Libri di G. Belli | Libreria Cortina dal 1946
Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Libri di G. Belli

Napoli 1990-2050. Dalla deindustrializzazione alla transizione ecologica

a cura di A. Belli

editore: Guida

pagine: 416

Il volume raccoglie trenta contributi di autori diversamente collocati nella società e nei saperi
20,00

Pensare lo spazio urbano. Intrecci tra Italia e Francia nel Novecento

a cura di A. Belli

editore: Franco Angeli

pagine: 354

Un'interessante esplorazione su intrecci e contaminazioni che hanno riguardato nel Novecento Italia e Francia nell'ambito dei
39,50

Competenze in azione. Governo del territorio, innovazione e sviluppo metropolitano a Napoli

a cura di A. Belli

editore: Franco Angeli

pagine: 292

I testi raccolti in questo volume sui temi dello sviluppo metropolitano narrano il rapporto che si è instaurato a Napoli tra i
37,00

Palazzo Donn'Anna. Storia, arte e natura

a cura di P. Belli

editore: Allemandi

pagine: 334

Questo volume costituisce la prima monografia interamente dedicata a uno dei pochi edifici napoletani divenuti emblema di Posì
30,00 28,50

Narrare l'urbanistica alle élite. «Il Mondo» (1949-1966) di fronte alla modernizzazione del bel paese

Attilio Belli, Gemma Belli

editore: Franco Angeli

pagine: 288

Nella seconda metà del Novecento l'urbanistica italiana è stata raccontata da esperti a esperti: professionisti, docenti unive
40,50

Giancarlo De Carlo nel centenario. Sguardi di nuova generazione

a cura di G. Belli, F. Mangone

editore: LetteraVentidue

pagine: 360358

Il 12 dicembre del 1919 nasceva a Genova Giancarlo De Carlo
29,00 27,55

Villa Toeplitz di Varese

Bruno Belli

editore: Macchione Editore

pagine: 152

Il complesso di Villa Toeplitz, situato nel rione di S
20,00

Oliveira, grande maestro

a cura di G. Belli

editore: Equitare

pagine: 160

34,00 32,30

Oliveira, grande maestro

a cura di G. Belli

editore: Equitare

pagine: 208

32,00 30,40

Mario Botta. Architetture 1960-2010. Catalogo della mostra (Rovereto, 25 settembre 2010-23 gennaio 2011; Neuchatel, 1 aprile-1 agosto)

a cura di G. Belli

editore: Silvana

pagine: 523

Il MART di Rovereto rende omaggio al suo ideatore, l'architetto Mario Botta (Mendrisio, 1943), autore del progetto con la collaborazione dell'ingegnere Giulio Andreolli, con una grande mostra documentata in questo catalogo. L'itinerario architettonico di Botta, che trova le sue origini nell'interpretazione della tradizione del Movimento Moderno, si configura oggi come punto di riferimento critico rispetto alla fragilità dei modelli e delle mode offerte dalla globalizzazione: i suoi progetti incarnano forme essenziali che modellano lo spazio di vita dell'uomo e che, rispettando le funzioni alle quali devono rispondere, aspirano a offrire inedite emozioni. Il volume ripropone circa sessanta opere fra le più significative realizzate da Botta in tanti anni di fortunata attività professionale, documentate con schizzi e modelli originali, fotografie e disegni inediti: dalle prime case unifamiliari, originali espressioni della scuola ticinese, fino ai grandi edifici pubblici, alle biblioteche, ai teatri, ai musei e agli spazi del sacro, realizzati in tutto il mondo. Una particolare attenzione è riservata a temi meno conosciuti quali le scenografie teatrali, gli allestimenti di mostre e la progettazione di oggetti di design. Introduce la pubblicazione un'inedita testimonianza di Botta sulle suggestioni e memorie di artisti ed eventi che hanno lasciato un segno profondo nella sua formazione come uomo e come architetto.
60,00

