Novità Libri adottati nelle Università di Milano Tutti i libri corso per corso, esame per esame

Libri di E. Rossi

Atharvaveda. Il veda delle formule magiche

a cura di P. Rossi

editore: Mimesis

pagine: 290

L'Atharvaveda è il quarto Veda, ossia il quarto testo sapienziale della cultura indiana più antica
20,00 19,00

La rivoluzione scientifica. Da Copernico a Newton

a cura di P. Rossi

editore: ETS

pagine: 336

Questa antologia, curata da Paolo Rossi, è uno strumento utile sia agli studenti, sia al grande pubblico interessato a un even
30,00 28,50

Concorso per giovani illustratori. Catalogo

a cura di F. Rossi

editore: AIB

pagine: 222

30,00

ACT per adolescenti. Trattare teenager e adolescenti in terapia individuale e di gruppo

Sheri L. Turrell, Mary Bell

editore: Giovanni Fioriti Editore

pagine: 292

Il focus non è fornire una descrizione approfondita dei concetti fondamentali dell'ACT ma presentare la migliore spiegazione d
30,00 28,50

Il Novecento per il Museo dell'Opificio delle pietre dure

a cura di S. Rossi

editore: Sillabe

pagine: 71

La collana "Tesori in luce al Museo dell'Opificio delle Pietre Dure" propone all'attenzione dei visitatori oggetti d'arte prov
15,00 14,25

Percezione del gioco d'azzardo e modalità di prevenzione. Un'indagine sugli stili educativi dei genitori

a cura di E. Rossi

editore: Mondadori Bruno

pagine: 224

L'età in cui si inizia a giocare d'azzardo incide in maniera significativa sullo sviluppo di quella che oggi è considerata una
15,00 14,25

Riabitare l'Italia. Le aree interne tra abbandoni e riconquiste

a cura di A. De Rossi

editore: Donzelli

A dispetto dell'immagine che la vuole strettamente legata a una dimensione urbana, l'Italia è disseminata di «territori del ma
44,00 41,80

Si racconta Giovanni Anceschi per immagini

a cura di D. Rossi

editore: Quodlibet

pagine: 71

Nei primi anni Sessanta del Novecento è stato tra i fondatori del movimento dell'Arte cinetica e programmata. Nel Duemila ha ripreso a dedicarsi a un'arte immersiva, metamorfica e interattiva. Fra i due momenti ha sviluppato un'attività multiforme di designer, regista multimodale, saggista e organizzatore di cultura della visibilità, e per quarantaquattro anni ha insegnato nell'università discipline dell'arte e del progetto.
15,00 14,25

Scritti filosofici

Denis Diderot

editore: Einaudi

pagine: 301

"Negli anni successivi ai Pensées philosophiques e alla Promenade du sceptique (1746-1747), nei quali è evidente l'influsso della teologia naturale newtoniana, Diderot perviene - sulla base dei suoi interessi per le scienze naturali in genere e per la biologia in particolare - a elaborare un grandioso tentativo di « spiegazione » della realtà naturale. Questo tentativo trova la sua prima espressione nella Lettre sur les aveugles del 1749 e giunge al suo pieno compimento nell'Interpretation de la nature (1753), nell'Entretien entre d'Alembert et Diderot e nel Rêve de d'Alembert (1769). Alla natura «statica» e «creata» dei newtoniani e di Voltaire, Diderot va ora contrapponendo l'immagine di una realtà fisica in continuo movimento e sviluppo, che trae origine da se medesima e nella quale la presenza di un «ordine» non autorizza ad alcuna affermazione circa la presenza di cause finali o l'esistenza di un supremo ordinatore. [...] Quello di Diderot è un umanesimo ben lontano dagli ideali del classicismo retorico. Non a caso esso trova il suo compimento e la sua più alta espressione nell'impegno per rendere la filosofia «popolare», nella lotta contro le superstizioni e le oscurità, nel riconoscimento della identità fra avanzamento del sapere tecnico-scientifico e progresso della civiltà, nella volontà di far convergere la teoria e la pratica, le arti liberali e le arti meccaniche, dando vita a una cultura nuova che ha la sua prima espressione nell'Encyclopedie e nella grandiosa «storia» delle arti e delle tecniche che in essa è contenuta." (Dallo scritto di Paolo Rossi)
28,00 26,60

L'Italia centrata. Ripensare la geometria dei territori

a cura di E. Rossi

editore: Quodlibet

pagine: 176

Questo libro vuol essere al contempo una ricerca e una proposta. Da un lato è qui svolta l'analisi di un territorio mediano che presenta più di un'affinità sul piano economico, paesaggistico, legislativo, urbanistico e artistico nonostante le regioni Toscana, Umbria e Marche raramente siano state oggetto di una seria comparazione. Dall'altro Enrico Rossi propone la riorganizzazione in una forma unitaria e organica di questi territori come tassello di una riorganizzazione generale del Paese, così come è già accaduto analogamente in altri stati dell'Unione Europea: "La ricomposizione delle due 'Italie' passa da un nuovo regionalismo, un regionalismo differenziato. La costruzione della macroregione infatti, oltre che sforzo istituzionale e simbolico è anche il terreno di una sfida più ampia. La generazione di nuovi corpi intermedi dopo il vento distruttivo della recessione: l'Italia Centrata come corpo intermedio sociale e territoriale di dimensione europea". Prefazione di Aldo Bonomi.
16,00 15,20

Vita da Paz. Storia e storie di Andrea Pazienza

Franco Giubilei

editore: Odoya

pagine: 301

Matite e pennarelli di Andrea Pazienza hanno raccontato in modo ineguagliabile le contorsioni, i drammi e le ridicolaggini di un periodo chiave della nostra storia recente, quegli anni a cavallo dei Settanta e degli Ottanta in cui è cambiato tutto, e dalla contestazione generale si è passati rapidamente ai fasti dell'edonismo reaganiano. Andrea Pazienza lo ha fatto da artista del fumetto. Questo libro ne descrive formazione, ascesa e cadute agli inferi lungo una vita breve ma intensissima, interrotta a soli 32 anni dall'eroina che se lo portò via come avrebbe potuto fare con uno dei suoi personaggi. Una rockstar del fumetto, come si era definito lui stesso in una storia di Zanardi, forse non poteva finire altrimenti. Ma la figura di Andrea Pazienza non è riducibile allo stereotipo dell'artista bello e dannato, e Vita da Paz ne ricostruisce la personalità complessa attraverso le testimonianze di quanti lo hanno conosciuto da vicino: i compagni d'arme di una stagione irripetibile del fumetto italiano, da Vincino a Scòzzari a Sparagna; gli amici della scena bolognese, Freak Antoni e Gaznevada in testa; le donne che lo hanno accompagnato, da Betta Pellerano alla vedova Marina Comandini. E poi ci sono i racconti di Sergio Staino, Milo Manara, Gino Castaldo, Renato De Maria e della "guardia del corpo" Marcello D'Angelo. Questa biografia è anche un viaggio a ritroso negli ambienti creativi di quei tempi, terreno fertile per esperienze editoriali oggi impensabili, da "Cannibale" a "Il Male" a "Frigidaire"...
18,00 17,10

Tradizione e modernità. L'influsso dell'architettura ordinaria nel moderno

a cura di U. Rossi

editore: LetteraVentidue

pagine: 208

I saggi, di Alberto Ferlenga, Michelangelo Sabatino, Viola Bertini, Santiago Gomes, Elisa Brusegan, Ugo Rossi, Manuel Orazi, Lorenzo Fabian, Marco Bertozzi, Pisana Posocco, Maria García Vergana, Nadia Fava, Andrea Canclini, Antonio Vito Riondino, Stefanos Antoniadis, sviluppano un'ampia riflessione sul dibattito contemporaneo tra architettura ordinaria e modernità, indagando la complessità di relazioni che caratterizzano questo rapporto, sia in riferimento al debito che gli architetti moderni hanno con l'architettura ordinaria sia alle modalità con cui questa partecipa e si integra con il Movimento Moderno. I panorami che l'architettura tradizionale e moderna costruiscono sono osservati oltrepassando la questione storiografica e la loro interpretazione antitetica, superando questi limiti, il volume si propone di osservare la continuità con cui si sono manifestati, studiando la ricchezza di contenuti e soprattutto la varietà di significati che essi hanno assunto.
18,00 17,10

Diritto dell'ambiente

a cura di G. Rossi

editore: Giappichelli

pagine: 456

35,00

Il gruppo tra mente e corpo. Percorsi terapeutici

a cura di B. Rossi

editore: Franco Angeli

pagine: 224

Fin dai tempi antichi l'uomo si è interrogato sulla relazione tra il corpo e l'anima, il corpo e la mente, tra fattori somatici e fattori psicologici. Ma pur riconoscendone la relazione e l'interrelazione, per molto tempo il "corpo" è rimasto presenza silenziosa nelle stanze di analisi e di psicoterapia, anche quando la terapia avveniva in gruppo. In passato, un "ascolto" particolare era riservato al corpo quando "urlava", cioè quando proprio quel corpo si ammalava. Per fortuna, oggi è possibile fare di meglio: le recenti scoperte della ricerca neuroscientifica, il confronto teorico e clinico avviato all'interno di varie correnti psicoterapeutiche, la "svolta relazionale" della psicoanalisi, nuovi approcci in psicotraumatologia come l'EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), le nuove impostazioni della psicosomatica ci permettono infatti di ri-pensare ai rapporti mente-corpo. Questo libro, partendo da una revisione di alcuni principi teorici relativi all'esserci (interamente, mente e corpo) e al gruppo, esplora l'utilizzo di alcune tecniche di gestione del gruppo in territori di frontiera. Ne deriva la proposizione di strumenti e pratiche operative che ripensano al rapporto mente-corpo-gruppo-ambiente, grazie anche alla ricchezza di un lavoro corale portato avanti sinergicamente con i vari co-autori. Il volume si rivolge a operatori che si occupano a vari livelli di percorsi psicoterapeutici, terapeutici, di benessere, di salute.
28,00
25,00 23,75

Dall'Universitas Sutorum all'Accademia Nazionale Sartori. Ediz. italiana e inglese

a cura di M. S. Rossi, S. Di Rienzo

editore: De Luca Editori d'Arte

pagine: 319

L'Accademia dei Sartori ha radici profonde e remote, risale infatti al 1575, allora chiamata Università dei Sartori, voluta pe
80,00 76,00

La via del cosmo. Sputnik, Lunik, Vostok: l'assalto sovietico al cielo

Jurij A. Gagarin

editore: Pgreco

pagine: 232

Gagarin. Basta il nome. È forse oggi incredibilmente difficile far percepire quanto, mezzo secolo fa, bastasse il nome, solo quel nome, che poi era il cognome di Jurij Alekseevic Gagarin, per muovere in milioni e milioni di persone di tutto il pianeta un entusiasmo paragonabile allora solo a quello della prima rockstar, Elvis Presley. Non è un caso se questi due personaggi rappresentano al meglio i modelli sociali e politici che si scontrano nella guerra fredda. Lo statunitense Presley simboleggia il giovanilismo ribelle, la cosiddetta libertà americana. Gagarin è la massima rappresentazione del mito dell'uomo sovietico: bello, bravo, studioso, laborioso, impegnato. È lo scontro epocale tra due superpotenze che in quell'inizio di decennio, nel 1961, moltiplicano il confronto, non solo nello spazio, ma anche sulla terra, anche perché a Cuba hanno vinto Che Guevara e i fratelli Fidel e Raul Castro. Gagarin realizza un vivace ed emozionato racconto della sua vita, che è anche quello della scienza sovietica, dei successi conseguiti e dei sogni di una generazione. Di lui Gianni Rodari ha scritto: "Il volo di Gagarin è stato reso possibile dal lavoro, dalle sofferenze, dalle speranze, dalle lotte di centinaia di generazioni, è il fiore bellissimo che non può sbocciare se non ha stelo, radici e tanta buona terra intorno. ... L'uomo dello spazio... non Icaro, che sogna di toccare il sole e cade. Lui vola e ritorna e ci dice che la strada è aperta..." Prefazione di Margherita Hack.
14,00 13,30
13,00 12,35

Sogni cuciti a mano. Il fascino della seduzione nelle collezioni del Museo d'Arte sartoriale di Capracotta

a cura di M. S. Rossi, S. Di Rienzo

editore: De Luca Editori d'Arte

pagine: 450

La monografia dedicata al Maestro dell'arte sartoriale, Sebastiano Di Rienzo, nasce in occasione dell'inaugurazione del primo Museo dedicato all'abito sartoriale contemporaneo. La monografia ripercorre gli oltre 50 anni del costume sartoriale italiano, splendidamente rappresentato dalle creazioni del Maestro sarto.
30,00 28,50

La storia delle storie dell'arte

a cura di O. Rossi Pinelli

editore: Einaudi

pagine: 526

Un libro popolato dai protagonisti che nel corso dei secoli, da Vasari ai nostri giorni, in Europa come negli Stati Uniti, hanno contribuito alla costruzione di una nuova disciplina: la storiografia artistica nei suoi molteplici indirizzi di ricerca. Emergono i profili dei tanti metodi messi in campo per analizzare e interpretare le opere, dall'attribuzione all'iconografia e all'iconologia, dalla critica formalista alla storia sociale dell'arte, dalla ricerca ancorata ai documenti a quella ispirata alla storia delle idee, delle religioni, della cultura, fino all'assunzione di modelli attenti all'antropologia come alle scienze naturali. Un volume che mancava ma di cui si avvertiva la necessità perché, tenendo presente che il mestiere dello storico dell'arte è differente da quello del filosofo di estetica e del teorico, sono stati riannodati gli aspetti del lavoro più squisitamente storiografico con tutte quelle sollecitazioni attivate dagli stessi oggetti di studio. Le autrici hanno ricostruito infatti la proficua simbiosi tra la scrittura e il lavoro sul campo nei musei, nei territori, nel mercato, nelle collezioni private, nelle esposizioni, nelle scelte di tutela e di restauro. Tutte attività che hanno concorso a valorizzare, conservare e trasmettere alle generazioni a venire la ricchezza di un patrimonio identitario.
36,00 34,20

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.