Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri e librai dal 1946 Scopri cosa dicono di noi

Libri di Cesare De Seta

La civiltà architettonica in Italia 1900-1944. Arte e architettura

Cesare De Seta

editore: CLEAN

pagine: 439

Gli esordi nella modernità sono segnati dall'inizio del secolo con la presenza significativa del Liberty in tutta l'Italia
30,00 27,00

La città. Da Babilonia alla smart city

Cesare De Seta

editore: Rizzoli

pagine: 173

Oggi oltre metà della popolazione mondiale vive in una città, e si stima che nel 2050 questa percentuale salirà ai tre quarti
18,00 15,30

La civiltà architettonica in Italia. Dal 1945 a oggi

Cesare De Seta

editore: Longanesi

pagine: 359

Un lungo e appassionante viaggio nella storia dell'architettura italiana del secondo dopoguerra
42,00 35,70

Biennali souvenir

Cesare De Seta

editore: Mondadori Electa

pagine: 126

Il volume si apre con ricordi sapidi, quasi a sfogliare le pagine di un diario insieme ai cataloghi di allora dalla grafica inconfondibile. Tra le vicende personali, narrate con piglio vivace, di artisti, opere e protagonisti delle prime Biennali d'Arte (dal 1962... le prime per la giovane età dello scrittore sono solo evocate) appaiono fulminee recensioni, inediti e talvolta stravaganti accadimenti, lampanti profili di gente nota e meno nota. Più circostanziate le argomentazioni sulle mostre veneziane di architettura con ragionamenti critici in chiave retrospettiva e dunque propositiva, senza reticenza alcuna perché il non detto è, da un pubblico di conoscitori, intendibile: il decadente scenario italiano, l'affermarsi delle archistar, l'apprezzamento per gli antichi maestri e per alcuni esponenti delle giovani generazioni.
22,00 18,70

Ritratti di città europee. Dal Rinascimento al secolo XVIII

Cesare De Seta

editore: Einaudi

pagine: 396

Il ritratto di città è la forma più alta di celebrazione del potere urbano, sia esso quello di un re, di un papa, di un principe o di un mecenate, e nasce nel Rinascimento con l'invenzione rivoluzionaria della prospettiva. I primi ritratti di città sono databili all'ultimo trentennio del Quattrocento e la loro manifesta intenzione è quella di mettere in scena la bellezza, la prosperità e la grandezza di capitali dell'Occidente come Firenze, Roma e Napoli. L'interesse per queste immagini si propaga a macchia d'olio in tutta l'Europa e non c'è città, sia essa capitale o dominante, che non ambisca a un manifesto ideologico e politico, che in molti casi ha intrinseche qualità d'arte. Questo studio ricostruisce la mappa dei ritratti dal Rinascimento al secolo dei Lumi, sia in senso geografico che tecnico e artistico. Con l'invenzione della stampa il genere conosce un'eccezionale fortuna da cui nascono i primi Atlanti di città dal Miinster ai Merian, a Braun e Hogenberg: sillogi con intenzioni universalistiche che hanno lo scopo di far conoscere città di ogni paese. Sovrani e principi si appassionano a questo soggetto e commissionano affreschi per adornare i loro palazzi. Lentamente il baricentro della produzione iconografica si sposta dall'Italia alla Svizzera, alla Germania e all'Olanda, e poi in Francia, Spagna e Inghilterra. Il Seicento vede il trionfo di questo genere con ritratti incisi e dipinti di città sempre più precisi e ampi.
38,00 32,30

Il fascino dell'Italia nell'età moderna. Dal Rinascimento al Grand tour

Cesare De Seta

editore: Cortina Raffaello

pagine: 140

Il viaggiatore che nella seconda metà del Quattrocento scopre il fascino del "Bel Paese" è mosso da un sentimento laico ben diverso dallo spirito che spingeva i pellegrini del Medioevo. L'Italia appare la culla di una nuova civiltà. Alla base di questa rivoluzione c'è tanto la rinascita delle 'humanae litterae' quanto l'invenzione della prospettiva. Personaggi come Albrecht Dürer e Erasmo da Rotterdam sono così i precursori di una conquista dell'Italia e dei suoi tesori, proprio come Palladio, Machiavelli, Giorgione e Tiziano con i loro trattati o con le loro tele sono gli agenti promotori della cultura italiana in tutta Europa. L'apice della fortuna dell'Italia si avrà però in pieno Settecento, con lo straordinario successo del Grand Tour, che come un fiume in piena porta nella penisola aristocratici, letterati, artisti e filosofi che la considerano una meta ineludibile per la formazione della coscienza europea.
14,50 12,33

