Libri di Bruno Latour | Libreria Cortina dal 1946
Consegna gratis sugli ordini superiori a 29 €

Libri di Bruno Latour

Politiche del design. Semiotica degli artefatti e forme della socialità

Bruno Latour

editore: Mimesis

pagine: 362

Per essere pienamente umani abbiamo un costante bisogno di nonumani
22,00 20,90

La sfida di Gaia. Il nuovo regime climatico

Bruno Latour

editore: Meltemi

pagine: 424

Gaia non è il Globo, né la Madre Terra; non è una dea pagana e neppure la Natura così come l'abbiamo immaginata finora
24,00 22,80

Essere di questa terra. Guerra e pace al tempo dei conflitti ecologici

Bruno Latour

editore: Rosenberg & Sellier

pagine: 167

La nuova epoca geologica di cui abbiamo varcato la soglia, l'Antropocene, costituisce l'occasione per domandarsi: cosa signifi
16,00 15,20

Tracciare la rotta. Come orientarsi in politica

Bruno Latour

editore: Cortina Raffaello

pagine: 136

L'ipotesi di Latour è che non si possono comprendere le posizioni politiche degli ultimi cinquant'anni se non si attribuisce u
13,00 12,35

Cogitamus. Sei lettere sull'umanesimo scientifico

Bruno Latour

editore: Il Mulino

pagine: 189

Di fronte allo smarrimento di una studentessa per la girandola di opinioni scientifiche contrastanti sul cambiamento climatico, Bruno Latour avvia con lei un breve ma intenso epistolario in cui districa il groviglio di questioni creato da uno straordinario sviluppo scientifico e tecnologico. Se il rapporto con la natura è ormai un problema dichiaratamente politico, forse il più politico del nostro tempo, allora scienza e tecnica vanno considerate parti integranti di quello che chiamiamo umanesimo. Oltre la presunta autonomia della ricerca scientifica si manifesta infatti il carattere concreto e collettivo del pensare e dell'accertare. È il passaggio dal "cogito" cartesiano al "cogitamus", perché nessuno può più percorrere in solitudine le strade della verità.
16,00 15,20

Politiche della natura. Per una democrazia delle scienze

Bruno Latour

editore: Cortina Raffaello

pagine: 342

Come riempire il divario apparentemente incolmabile che separa la scienza (incaricata di comprendere la natura) e la politica (che ha il compito di regolare la vita sociale)? Come colmare un divario le cui conseguenze ("scandalo" dell'amianto, sangue infetto, mucca pazza...) diventano sempre più catastrofiche? Latour propone un modo di considerare l'ecologia politica che, secondo l'autore, passa attraverso una profonda ridefinizione del ruolo dell'attività scientifica e di quella politica. Il volume è destinato a tutti coloro che si interessano di ecologia, di dibattito scientifico e, più in generale, a quanti ritengono che la questione della democrazia riguardi in prima istanza anche le scienze.
26,00 24,70

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.