Il tuo browser non supporta JavaScript!
Libri universitari scontati fino al 15% - Disponibilità immediata Scopri di più

Libri di N. Ragni

L'attesa: un percorso trasformativo per la salute. Incoraggiamo nuovi modi di utilizzare e prendersi cura del tempo e dello spazio di attesa

a cura di T. Ragni Raimondi, B. Cafaro

editore: Alpes Italia

pagine: 78

C'è un luogo unico all'interno dell'ospedale che prende il nome non da una categoria medica ma dal tempo che in esso si vive: è la sala d'attesa, denominatore comune di tutti i reparti e di tutti gli ospedali, nodo di passaggio di ciascuna cura a volte trascurato. Situazioni di attesa accompagnano e scandiscono la nostra vita quotidiana, tempi sospesi proiettati verso il futuro prossimo, dimora di emozioni diverse. Ma che tempo è il tempo dell'attesa in ospedale e che tempo può diventare? Se l'anticipazione di eventi temuti e l'ansia di raggiungere risultati sperati possono rendere non attraversabile lo spazio del limbo, è importante ridefinire l'attesa come attività, processo di cambiamento, come quel raro momento in cui è possibile fare esperienza della sorpresa e del nuovo, in cui tollerato il disagio del non-ancora si accede alla scoperta dell'inatteso. È possibile abitare l'attesa? Rendere il tempo di transito un'articolazione del presente in cui prendersi cura del futuro? Cos'è la cura se non il processo trasformativo in attesa e teso alla guarigione? È pensabile un terreno d'incontro tra l'ansia anticipatoria del paziente sofferente e il ritardo difensivo dell'istituzione di cura? Attraverso il dialogo tra pazienti, familiari, medici, psicologi, operatori sanitari e volontari dell'ospedale Fatebenefratelli di Roma coinvolti nel progetto "sala d'attesa sala in-attesa", questo libro esplora lo spazio e il tempo di attesa in ospedale per aprire nuove possibilità di cura. Un lavoro di ricerca condivisa per lasciarsi spaesare alla scoperta di nuovi significati e incontrare una realtà che non sempre è quella attesa.
12,00 10,20

Ginecologia e ostetricia

Opera in brossura, 4 volumi

Giuseppe Pescetto, Luigi De Cecco

editore: SEU Società Editrice Universo

pagine: 2340

199,00 169,15
46,00

Venti oggetti a reazione poetica. Ediz. italiana e inglese

Giulio Iachetti, Matteo Ragni

editore: Compositori

pagine: 52

Matteo Ragni (Milano, 1972) e Giulio Iachetti (Castelleone, 1966) si occupano di industrial design dal 1992. Fondano a Milano nel 1999 lo studio Aroundesign, collaborano su alcuni progetti, ma mantengono anche spazi di lavoro individuali. All'attività progettuale affiancano quella didattica e formativa presso diverse scuole di design. Il libro è il catalogo della mostra di Bologna (Galleria Studio G7, 29 dicembre 2003).
12,00
17,56 14,93

Villa Adriana. Una storia mai finita. Novità e prospettive della ricerca. Catalogo della mostra (Tivoli, 1 aprile-1 novembre 2010)

a cura di M. Sapelli Ragni

editore: Mondadori Electa

pagine: 254

"Questa esposizione è nata come ideale continuazione ed approfondimento della mostra 'Frammenti dal passato. Tesori dall'ager Tiburtinus', che nel corso del 2009, con ottimo successo di pubblico, è stata visibile negli stessi ambienti dell'Antiquarium del Canopo in Villa Adrina. [...] Consapevoli dell'impossibilità di racchiudere in un solo evento o in un'unica pubblicazione la totalità dello scibile relativamente a questo sito straordinario, si intende in questa occasione offrire una panoramica delle attività dell'ultimo decennio, dei risultati dei nuovi scavi, condotti sia direttamente dalla Soprintendenza sia da altri soggetti in regime di concessione come anche delle più recenti acquisizioni nei vari campi di investigazione e dei filoni di studio che - credo - con maggiore probabilità potranno offrire risultati significativi nel periodo a venire." Marina Sapelli Ragni
40,00

Panarea e l'architettura di Paolo J. Tilche

Enzo Ragni

editore: Silvana

pagine: 135

Panarea, l'isola più piccola dell'arcipelago eoliano e forse la più affascinante per varietà di paesaggio, subì alla fine della seconda guerra mondiale una massiccia emigrazione della sua popolazione verso terre d'oltremare. Solo agli inizi degli anni sessanta l'isola fu riscoperta da un gruppo di artisti e turisti esigenti che la scelsero come luogo dove vivere a contatto con la natura incontaminata. Paolo Jeannot Tilche, originario di Alessandria d'Egitto, faceva parte di quella avanguardia; sbarcò a Panarea alla fine degli anni cinquanta e vi rimase fino alla sua morte, avvenuta nel 1995. Mise a frutto il suo straordinario talento per l'architettura realizzando diverse opere che sono documentate in questo libro. Fu protagonista del recupero dell'architettura eoliana a Panarea e della valorizzazione dei metodi costruttivi tradizionali.
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.