Bella Italia. Patrimonio e paesaggio tra mali e rimedi

Cesare De Seta

editore: Mondadori Electa

pagine: 382

Alternando i molti cattivi episodi a qualche buon esempio, l'autore insiste sulla rilevanza civile dell'impegno per la difesa del territorio, del paesaggio, dei centri storici e del patrimonio artistico e archeologico degli ultimi venti anni. Adottando la forma del diario con data e luogo, il volume intende richiamare l'attenzione della pubblica opinione e delle istituzioni su argomenti spinosi quali le battaglie per il buon governo del patrimonio artistico e culturale. Il volume si articola in capitoli tematici: i cosiddetti disastri naturali e artificiali; gli usi propri e impropri del patrimonio architettonico e archeologico; la vecchia e la nuova legislazione dei Beni culturali e infine il ruolo del turismo in Italia.
25,00 21,25

Architetti italiani del Novecento

Cesare De Seta

editore: Electa Napoli

pagine: 224

Da Morasso a Fillia, Chiattone, Sartoris, Severini, Soffici, Piacentini, Albini, Nervi, Gardella, Scarpa, Cosenza, Bottoni, Gio Ponti, Samonà, Aldo Rossi, Gabetti e Isola, Zanuso: Cesare de Seta ripropone i ritratti critici dei grandi architetti italiani, evidenziando le visioni - culturale, artistica, filosofica e politica - che hanno ispirato i singoli protagonisti. Sullo sfondo, una "tensione civile" originale, fonte, talvolta, di visioni fortemente critiche, non tanto in rapporto alle opere puntuali, ma della cultura dell'architettura espressa dall'Italia nel Novecento; visioni inseparabili dalla consapevolezza della eredità storica e dalla ricerca di un rapporto equilibrato con il paesaggio, con il patrimonio immenso di natura e di ambiente che distingue, da secoli, il "Bel Paese".
35,00 29,75
10,00

L'architettura del Novecento

Cesare De Seta

editore: UTET

pagine: 328

93,00 79,05

Architettura del Novecento

Cesare De Seta

editore: Garzanti Libri

40,00

Architetture della fede in Italia. Dalle origini ai nostri giorni

Cesare De Seta

editore: Mondadori Bruno

pagine: 223

Vi sono ragioni complesse all'origine della plurimillenaria civiltà architettonica che ebbe sede in Italia e che il Cristianesimo rifondò ispirandosi a valori spirituali ed etici del tutto diversi da quelli del mondo antico. Una diversità che si evince in modo palese nelle tipologie edilizie che s'impongono nei nuovi edifici di culto. L'autore conduce il lettore alla ricerca di quelli che - per studio, scelta ed esperienza personale - considera momenti focali, fondanti e ineludibili dell'architettura cristiana presente in Italia: dall'architettura paleocristiana alla fioritura della civiltà medievale romanica e gotica, dal Rinascimento al Barocco fino all'architettura cristiana della modernità. In questa passeggiata per l'Italia, Cesare de Seta tiene ben a mente la testimonianza di fede che tali monumenti hanno assunto, come ricorda nella Prefazione il teologo Bruno Forte. La selezione proposta risultante da una scelta, non arbitraria, fondata innanzitutto su quei nessi che si possono leggere tra mondi e civiltà diverse, tra identità stilistiche non omogenee, tra momenti fortemente caratterizzati da una spiritualità che si evolve nel corso del tempo e che ha la sua massima espressione nell'architettura.
12,00

Napoli

Cesare De Seta

editore: Laterza

pagine: 328

33,00

Architetture della fede in Italia

Cesare De Seta

editore: Mondadori Bruno

pagine: 224

Vi sono ragioni complesse all'origine della plurimillenaria civiltà architettonica che ebbe sede in Italia e che il Cristianesimo rifondò ispirandosi a valori spirituali ed etici del tutto diversi da quelli del mondo antico. Una diversità che si evince in modo palese nelle tipologie edilizie che s'impongono nei nuovi edifici di culto. L'autore conduce il lettore alla ricerca di quelli che, per studio, scelta ed esperienza personale, considera dei momenti focali dell'architettura cristiana costruita in Italia: dall'architettura paleocristiana, alla fioritura della civiltà medievale romanica e gotica, da Rinascimento al Barocco fino all'architettura cristiana della modernità da Giovanni Michelucci a Renzo Piano.
20,00

Palermo

Cesare De Seta, Leonardo Di Mauro

editore: Laterza

pagine: 228

27,00

Napoli

Cesare De Seta

editore: Laterza

pagine: 328

30,99

Napoli

Cesare De Seta

editore: Laterza

pagine: 328

36,15
30,99
36,15
23,76

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.