Libri di Alessandro Melis | Libreria Cortina dal 1946
Consegna gratis sugli ordini superiori a 29 €

Libri di Alessandro Melis

8,00 7,60

Shining dark territories. 100 thoughts of architecture. Ediz. italiana e inglese

Alessandro Melis, Massimo Gasperini

editore: ETS

pagine: 188

Alla ricerca delle tracce umane nel paesaggio, i 100 disegni indagano le relazioni tra Artificio e Natura. Fin dall'antichità l'opera dell'uomo ha modificato il territorio talvolta in armonia con gli ecosistemi, spesso in antagonismo. L'articolazione tra dissonanze e simmetrie, distanze e ravvicinamenti segna un percorso tra realtà, immaginazione ed utopia in cui l'artefatto si integra nello spazio circostante, lo contamina divenendone un simulacro, interferisce con esso assumendo le forme iconiche dell'architettura. Il disegno è uno sismografo che consente all'architetto di percepire le 'vibrazioni' fisiche-visuali dei paesaggi reali e mentali. L'opera di Massimo Gasperini studia e riproduce i tessuti e le interferenze dello scenario attuale. L'opera di Alessandro Melis indaga gli ipotetici scenari futuri, in cui il rapporto tra gli elementi di grado opposto produce visioni parossistiche e distopiche.
15,00

Le fortezze

Elke Cavazza, Alessandro Melis

editore: ETS

pagine: 40

Pisa ha due fortezze, che rappresentano momenti profondamente diversi della sua storia. All'epoca della sua maggiore potenza navale, nel XIII secolo, risale l'impianto della Cittadella Vecchia, nato come arsenale per la costruzione delle galee del Comune e trasformato in fortezza alla fine del medioevo. Al primo periodo del dominio fiorentino, in pieno XV secolo, va invece ascritta la Cittadella Nuova, eretta per controllare la città, insofferente della signoria di Firenze. Vengono qui delineate le principali vicende dei due monumenti, che nel corso dei secoli hanno perso la loro connotazione militare ed assunto funzioni corrispondenti di volta in volta a nuove esigenze.
6,00

L'Arena Garibaldi. Stadio Romeo Anconetani

Fabio Vasarelli, Alessandro Melis

editore: ETS

pagine: 64

L'Arena Garibaldi è lo stadio di Pisa, ma nacque nel 1807 come teatro diurno con il nome di Arena Federighi. Per tutto il secolo XIX vi si svolsero rappresentazioni teatrali e corse di cavalli. Nel 1919 il terreno dell'Arena venne acquistato dal Pisa Sporting Club che lo trasformò in un campo sportivo. La costruzione delle prime strutture per gli spettatori risale al biennio 1929-1931, quando lo stadio cambiò denominazione in Campo del Littorio. Dopo la fine della guerra, tornato il nome originale, la struttura si sviluppò fino ad assumere i connotati di un vero e proprio stadio moderno, inglobato però nel popoloso quartiere di Porta a Lucca. Nel 2001 l'Arena Garibaldi viene cointestata al compianto presidente Romeo Anconetani. Nel 2007 compie 200 anni.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento