Novità Libri adottati nelle Università di Milano Tutti i libri corso per corso, esame per esame

Libri di F. Toppetti

Progettare i piccoli centri. Studi e ricerche per la rigenerazione del paesaggio storico di San Gemini

a cura di F. Toppetti

editore: Quodlibet

pagine: 144

L'Italia è un Paese di paesi formato da costellazioni più o meno dense di centri, molti dei quali piccoli, che nel loro insiem
24,00 22,80

Rassegna di architettura e urbanistica

a cura di F. Toppetti

editore: Quodlibet

pagine: 127

In questo numero: Fabrizio Toppetti, Il paesaggio necessario, Franco Zagari, Paesaggio e politica, finalmente, Alexandre Cheme
16,00 15,20

Vivere la città

a cura di F. Toppetti

editore: Il Poligrafo

pagine: 204

In quale modo la cultura del progetto affronta la rigenerazione dei centri storici? Quali sono le dinamiche e i problemi della
30,00 28,50

Nove temi di paesaggio

a cura di F. Toppetti

editore: Franco Angeli

pagine: 208

Nove temi per nove ricerche affidati al confronto diretto e aperto tra saperi diversi. Così il Dottorato di ricerca interateneo in Progettazione e gestione dell'ambiente e del paesaggio, della Sapienza Università di Roma, coordinato da Achille Maria Ippolito, ha inteso avviare un ampio dibattito multidisciplinare. La pubblicazione raccoglie i contributi degli incontri organizzati nei primi due anni di corso, ai quali hanno partecipato docenti, studiosi e operatori di diversi settori, pubblici e privati. Essi sono l'esito progressivo e imperfetto, e perciò prezioso e generativo, di un percorso in itinere. Ne risulta un libro particolarmente denso e ricco di stimoli che propone almeno tre chiavi di lettura: per singoli saggi rivela, in profondità, l'angolatura del punto di vista specifico; per tracce restituisce la complessità, il fondamento teorico, le potenzialità e le ricadute operative dei temi; nel suo insieme costituisce una testimonianza tangibile, efficace e operativa, di una delle possibili modalità della ricerca nel campo del paesaggio.
26,00

Modernocontemporaneo. Scritti ulteriori. Architettura e altro

a cura di F. Toppetti

editore: Gangemi

pagine: 110

Il titolo, che non vuole essere uno dei tanti neologismi sul tema del rapporto tra la stagione del moderno (moderno come movimento) in architettura e il contemporaneo, contiene un'ipotesi rafforzata dall'apparato iconografico che mette insieme in ordine sparso figure d'architettura dalla A alla Z. L'ipotesi è che superato il momento della elaborazione del lutto si possa oggi riconsiderare inclusivamente l'intero panorama del Modernocontemporaneo, riconoscendo le tendenze attuali come evoluzione, distorsione, contaminazione del moderno, piuttosto che di una irreversibile condizione postmoderna o surmoderna che implicherebbe necessariamente un ragionamento per categorie oppositive e riti di nuove fondazioni. Questa iniziativa editoriale si configura come contributo critico al ragionamento, scavalcando il limite del settore disciplinare e coinvolgendo anche opinioni differenti non necessariamente e direttamente riconducibili al mondo dell'architettura, nella convinzione che sia necessario allargare lo sguardo verso derive e sconfinamenti.
18,00 17,10