Professione visual merchandiser. Progetto e design di interni e vetrine

Silvia Belli

editore: Ikon

pagine: 216

In un contesto economico così competitivo come quello odierno, per i brand è indispensabile non solo distinguersi, ma soprattu
32,00 30,40

Paramenti bugnati e architettura nella Firenze del Quattrocento

Gianluca Belli

editore: Firenze University Press

pagine: 653

Raccogliendo l'invito di Rudolf Wittkower, che esortava a studiare con attenzione la grammatica delle forme che compongono l'a
50,00 47,50

Oliveira, grande maestro

a cura di G. Belli

editore: Equitare

pagine: 224

35,00 33,25

Le Corbusier e noi. Mezzo secolo di studi napoletani

a cura di F. Mangone, G. Belli

editore: CLEAN

pagine: 187

"Le Corbusier e noi" è un bell'articolo che Renato De Fusco pubblica nel 1965, in morte del maestro franco-svizzero, sulla riv
20,00 19,00

Napoli. Cronaca di una implosione annunciata

Attilio Belli

editore: Guida

pagine: 167

Sono molti i rischi che Napoli corre di essere trascinata verso una progressiva implosione, nell'incapacità di coinvolgere la
15,00

Oltre la città. Pensare la periferia

a cura di A. Belli

editore: Cronopio

pagine: 202

Attraverso una lettura che vuole intenzionalmente prendere le distanze dall'orizzonte della periferia come spazio delimitato dell'incoerenza, del degrado, dell'assenza, della segregazione, dei molti linguaggi eterogenei, che si contrappone e circonda il "centro" distante e definito della città, questa raccolta di saggi mira a ricomporre una figura variegata e complessa di una nozione storicizzata, ma anche le ripetizioni e le differenze di uno spazio ormai sempre più strategico - quello della periferia e delle sue molteplici realtà - per immaginare il futuro della città contemporanea.
17,00 16,15

A colloquio con l'urbanistica italiana

Gemma Belli

editore: CLEAN

pagine: 119

A partire dalla fase del "miracolo economico", in una società che si apre ed è attraversata dal flusso della cultura internazionale, Bernardo Secchi, Francesco Indovina, Luigi Mazza e Pier Luigi Crosta evidenziano un impegno comune nell'affrontare e nel trasformare la tradizione ereditata, cercando di rintracciare le molteplici provenienze dei tanti saperi "praticati" e accolti in oltre mezzo secolo. Essi svolgono un'azione "cumulativa" fortemente interconnessa, presidiando posizioni ben distinte ma tutte indispensabili a definire una sorta di urbanistica "polifonica" basata su apporti essenziali e imprescindibili per una moderna cultura disciplinare.
12,00 11,40

Memory cache. Urbanistica e potere a Napoli

Attilio Belli

editore: CLEAN

pagine: 211

È la testimonianza delle difficoltà che ostacolano a Napoli l'affermazione di un'urbanistica pienamente indipendente da altre competenze, ma soprattutto dal mondo politico. Come nella memoria artificiale (memory cache), il ricordo 'nascosto' dell'attività di formazione, d'insegnamento e di ricerca dell'autore, all'interno dell'Università, riemerge nell'intreccio sofferto con l'azione delle forze sociali e politiche nella città. Vengono ripresi innumerevoli episodi di governo del territorio disseminati lungo l'intera seconda metà del Novecento e dei primi anni del Duemila: il Centro Direzionale, il Centro storico e il Regno del Possibile, Neonapoli Monteruscello, il Piano regolatore, Bagnoli, Scampia, il Piano Territoriale Regionale, il Piano Strategico. All'interno di questo complessivo scenario il variegato rapporto sapere urbanistico-potere vissuto dall'autore acquista il senso più profondo. L'intero racconto è sospinto da un avvolgente soffio di autoironia. Accompagnano il testo le vignette satiriche sull'autore disegnate da Paolo Ceccarelli.
16,00 15,20

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.