Libri di Patrizia Scarzella | Libreria Cortina dal 1946
Nuovo metodo di consegna! Ritira il tuo ordine quando e dove vuoi Scopri di più

Libri di Patrizia Scarzella

Comunicazione visiva del prodotto d'arredo. Metodi e tecniche per il progetto della pubblicità a stampa

Patrizia Scarzella, Ylenia Bitetti

editore: Franco Angeli

pagine: 136

L'evoluzione espressiva nella comunicazione pubblicitaria a stampa dei prodotti di arredamento, assai meno dinamica di altri settori come moda ed elettronica, viene qui comparata con i mutamenti dei linguaggi della comunicazione visiva degli ultimi vent'anni. Assunta la chiave semiotica come strumento di analisi, oggetto di trattazione del libro sono le metodologie e le tecniche del progetto di comunicazione pubblicitaria, nonché i modi per misurarne l'efficacia. In appendice vengono inoltre riportati alcuni emblematici casi studio (Boffi, Flaminia, Flou, Lema, Slamp), unitamente alla testimonianza di esperti (Elio Carmi, Mario Piazza, Daniele Pitteri, Elena Israela Wegher) sugli scenari futuri e sulle prospettive possibili di evoluzione del linguaggio di comunicazione dell'arredamento.
21,50

Oggetti sonori. La dimensione invisibile del desgin. Milano 2009

Marco Ferreri, Patrizia Scarzella

editore: Mondadori Electa

pagine: 129

Il design del suono ha profondamente modificato il modo di intendere il progetto. Ha ridefinito il valore della sonorità, rivalutando il rumore dell'oggetto e conferendogli la dignità di suono e, successivamente, ha istituito un proprio duplice campo di azione. Da un lato, la creazione di una identità sonora ex novo per oggetti tecnologici di moderna concezione. È il caso per esempio dei jingle di accensione di computer e cellulari. Su un altro fronte, il design del suono assegna vecchi suoni a oggetti che sono l'evoluzione digitale di tecnologie pre-digitali: è il caso del "click" prodotto dalle moderne macchine digitali, oppure del "drin" emesso allo squillo dai telefoni cellulari. Il primo tende a superare l'oggetto pre-digitale miniaturizzandolo e de-materializzandolo fino allo stravolgimento della sua originaria morfologia; il secondo invece pone con il suo "effetto-ricordo" un argine sentimentale a questa onda di trasformazione, legando all'oggetto digitale la memoria sonora del suo precursore pre-digitale. C'è un comune denominatore: il riconoscimento dell'importanza del design del suono nel progetto dei nostri oggetti quotidiani. Il nostro obbiettivo è che questa mostra produca nel corso degli anni nuovi stimoli, che saranno raccolti via web per generare un futuro progetto espositivo integrato.
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento