Libri di Stefano Aragona | Libreria Cortina dal 1946
Consegna gratis sugli ordini superiori a 29 €

Libri di Stefano Aragona

Costruire un senso del territorio. Spunti, riflessioni, indicazioni di pianificazione e progettazione

Stefano Aragona

editore: Gangemi

pagine: 208

Occuparsi di urbanistica è occuparsi dei processi di antropizzazione, ovvero di eventi non inevitabili o necessari ma che dipendono da scelte. Questo è ancor più vero nel momento in cui la globalizzazione moderna, fenomeno legato alle prima inesistenti opportunità tecnologiche - cioè la telematica, il trasporto aereo e quello ad alta velocità - sta modificando gli assetti territoriali che per millenni, ma soprattutto dalla rivoluzione industriale si sono concretizzati. Perdita di senso, di riferimenti sociali e culturali incombono e sembrano essere divenuti il prezzo da pagare per un indecifrabile percorso dettato negli ultimi decenni dall'economia che ha preso il sopravvento sulla politica, cioè l'arte di gestire la "polis": più i territori sono deboli, o sono divenuti tali, più soggiacciono a queste logiche. Costruendo e realizzando il Workshop di Tropea si è iniziato a sperimentare sul campo come le riflessioni critiche elaborate possano aiutare a ricostruire un senso dello spazio e, contemporaneamente, l'abitante a divenire "cum-cives". Questo libro continua il percorso dedicato all'identificazione delle nuove fenomenologie legate al formarsi della città globale e quindi al tema della ricerca di una possibile, auspicabile, identità individuale e collettiva, sostenibile sia riguardo le risorse naturali che socialmente.
28,00 26,60
14,46 13,74

La città virtuale. Trasformazioni urbane e nuove tecnologie dell'informazione

Stefano Aragona

editore: Gangemi

pagine: 196

La città sta compiendo la sua metamorfosi avviatasi con la rivoluzione industriale: velocità, interattività, informazione ne sono gli elementi salienti. Mentre il cambiamento (la sua rapidità) è un elemento caratteristico per le giovani popolazioni, per le altre di antica origine esso rappresenta un forte shok. L'urbanistica non può più dare risposte univoche: di culture e popoli è necessario conservare esistenza, identità, caratteri. La speranza è che attraverso una visione organica di vincoli, risorse, soggetti, i consessi sociali e nazionali, sempre più interdipendenti, scelgano, cioè pianifichino itinerari per uno sviluppo più giusto.
18,59 17,66
113,62 107,94

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento