Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Libri di Andrea Branzi

Introduzione al design italiano. Una modernità incompleta

Andrea Branzi

editore: Baldini & Castoldi

pagine: 230

Scritto da uno dei suoi protagonisti, questo saggio ripercorre la genetica del design italiano, risalendo alle sue radici prof
25,00 23,75

Una generazione esagerata. Dai radical italiani alla crisi della globalizzazione

Andrea Branzi

editore: Baldini & Castoldi

pagine: 314

"L'Italia è l'unico Paese europeo che non ha mai fatto una Rivoluzione: per questo motivo ha maturato una grande abilità nell'
16,90 16,06

Giò Ponti

Andrea Branzi

editore: Motta Architettura

35,00

Tom Dixon

Andrea Branzi

editore: 24 Ore Cultura

35,00

Philippe Starck

Andrea Branzi

editore: 24 Ore Cultura

35,00

Gli strumenti non esistono. La dimensione antropologica del design

Andrea Branzi, Armin Linke
e altri

editore: Johan & Levi

pagine: 55

La Civiltà Merceologica non è soltanto consumismo, volgarità commerciale, oggetti inutili e invadenti, ma rappresenta la realt
9,00 8,55

Ritratti e autoritratti di design

Andrea Branzi

editore: Marsilio

pagine: 263

Che cos'è oggi la professione di designer? Per rispondere a questa domanda, questo libro descrive le vicende di tre generazion
28,00 26,60

Genetic tales. Ediz. italiana e inglese

Andrea Branzi

editore: Corraini

pagine: 196

Questo libro nasce dall'interesse di Andrea Branzi per il rapporto tra la genetica e il design, tra la produzione di serie e le varianti infinite del genere umano. A partire dal tema dell'evoluzione genetica, la ricerca di Andrea Branzi ha affrontato l'idea dell'infinito umano: in altre parole, il formarsi delle folle a partire dalla coppia. Parallelamente, il progetto si è concretizzato in una collezione di ventimila vasi per Alessi, decorati uno ad uno con il disegno di una faccia diversa. Le leggi che governano la diffusione di uomo e oggetto vengono qui implicitamente accostate: la possibilità di moltiplicare una "cosa" all'infinito - dimensione culturale, tecnicamente fuori dal mercato - appartiene infatti soltanto ad uno spazio mentale. La cultura produttiva moderna si è fermata all'idea della serie, ma l'infinito può essere una dimensione possibile nel momento in cui lo si lascia intendere, rivelando un frammento di una dimensione illimitata. E tuttavia, nell'umano come nell'oggettuale, all'interno del panorama indistinto dell'infinito il singolo conserva la sua propria identità, che lo individua e lo rende unico fra i molti.
20,00 19,00

Michele De Lucchi. Paintings 2003/04/05. Ediz. italiana e inglese

Michele De Lucchi, Andrea Branzi
e altri

editore: Corraini

pagine: 184

L'architettura e il design non sono semplici risposte alle necessità dei clienti, dell'industria o del mercato, ma anche attività autonoma di riflessione. In questo contesto si collocano i disegni di Michele De Lucchi: non premesse di progetti veri e propri e nemmeno evasioni dagli impegni professionali, questi disegni sono espressione autonoma di una sperimentazione ininterrotta e di una riflessione personale sullo spazio. Questo volume raccoglie 111 disegni di Michele De Lucchi eseguiti fra il 2003 e il 2005 a tempera e matite: una serie di variazioni su carta attorno ad archetipi compositivi essenziali, grezzi e potenti, autonomi rispetto ai progetti di architettura ma contemporaneamente loro fondamento implicito. Il volume include testi di Andrea Branzi e Luca Molinari, che analizzano da vicino l'attività artistica di Michele De Lucchi inserendola all'interno del suo percorso di architetto e designer, ed è pubblicato in occasione della mostra Paintings 2003/04/05 presso la Galleria Antonia Jannone di Milano (16 ottobre - 17 novembre 2008).
48,00 45,60

Franco Albini

Andrea Branzi

editore: Motta Architettura

35,00

Joe Colombo

Andrea Branzi, Ignazia Favata

editore: 24 Ore Cultura

"Noi vediamo la casa come strumento di vita capace di soddisfare un certo numero di esigenze ben definite in modo flessibile. Le ragioni che individuano le nuove esigenze dell'habitat sono: la trasformazione dell'impostazione sociale in atto, l'avvento e il perfezionamento delle comunicazioni audio-visive, il perfezionamento tecnologico, il superamento dell'attuale fase consumistica." (Joe Colombo)
35,00

Il design italiano 1964-2000

Andrea Branzi

editore: Mondadori Electa

pagine: 588

Dopo anni di progetti rinviati e tentativi falliti è nato nel 1998 il Museo del Design italiano, di cui SIlvia Annicchiarico è conservatrice. Dalla collezione permanente sono nate due mostre itineranti che hanno oresentato il nostro design in circa venti paesi del mondo. Questo volume testimonia gli sforzi e gli studi che stanno intorno a questa istituzione e il rapporto profondo che l'arte del design ha instaurato con la società, il costume e la cultura del nostro paese.
70,00

La casa calda

Andrea Branzi

editore: Idea Books (Milano)

30,99
79,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.