Libri di Laura Gioeni | Libreria Cortina dal 1946
Nuovo metodo di consegna! Ritira il tuo ordine quando e dove vuoi Scopri di più

Libri di Laura Gioeni

Considerazioni inattuali. Critica e cultura della conservazione dell'architettura

Laura Gioeni

editore: Franco Angeli

pagine: 128

Il volume raccoglie, accanto agli articoli pubblicati dal 2002 sulla rivista ANANKE i testi, rimasti in taluni casi inediti, di alcune relazioni presentate in occasione di convegni di livello internazionale che proseguono la riflessione interdisciplinare tra filosofia e cultura della conservazione già avviata con Genealogia e progetto. La pubblicazione in forma di silloge di questi contributi, dedicati ad approfondire e integrare le argomentazioni contenute nel volume precedente, offre al lettore chiarimenti e nuovi punti di vista sulle tematiche di riferimento nella ricerca dell'autore, tesa a mostrare come scelte di campo nella teoria e pratica del restauro coinvolgano implicite e talora inconsapevoli assunzioni sul piano teoretico, etico, estetico e di filosofia della storia che vengono a comporne l'orizzonte di significato. Con taglio critico sono dunque riletti alcuni dei protagonisti della storia del restauro - Viollet le Duc, Ruskin, Riegl, Brandi, Sanpaolesi - e viene affrontata la discussione di concetti e temi centrali nella teoria della disciplina - pittoresco e sublime, restauro e filologia, storicismo e genealogia, storia ed estetica, autenticità e materia, conservazione e progetto - e la disamina di casi concreti di intervento.
17,00

Genealogia e progetto. Per una riflessione filosofica sul problema del restauro

Laura Gioeni

editore: Franco Angeli

pagine: 160

Il volume, esplorando un terreno di auspicabile sinergia tra studi filosofico-umanistici e cultura dell'architetto, offre, attraverso una lettura di taglio genealogico, un approccio propedeutico alle problematiche del restauro architettonico. Si vuole mostrare, anche con strumenti e categorie di analisi mutuati dalla pratica filosofica, come, accanto ad una visione del restauro come "rifazione", venga progressivamente ad affermarsi una teoria della conservazione. Infine, viene considerata l'anatomia critica della produzione teorica di Cesare Brandi, che libera definitivamente il campo a una concezione che ridefinisce la pratica del restauro come domanda e pratica genealogica, esercizio etico e progettuale.
22,00
9,30 8,84

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento