Libri di Raul Pantaleo | Libreria Cortina dal 1946
Consegna gratis sugli ordini superiori a 29 €

Libri di Raul Pantaleo

La sporca bellezza. Indizi di futuro tra guerra e povertà

Raul Pantaleo

editore: Elèuthera

pagine: 127

Queste "cronache da un mondo altro" raccontano in presa diretta le sfide che l'architettura deve affrontare quando opera nei p
13,00 12,35

Terre perse. Viaggio nell'Italia del dissesto e della speranza

Raul Pantaleo, Marta Gerardi
e altri

editore: Becco Giallo

pagine: 123

Decenni di irresponsabilità e malaffare hanno intossicato il nostro paesaggio e consumato risorse vitali. Ora abbiamo un mondo da bonificare e ripensare insieme: non resta che rimboccarci le maniche e lavorare, cambiando definitivamente il nostro punto di vista sull'architettura e sul territorio.
16,00 15,20

Architetture resistenti. Per una bellezza civile e democratica

Raul Pantaleo, Marta Gerardi
e altri

editore: Becco Giallo

pagine: 125

Gli stabilimenti Olivetti a Pozzuoli, il Museo dell'Olocausto nella Risiera di San Sabba a Trieste, il Parco Archeologico di Selinunte a Trapani, il Museo della Memoria a Bologna, l'Auditorium dell'Aquila. Le "Architetture Resistenti", come l'acqua, la terra e l'aria che respiriamo, fanno parte del nostro quotidiano e ci aiutano a vivere meglio. Sono militanti, coraggiose, visionarie, celebrano la voglia di resistere: al fascismo, alla speculazione, all'economia selvaggia, all'ingiustizia, alla devastazione dell'ambiente, alla barbarie. Rifiutano la spettacolarizzazione e la monetizzazione della realtà, la concezione degli architetti come divi dello spettacolo, la moda effimera e superficiale. Ritrovano etica e creatività, diritti e innovazione, bellezza e futuro, partecipazione e consapevolezza, l'idea di un'architettura come mezzo e non come fine, o forse solo come bene comune.
16,00

Attenti all'uomo bianco. Emergency in Sudan: diario di cantiere

Raul Pantaleo

editore: Elèuthera

pagine: 131

Un diario di cantiere scritto tra Sudan e Italia che ripercorre l'esperienza dell'autore come architetto di Emergency durante la costruzione dell'unico centro africano di cardiochirurgia in grado di fornire assistenza gratuita in un'area di due milioni di chilometri quadrati e per una popolazione di dieci paesi. Sono riflessioni e considerazioni, ma è soprattutto il racconto di cosa sia stato progettare e costruire avendo come sfondo la fame, la morte, la guerra, in mezzo a una natura particolarmente inospitale. Operare in una regione desertica, martoriata da una ventennale guerra civile, ha infatti richiesto l'assunzione di criteri progettuali innovativi tanto dal punto di vista teorico che pratico, imponendo una riflessione a tutto campo sui principi etici che stanno alla base della progettazione architettonica. Il centro "Salam" di Emergency - come mostra il ricco percorso fotografico che accompagna il racconto - è così diventato la visione di un mondo possibile. Perché in un paese in cui la sofferenza, la miseria, la morte sono strutturali al vivere quotidiano, un centro sanitario d'eccellenza capace di essere "scandalosamente bello" e che rivendica il diritto di tutti a una salute gratuita ha assunto un significato emblematico: non solo un segno di speranza per l'oggi, ma un'utopia lanciata verso il futuro.
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento