Libri di Diego Lama | Libreria Cortina dal 1946
Dal 1946 a fianco di professionisti e studenti Scopri cosa dicono di noi

Libri di Diego Lama

Amazing houses. Ediz. inglese, francese, tedesca, spagnola

Diego Lama

editore: CLEAN

pagine: 70

Ecco a voi le 70 case più sorprendenti del mondo La loro stupidità vi farà dubitare per un attimo delle vostre normali sicurezze: vi chiederete cosa si proverebbe a vivere in una casa inclinata, rotolante, lunga, piccola, piena, fai-da-te, scomposta, zig-zag, morbida, pericolosa o allungabile... Forse non così male, almeno per qualche ora. Ciò che rende queste case davvero amazing, non è la loro irrealizzabilità, ma la paradossale vocazione a svolgere una sola e unica maniacale mansione, che dà titolo e poi forma all'abitazione. Potrebbero appartenere tutte a una città assurda, dove lo scopo dell'abitare è stato separato da quello dell'apparire, dove l'utilità è stravolta dalla tipologia, dove l'idea-forma travalica la funzione... In altre parole: case strampalate per gli uomini contemporanei, sempre più alienati dall'architettura.
12,00 11,40

Cemento romano

Diego Lama

editore: CLEAN

pagine: 224

Sedici architetti romani nati dal 1920 al 1940 ricordano la propria vita. Appare la Roma degli anni Cinquanta e Sessanta quando il cinema, l'arte, la politica la rendevano una delle città più interessanti d'Europa; degli anni Sessanta e Settanta quando le proteste studentesche trasformarono la città in un luogo di forti contrasti. Raccontano l'Università di Valle Giulia degli anni Quaranta e Cinquanta, di Libera, Muratori, Zevi, Quaroni, Ridolfi e dei protagonisti di quel periodo. Gli anni Ottanta con tutte le illusioni e le rivoluzioni culturali degli anni Novanta e il presente: Gatti, Barucci, Passarelli, Mandolesi, Melograni, Anversa, Aymonino, Vittorini, Nicoletti, Portoghesi, Marconi, Anselmi, Sartogo, Valle, Purini, Rebecchini.
18,00 17,10

Storie di cemento. Gli architetti raccontano

Diego Lama

editore: CLEAN

pagine: 224

Il Novecento è stato un secolo difficile per l'architettura e per l'urbanistica a Napoli: la guerra, l'esplosione demografica, la speculazione edilizia, l'abusivismo, il conservatorismo, i vincoli, il pessimismo, la mancanza di cultura, l'assenza di iniziative, lo spreco del denaro pubblico hanno procurato un danno enorme al sistema urbano partenopeo. In un periodo così confuso, però, c'è chi ha costruito la propria città cercando di far emergere una nuova immagine, un'altra Napoli, quella dell'architettura e delle idee. Alla base di questo libro vi è la volontà di dare voce agli architetti che hanno pensato la città sorta negli ultimi cinquanta anni, che sono stati al centro del dibattito culturale e che, in qualche misura, sono responsabili della sua trasformazione. Senza i loro edifici Napoli sarebbe certamente molto diversa. Raccogliere assieme le loro esperienze, confrontarle, può servire a capire meglio la città e la sua evoluzione.
16,00 15,20

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.