Libri di L. Tedeschi | Libreria Cortina dal 1946
Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Libri di L. Tedeschi

Marco Zanuso. Architettura e design

a cura di L. Crespi, L. Tedeschi

editore: Officina Libraria

pagine: 257

Il volume propone una lettura critica dell'opera e del pensiero di Marco Zanuso, professore al Politecnico di Milano e tra i p
35,00 33,25

Villa Micheli-Mariotti

a cura di D. Bontempi, M. E. Melley

editore: Mandragora

pagine: 123

Villa Micheli-Mariotti, situata nella frazione di Monticelli Terme, costituisce un complesso unico e straordinario sia per la
25,00 23,75

L'architecture de l'empire entre France et Italie. Ediz. italiana e francese

a cura di L. Tedeschi, D. Rabreau

editore: Silvana

pagine: 528

Il volume, attraverso gli scritti di autorevoli studiosi di architettura, ricostruisce i mutamenti che dal punto di vista architettonico hanno interessato Italia e Francia in età napoleonica: l'egemonia politica esercitata dalla Francia di Bonaparte portò infatti al consolidarsi del dominio culturale francese in Italia, e a una rivendicazione più decisa del controllo pubblico sullo spazio urbano, concepito in modo unitario. L'opera ha un duplice profilo: da un lato getta lo sguardo sulla città, sulle pratiche costruttive, sulle tipologie architettoniche e sugli spazi pubblici, dall'altro mette a fuoco i rapporti tra la cultura architettonica e artistica italiana e francese nel periodo compreso tra la Rivoluzione francese e la Restaurazione, passando attraverso l'esperienza della Repubblica Cisalpina e del Regno d'Italia.
45,00

Cambio rotta. Storie di sostenibilità e successo

Francesco Tedeschi, Rebecca De Fiore
e altri

editore: Mondadori Electa

pagine: 150

In questo libro si parla di pesci che si moltiplicano, paesi risorti, mattoni di marmo, vestiti fatti di bucce d'arancia e bin
18,90 17,96

Razionalismo. L'architettura della modernità

Eugenio Gentili Tedeschi

editore: Jaca Book

pagine: 160

Un saggio che affronta lo studio e l'interpretazione di un movimento architettonico che ha rappresentato forse il punto più al
20,00 19,00
40,00 38,00

Luigi Canonica 1764-1844. Architetto di utilità pubblica e privata

a cura di L. Tedeschi, F. Repishti

editore: Silvana

pagine: 386

La presente monografia rappresenta il primo esito di un progetto di ricerca sul tema "La cultura architettonica italiana e francese in epoca napoleonica" avviato dall'Archivio del Moderno dell'Accademia di architettura di Mendrisio e dal Centre Ledoux de l'Université Paris I Panthéon-Sorbonne. Questo percorso ha indirizzato la propria attenzione sul periodo napoleonico in Italia, dall'entrata del generale Bonaparte a Milano nel 1796 fino alla definitiva sconfitta nel 1814: sono anni cruciali, durante i quali si avviano una serie di iniziative volte a costituire un nuovo profilo dei centri urbani, favorendo gli interscambi tra le due culture architettoniche italiana e francese. In questo panorama, si è voluto studiare per la prima volta in modo approfondito la figura e l'opera del ticinese Luigi Canonica (1764-1844), attivo a Milano a fianco di Giuseppe Piermarini in epoca asburgica, divenuto "architetto nazionale" durante la Repubblica Cisalpina e, nel 1805, "architetto reale". Grazie all'ampiezza degli incarichi ricoperti, che lo portarono a occuparsi di quasi tutti gli interventi di scala architettonica e urbana avviati dall'amministrazione napoleonica - dall'Arena al Foro Bonaparte, dal Teatro Carcano al Parco di Monza -, Canonica è da ritenersi un vero protagonista del periodo. Il volume ne traccia il profilo completo, nel duplice ruolo di unzionario al servizio dello stato e di architetto della corte di Milano, e successivamente di professionista indipendente.
95,00

