18app attiva! I nati nel 2001 potranno iscriversi e ricevere 500 euro da spendere in buoni Scopri di più

Libri di D. Del Curto

Una rivoluzione di forme. Le Scuole Nazionali d'Arte di Cuba

John Loomis

editore: Mimesis

pagine: 294

Una delle opere architettoniche più significative della Rivoluzione Cubana è rimasta per molti anni abbandonata nei sobborghi
28,00 26,60

Gli insediamenti tradizionali delle Alpi. Conservazione e riuso

a cura di D. Del Curto, G. Menini

editore: Mimesis

pagine: 209

Vale ancora la pena di proteggere gli insediamenti tradizionali delle Alpi? Questo libro propone una selezione di ricerche e p
26,00 24,70

Architecture in the Alps. Heritage and design

a cura di D. Del Curto, G. Menini

editore: Mimesis

pagine: 341

32,00 30,40

Alpi. Architettura. Patrimonio, progetto, sviluppo locale

a cura di D. Del Curto, G. Menini

editore: Mimesis

pagine: 371

"Il rapporto tra le Alpi e l'eredità costruita del XX secolo è il filo che lega gli scritti di questa raccolta
32,00 30,40

Il villaggio Morelli. Identità paesaggistica e patrimonio monumentale

a cura di L. Bonesio, D. Del Curto

editore: Mimesis

pagine: 292

Il villaggio "Eugenio Morelli" di Sondalo (Sondrio) è stato il più grande sanatorio d'Europa
24,00 22,80

Una questione di paesaggio. Il villaggio Morelli e la Valtellina

a cura di L. Bonesio, D. Del Curto

editore: Mimesis

pagine: 111

Il Villaggio "Eugenio Morelli" di Sondalo, costruito tra il 1932 e il 1939, offre la visione di un inedito e spettacolare "teatro sanatoriale", che sostituisce all'assetto agricolo e forestale della montagna un paesaggio moderno e sorprendente, ancor oggi esempio insuperato di alta qualità edilizia e di efficace e moderna interpretazione del genius loci. Tuttavia, per molti anni, è mancata al "Morelli" proprio un'adeguata comprensione del suo carattere paesaggistico, che nell'esplicito modernismo e nell'estensione dell'insediamento sembrava costituire uno scarto incomponibile rispetto all'immaginario dell'abitare alpestre. È qui proposta una riflessione sulle realtà paesaggistiche del contesto alpino valtellinese, volta a una contestualizzazione storica ed ermeneutica del Villaggio Morelli di Sondalo in quanto creazione esplicitamente paesaggistica. Considerare il "paesaggio" del Morelli significa anche portare l'attenzione sulle visioni (o mancate visioni) delle pratiche e degli immaginari che hanno strutturato dal dopoguerra in poi il paesaggio valtellinese, la cui portata problematica è questione da affrontare a tutto campo, a partire dalla comprensione delle prospettive e delle dinamiche (anche contrastanti) espresse negli ultimi decenni.
14,00 13,30

Materiali per il design. Introduzione ai materiali e alle loro proprietà

Barbara Del Curto, Claudia Marano
e altri

editore: CEA

pagine: 448

Questo libro è un primo approccio ai materiali e alle tecnologie ed è indirizzato agli studenti che incontrano per la prima vo
50,50 47,98

Indoor environment and preservation. Ambiente interno e conservazione. Climate control in museums and historic building

a cura di D. Del Curto,

editore: Nardini

pagine: 208

Il volume è dedicato all'analisi e monitoraggio del microclima degli edifici storici a destinazione museale, ai sistemi e impianti per il controllo del microclima e agli strumenti e metodi per la valutazione e la gestione del microclima.
33,00

Il villaggio Morelli. Identità paesaggistica e patrimonio monumentale

a cura di L. Bonesio, D. Del Curto

editore: Diabasis

pagine: 292

Il Villaggio "Eugenio Morelli" di Sondalo (Sondrio) è stato il più grande sanatorio d'Europa
22,00 20,90

La pelle del design. Progettare la sensorialità

Eleonora Fiorani, Barbara Del Curto
e altri

editore: Lupetti

pagine: 227

Questo libro si propone di analizzare le relazioni tra materia e uomo, in che modo la materia viene percepita e come può essere riprogettata. In particolare, si pone l'obiettivo di indagare come le tecnologie possono conferire qualità sensoriali alla superficie di un prodotto di design, quindi alla "pelle" degli oggetti. L'evoluzione tecnologica, infatti, ha esteso le possibilità di operare sulla materia, trasformarla e plasmarla a proprio piacimento, portando però a uno smarrimento della sua identità e di conseguenza a una perdita dell'identità dei manufatti prodotti. La caratterizzazione espressiva e sensoriale dei materiali, ovvero la progettazione delle cosiddette "qualità soft" - come sensazioni tattili, colori e trasparenza - permette invece di reimpadronirsi della dimensione culturale, sensoriale e comunicativa degli oggetti. Queste qualità sono veicolate soprattutto dalla superficie che rappresenta l'interfaccia tra oggetto e utente. A fronte di una letteratura scientifica, sia di design sia di ingegneria, ricca di informazioni tecniche sui processi tecnologici di produzione e finitura, così come di informazioni su caratteristiche e applicazioni dei materiali stessi, non è sempre facile abbinare le tecnologie agli effetti ottenibili con i diversi materiali. Con questo libro, pertanto, si intende creare un ponte tra tecnologie e caratterizzazione espressiva e sensoriale della superficie dei materiali.
20,00 19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.