Il tuo browser non supporta JavaScript!
Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

DeriveApprodi

Frammenti sulle macchine. Per una critica dell'innovazione capitalistica

a cura di G. Molinari, L. Narda

editore: DeriveApprodi

pagine: 102

Il volume raccoglie i contributi di alcuni importanti studiosi sulle trasformazioni prodotte dall'incessante innovazione capit
8,00 6,80

Biosfera, l'ambiente che abitiamo

Ilaria Agostini, Enzo Scandurra
e altri

editore: DeriveApprodi

pagine: 203

La Biosfera è quel luogo singolare dell'Universo dove è nata e si è sviluppata la vita
15,00 12,75

Coltiviamo il nostro giardino. Osare nuovi paesaggi, prendersi cura, inselvatichire il mondo

F. Ferran, C. Mattogno

editore: DeriveApprodi

pagine: 159

Oggi più che mai l'emergenza climatica denuncia il ruolo degli esseri umani nel mondo vivente e l'inderogabile urgenza di occu
15,00 12,75

Le promesse dei mostri. Una politica rigeneratrice per l'alterità inappropriata

Donna J. Haraway

editore: DeriveApprodi

pagine: 171

«La natura non è un luogo fisico in cui recarsi, non è un tesoro da custodire o conservare in banca, non è un'essenza da prote
15,00 12,75

Come vignaioli alla fine dell'estate. L'ecologia vista da una vigna

Corrado Dottori

editore: DeriveApprodi

pagine: 222

Si può parlare di ecologia partendo da una vigna? È ciò che fa con questo libro Corrado Dottori, vignaiolo marchigiano i cui v
17,00 14,45

Il tramonto della città. La metropoli globale tra nuovi modelli produttivi e crisi della cittadinanza

Luca Alteri, Alessandro Barile
e altri

editore: DeriveApprodi

pagine: 166

Di fronte alla crisi dello Stato-nazione assistiamo a un nuovo «protagonismo» delle metropoli
17,00 14,45

Non è il vino dell'enologo. Lessico di un vignaiolo che dissente

Corrado Dottori

editore: DeriveApprodi

pagine: 168

Corrado Dottori è un vignaiolo che produce Verdicchio e non solo sulle colline marchigiane
15,00 12,75

Etica e politica delle piante

Gianfranco Pellegrino, Marcello Di Paola

editore: DeriveApprodi

pagine: 222

«Gli alberi, le piante e i semi
16,00 13,60

Poetica della zappa. L'arte collettiva di coltivare giardini

Pablo Georgieff

editore: DeriveApprodi

pagine: 166

«Le opere costituite dai giardini realizzati attraverso l'invito all'opera hanno la seguente peculiarità: sono di natura perfo
15,00 12,75

I giardini e il tempo

Enzo Cocco

editore: DeriveApprodi

pagine: 124

Il giardino è spazio ma anche tempo
12,00 10,20

Nell'antropocene. Etica e politica alla fine di un mondo

Gianfranco Pellegrino, Marcello Di Paola

editore: DeriveApprodi

pagine: 267

Cambiamento climatico, crisi degli ecosistemi, inquinamento, esaurimento delle risorse, collasso ambientale: gli ultimi giorni
18,00 15,30

Miserie e splendori dell'urbanistica

Ilaria Agostini, Enzo Sgandurra

editore: DeriveApprodi

pagine: 187

«Sono non pochi i meriti di questo libro realizzato a due mani da un ingegnere, Enzo Scandurra, urbanista per irresistibile vo
17,00 14,45

Resistenze ai disastri sanitari, ambientali ed economici nel Mediterraneo

a cura di S. Palidda

editore: DeriveApprodi

pagine: 283

Ogni anno milioni di lavoratori e di abitanti dei paesi mediterranei muoiono per malattie provocate da contaminazioni da sosta
20,00 17,00

Sulla povertà della psichiatria

Benedetto Saraceno

editore: DeriveApprodi

pagine: 188

Il grande dibattito sull'esistenza o la non esistenza della malattia mentale e sulla funzione normalizzatrice della psichiatria che ha attraversato gli anni Sessanta e Settanta oggi si è spento. La cultura delle neuroscienze prevale, alimentando l'egemonia del modello biomedico o bio-psico-medico. L'ambizione di questo libro non è soltanto quella di formulare una critica della psichiatria contemporanea, ma anche di indicare strade possibili perché essa possa uscire dal vicolo cieco nel quale è intrappolata. Superare l'impasse significa uscire dai limiti disciplinari della psichiatria biologica e avventurarsi nella complessità. Occuparsi di malattia mentale significa allora rompere lo schema salute/malattia e confrontarsi con la sofferenza, quando ciò avviene all'incrocio tra l'intimo delle storie di ciascuno e i luoghi pubblici che abitiamo. Occorre così ripartire dall'ascolto e dalla clinica individuale del paziente, attraversando territori via via più complessi e sociali, fino a incontrare le contraddizioni e le sfide della comunità politica.
18,00 15,30

Roma, alla conquista del West. Dalla fornace al mattone finanziario

Rossella Marchini, Antonello Sotgia

editore: DeriveApprodi

pagine: 176

«Lo spazio occupato non è un recupero, ma il segno di una possibile nuova geografia della città
17,00 14,45

È un vino paesaggio. Pratiche e teorie di un vignaiolo planetario in Friuli

Simonetta Lorigliola

editore: DeriveApprodi

pagine: 189

Questo libro vi prende e vi porta direttamente sul suolo erboso punteggiato di fiori blu di una vigna singolare e molteplice
15,00 12,75
15,00 12,75

Piccoli universali di architettura del paesaggio

Franco Zagari

editore: DeriveApprodi

pagine: 153

Prafrance è la coltivazione di bambù più grande d'Europa, il forte di Bard in Valle d'Aosta è un capolavoro di ingegneria, di
13,00 11,05

Via dalla città. La rivincita della montagna

Maurizio Dematteis

editore: DeriveApprodi

pagine: 189

È un fenomeno sempre più rilevante: pezzi interi della «generazione perduta» cercano rifugio e possibilità in montagna. Costretti da una crisi e da una precarietà infinite, uomini e donne si spostano fuori dalla città, in un complesso movimento migratorio «al contrario», tutto da scoprire e interpretare. Nascono così progetti di vita innovativi, basati su modelli alternativi di sviluppo, sulla green economy e sulla soft economy. Nascono nuove storie e nuove creatività. Vecchi borghi vengono ripopolati. Antiche strade vengono risvegliate. Questo è un libro di paesaggi, di ritratti e di racconti. Un libro di montagna, e di inchiesta.
18,00 15,30

Bee happy. Storie di alveari, mieli e apiculture

Barbara Bonomi Romagnoli

editore: DeriveApprodi

pagine: 124

"Dalla terra veniamo, alla terra torniamo, e in mezzo c'è un giardino". È sconosciuto l'autore di questo aforisma che si presta perfettamente a rendere l'idea di cosa sia il mondo delle api, affascinanti individue danzanti. L'immagine circolare della copertina riflette il racconto di Barbara Bonomi Romagnoli per descrivere ciò che ruota attorno a questi preziosi insetti: la danza come linguaggio; la mente collettiva del super organismo come modalità per esistere individualmente e insieme; la cura che ricevono da apicoltrici e apicoltori; il loro ruolo imprescindibile per l'agricoltura e per l'esistenza degli esseri viventi sulla Terra; i saperi legati ai prodotti dell'alveare (cera, miele, polline, propoli, pappa reale); le culture espresse da una nuova generazione che in anni recenti ha scelto di dedicarsi alla cura delle api; le donne, in questo settore sempre più presenti; gli aromi dei mieli uniflorali e dei mieli millefiori, i colori del polline... Per parlare di apicultura, dell'etica della sua produzione e dell'ambiente al quale è intrecciata, oggi occorre farlo lasciando parlare quella generazione che torna in campagna munita di un sapere urbano attento alle differenze, capace di guardare alla tradizione e di tradirla con nuove culture e nuove pratiche curanti della vita che le circondano.
12,00 10,20

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.