Il mondo ridisegnato. Arte e geografia nella contemporaneità

Francesco Tedeschi

editore: Vita e Pensiero

pagine: 508

I rapporti tra arte e geografia hanno una lunga tradizione, che va dal concorso nella creazione delle mappe alla storia della pittura di paesaggio. Negli ultimi decenni questi legami si sono andati modificando, per individuare nuovi e ulteriori parametri, alla luce di una ridefinizione del mondo in un'epoca che va oltre la modernità. Partendo da argomenti di natura geografica, anche di carattere teorico, individuati come linee-guida, Francesco Tedeschi propone una lettura intrecciata di temi che riguardano l'uno e l'altro ambito, così da interpretare in chiave interdisciplinare l'operato dei molti artisti presi in considerazione. Autori quali Piero Manzoni, Jasper Johns, Joseph Beuys, i protagonisti dell'Arte Povera, del Situazionismo, della Land Art - nella sua versione americana ed europea -, della Net Art, e molte delle principali figure dell'arte odierna, sono accostati a opere di Vermeer, Friedrich, Bellotto, o alle rappresentazioni delle 'Città ideali' quattrocentesche. La geografia è presa in considerazione come principio di rappresentazione cartografica, ma anche come espressione delle relazioni di potere che hanno condotto a determinate forme di interpretazione della realtà territoriale. Essa è modello di conoscenza e di appropriazione del mondo, base per l'invenzione di luoghi ideali, terreno in cui coltivare sensibilità per temi quali la difesa dell'ambiente e la gestione della globalizzazione.
30,00 28,50

Il disegno della memoria. Forme, segni e materiali nell'Ottagono della Villetta a Parma

a cura di M. Rossi, C. Tedeschi

editore: ETS

pagine: 336

Il sistema cimiteriale è depositario di un ingente patrimonio architettonico, artistico, storico, sociale e culturale, con notevoli implicazioni legate alla necessità di salvaguardia e valorizzazione dei monumenti e dei beni culturali nel loro insieme, anche quelli immateriali. Il lavoro di ricerca in corso da anni sul patrimonio cimiteriale della città di Parma ha prodotto nel suo svolgimento una serie di risultati che hanno costituito la premessa per i successivi approfondimenti. Gli studi e i progetti che ne sono scaturiti si sono sviluppati in modo organico, allargando il campo di interesse e mettendo in risalto l'esistenza di finalità principali parallele, che di volta in volta hanno trovato soddisfazione nei singoli progetti, ognuno dei quali ha sempre prodotto i risultati aspettati. La complessità del sistema nel suo complesso, e la vastità degli ambiti interessati hanno richiesto lo sviluppo di numerosi studi e indagini collaterali che pur riguardando tutti i cimiteri del Comune concentrano l'attenzione sull'Ottagono monumentale della Villetta, che costituisce il polo dal quale è iniziato il lavoro di ricerca ed è quello sul quale si concentrano oggi gli approfondimenti ulteriori.
35,00 33,25

Il battistero Neoniano. Uno sguardo attraverso il restauro

a cura di C. Muscolino, A. Ranaldi

editore: Longo Angelo

pagine: 201

Il battistero degli ortodossi, detto Neoniano per il fondamentale rinnovamento promosso dal vescovo Neone (450-475 circa), costituisce un unicum nel panorama delle architetture tardo antiche, nonostante le molteplici trasformazioni ne abbiano alterato nel tempo le proporzioni, compromettendo anche significativi brani della decorazione. Il complesso e articolato programma iconografico è realizzato con diverse tecniche quali l'opus sedile, lo stucco e il mosaico che si fondono mirabilmente con lo spazio architettonico: la singolare decorazione gipsea e le superfici musive, palpitanti di rigoglioso naturalismo e caratterizzate da una ricchissima gamma cromatica, prefigurano lo splendore della rinascita eterna conseguita col sacramento del battesimo e trasportano i visitatori in una dimensione profondamente suggestiva. Il volume, corredato da un ricchissimo apparato iconografico, dà conto dei recenti studi, delle scoperte e degli approfondimenti maturati nell'ambito delle ultime campagne di restauro dirette dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini. I numerosi contributi scientifici spaziano in molteplici direzioni e abbracciano varie tematiche: dalla forma architettonica e costruttiva agli apparati decorativi, dalla documentazione grafica delle superfici musive degli inizi del secolo, esplicitata da disegni e acquerelli per lo più inediti. Introduzione di Carla di Francesco.
34,00 32,30

La cultura del progetto

Eugenio Gentili Tedeschi

editore: Maggioli Editore

pagine: 120

Le pietre sono parole
10,00 9,50

Le sfide della sanità americana. La riforma di Obama. Le innovazioni di Kaiser Permanente

Gavino Maciocco, Piero Salvadori
e altri

editore: Il Pensiero Scientifico

pagine: 170

Il libro cerca di offrire ai lettori la descrizione chiara e sintetica delle principali caratteristiche del sistema sanitario americano, proponendo la cornice storico-politica della sua evoluzione e dando conto dell'importante svolta che la riforma rappresenta. Da segnalare anche l'attenzione che il volume dedica ad un'organizzazione sanitaria unica nel panorama della sanità americana, poco nota in Italia anche se attiva ormai da più di 50 anni: Kaiser Permanente, un modello da conoscere e studiare, che interesserà tutti coloro che ricercano le soluzioni migliori per rendere l'assistenza sanitaria più funzionale, più efficace, più "centrata" sul paziente.
14,00 13,30
13,00 12,35

