazioni, accoglienza, intercultura. L'architettura delle nuove centralità urbane. Ediz. italiana e inglese

a cura di P. Galante, M. L. Di Costanzo

editore: Ermes

pagine: 292

Il seminario raccoglie in eredità le consapevolezze maturate nell'ambito della edizione precedente del seminario, di cui condi
65,00

Riberi 6. Ricerca progettuale per il riuso e il rinnovo di una porzione di tessuto urbano di matrice storica a Torino

a cura di S. Gron, A. Primavera

editore: Ermes

pagine: 88

Il caso proposto in questo volume porta alla luce il tema dei manufatti "dimenticati" e privati delle loro funzioni originarie
18,00

AID Monuments. Materials techniques restoration for architectural heritage reusing. Atti del congresso (Pescara, 13-16 maggio 2015)

a cura di C. Conforti, V. Gusella

editore: Ermes

pagine: 8

Le memorie presentate al secondo congresso internazionale AID Monuments delineano un vivace ritratto dello stato degli studi e
70,00

La costruzione degli Uffizi. Nascita di una galleria

Claudia Conforti, Francesca Funis

editore: Ermes

pagine: 276

In quali circostanze storiche e politiche si colloca la costruzione degli Uffizi, la più grande opera pubblica di Firenze nel
28,00

El neogótico en la arquitectura americana. Historia, restauración, reinterpretaciones y reflexiones

a cura di O. Niglio, M. M. Checa Artasu

editore: Ermes

pagine: 508

Este libro es centrado en la arquitectura neogótica que se dio en América Latina entre el tercer cuarto del siglo XIX y la pri
34,00

Bucarest, città in attesa

Luigi Pintacuda

editore: Ermes

pagine: 112

Bucarest è oggi una città di due milioni di abitanti, da venti anni abbandonata, che non ha bisogno di un progetto a scala urbana (per altro tutti i grandi progetti per la città hanno fallito), ma che, a partire dallo studio di tutti questi spazi interstiziali di proprietà pubblica, deve individuare una propria strategia. Una strategia alla grande scala che rifletta su luoghi alla scala architettonica. Una città composta di frammenti, non scarti, ma luoghi del progetto: "spazi in attesa" di un possibile prosecuzione del processo di genesi di una città più volte incompiuta. A conclusione di questo percorso viene proposto uno scenario possibile: in un periodo di crisi globale sarà difficile trovare risorse dirette che possano mettere in moto queste micro trasformazioni a grande scala. Si auspica, come per altro già si inizia ad osservare in parte della città, che l'entrata a regime dei Corridoi Pan-Europei, in particolare il Danubio o Corridoio VII, possa reinserire Bucarest nel network continentale e dunque trovare, a partire da questo suo ritrovato ruolo, le risorse necessarie ad andare oltre il suo essere città in attesa.
20,00
14,00

L'architettura e i luoghi raccontano, momenti di vita, di oggi e di ieri, a Magnano

Pia Davico

editore: Ermes

pagine: 208

Le fotografie contenute in questo libro sono il risultato di uno degli approcci adottati in un lavoro di ricerca svolto con giovani futuri architetti, per conoscere e raccontare aspetti legati a Magnano e al suo territorio, ricercandone i valori (spesso nascosti) della sua materialità, della sua cultura, delle sue tradizioni, col fine di individuarne i caratteri peculiari, nonché quei fattori negativi che ne offuscano l'immagine, ma sono oggi parte integrante del suo essere1. Nel tentativo di selezionare e appuntare i vari aspetti di una realtà dalle molte sfaccettature, i singoli autori degli scatti hanno quindi provato, con una ragionata istintività creativa, a raccontarli secondo un punto di vista del tutto personale, in cui traspare il singolo modo di vedere a seconda del proprio vissuto. Perché, come disse il famoso fotografo statunitense Ansel Adams «Non fai solo una fotografia con una macchina fotografica. Tu metti nella fotografia tutte le immagini che hai visto, i libri che hai letto, la musica che hai sentito, e le persone che hai amato».
29,00

EDA. Esempi di architettura 2016

editore: Ermes

pagine: 120

30,00

Che almeno ne resti il ricordo. Memoria, evocazione, conservazione dei beni architettonici e paesaggistici

a cura di E. Morezzi, E. Romeo

editore: Ermes

pagine: 192

Beni architettonici e paesaggistici a rischio oppure completamente distrutti sia per l'effetto di interventi di restauro, sia a causa degli esiti di sconsiderate strategie di valorizzazione vengono qui analizzati nella loro complessità culturale, psicologica e progettuale. Si tratta di porzioni di territorio o di singole architetture il cui valore materiale e soprattutto di memoria sta scomparendo, lasciando a documenti di varia natura il compito di ricordare oppure di evocare ciò che oggi non esiste più. Attualmente il ricordo è mantenuto in vita esclusivamente dalle cartoline d'epoca oppure è presente nelle pellicole cinematografiche; è più che mai vivo nei testi sacri che descrivono paesaggi spirituali, luoghi di pellegrinaggio, edifici della meditazione; è affidato esclusivamente alla fortuita documentazione grafica che si prodotta di edifici o ruderi prima della loro trasformazione o distruzione.
28,00

Costruire con la comunità. Un'esperienza di autocostruzione nella regione di Oaxaca, Messico

a cura di F. De Filippi

editore: Ermes

pagine: 152

Il volume racconta il percorso progettuale e di realizzazione, con materiali locali e tecnologie sostenibili, di un Centro micro-regionale nel villaggio rurale di Pensamiento Liberal in Messico. L'iniziativa è nata da una collaborazione tra l'Associazione Archintorno, l'Universidad Autonoma de Mexico (UNAM), il Centro di Ricerca e Documentazione in Tecnologia, Architettura e Città nei Paesi in via di sviluppo (CRD-PVS) e il Laboratorio Sistemi Tecnologici Innovativi del Politecnico di Torino, l'ONG C.A.M.P.O., la cooperativa Rio Pluma. Il progetto architettonico è stato elaborato attraverso un Workshop a Torino e Città del Messico, con la partecipazione di studenti, docenti e tutor e l'interazione costante con la comunità locale. L'edificio è stato realizzato in autocostruzione da un team di studenti del Politecnico di Torino e della UNAM, anche grazie a un contributo per la progettualità studentesca assegnato dall'Ateneo torinese. Il Centro micro-regionale ha vinto il premio come miglior edificio di pubblico interesse nel 2014 in Messico. Il progetto è stato esposto nel Padiglione messicano alla Biennale di Venezia 2016.
20,00

Vincent van Gogh. DNA, fingerprints, pollen and wood-Vincent van Gogh.DNA, impronte digitali, pollini, legno

a cura di C. R. Romeo, M. Mascii

editore: Ermes

pagine: 180

Nel tempo si è passati per Vincent van Gogh dalla storiografia alla mitografia, piegata allo scopo ultimo antico quanto il mondo: mantenere il monopolio e l'esclusività di decretare la paternità ed autenticità di un'opera d'arte. Tutto questo, senza accettare nessun contraddittorio o confronto pubblico; senza editare nessuna prova tecnico-scientifica o storico-artistica a comprovare l'autenticità o la falsità di un manufatto ascrivibile comunque stilisticamente a uno specifico artista. Nelle intenzioni del convegno che qui presentiamo c'è stata la volontà di fare capire che molte indagini ad uso e consumo dell'arte nella realtà non sono mai state poste in essere, come ad esempio l'estrazione del DNA da peli umani amalgamati nel colore o dai francobolli e buste da lettere; le impronte digitali, i pollini, gli elementi organici extra-pittorici, ecc., che si trovano sulla e nella superficie di un dipinto. È a questo punto esatto che si è capito come l'enigma legato al quadro denominato Fienile protestante è, in realtà, strettamente vincolato a quelli cresciuti e alimentati nel tempo intorno alle altre opere e alla vita dell'artista Vincent van Gogh.
26,00

Patrimonio e tutela in Italia. A cinquant'anni dall'istituzione della Commissione Franceschini (1964-1967)

a cura di E. Romeo, A. Longhi

editore: Ermes

pagine: 296

La letteratura sui beni culturali offre un panorama amplissimo di metodi, strumenti ed esiti di ricerca, ma raramente gli stud
38,00
24,00

Lungo i sentieri dell'architettura

Piergiorgio Tosoni

editore: Ermes

pagine: 180

Il progetto di architettura, i diversi modelli formativi, il paesaggio e l'ambiente costruito, le diverse stagioni che hanno caratterizzato l'intervento pubblico in edilizia, il tema dell'heritage, letto sotto diversi profili, sono i contenuti principali di questo volume che attraversa una cinquantina d'anni di esperienze, tentativi, ripartenze daccapo, approdi sempre provvisori. La pratica professionale, la ricerca, l'insegnamento, i concorsi hanno interagito lungo quest'arco di tempo non breve e, senza che qui si tentino bilanci o conclusioni definitive, hanno concorso ad arricchire e rendere viva una serie di esperienze di diversa natura, ma sempre legate tra loro dal filo rosso dell'interesse per la città, il territorio e in genere l'abitare. Abitare le case, la città, il paesaggio, ma anche le parole e i testi e lasciare che su tutto questo si depositi l'incessante lavoro di trasformazione che è la memoria.
24,00

Werkbund 1914-2014. Design come esercizio per il futuro 100 anni, 10 prodotti

a cura di F. Dal Falco

editore: Ermes

pagine: 56

Il programma progettuale proposto del Workshop "Werkbund 1914 - 2014" è sotteso da una concezione del design che considera il mondo degli oggetti, materiali e immateriali, quale risultato di un'evoluzione dinamica. Gli artefatti del passato sono considerati un patrimonio di forme e di idee programmatiche in continua trasformazione che si proiettano nella contemporaneità e nel prossimo futuro. Il Werkbund e Die Austellung Köln sono tappe fondamentali della cultura del progetto, anelli della lunga catena che lega il design contemporaneo agli artefatti di un mondo sommerso, la cui rivisitazione non considera solo il sistema di oggetti, ma anche le idee, intese come programmi progettuali, che vengono tramandate nel segno della continuità dei saperi ripresentandosi sotto nuove forme. Secondo tale visione, i risultati del workshop, dedicati uno al design del prodotto e l'altro alla grafica e comunicazione multimediale, sono stati elaborati a partire dai tipi principali, tratti dalla letteratura dell'epoca e dai repertori iconografici pertinenti.
13,00

Processi di analisi per strategie di valorizzazione dei paesaggi urbani. I luoghi storici tra conservazione e innovazione

a cura di G. M. Cennamo

editore: Ermes

pagine: 344

Gli atti del convegno propongono un confronto ampio sulle tematiche della valorizzazione dei luoghi storici, diffondendo e con
34,00

Tornando all'opera. Progetto di valorizzazione funzionale, energetica, socioculturale del Teatro comunale di Bologna

Federico Arieti

editore: Ermes

pagine: 348

"Tornando all'Opera" è il racconto di un progetto "di architettura ma non solo" (prodotto nel 2011 e più volte pubblicato in f
36,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.