Il tuo browser non supporta JavaScript!
Nelle nostre librerie trovi anche letteratura, libri per l’infanzia, filosofia, diritto e molto altro! Scopri dove siamo

Libri di Mario Gebbia

La 231 ambientale. La nuova responsabilità delle imprese per i reati ambientali

Cesare Parodi, Mario Gebbia
e altri

editore: Il Sole 24 Ore

pagine: 194

Le nuove disposizioni introdotte, in applicazione del diritto comunitario, dal D.Lgs. 121/2011 hanno determinato importanti modifiche sia al codice penale che al "sistema 231", introducendo l'estensione della responsabilità degli enti e delle persone giuridiche ad una serie di reati deputati a fornire una tutela ai beni ambientali. Questa nuova impostazione è destinata in tempi brevi ad imporre un generale ripensamento dell'equilibrio di interessi tra le realtà produttive e gli organi ed enti pubblici a vario titolo preposti ai controlli di settore. In quest'ottica la guida pratica 231 ambientale si propone come strumento per risolvere le oggettive difficoltà volte a conciliare in concreto tutti gli interessi coinvolti dall'applicazione delle nuove disposizioni. Particolare attenzione è stata dedicata inoltre alla tematica dei modelli organizzativi ed agli aspetti soggettivi degli illeciti, sui quali potranno ragionevolmente manifestarsi contrasti interpretativi al fine dell'individuazione delle responsabilità. L'opera si rivolge quindi alle imprese, ai consulenti aziendali, ma anche ai magistrati e avvocati che quotidianamente si ritrovano ad operare nel mondo del diritto.
29,00 24,65

Le malattie professionali: i soggetti penalmente responsabili

Giovanni Lageard, Mario Gebbia

editore: Il Sole 24 Ore

pagine: 225

Il volume fornisce una guida alla individuazione dei soggetti responsabili nell'ambito delle imprese. In un ordinamento fondato sul principio di personalità della responsabilità penale, il tema assume rilevanza centrale anche perché il dibattito giurisprudenziale è ancora lontano dal fornire indicazioni univoche in merito a tutta una serie di questioni rilevanti. A incrementare e a rendere estremamente attuale il problema contribuiscono le recenti modifiche del diritto della prevenzione (Legge 3 agosto 2007, n. 123 e circolare 14 novembre 2007, n. 24), che hanno esteso la responsabilità dell'ente, ai sensi del D.lgs n. 231/2001, anche ai reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi e gravissime, commessi con violazione delle norme antinfortunistiche o di igiene sul lavoro. Lo sviluppo della trattazione è imperniato sulla figura del datore di lavoro dell'impresa privata, e quindi sui suoi collaboratori di line e di staff; quelli interni e quelli esterni all'azienda; quelli la cui designazione è obbligatoria per legge e quelli la cui nomina rientra invece nella discrezionalità organizzativa dell'imprenditore. Sono poi considerati gli aspetti di differenziazione che gli istituti e le figure presentano nella loro applicazione in ambito pubblico. L'intento è quello di esaminare le problematiche sotto un profilo pragmatico, dedicando attenzione prevalente agli orientamenti emersi dalla copiosa giurisprudenza e dalla prassi degli enti di controllo.
25,00 21,25

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.