Acquedotti

André Guillerme, Giovanna Tedeschi Grisanti
e altri

editore: Compositori

pagine: 132

21,00

Manifesto telecomunista

Dmytri Kleiner

editore: Ombre Corte

pagine: 139

Prove tecniche di una società di liberi e uguali. Il laboratorio scelto è quello della Rete, o meglio del variegato mondo del peer-to-peer, della produzione di software libero e dei conflitti contro il regime della proprietà intellettuale. Ma l'obiettivo è quello di cominciare a pensare come queste esperienze possono uscire dallo schermo e svilupparsi anche nella produzione hard. Dmytri Kleiner è un mediattivista consapevole dei limiti della cultura della Rete. Questo suo manifesto è un atto pienamente politico, perché punta decisamente a superare gli angusti steccati tra produzione materiale e produzione immateriale, invitandoci a guardare senza remore il volto di Medusa del capitalismo cognitivo. E per sfuggire alla possibilità di restarne pietrificati, l'autore fa leva sulle riflessioni provenienti dalla componente sovversiva della cosiddetta Italian theory, mettendola in relazione con il meglio della cultura della rete. Il Manifesto parte così dall'analisi di alcune caratteristiche fondamentali del capitalismo cognitivo - la finanza in quanto strumento di governance del regime di accumulazione, una composizione eterogenea del lavoro vivo, in bilico tra rivolta e subalternità - con l'obiettivo di dimostrare che è possibile sviluppare esperienze che consentano di prendere congedo dal regime del lavoro salariato.
13,00

Guida agli eurocodici 1, 2, 3 e 4. Resistenza al fuoco delle strutture: EN 1991-1.2, EN 1992-1.2, EN 1993-1.2 e EN 1994-1.2

a cura di

editore: EPC

pagine: 176

La Guida agli Eurocodici per la resistenza al fuoco delle strutture si differenzia da molte altre guide disponibili in quanto non riguarda un singolo Eurocodice, dato che in queste norme le costruzioni in acciaio, in cemento armato e miste acciaio-calcestruzzo sono trattate singolarmente, e per ogni materiale esiste una parte dedicata alla resistenza al fuoco. La metodologia di progetto, riportata nelle parti dedicate al fuoco di ogni singolo Eurocodice, si basa sugli stessi principi adottati per la progettazione a temperatura ambiente. Uno degli scopi di questo libro è quello di chiarire tale approccio così che possa essere compreso pienamente e facilmente utilizzato dagli ingegneri civili e dagli specialisti che hanno familiarità con i principi e le ipotesi alla base della progettazione strutturale a temperatura ambiente. Questa Guida fornisce indicazioni sulla natura del carico, che è necessario comprendere bene prima di poter applicare i principi di progettazione delle strutture previsti negli Eurocodici. Per questa ragione questo libro è una guida a quattro documenti distinti, vale a dire la EN 1991-1.2, la EN 1992-1.2, la EN 1993-1.2 e la EN 1994-1.2, con riferimenti, ove necessario, anche alle basi della progettazione strutturale contenute nel documento EN 1990.
35,00 33,25

L'uomo fa il mondo. Una storia della tecnica: dall'ascia al reattore

Robert J. Forbes

editore: Einaudi

pagine: 374

Fra le storie della tecnologia e delle applicazioni scientifiche, questa di Forbes si distingue per la chiarezza del disegno che la mantiene egualmente distante dalla trattazione minuziosa come dal saggio compendioso o schematico. Dopo un'aggiornata sintesi della tecnica nel mondo antico, una parte rilevante della narrazione è riservata alla scienza del Medioevo e del Rinascimento; metà del volume è dedicata allo straordinario sviluppo tecnico che va dalla prima alla seconda rivoluzione industriale. Gli argomenti essenziali sono le fonti di energia, i trasporti e le comunicazioni, la metallurgia, l'industria tessile, vetraria e chimica e taluni aspetti dell'ingegneria civile. Particolarmente utile per chi voglia integrare nelle proprie conoscenze storiche la dimensione dello sviluppo tecnico-scientifico, il volume di Forbes è accessibile anche a chi non abbia una preparazione specifica in questo campo, e si presenta ricco di notizie inedite, curiose, sorprendenti.
13,43

Archivi e architetture. Presenze nel Cantone Ticino

a cura di L. Tedeschi

editore: Silvana

pagine: 250

30,00

Scritti di architettura (1930-1998)

Gillo Dorfles

editore: Silvana

pagine: 178

35,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento