Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Libri di P. Inghilleri

Psicologia culturale

a cura di P. Inghilleri

editore: Cortina Raffaello

pagine: 279

Tema di questo manuale è il rapporto profondo tra costruzione del mondo interno, identità, valori e pratiche della cultura a cui si appartiene o in cui ci si trova a vivere. Da tale punto di vista sono presi in considerazione temi fondamentali nella società contemporanea, come il rapporto tra individualismo e collettivismo e le dimensioni psicologiche del multiculturalismo. Viene anche analizzata l'influenza che la prospettiva "culturale" ha avuto e continua ad avere su settori fondamentali delle scienze psicologiche: la psicoanalisi, la psicologia cognitiva, la psicologia dello sviluppo.
22,00 20,90

Sessualità narrate. Esperienze di intimità a confronto

a cura di M. Inghilleri, E. Ruspini

editore: Franco Angeli

pagine: 176

Di sessualità sappiamo (forse) molto ma anche molto poco. Da un lato, di sessualità si parla troppo, sovente superficialmente. Pensiamo, ad esempio, al mondo mediatico, impregnato di discorsi, consigli, divieti, allusioni, metafore, immagini di taglio "sessuale". Dall'altro lato, la sessualità è una tematica ancora insufficientemente indagata a livello scientifico, ad esclusione di "problemi" e stati "patologici" ad essa culturalmente associati. Il silenzio che ne deriva ha contagiato anche la ricerca sociale italiana che, alcune eccezioni a parte, non ha tematizzato il contributo offerto dalle sessualità individuali al contesto culturale e, al contempo, non ha saputo monitorare e prevedere gli importanti sviluppi che hanno subito (e stanno subendo) le culture della sessualità. Questo volume vuole contribuire alla "rottura del silenzio" in tema di espressione della sessualità, proponendo suggestive riflessioni orientate a mostrare come la sessualità umana, prima di essere un fatto meramente biologico, sia soprattutto "qualcosa per qualcuno", un canale di comunicazione, un correlato intenzionale di una soggettività conoscente. E, in questa accezione, non può essere concepita se non a partire dall'esperienza vissuta, che va interpretata e valorizzata.
22,00

Capire il transfert

Lester Luborsky, Paul Crits Christoph

editore: Cortina Raffaello

pagine: 393

30,80 29,26

Transessualità e scienze sociali. Identità di genere nella postmodernità

a cura di E. Ruspini, M. Inghilleri

editore: Liguori

pagine: 360

II tema della transessualità costituisce il fulcro su cui innestare una serie di considerazioni sulle scienze sociali in grado di contribuire al processo di cambiamento dei linguaggi, delle teorie e degli strumenti concettuali con cui storici, antropologi, psicologi e sociologi hanno configurato i propri oggetti di ricerca. Permette inoltre di raccontare (e comprendere) come siano mutati i processi di costruzione identità-ria nelle società attuali rispetto alle società moderne o tradizionali, mostrando con chiarezza come l'identità personale sia divenuta un costrutto polisemico. Partendo da queste premesse, il volume illustra e discute le molte sfumature che caratterizzano il mondo transessuale in Italia.
28,49

La «buona vita». Per l'uso creativo degli oggetti nella società dell'abbondanza

Paolo Inghilleri

editore: Guerini e Associati

pagine: 254

Perché siamo sempre più ricchi, ma sempre meno felici? Pretendiamo sempre di più, ci circondiamo continuamente di "cose", di a
22,50

Dispositivi transculturali per la cura degli adolescenti. Un modello di intervento

a cura di M. Castiglioni, E. Riva

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Un sempre maggior numero di persone, provenienti da altre culture, si rivolge oggi ai servizi di cura territoriali e agli studi privati di psicologi e medici; in particolare, i figli di immigrati nati e cresciuti nel nostro paese instaurano con i servizi socio-sanitari relazioni più continuative, non solo legate a situazioni d'emergenza, e pongono quindi richieste terapeutiche e di cura psicosociale più complesse rispetto a quanto accadeva con la generazione precedente. Inoltre, sperimentando la relazione con due modelli culturali differenti - quello dei genitori e quello italiano - durante l'età dello sviluppo costruiscono dei modelli identitari culturalmente misti, che tengono conto delle caratteristiche di entrambe le culture e si differenziano tanto dal modello originario della famiglia quanto da quello italiano. In questo volume gli autori propongono un approccio transculturale adatto alla cura degli adolescenti stranieri di seconda generazione o immigrati nei primi anni dell'infanzia, che si ispira al modello clinico della scuola di Psicoterapia Transculturale della Fondazione Cecchini-Pace di Milano; questo approccio propone la costruzione di dispositivi terapeutici flessibili, costruiti per essere adattati alle caratteristiche specifiche di ciascun paziente, tenendo in considerazione le sue caratteristiche culturali, i processi di cambiamento legati alla migrazione e alla variabilità individuale.
26,50
45,50
18,00 17,10
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.