Tasselli urbani. Strategie capillari di intervento per la città storica. Roma. San Lorenzo, Testaccio, Mura

a cura di F. Toppetti

editore: Gangemi

pagine: 79

"I lavori qui presentati, svolti nell'ambito del Laboratorio di Laurea tenuto da Tonino Terranova con Fabrizio Toppetti negli anni accademici 2002-2004, rappresentano per varie ragioni un riferimento estremamente significativo per l'intero corso di laurea "Tecniche dell'Architettura e della Costruzione". Innanzitutto essi sono i primi prodotti finali dell'indirizzo di Progettazione Architettonica e Urbana all'interno del nuovo corso triennale e si presentano come un insieme organico sufficientemente ampio da permettere giudizi e riflessioni sulla validità della istituzione del Laboratorio di Laurea come strumento didattico conclusivo dell'indirizzo suddetto, sui suoi contenuti ed obiettivi e parzialmente sulla validità dell'impostazione didattica dell'intero corso di laurea. Nonostante quindi la eterogeneità delle provenienze e delle preparazioni dei laureandi il lavoro condotto da Terranova/Toppetti ha dato luogo a progetti che presentano indubbiamente un forte grado di omogeneità, dovuto a mio giudizio alla chiarezza della metodologia, dei contenuti da affrontare e dei risultati da raggiungere." (Giuseppe Rebecchini)
12,00 11,40

Architettura al presente. Moderno contiene contemporaneo

Fabrizio Toppetti

editore: LetteraVentidue

pagine: 168

Lo schiacciamento sul presente, proprio del nostro tempo, rende disponibili i materiali del passato per nuove significazioni e
14,00 13,30

Roma e l'Appia. Rovine utopia progetto

Fabrizio Toppetti, A. Capuano

editore: Quodlibet

pagine: 444

L'area storico-naturalistica dell'Appia Antica, su cui si dibatte da quasi due secoli, costituisce una sfida importante per il
42,00

Teorie figure architetti del modernocontemporaneo

a cura di F. Toppetti, A. Terranova

editore: Gangemi

pagine: 282

"La pubblicazione di questo volume segue a distanza di cinque anni l'uscita della raccolta di scritti in onore di Ludovico Quaroni intitolata "Modernocontemporaneo". Allora il titolo costituiva non più che un'ipotesi di lavoro che si è rivelata ricca di potenzialità e di possibili linee di ricerca. L'anno successivo decidemmo di invitare alcuni studiosi amici e colleghi, anche di altre discipline, a confrontarsi con le nostre tesi, ne uscì un volumetto di "scritti ulteriori" denso di riflessioni e di critiche. Ora abbiamo avvertito la necessità di riprendere l'argomento e tentare di portare a sintesi alcune dei temi lanciati e emersi nei volumi precedenti e nel dibattito che hanno suscitato. Più volte ci siamo trovati a spiegare le motivazioni dell'uso di questa parola "modernocontemporaneo". Più volte, declinandola in maniera soggettiva, abbiamo posto l'accento sui valori della continuità che tengono insieme le espressioni contemporanee più alte e sostanziate delle arti visive e nello specifico dell'architettura, all'esperienza delle avanguardie storiche, del movimento moderno, e della modernità tutta. L'obiettivo è inquadrare e valutare la produzione attuale di maggiore riconoscibilità e presenza sulla scena internazionale, che oggi possiamo ritenere storicizzata, nel rapporto con le proprie radici e con l'individuazione di possibili linee di ricerca future." Presentazione di Piero Ostilio Rossi.
30,00 28,50

Rassegna di architettura e urbanistica

a cura di M. Argenti, F. Toppetti

editore: Quodlibet

pagine: 127

"Rassegna di architettura e urbanistica" è una rivista internazionale di architettura con testi in italiano o in lingua origin
16,00 15,20

Non è un paese per architetti. Quattro storie di progetti per lo spazio pubblico in Italia

Fabrizio Toppetti

editore: Prospettive Edizioni

pagine: 116

"Sono due, oggi, le ragioni che rendono il progetto dello spazio pubblico il tema più difficile che possa affrontare un architetto italiano. La prima riguarda lo smisurato allargamento della partecipazione democratica al dibattito sulle scelte "non specialistiche" degli spazi (comuni) urbani: sul tema sociale per eccellenza, tutti possono intervenire, proporre, manifestare il loro consenso o, più frequentemente, una feroce e confusa opposizione. La seconda, causa e effetto della prima, riguarda il cambiamento radicale dello statuto e della dimensione fisica dello spazio pubblico nel passaggio dal moderno alla contemporaneità: da luogo dell'autorappresentazione celebrativa della visione egemone della collettività, delle "adunate oceaniche" politiche, celebrative, religiose, e commerciali auspicate dalla società del XIX e della prima metà del XX secolo, a luoghi intimi e articolati della condivisione per piccoli numeri del contemporaneo". (Aldo Aymonino)
10,00 9,50

Il parco e la città. Il territorio storico dell'Appia nel futuro di Roma. Ediz. italiana e inglese

Alessandra Capuano, Orazio Carpenzano
e altri

editore: Quodlibet

pagine: 297

Il grandioso obiettivo di preservare nel tempo il patrimonio dell'Appia si è costantemente scontrato, sin dai primi tentativi d'epoca napoleonica, con gli ostacoli rappresentati dall'oneroso impegno finanziario e dall'enorme quantità di interessi speculativi che insistono sulla zona. La costituzione del Parco Regionale, grazie anche alle battaglie condotte negli anni Ottanta da Antonio Cederna, ha rappresentato sì un punto di svolta nella gestione del problema e nella lotta all'abusivismo, ma una soluzione definitiva è ancora lontana. Il Parco dell'Appia, infatti, presenta innumerevoli anomalie, fra le quali l'essere costituito per l'85 % da territorio privato, che rendono più complicata, al momento, l'auspicata possibilità di poterne usufruirne come bene pubblico. Il volume affronta la necessità di un radicale ripensamento, che parta da azioni sinergiche all'interno dei vari aspetti che di solito vengono trattati settorialmente: la conservazione e l'utilizzo dei beni culturali e dell'ambiente, il traffico, l'espansione urbana, la protezione delle aree agricole, il problema dell'abusivismo. Uno sforzo congiunto che architetti, paesaggisti, urbanisti e archeologi, assieme a studenti e a rappresentanti della società civile, hanno profuso nel progettare soluzioni organiche e sostenibili in difesa di uno dei più straordinari patrimoni storico-naturali del mondo intero.
32,00 30,40

Modernocontemporaneo. Scritti in onore di Ludovico Quaroni

a cura di O. Carpenzano, F. Toppetti

editore: Gangemi

pagine: 461

Questo volume nasce da una iniziativa avviata nel 2004 promossa dall'allora DAAC (Dipartimento di Architettura e Analisi della Città) associata al Convegno organizzato dalla Prima Facoltà di Architettura dell'Università di Roma "La Sapienza" dedicato alla figura di Ludovico Quaroni. Il libro, raccoglie 46 scritti oltre alla presentazione e ai saggi introduttivi (che non sono direttamente corrispondenti alla figura dell'architetto e del maestro romano) pervenuti in seguito all'invito di provare a raccontare una visione molteplice del Modernocontemporaneo che scandagliasse temi e progetti con sguardi e strumenti diversi, ampiamente trattati dal maestro (ma non esclusivamente di matrice quaroniana) centrali nel segnare il passaggio tra la stagione del moderno (moderno come movimento) e quella del contemporaneo.
40,00 38,00

Paolo Angeletti. Disegni di architettura

a cura di A. Capuano, A. Greco

editore: Prospettive Edizioni

pagine: 64

Il catalogo racchiude disegni di differente natura, fatti per occasioni e motivi diversi, in un arco temporale che va dalla fine degli anni cinquanta ai primi anni del nuovo millennio. Il risultato è un panorama sufficientemente ampio e rappresentativo delle varie sfaccettature della figura di Paolo Angeletti e delle declinazioni molteplici del disegno di architettura.
10,00 9,50

Il danno psichico. Con CD-ROM

Francesca Toppetti

editore: Maggioli Editore

pagine: 331

32,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.